La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La comunicazione efficace Dinamiche della comunicazione nella relazione interpersonale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La comunicazione efficace Dinamiche della comunicazione nella relazione interpersonale."— Transcript della presentazione:

1 La comunicazione efficace Dinamiche della comunicazione nella relazione interpersonale

2 Lucia Cucciarelli- copyright 2004 Umano & Tecnologico Comunicazione Dal latino communis cum+munia Mettere insieme doveri e vincoli Contrapposto a proprius Comune, comunità, comunione, comunicazione Il concetto Comprende La relazione con il ricevente Implica Un’azione comune

3 Lucia Cucciarelli- copyright 2004 Umano & Tecnologico  La comunicazione avviene con l’attivazione e l’integrazione di più canali Visivo grafico Uditivo verbale fonatorio Mimico gestuale tonico Per una comunicazione efficace sono importanti : lo stesso codice e lo stesso linguaggio

4 Lucia Cucciarelli- copyright 2004 Umano & Tecnologico Modelli della comunicazione Il modello iniziale era fondato su un semplice schema: Emittente messaggio Canale ricevente Mezzo = Transfert di informazioni Il modello attuale si basa sull’interazione di fattori Cognitivi Affettivi Relazionali Culturali sociali

5 Lucia Cucciarelli- copyright 2004 Umano & Tecnologico Approccio sistemico ( scuola di Palo Alto) La comunicazione è un fenomeno interattivo circolare: ogni messaggio provoca un feedback, anche il silenzio La comunicazione non si riduce a un messaggio verbale, ma tutto il comportamento sociale ( i gesti, l’abbigliamento, il contesto, la disposizione degli oggetti) comunica La comunicazione è determinata dal contesto nel quale si inscrive, che è un quadro simbolico fatto di norme, di regole, di modelli e di rituali di interazione Tutti i messaggi comportano due livelli di significato: il contenuto informativo ( fatti, sentimenti, opinioni, sentimenti) e la relazione fra i due soggetti che comunicano La relazione fra i due interlocutori si struttura secondo due modelli: simmetrico egalitaria o complementare gerarchica La maggior parte delle forme di patologia mentale possono essere ricondotte a della comunicazione

6 Lucia Cucciarelli- copyright 2004 Umano & Tecnologico Il Cambiamento Secondo la scuola di Palo Alto l’oggetto dell’azione terapeutica non è solo l’individuo, ma il sistema familiare o sociale in cui vive Si distinguono due tipi di cambiamenti: 1.Quelli che avvengono in un sistema che rimane stabile e 2.quelli che modificano un sistema: in presenza di seri disturbi comunicativi, occorre un cambiamento del tipo 2

7 Lucia Cucciarelli- copyright 2004 Umano & Tecnologico La Comunicazione Verbale riguarda la produzione dell’enunciato La CNV può essere in accordo e di rinforzo all’enunciato verbale, o può contraddirlo e negarlo I gesti delle mani, la postura del corpo, il tono della voce rivelano il grado di intimità con l’interlocutore, ovvero il tipo di relazione l’interesse che si ha nella conversazione la volontà di proseguire lo scambio comunicativo

8 Lucia Cucciarelli- copyright 2004 Umano & Tecnologico Gregory Bateson sosteneva che: la relazione classifica i contenuti Le variabili che connotano fortemente una situazione comunicativa sono: Il contesto Uso del medesimo codice (specialistico) Corretto uso del linguaggio Controllo della CNV

9 Lucia Cucciarelli- copyright 2004 Umano & Tecnologico Il contesto è l’insieme delle circostanze in mezzo alle quali si svolge una comunicazione Ambiente fisico e sociale Immagine che ne hanno i componenti del sistema Identità dei componenti del sistema Immagine che ciascuno ha dell’altro Avvenimenti che hanno preceduto la comunicazione

10 Lucia Cucciarelli- copyright 2004 Umano & Tecnologico CNV: cinesica prossemica e paralinguistica Postura, la posizione assunta dal corpo i gesti, l’orientamento spaziale i ritmi corporei, il respiro Sguardo e contatti visivi, le tensioni facciali e le espressioni del volto La qualità della voce: volume, tono, timbro, segregati vocali Segnali di feedback o cut-off

11 Lucia Cucciarelli- copyright 2004 Umano & Tecnologico Gesti possono essere simbolici Regolatori dell’eloquio Espressivi o emotivi

12 Lucia Cucciarelli- copyright 2004 Umano & Tecnologico I gesti possono combinarsi in almeno 6 modi con l’espressione verbale 1.Accentuare 2.complementare 3.Contraddire 4.Regolare 5.ripetere 6.Sostituire 1-il gesto sottolinea i contenuti 2-il gesto integra aggiungendo una chiave di lettura 3- l corpo nega e disconferma il messaggio 4- si da il via o lo stop: blocchiamo o incoraggiamo una conversazione 5- il gesto è una semplice trasposizione delle parole dette 6-il gesto sostituisce in blocco il messaggio

13 Lucia Cucciarelli- copyright 2004 Umano & Tecnologico Barriere comunicative Pregiudizi Incomprensioni Resistenze Egocentrismo Interferenze emotive Saturazione Distrazione Presupposi non espliciti Incompatibilità di sistemi di riferimento

14 Lucia Cucciarelli- copyright 2004 Umano & Tecnologico Buon viaggio


Scaricare ppt "La comunicazione efficace Dinamiche della comunicazione nella relazione interpersonale."

Presentazioni simili


Annunci Google