La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L ’Unità di Terapia Semi-Intensiva in Lombardia: proposta di Rete G. Bosio, W. Casali, A. Pietra.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L ’Unità di Terapia Semi-Intensiva in Lombardia: proposta di Rete G. Bosio, W. Casali, A. Pietra."— Transcript della presentazione:

1

2 L ’Unità di Terapia Semi-Intensiva in Lombardia: proposta di Rete G. Bosio, W. Casali, A. Pietra

3 Cosa è una rete di patologia Quali reti sono state attivate in Lombardia Che percorso è stato fatto per la loro attivazione I nuovi obiettivi dati alle reti Il GAT BPCO Il GAT BPCO L’AUDIT clinico delle semi-intensive respiratorie lombarde

4

5

6

7

8

9

10

11 GAT – BPCO Gruppo di studio Le riacutizzazioni e la continuità assistenziale M. Agnello, S. Amaducci, G. Bosio, S. Centanni, A. Maspero, S. Nava, A. Pesci, C. Sturani, G. Tassi, A. Vaghi, M. Vitacca.

12 GAT - Gruppo di Approfondimento Tecnico “BPCO” Con delibera del 11 maggio 2009 il Direttore Generale Sanità – Carlo Lucchina - nomina i partecipanti al GAT con i seguenti obiettivi

13 – Proporre linee guida regionali per la gestione del paziente affetto da BPCO e da insufficienza respiratoria cronica Mission = produrre delle Linee Guida regionali e condivise per la BPCO e IRC

14 1 - Formulare proposte propedeutiche alla formazione di una specifica rete di patologia Fare una rete di patologia per la BPCO è una specifica volontà della Regione – dobbiamo solo suggerire come farla e cosa mettere in rete

15 2 - Individuare e opportunamente classificare le strutture che a livello regionale trattano la patologia Individuare e censire le strutture, classificandole al contempo, ovvero valutare le strutture secondo specifici criteri strutturali e professionali: è l’equivalente di un accreditamento

16 3 - Promuovere livelli di assistenza adeguati per i malati con patologia respiratoria nell’ambito delle degenze e delle terapie semintensive respiratorie 3 - Promuovere livelli di assistenza adeguati per i malati con patologia respiratoria nell’ambito delle degenze e delle terapie semintensive respiratorie Stabilire quali sono i livelli di assistenza (p.e. il minutaggio della assistenza infermieristica necessario per ogni letto di pneumologia e di semintensiva respiratoria)

17 4 - Sviluppare la metodologia per il case finding e la diagnosi precoce della BPCO Metterci d’accordo sul come trovare e classificare i pazienti con BPCO Metterci d’accordo sul come trovare e classificare i pazienti con BPCO -

18 Il 3 febbraio 2012 durante la riunione plenaria del GAT viene presentato il documento prodotto dal gruppo di studio “Riacutizzazioni e Continuità Assistenziale” precedentemente discusso e condiviso dai membri del gruppo

19 Documento condiviso e presentato da parte del gruppo di studio “ Riacutizzazione e continuità assistenziale”

20 GAT BPCO E INSUFFICIENZA RESPIRATORIA GAT BPCO E INSUFFICIENZA RESPIRATORIA Azioni migliorative proposte (Attore, Tempo, Indicatore) Creare una rete di patologia che applichi la standardizzazione delle definizioni suggerita dal PDT e funga da riferimento per audit di sistema Creare una rete di patologia che applichi la standardizzazione delle definizioni suggerita dal PDT e funga da riferimento per audit di sistema. Attore : Regione Lombardia e ASL Tempo : 06/ /2012, Indicatore: costituzione della Rete

21 Sviluppo / accreditamento delle unità di terapia semi- intensiva respiratoria (UTIR / UCIRA) negli ospedali per acuti per un impiego appropriato della VMNI ed adeguamento del DRG. Sviluppo / accreditamento delle unità di terapia semi- intensiva respiratoria (UTIR / UCIRA) negli ospedali per acuti per un impiego appropriato della VMNI ed adeguamento del DRG. Attore Regione e AO., Tempo 01/10-09/12, Indicatore % di ospedali per acuti con procedure standard per la VMNI e con dotazioni specialistiche appropriate per la VMNI (UTIIR/UCIRA). 2

22 Adeguamento degli standard assistenziali per la degenza ordinaria in pneumologia a quelli regionali per la cardiologia e la neurologia ed a quelli europei per la pneumologia. Adeguamento degli standard assistenziali per la degenza ordinaria in pneumologia a quelli regionali per la cardiologia e la neurologia ed a quelli europei per la pneumologia. Attore Regione e AO., Attore Regione e AO., Tempo 01/10-09/12, Tempo 01/10-09/12, Indicatore % di ospedali per acuti con standard assistenziali per la degenza ordinaria appropriati. Indicatore % di ospedali per acuti con standard assistenziali per la degenza ordinaria appropriati.3

