La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI Prof.ssa Palmesano Filomena.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI Prof.ssa Palmesano Filomena."— Transcript della presentazione:

1 ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI Prof.ssa Palmesano Filomena

2 DIRITTO ALL’ISTRUZIONE TUTTI GLI ALUNNI IN SITUAZIONE DI HANDICAP (ANCHE GRAVE) HANNO DIRITTO A FREQUENTARE LE CLASSI COMUNI DELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO. (ART. 12 LEGGE 104/92) IL DIRITTO ALL'INTEGRAZIONE È GARANTITO ANCHE PER L'ASILO NIDO E L'UNIVERSITÀ (ART. 12 LEGGE 104/92)

3  Non possono essere rifiutate, anche nel caso in cui vi sia un numero di iscrizioni superiore alla capacità ricettiva della Scuola (art. 3 Legge n. 104/92 - Circolare Ministeriale n. 364/86 - Circolare Ministeriale n. 262/88).  Tuttavia l'art. 21 Legge 15 marzo 1997, n. 59 detta le regole riguardanti l'autonomia scolastica e nel Regolamento interno potrebbe esistere un articolo riguardante la messa in lista di attesa di alunni con disabilità non residenti nel Distretto. RIFIUTO ISCRIZIONE SCOLASTICA DI ALUNNI CON DISABILITÀ

4 CENNI STORICI/NORMATIVI Legge CASATI nascono scuole pubbliche; Regi Decreti per l’istruzione obbligatoria per ciechi e sordomuti; Dpr 1518 classi differenziali (per ipodotati intellettivi, disadattati e comportamentali); Dpr 118 Frequenza in classi comuni di mutilati ed invalidi civili; Documento Falcucci; L.517 integrazione alunni portatori di deficit nella scuola statale e corsi di specializzazione; Sentenza C.C. n.215 per “assicurare” la frequenza nelle scuole superiori; Legge quadro n.104.

5 Il 5 febbraio 1992 viene approvata la legge quadro sull’handicap, la L. 104/92 che nell’art.13 comma 3 ribadisce: -“Nelle scuole di ogni ordine e grado….sono garantite attività di sostegno mediante l’assegnazione di docenti specializzati; e nel comma 6: -«Gli insegnanti di sostegno assumono la contitolarità…delle classi in cui operano, partecipano alla programmazione educativa e didattica e alla elaborazione e verifica delle attività di competenza dei consigli di classe e dei collegi docenti”.

6 Docente curriculare Educatore/ Assistente Docente specializzato Personale ATA FAMIGLIA ASL COMUNE

7 Tutti gli insegnanti hanno piena responsabilità didattica ed educativa verso tutti gli alunni delle sue classi, compresi quindi quelli con disabilità. La precisa formulazione degli obiettivi garantisce a ciascun insegnante (ed all’educatore) la chiara definizione delle proprie funzioni, compiti e azioni anche verso l'alunno con disabilità e rende chiara la sua posizione nei confronti della famiglia e degli altri soggetti coinvolti.

8 - Nido - Scuola dell’infanzia - Scuola primaria - Scuola secondaria di primo grado - Scuola secondaria di secondo grado L’insegnante specializzato nei diversi ordini di scuola

9 1. Il lavoro dell’insegnante specializzato non si deve tradurre in una prevalente attività individuale 2. l’azione educativa e didattica non va disgiunta dalla “socializzazione” e dalla condivisione di esperienze, non solo stare con gli altri, ma fare con gli altri 3. La partecipazione all’attività della classe non deve essere generica o come mera funzione assistenziale PER TUTTI GLI ORDINI DI SCUOLA:

10 1. Organizzare un Piano Educativo Individualizzato efficace al fine di orientare e porre le basi per il progetto di vita dell’alunno. 2. Pianificare il Progetto di Vita già all’interno della scuola per poi attuarlo con gradualità fuori dalla stessa, monitorandolo fino all’ accompagnamento nel quotidiano Competenza e funzione principale del docente specializzato

11 l’insegnante specializzato viene “naturalmente“ integrato nelle attività di classe, sia per i contenuti proposti che per i metodi attivi ed operativi L’insegnante specializzato nei nidi, nelle scuole per l’infanzia, nella scuola primaria

12 Compito più articolato: - di confronto con colleghi di varie discipline - deve individuare ed usare tempi e modi diversificati (Gap nell’apprendimento tra l’alunno con disabilità e i compagni classe) L’insegnante specializzato nella scuola secondaria di I grado

13 - dal 1987 si facilita l’inserimento nelle scuole superiori. - dal 1992 si istituisce la figura del docente specializzato suddiviso in 4 are di intervento: Area linguistica Area Scientifica Area tecnica Area Motoria Dal 2014 inizio ritorno della monoarea L’insegnante specializzato nella scuola secondaria di II grado

14 Non ha una preparazione specifica in tutte le materie Diventa un mediatore di contenuti Conosce strategie didattico- metodologiche specifiche L’insegnante specializzato nella scuola secondaria di II grado

15 DOSSIER ALUNNO

16 È UN GRUPPO DI STUDIO E DI LAVORO obbligatorietà della costituzione del GLHI da parte del D.S. composizione (almeno per i membri obbligatori) impegno principale: - presiedere alla programmazione generale dell’integrazione degli alunni disabili della scuola - collaborare alle iniziative educative e di integrazione previste dal piano educativo e dal POF G.L.H.I.

17 COME SI FA Il GLH dura in carica un anno scolastico e si riunisce 2/3 volte. Le riunioni sono convocate dal dirigente scolastico o dalla F.S. su delega del dirigente. Le deliberazioni sono assunte a maggioranza dei presenti. Di ogni seduta è redatto apposito verbale. Il presidente del GLH è il dirigente scolastico che può delegare la F.S. Le funzioni di segretario del GLH sono affidate dal presidente a un componente del gruppo

18 COMPOSIZIONE G.L.H.I. 1) DIRIGENTE SCOLASTICO 2) INSEGNANTI DI SOSTEGNO 3) INSEGNANTI CURRICULARI 4) ASL

19 COMPOSIZIONE G.L.H.I. 5) COMUNE 6) GENITORI 7) COOPERATIVE 8) A.T.A. 9) ALUNNI

20


Scaricare ppt "ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI Prof.ssa Palmesano Filomena."

Presentazioni simili


Annunci Google