La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Enrico Alfieri, Eliana Barbato, Cristian Capalbo, Loris Cannataro, Giusy Danaro, Giorgia Mammone, Gianmarco Muratore, Valerio Nucera, Giulia Pisciotti,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Enrico Alfieri, Eliana Barbato, Cristian Capalbo, Loris Cannataro, Giusy Danaro, Giorgia Mammone, Gianmarco Muratore, Valerio Nucera, Giulia Pisciotti,"— Transcript della presentazione:

1 Enrico Alfieri, Eliana Barbato, Cristian Capalbo, Loris Cannataro, Giusy Danaro, Giorgia Mammone, Gianmarco Muratore, Valerio Nucera, Giulia Pisciotti, Serena Travagli.

2 Telescopio spaziale Telescopio terrestre

3 Rifrattori A partire dal 1600 Janssen, Lippershey, Galileo, Keplero Elementi ottici: lenti Tipo di lenti: biconcave e biconvesse Riflettori A partire dal 1668 in poi Newton Elementi ottici: specchi Tipo di specchi: concavi e convessi

4 Newtoniano Primario Cassegrain Coudè Equatoriale Altazimutale

5 HUBBLE (1990) 1x2,4 m KECK (1992) 36x1,8 m (10 m) VLT Very Large Telescope (2002) 4x8,2 m E-ELT European Extremely Large Telescope (2018) 984x1,4 m (42 m)

6 Tipologie di strutture Struttura a guscio: È un supporto cilindrico, utilizzato per telescopi di piccole dimensioni. Struttura Serrurier: È un supporto tubolare, utilizzato per telescopi di grandi dimensioni.

7 Le travi È una struttura che ha un rapporto tra la sua dimensione principale e la massima dimensione della sua sezione maggiore di 10. Comportamento caratterizzato da proprietà del materiale, geometria e vincoli Può avere un comportamento assiale o trasversale. Assiale Trasversale

8 Smorzamento La trave può essere soggetta a carichi statici e carichi dinamici. I carichi dinamici provocano delle oscillazioni della trave che vengono smorzate nel tempo secondo la seguente funzione: A+B[sen(Kt+F)]e -Ct C: coefficiente di smorzamento.

9 Misura dello smorzamento Montaggio della trave di alluminio sul piano di lavoro tramite vincoli. Montaggio dell’accelerometro all’estremità della trave. Sollecitazione dinamica della barra. Analisi ed elaborazione dei dati forniti dall’accelerometro tramite apposito programma. Ripetizione delle operazioni con trave in fibra di carbonio.

10 Confronto dei dati Alluminio C= (0.335 ± 0.016) Hz Fibra di Carbonio C= ( ± ) Hz

11 Modulo di Young Considerate due travi, a parità di carico, geometria e vincoli, quella con maggior modulo di Young tende a flettersi di meno.  Il modulo di Young è un indice dell’elasticità di un materiale  Il modulo di Young è un indice dell’elasticità di un materiale. E= modulo di Young

12  Misurazione delle aste (massa e lunghezza)  Fissaggio sul piano di lavoro  Determinazione dell’altezza dal suolo prima e dopo l’aggiunta del peso  Valutazione dei dati sperimentali e confronto delle proprietà dei materiali.

13

14

15 Conclusioni  Esperienze in laboratorio per caratterizzare il comportamento statico e dinamico di diversi materiali  Criteri di selezione dei materiali  Utilizzo di questi materiali nel prossimo stage invernale per l’assemblaggio di un telescopioConclusioni  Esperienze in laboratorio per caratterizzare il comportamento statico e dinamico di diversi materiali  Criteri di selezione dei materiali  Utilizzo di questi materiali nel prossimo stage invernale per l’assemblaggio di un telescopio

16 Grazie per l’attenzione


Scaricare ppt "Enrico Alfieri, Eliana Barbato, Cristian Capalbo, Loris Cannataro, Giusy Danaro, Giorgia Mammone, Gianmarco Muratore, Valerio Nucera, Giulia Pisciotti,"

Presentazioni simili


Annunci Google