23 Attivazione di un registro per la BPCO e per l’insufficienza respiratoria integrato. Si ritiene prioritario lavorare sulla corretta e completa identificazione dei casi tra i fumatori a rischio. Il registro dovrebbe essere realizzato in ciascuna ASL, integrato con il SISS, in analogia a quanto si sta realizzando nella ROL. Attivazione di un registro per la BPCO e per l’insufficienza respiratoria integrato. Si ritiene prioritario lavorare sulla corretta e completa identificazione dei casi tra i fumatori a rischio. Il registro dovrebbe essere realizzato in ciascuna ASL, integrato con il SISS, in analogia a quanto si sta realizzando nella ROL. Attore ASL Tempo 09/10-09/12 Indicatore Codici di patologia applicati correttamente in BDA, con informazioni relative alle riacutizzazioni).4

24 Impegno a promozione di sperimentazioni per le cure integrate dei malati con BPCO e insufficienza respiratoria con l’impiego di teleconsulto/telemedicina Impegno a promozione di sperimentazioni per le cure integrate dei malati con BPCO e insufficienza respiratoria con l’impiego di teleconsulto/telemedicina. Attore Regione Tempo 01/10-09/12 Indicatore Presenza di sperimentazioni nei piani aziendali di ASL, AO, IRCCS, anche come iniziative di formazione sul campo. 5

25 Coinvolgimento dei MMG nell’identificazione dei casi e nella gestione del livello assistenziale pertinente. Coinvolgimento dei MMG nell’identificazione dei casi e nella gestione del livello assistenziale pertinente. Attore ASL Tempo 09/10-09/12 Indicatore Test diagnostici eseguiti secondo gli standard di riferimento. 6

26 Promuovere la facilitazione di accesso ai test spirometrici (definire volumi di offerta e tempi di accesso) ed alla stadiazione in centri specialistici competenti Attore AO su indicazione e verifica contrattuale ASL Tempo 09/10-09/12 Indicatore Apertura agende in fasce orarie ampliate. 7

27 Coinvolgimento della ASL nell’applicazione del PDT Coinvolgimento della ASL nell’applicazione del PDT Attore ASL con rete specialisti e MMG Tempo 09/10-09/12 Indicatore Verifica degli indicatori del PDT per livello. 8

28 Realizzare ambulatori antifumo specializzati nell’ambito dell’offerta ambulatoriale specialistica, secondo gli standard già definiti nella rete regionale HPH (ospedali senza fumo). Attore Regione MMG Tempo 06/10-09/12 Indicatore Introduzione nel tariffario nomenclatore di specifiche codifiche per le prestazioni effettuate.9

29 Adottare criteri internazionali di stadiazione per la valutazione dello stato clinico e funzionale in relazione all’età, allo stato nutrizionale, al livello di gravità dell’ostruzione, al livello di dispnea, alla tolleranza allo sforzo, al numero di riacutizzazioni e al numero di pacchetti di sigarette fumate/anno per omogeneizzare l’accesso e il percorso della continuità assistenziale e riabilitativa (stadi III- IV). Attore Rete degli specialisti Tempo 06/10-09/12 Indicatore Adozione del BODE, BOSE, ADO. 10

30 Aumento disponibilità accessi riabilitativi respiratori in diversi settings (domiciliari, ambulatoriali, DH e ricovero) in funzione dei diversi livelli di stadiazione e obiettivi riabilitativi respiratori con proporzionali tariffazioni Aumento disponibilità accessi riabilitativi respiratori in diversi settings (domiciliari, ambulatoriali, DH e ricovero) in funzione dei diversi livelli di stadiazione e obiettivi riabilitativi respiratori con proporzionali tariffazioni Attore Regione Tempo 09/10-09/12 Indicatore Aumentata incidenza dei codici ICD9CM specifici per BPCO nelle dimissioni da unità di riabilitazione di mantenimento con relativa congruità di accesso in funzione del setting. 11

31 Cosa abbiamo ottenuto?

32 Allegato 4 “ Piani e programmi di sviluppo” La Direzione Generale Sanità della Regione Lombardia, con provvedimento n del – Libro delle regole - PROGRAMMI DI SVILUPPO DI SETTORE Gruppi di approfondimento su tematiche specifiche Pagina 13

33 - BPCO - Per i pazienti affetti da Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva si ritiene necessario promuovere la sperimentazione di diagnosi e cure integrate dei pazienti con BPCO e/o insufficienza respiratoria, tra unità di pneumologia/terapia intensiva respiratoria, di pneumologia riabilitativa e MMG/PLS. Promuovere inoltre sinergie di rete con le UO di cardiologia, UTIC e con le rianimazioni. Promuovere inoltre sinergie di rete con le UO di cardiologia, UTIC e con le rianimazioni.

34 26 ottobre 2012: Dimissioni di 74 membri su 80 del Consiglio Regionale febbraio 2013 Elezioni Regionali 2013 The end


Scaricare ppt "L ’Unità di Terapia Semi-Intensiva in Lombardia: proposta di Rete G. Bosio, W. Casali, A. Pietra."

Presentazioni simili


Annunci Google