La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

“La definizione del mercato rilevante e la valutazione del potere di mercato” Motta – Polo cap. 3.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "“La definizione del mercato rilevante e la valutazione del potere di mercato” Motta – Polo cap. 3."— Transcript della presentazione:

1 “La definizione del mercato rilevante e la valutazione del potere di mercato” Motta – Polo cap. 3

2 Il mercato di prodotto  Il test del monopolista ipotetico - SSNIP: Small but Significant and Non-transitory Increase in Prices. Ci si chiede se, al modificarsi della struttura di mercato, l’ipotetico monopolista troverebbe prodittevole aumentare il prezzo del bene al di sopra del livello corrente, in modo non transitorio, nella misura del 5-10%.  Se i prodotti sono sostituibili il test tenderà a dare risultato negativo (domanda elastica)

3 A livello operativo  Si inizia da un certo mercato (ad es: mercato delle bevande al gusto di arancia gassate) Un ipotetico monopolista in questo mercato troverebbe profittevole aumentare permanentemente i prezzi del 5% in questo mercato rispetto al loro valore corrente Se sì: quello è il mercato rilevante Se no: si estende il mercato (ad esempio, considerando tutte le bevande al gusto di arancia)

4 I vincoli competitivi  Prodotti sostituti…  … Ma anche sostituibilità del lato dell’offerta: Considerazione dinamica. Possibilità che altre imprese decidano di dirottare la propria produzione su quel bene. Es: servizio di autotrasporto Caso Torras-Sarrio Considerazione solo della sostituibilità dal lato della domanda, trascurando la sostituibilità dell’offerta.

5 Sostituibilità dal lato dell’offerta  Richiede che il passaggio alla nuova produzione sia agevole, rapido e conveniente  Reperimento dei capitali veloce ed economico  Assenza di barriere all’entrata Fra cui le barriere pubblicitarie giocano un ruolo importante

6 La cellophane fallacy  Caso DuPont Impresa americana produttrice di cellophane.  Sostituibilità con altri materiali per l’imballaggio?  Misurazione dell’elasticità incrociata  Ma l’elasticità incrociata osservata dipende dai prezzi Elasticità può essere elevata se l’impresa già detiene (in partenza) potere di mercato.

7 Applicazione del test SSNIP – elasticità al prezzo  Elasticità della domanda al proprio prezzo Variazione percentuale della quantità domandata in seguito ad un aumento di un punto percentuale del proprio prezzo  Elasticità 0.2: In un certo periodo temporale, un aumento del 10% nel prezzo di un bene è associato ad una riduzione della domanda del 2%  Come effettuare la stima della domanda? Attività complessa (modelli econometrici)

8 Elasticità incrociate al prezzo  Elasticità incrociate Variazione percentuale della quantità domandata del bene B ad un aumento di un punto percentuale del prezzo del bene A  Aiutano a definire i beni sostituti, e, di conseguenza, il mercato rilevante.  Tramite l’esercizio di vincoli competitivi

9 Test di correlazione del prezzo  Stigler e Sherwin (1985)  Un mercato per un bene è un’area all’interno della quale il prezzo di tale bene tende all’uniformità, tenuto conto dei costi di trasporto Se due prodotti (o due aree geografiche) appartengono allo stesso mercato, i loro prezzi si muovono assieme (ad esempio, per effetto di uno shock). Attività complessa (modelli econometrici)  Ma è difficile misurare le qualità  O possono esserci correlazioni spurie

10 Differenze di prezzo  Non contano solo le variazioni, ma anche i livelli di prezzo  Caso Aérospatiale- Alenia De Havilland Aerei a getto sono mercati diversi rispetto ad aerei a turboelica, perché i prezzi dei primi sono doppi rispetto a quelli dei secondi. Nestlé- Perrier: i prezzi delle acque minerali si muovono in direzione opposta nel periodo considerato rispetto ai prezzi delle bibite gassate. Dunque, due mercati separati.

11 Preferenze dei consumatori  Non contano le caratteristiche fisiche dei prodotti in sé, ma come queste impattano sulle preferenze dei consumatori.  Caso AG- Cardine Nel ramo finanziario, rischio e rendimento sono le due caratteristiche apprezzate dai consumatori.

12 Definizione del mercato geografico  Test SSNIP resta la variabile chiave sulla quale impostare il discorso dell’ipotetico monopolista.

13 Test di spedizione  Un mercato geografico è rilevante se vengono esportate e importate poche merci da questo mercato  Differenza fra dati osservati e dati potenziali Non sempre i dati osservati ci consentono di identificare in modo appropriato i vincoli competitivi. Es: due zone vicine potrebbero non commerciare a causa di costi di trasporto elevati, eppure esercitare rilevanti potenziali vincoli competitivi.

14 Importanza dei costi di trasporto  Costi di trasporto elevati indicano tendenzialmente separazione dei mercati  Ma dipende dal prezzo dei beni, dunque occorre un indice che correli costi di trasporto e prezzi dei beni finali

15 La valutazione del potere di mercato – Lerner  Tendenzialmente, tutte le imprese possiedono un certo grado di potere di mercato  Indice: (p-C’)/p  Problemi: Stima di che cos’è il costo marginale Il monopolista ha costi più alti proprio perché è monopolista

16 Le quote di mercato  Indicatore approssimativo Diverso è avere alta quota in presenza di libertà di entrata o in sua assenza (concorrenza potenziale) Diverso è avere alta quota di mercato in seguito a innovazione o in sua assenza  Resta comunque un indicatore molto utilizzato In genere, sotto il 40% non c’è potere di mercato, sopra il 50% c’è presunzione di potere di mercato Quota di mercato calcolabile in valore o in unità Importanza della capacità produttiva in eccesso

17 Facilità di entrata  Barriere naturali (costi – economie di scala)  Barriere legali  Barriere economiche Switching Costs Effetti di rete Lock in

18 Potere degli acquirenti  Elasticità della domanda  Concentrazione degli acquirenti Riduce gli effetti negativi del potere di mercato  Consente all’impresa in posizione dominante sul lato acquisti di contrattare


Scaricare ppt "“La definizione del mercato rilevante e la valutazione del potere di mercato” Motta – Polo cap. 3."

Presentazioni simili


Annunci Google