La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Prof. Marco Mannucci Valutare le competenze Prato 14/04/2015 Liceo Copernico.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Prof. Marco Mannucci Valutare le competenze Prato 14/04/2015 Liceo Copernico."— Transcript della presentazione:

1 Prof. Marco Mannucci Valutare le competenze Prato 14/04/2015 Liceo Copernico

2 Una terminologia da superare: Conoscenze, Competenze e Capacità

3 LA RIFORMA - Linee guida per gli istituti professionali: dpr 87/2010 e Direttiva n. 5 del 16 gennaio Linee guida per gli istituti tecnici: dpr 88/2010 e Direttiva n. 4 del 16 gennaio Indicazioni nazionali per i licei: dpr 89/2010

4 Dpr 89/2010 Chi è uno studente liceale?

5 Dpr 89/2010 art.2 2. I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realta', affinche' egli si ponga, con atteggiamento razionale, creativo, progettuale e critico, di fronte alle situazioni, ai fenomeni e ai problemi, ed acquisisca conoscenze, abilita' e competenze coerenti con le capacita' e le scelte personali e adeguate al proseguimento degli studi di ordine superiore, all'inserimento nella vita sociale e nel mondo del lavoro.

6 Dimensione Europea

7 EQF Che cos’è l’EQF? Education Qualifications Framework Quadro Europeo delle Qualifiche varato in sede UE nel 2008 approvato dal nostro Paese nel 2012

8 Competenze Competenze: comprovata capacità di utilizzare conoscenze, abilità e capacità personali, sociali e/o metodologiche in situazioni di lavoro o di studio e nello sviluppo professionale e personale. Nel contesto del Quadro Europeo delle qualifiche le competenze sono descritte in termini di responsabilità e autonomia

9 Abilità Abilità: indicano le capacità di applicare conoscenze e di utilizzare know-how per portare a termine compiti e risolvere problemi. Nel contesto del Quadro Europeo delle qualifiche le abilità sono descritte come cognitive (comprendenti l’uso del pensiero logico, intuitivo e creativo) o pratiche (comprendenti l’abilità manuale e l’uso di metodi, materiali strumenti.

10 Conoscenze Conoscenze: risultato dell’assimilazione di informazioni attraverso l’apprendimento. Le conoscenze sono un insieme di fatti, principi, teorie e pratiche relative ad un settore di lavoro o di studio. Nel contesto del Quadro Europeo delle qualifiche le conoscenze sono descritte come teoriche e pratiche.

11 Alcuni riferimenti da un altro versante - Decreto Legislativo 13/ Accordo Stato Regioni – 22 gennaio 2015 ART. 8: Repertorio nazionale dei titoli di istruzione e formazione e delle qualificazioni professionali

12 CAMBIO DI PARADIGMA

13 EUROPA LAVORORIFORMA trasparenza COMPETENZA mobilità comparabilità

14 RAV

15 La scuola utilizza forme di certificazione delle competenze. I docenti utilizzano criteri di valutazione comuni e usano strumenti diversificati per la valutazione degli studenti (prove strutturate, rubriche di valutazione, ecc.). L’utilizzo di prove strutturate comuni è sistematico e riguarda la maggior parte degli ambiti disciplinari e tutti gli indirizzi/ordini di scuola. I docenti regolarmente si incontrano per riflettere sui risultati degli studenti. C’è una forte relazione tra le attività di programmazione e quelle di valutazione degli studenti. I risultati della valutazione degli studenti sono usati in modo sistematico per ri ‐ orientare la programmazione e progettare interventi didattici mirati.

16 Critica alla valutazione tradizionale e alla pratica del testing (valutazione esclusivamente di prodotto, riduttiva rispetto alla complessità dei saperi, falsamente oggettiva) Nuova idea di valutazione: “Accertare non ciò che lo studente sa, ma ciò che sa fare con ciò che sa” (Wiggings, 1993)

17 Crisi dei sistemi tradizionali di valutazione LA VALUTAZIONE TRADIZIONALE tende a valutare quello che l'alunno conosce, verificando la “riproduzione” ma non il processo del suo apprendimento, non la “costruzione” e lo “sviluppo” della conoscenza e neppure la “capacità di applicazione reale” delle conoscenze possedute.

18 La valutazione autentica “ La valutazione è autentica quando analizziamo la prestazione di uno studente in compiti intellettuali significativi e reali“. Per questo c'è bisogno di progettare prove autentiche, in grado di mettere lo studente in condizione di dimostrare quello che sa fare con quello che sa” (Wiggins)

19

20 Parole chiave DIDATTICA LABORATORIALE PROBLEM SOLVING STUDIO DI CASI SIMULAZIONI SITUAZIONI OPERATIVE

21 PROGETTARE UNA PROVA AUTENTICA

22 costruire situazioni - problema possibilità di soluzioni aperte presenza di “dati parassiti” utilizzo documenti autentici prossimità esperienza

23 è importante un elemento di elaborazione personale Analizzare Documenti (4/6) per presentare un contesto storico (compito di prestazione) Problematizzare: elaborare 5 domande per un’intervista (prova esperta) Progettare: elaborare un progetto di ricerca su un determinato periodo storico. (porsi domande, cercare le fonti, definire le tappe...)

24 COSTRUIRE PROVE AUTENTICHE: AVVICINA ALLA VITA REALE MIGLIORA LA MOTIVAZIONE ALLO STUDIO INVESTE LA PERSONA NELLA SUA INTEREZZA (VALORI, PROSPETTIVE, BIOGRAFIA...) FAVORISCE LO SVILUPPO DI LIFE SKILLS RENDE SIGNIFICATIVO L’APPRENDIMENTO

25

26

27 Gran parte delle immagini sono tratte dalla Banca Dati di Immagini per la didattica DIA di INDIRE che ringrazio


Scaricare ppt "Prof. Marco Mannucci Valutare le competenze Prato 14/04/2015 Liceo Copernico."

Presentazioni simili


Annunci Google