La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PARROCCHIA SAN MARTINO V. PP. SOMASCHI - VELLETRI IL LIBRO DELL’APOCALISSE SIMBOLOGIA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PARROCCHIA SAN MARTINO V. PP. SOMASCHI - VELLETRI IL LIBRO DELL’APOCALISSE SIMBOLOGIA."— Transcript della presentazione:

1 PARROCCHIA SAN MARTINO V. PP. SOMASCHI - VELLETRI IL LIBRO DELL’APOCALISSE SIMBOLOGIA

2 Anche noi spesso usiamo un linguaggio simbolico Tizio è un leone Tizio è un pezzo di pane Tizio è un tesoro per dire Tizio è forte Tizio è buono Tizio è caro Nel libro dell’Apocalisse ci sono immagini simboliche difficili da comprendere senza una guida che eviti grossolane interpreta- zioni letterali.

3 L’uomo non è un leone o un pezzo di pane o un tesoro. Chi ascolta deve saper per- cepire la creatività immagi- nativa dell’autore che ha fat- to l’operazione linguistica.

4 L'Apocalisse usa continuamente trasforma- zioni linguistiche: riprende simboli preesistenti facendoli suoi: riprende simboli preesistenti facendoli suoi:  Dn 7: visione con simboli tereomorfi: 4 grandi bestie che salivano dal mare (leone con ali d'aquila).   Dn 7: visione con simboli tereomorfi: 4 grandi bestie che salivano dal mare (leone con ali d'aquila).  Ap 13,1:si parla di una bestia che sale dal mare: Roma!   Ap 13,1:si parla di una bestia che sale dal mare: Roma!   Ap 13,11:altra bestia, con due corna come di agnello, ma parlava come un drago: i mezzi di comunicazione di quel tempo a servizio della bestia. opera creazioni linguistiche del tutto sue. opera creazioni linguistiche del tutto sue.

5 Il simbolo ha un sovrappiù di significato rispet- to al linguaggio realistico: mette in gioco la no- stra fantasia-sensibilità. Ap 21,19ss Sono menzionate 12 tipi di pietre preziose. All’autore non interessa il loro valore commer- ciale, ma il fatto che colpite dal sole emetteva- no una luce del colore di cui sono fatte. L’autore qui vuol far gustare la luce della Gerusalemme nuova.

6 Serve un approccio metarazionale per metterci in un contatto del tutto particolare con le realtà trascendenti di cui l’autore dell’Apocalisse è uno strumento guidato dallo Spirito. Cristo è pietra preziosissima. Qui si vuol dire che alla fine dei tempi Cristo ci darà il riflesso di una pietra preziosa.

7 La simbologia dell’Apoca- lisse è raffinata, ricercata, a volte difficile. Non è im- mediata come: “Tizio è un leone!”. Ogni simbolismo nasce in un contesto cultura- le:“Avere le corna” non è la stessa cosa per noi e per la Bibbia.

8 Per bene interpretare un simbolo, bisogna rifarsi alla cultura e alla storia in cui è nato. Il simbolismo è come un biglietto da visita da pagare per entrare nell’Apocalisse.

9 6 CHIAVI DI INTERPRETAZIONE Simbolismo cosmico Simbolismo antropologico Simbolismo tereomorfo Simbolismo cromatico Simbolismo geofisico Simbolismo aritmerico

10 SIMBOLISMO COSMICO Il sole -È un’immagine comune che ha un fascino particolare. Nel N.T. indica Gesù Cristo. Appaiono spesso perturbazioni, scon- volgimenti, cosmici…  Non va preso tutto realisticamente.  Cosa comunica l’autore con il sim- bolismo cosmico?

11 È basato sull’essere umano e sulla sua organizzazione. SIMBOLISMO ANTROPOLOGICO BABILONIA – Simbolo di una società che porta alla rovina. LA NUOVA GERUSALEMME Simbolo dell’umanità redenta e salvata. È vista come una sposa con la veste bianca = LE OPERE DEI SANTI

12 Vi è un legame tra il mondo della natura e la storia. Vi è un legame tra il mondo della natura e la storia. Dio Creatore è presente nella storia, che segue le vicende dell’uomo, interessato, che vuole che l’uomo s’accorga della sua attività. Dio Creatore è presente nella storia, che segue le vicende dell’uomo, interessato, che vuole che l’uomo s’accorga della sua attività.

13 SIMBOLISMO TEREOMORFO Complesso e raffinato in cui i pro- tagonisti sono animali. Agnello Simbolo positivo: indica docilità, mansuetudine. Bestia dell’Apocalisse Simbolo negativo: indica il male.

14 «Poi vidi ritto in mezzo al trono circondato dai quattro esseri viventi e dai vegliardi un Agnello, come im- molato. Egli aveva sette corna e sette occhi, simbolo dei sette spiriti di Dio mandati su tutta la terra » (Ap 5,6). L’ A GNELLO

15 A GNELLO - nel Libro ricorre 29 volte Q UAL ’ È IL CONTESTO ? È drammatico. In Ap 5,1-4 appare il libro con i sette sigilli, che è il progetto di Dio sulla storia e sulla creazione. Nessuno è capace di leggerlo: è l'esasperazione dell'uomo che cerca il senso della vita. Arriva l'agnello e, in modo liturgico, prende il libro: lui è capace di leggere il libro e di attuarne il contenuto.

