La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SISTEMA DIGERENTE. FUNZIONE Il sistema digerente trasforma il cibo in molecole abbastanza piccole da poter essere utilizzate dalle cellule per: ottenere.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SISTEMA DIGERENTE. FUNZIONE Il sistema digerente trasforma il cibo in molecole abbastanza piccole da poter essere utilizzate dalle cellule per: ottenere."— Transcript della presentazione:

1 SISTEMA DIGERENTE

2 FUNZIONE Il sistema digerente trasforma il cibo in molecole abbastanza piccole da poter essere utilizzate dalle cellule per: ottenere energia utilizzarle come materie prime Questo processo avviene nei vari organi dell’apparato digerente attraverso la digestione (demolizione di sostanze complesse in sostanze più semplici) e l’assorbimento (passaggio delle sostanze «demolite» nel sangue)

3 ORGANI Il sistema digerente è costituito da:  bocca  faringe  esofago  stomaco  intestino Oltre a questi organi ci sono due ghiandole:  fegato  pancreas faringe esofago stomaco intestino tenue intestino crasso fegato pancreas

4 ALIMENTI Nei nostri cibi sono presenti cinque tipi di sostanze nutritive: oltre all’acqua, ci sono carboidrati, grassi, proteine, vitamine e sali minerali La dieta deve includere tutte le sostanze nutritive in modo bilanciato

5 CARBOIDRATIPROTEINE Sono le principali fonti energetiche Vengono trasformati in glucosio Sono contenuti nel pane, pasta, cereali, zuccheri, miele, frutta GRASSI Sono fonti energetiche e servono per la costruzione delle membrane cellulari. Sono contenuti nel latte, burro, olii vegetali, carne Servono per la sintesi di enzimi, ormoni e anticorpi. Servono come fonte di amminoacidi essenziali Si trovano nei legumi, carne, pesce, latte e latticini, uova

6 VITAMINE Sono indispensabili per il funzionamento degli enzimi Tredici sono vitamine essenziali Sono contenute in frutta e verdura, ma anche nel latte e nella carne SALI MINERALI Hanno varie funzioni: calcio e fosforo servono per le ossa ferro per l’emoglobina iodio per la sintesi dell’ormone tiroideo. Si trovano in frutta e verdura ACQUA Indispensabile per lo svolgimento di tutte le reazioni chimiche. E’ contenuta in tutti gli alimenti

7 LA BOCCA La digestione ha inizio in bocca mediante processi meccanici e chimici. Modificazioni meccaniche: la lingua e i denti triturano il cibo Modificazioni chimiche: la ptialina presente nella saliva demolisce le molecole di amido (polisaccaride) in maltosio (disaccaride). Il cibo si trasforma in bolo alimentare. Il bolo viene spinto dalla lingua nella faringe dove viene deglutito.

8 L’ESOFAGO L’esofago è un lungo tubo che attraversa il diaframma e arriva nello stomaco. Le contrazioni combinate della muscolatura circolare e di quella longitudinale sono responsabili dei movimenti peristaltici che spingono in avanti il cibo.

9 LO STOMACO Nello stomaco inizia la digestione delle proteine Lo stomaco è un sacco nella cui parete interna sono inserite numerose ghiandole che secernono succhi gastrici. I succhi gastrici contengono acido cloridrico, pepsina e muco

10 L’acido cloridrico sterilizza il contenuto dello stomaco uccidendo i microrganismi presenti nel cibo. L’ambiente acido, inoltre, consente la trasformazione del pepsinogeno in pepsina. Il muco ha la funzione di proteggere le pareti dello stomaco dall’azione corrosiva dell’acido cloridrico e da quella digestiva della pepsina.(Se c’è poco muco o troppo HCl o vengono ingerite sostanze irritanti, si può formare un’ulcera). La poltiglia semi-liquida che si forma è definita chimo.

11 INTESTINO L’intestino umano è costituito da due porzioni: l’intestino tenue, lungo circa 6 metri, che si divide a sua volta in duodeno, dove si completa la digestione, digiuno e ileo dove ha luogo l’assorbimento delle sostanze nutritive; l’intestino crasso, lungo circa 1,5 m

12 INTESTINO TENUE Nel duodeno si riversano il succo pancreatico, il succo enterico e la bile. Il succo pancreatico e il succo enterico contengono numerosi enzimi che agiscono su proteine, carboidrati, grassi e acidi nucleici, completando la loro demolizione in molecole più piccole (amminoacidi, monosaccaridi, acidi grassi e glicerolo, nucleotidi) La bile, prodotta dal fegato, serve per emulsionare i grassi. Quando gli enzimi hanno terminato il loro lavoro il chimo si è trasformato in chilo.

13 Una volta terminata la digestione inizia l’assorbimento, cioè le sostanze nutritive passano nel sangue o nella linfa. L’assorbimento delle piccole molecole organiche avviene attraverso i villi intestinali. I villi sono estroflessioni a forma di dito lunghe circa 1 mm.

14 IL PANCREAS Il pancreas è una grossa ghiandola di forma triangolare che si trova nella parte sinistra della cavità addominale. Ha una doppia funzione: 1. la maggior parte delle cellule del pancreas produce gli enzimi digestivi; 2. altre cellule, riunite nelle isole di Langerhans secernono due ormoni (insulina e glucagone) che vengono immessi nel sangue e regolano la glicemia.

15 IL FEGATO Il fegato è l’organo più grande del corpo e ha due funzioni: 1. di rielaborazione e di deposito: tutte le sostanze nutritive assorbite dall’intestino arrivano al fegato attraverso la vena porta e qui vengono trasformate; 2. protettive e disintossicanti: trasforma le sostanze potenzialmente tossiche in composti innocui e facilmente eliminabili. Inoltre produce la bile, che viene prima accumulata in un sacchettino, la cistifellea, e poi viene riversata nel duodeno.

16 INTESTINO CRASSO Attraverso la valvola ileocecale il miscuglio di materiali rimasti passa nell’intestino crasso che è suddiviso in cieco, colon e retto. Il retto termina con l’ano. Nell’intestino crasso viene riassorbita gran parte dell’acqua e degli ioni inorganici, mentre il materiale restante viene trasformato in feci, eliminate attraverso l’ano.

17 Sostanze essenziali Sono le sostanze che non riusciamo a costruire ma dobbiamo introdurre con l’alimentazione. Sono:  ioni inorganici (ad esempio iodio, ferro)  vitamine  alcuni amminoacidi La loro carenza può provocare gravi malattie. Ad esempio la carenza di vitamina C può provocare lo scorbuto, la carenza di iodio può provocae il gozzo tiroideo.


Scaricare ppt "SISTEMA DIGERENTE. FUNZIONE Il sistema digerente trasforma il cibo in molecole abbastanza piccole da poter essere utilizzate dalle cellule per: ottenere."

Presentazioni simili


Annunci Google