16 A GNELLO  intuiamo che si riferisce a Cristo. «Ecco l’Agnello di Dio» (Gv 1,36) Ci sono due linee interpretative dietro l'im- magine dell'agnello con origine nell'A.T.: Es 12: offerta pasquale, sacrificio per i no- stri peccati, dai quali ci ha sciolti col suo sangue. Is 53,6-8:servo sofferente, presentato co- me agnello portato al macello, muto davanti ai tosatori.

17 RittoVivo Come immolato Mortoerisorto Si può confrontare con Gv 20,20 in cui Gesù appare agli apostoli in piedi e mostra loro le mani e il costato, segni della passione.

18 SettePienezza “Agnello” significa: Cristo morto e risorto, in piena potenza, invia lo Spirito su tutta la terra. Corna Energia OcchiSpiriti

19 L E DUE BESTIE La PRIMA BESTIA è simbolo dell'Impero Romano, e di ogni potere politico che si vuole fare assoluto e prendere il posto di Dio. La SECONDA BESTIA è sim- bolo di tutte le influenze religiose sottoposte a Roma; è anche simbolo dei mezzi di comunica-zione sociale a servizio del potere.

20 Q UAL È IL SIGNIFICATO ? Il male che si è insinuato nelle strut- ture politiche, cerca di fare una nuova anticreazione, un mondo antitetico a Dio. Si tratta di teologia politica per una comunità cristiana che si trova in una situazione di oppressione.

21 SIMBOLISMO CROMATICO Bianco Rosso Nero Verde Indica la nuova vita, Gesù Cristo È il colore della guerra Sta a indicare l’ingiustizia La morte

22

23 DIO «Ascolta, Israele: il Signore è il nostro Dio, il Signore è UNO solo» (Dt 6,4) «Io e il Padre siamo UNA cosa sola» (Gv 10,30) «Io in loro e tu in me, perché siano perfetti nell‘UNITÀ» (Gv 17,23) «Io sono l'Alfa e l'Omega, il Primo e l'Ultimo, il principio e la fine» (Ap 22,13)

24 UOMO La vita terrena si compone di dualismi Dio - Uomo Cielo - Terra Bene - Male Giorno - Notte Anima - Corpo Destra - Sinistra Maschio - Femmina Luce - Tenebre

25 TRINITÀ – VITA DIVINA Richiama l’ “1” Padre – Figlio – Spirito Santo (Dio) Passato – Presente - Futuro (Eternità) Inizio – Centro – Fine (Totalità) Fede – Speranza – Carità (Virtù teologali)

26 MONDO – VITA TERRENA Ambiente in cui l’uomo vive Aria – Terra – Acqua - Fuoco Inverno – Autunno – Primavera - Estate Nord – Sud – Est - Ovest

27 Matteo – Marco – Luca – Giovanni (raccontano la vita terrena di Gesù) Incarnazione – Passione – Risurrezione - Ascensione (fasi della vita terrena di Gesù) Prudenza – Giustizia – Fortezza - Temperanza (virtù cardinali)

28 PIENEZZA Somma del 3 (vita divina) e del 4 (vita terrena) È il numero sacro per eccellenza, vista la frequenza con cui appare nella Bibbia Dio crea il mondo in sette giorni. Il settimo giorno è giorno sacro.

29 Pienezza della vita Pienezza della morte I 7 doni sello Spirito Santo I 7 vizi capitali SapienzaSuperbia IntellettoAccidia ConsiglioIra FortezzaInvidia ScienzaAvarizia PietàGola Timore di Dio Lussuria La somma delle virtù teologali (fede, speranza, carità  divino) con quelle cardinali (prudenza, giustizia, fortezza, temperanza  umano) dà il numero 7.

30 Invocazioni del PADRE NOSTRO Padre nostro che sei nei cieli 1.sia santificato il tuo nome (1) 2.venga il tuo regno (2) 3.sia fatta la tua volontà come in cielo così in terra (3) 3DIVINO 4.dacci oggi il nostro pane quotidiano (1) 5.rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori (2) 6.e non c'indurre (abbandonarci) in tentazione (3) 7. ma liberaci dal male (4) 4UMANO

31 LA LEGGE È il numero dei 10 comandamenti, dove troviamo le combinazioni con il 3, il 4 e il 7 3 Rivolti a Dio 7 (4=corpo + 3=anima) Rivolti all'uomo

32 A LTRI NUMERI "3½"  parzialità (di durata, di intensità,...)  perché è un "7" dimezzato. "1/3"  parzialità "6"  imperfezione  7-1. L'identità della bestia ha il numero "666": tre volte "6" (7-1)  totalità dell'imperfezione. Il riferimento a Nerone che aveva la pretesa a farsi adorare, è più che probabile perché le consonanti ebraiche con valore numerico di Nero redivivus hanno come somma 666.

33 "12"  Tribù d'Israele (A.T.) Apostoli (N.T.). " " = 12x12x1000  intensificazione del 12 (12x12) mol- tiplicato per il numero di Cristo (1000). "Millennio"  è il tempo della Chiesa che combatte tutte le forze del male (interpretazione da S. Agostino in poi); è il tempo della lotta e della speciale protezione di Dio.

34 SIMBOLISMO GEOFISICO Cielo Zona della trascendenza divina Terra Zona propria dell’uomo Montagna Luogo dove si realizza la salvezza Vendemmia Giudizio finale


Scaricare ppt "PARROCCHIA SAN MARTINO V. PP. SOMASCHI - VELLETRI IL LIBRO DELL’APOCALISSE SIMBOLOGIA."

Presentazioni simili


Annunci Google