La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L’ARCHIVIO DIGITALE DELLA MUSICA (VENETA) SEMINARIO AIDA-IAML Italia Parma, 11 marzo 2005 Maurizio Messina, Gruppo di lavoro ADM - Biblioteca Nazionale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L’ARCHIVIO DIGITALE DELLA MUSICA (VENETA) SEMINARIO AIDA-IAML Italia Parma, 11 marzo 2005 Maurizio Messina, Gruppo di lavoro ADM - Biblioteca Nazionale."— Transcript della presentazione:

1 L’ARCHIVIO DIGITALE DELLA MUSICA (VENETA) SEMINARIO AIDA-IAML Italia Parma, 11 marzo 2005 Maurizio Messina, Gruppo di lavoro ADM - Biblioteca Nazionale Marciana

2 OBIETTIVI DEL PROGETTO  un obiettivo di natura culturale: ricondurre ad unità collezioni omogenee altrimenti disperse  un obiettivo di servizio: creare un servizio innovativo di biblioteca digitale con un forte accento sulla multimedialità, e destinato ad un’utenza non solamente specialistica  sostenibilità: capacità di attrarre finanziamenti e nuovi partner

3 LO STUDIO DI FATTIBILITA’  architettura totalmente distribuita: ADM non prevede la realizzazione di una base dati catalografica e di immagini centralizzata, ma di tante basi dati locali che condividano la medesima struttura del record, e siano consultabili unitariamente dall’utente finale per il recupero dei record catalografici e degli oggetti digitali

4 Local User ADMV OPAC Browser Plug-in multimediali Web server (Apache + Tomcat) JSP Pages Informix, Verity Catalogue and Archive Remote User ADMV Site ADMV Site Site Intranet Internet

5 LO STUDIO DI FATTIBILITA’  cooperazione basata non sulla condivisione di un software ma sulla condivisione di standard: ADM non prescrive l’uso di software specifici, ma obbliga i partner ad adottare gli stessi standard sia per i record catalografici (UNIMARC) che per gli oggetti digitali (MAG)

6 LO STUDIO DI FATTIBILITA’  condivisione del medesimo strumento per la ricerca: per l’OPAC è previsto un applicativo unico, cioè uno stesso strumento replicato nei tre poli

7 CRITICITA’ E OPPORTUNITA’  UNIMARC : - interventi sugli applicativi per renderli pienamente conformi allo standard e adeguarne le funzionalità di export - necessità di modifiche e integrazioni allo standard: il contributo ADM al lavoro del Gruppo UNIMARC italiano musicale (GUIM) per l’update 5 e le Guidelines for using UNIMARC for music

8 CRITICITA’ E OPPORTUNITA’  bonifiche catalografiche: qualche difficoltà nella gestione sincronica di bonifiche catalografiche e scansioni digitali  metadati amministrativi e gestionali (MAG): necessità di interventi sugli applicativi di catalogazione e sui software di supporto alle attività di scansione digitale

9 CONSISTENZA DELLE BASI DATI  Biblioteca nazionale Marciana: pagine di partiture manoscritte sei-settecentesche dai fondi contariniani: Cavalli, Monteverdi, Marcello, Perez, Hasse, Scarlatti  Biblioteca nazionale Universitaria di Torino: pagine di partiture autografe di Vivaldi, pagine di altri autori (fra cui Marcello, Galuppi, Stradella), 1883 immagini dei “Balletti sabaudi”  Discoteca di Stato: in prospettiva l’intero patrimonio sonoro ( documenti), dischi 78, 45, 33 g., cassette audio, CD, nastri 1/4, DAT (musica, tradizioni popolari, teatro, voci storiche)

10 LE COMPONENTI DI UN POLO ADM  applicativo gestionale per la catalogazione dei documenti musicali con export UNIMARC  OPAC con link agli oggetti digitali  applicativo di gestione della teca digitale (per oggetti digitali e MAG) – standard OAIS (ISO 14721:2003)  servizio di scansione digitale dei documenti fonte, per la produzione di oggetti digitali e MAG

11 L’OPAC ADM  ricerca a testo libero su unico campo (con filtri)  ricerca per campi predefiniti  ricerca musicale per incipit (in corso di realizzazione)  prospettazione sintetica  prospettazione analitica secondo lo schema “cosa”, “dove”, “altre informazioni”  carrello - cronologia

12 LE PIATTAFORME TECNOLOGICHE  OPAC v. Informix: Apache, Tomcat, con s.o. LINUX SUSE Enterprise Server 8 o Solaris, hw n. 1 xSeries IBM doppio Xeon o SUN Netra; d.b. Informix/Verity con s.o. IBM/AIX o Solaris, hw n. 1 IBM SP/2 o SUN E450 o SUN 280;  OPAC v. Oracle: Apache, Tomcat, d.b. Oracle 10G/XMLdb/Intermedia, ambedue con s.o. LINUX Red Hat Application Server 2.1, hw n. 2 pc server doppio Xeon;  teca digitale: d.b. Oracle 10G/XMLdb/Intermedia, con s.o. LINUX Red Hat Application Server 2.1 o LINUX SUSE Enterprise Server 8, hw xSeries IBM o pc server doppio Xeon  storage: NAS server, back-up su nastri LTO 200Gb

13 GLI STANDARD PER GLI OGGETTI DIGITALI  immagini: TIFF 600 dpi true color 24 bit RGB (master), JPEG 300 dpi true color 24 bit RGB (intranet), JPEG 72 dpi true color 24 bit RGB (internet)  file sonori: broadcast wave 24 bit 48 khz stereo (qualità piena); MPEG1 Layer3 (MP3) compressione 128 kbs per canale, stereo (intranet); MPEG1 Layer3 (MP3) compressione 32 Kbs, mono (internet)  MAG: versioni 1.0 e successive (consigliata 1.5 in presenza di spogli)

14 LE PROSPETTIVE DI SVILUPPO  Biblioteca digitale italiana / Network turistico-culturale / Rete della Musica italiana (BDI/NTC/ReMI)  Implementazione del protocollo OAI-PMH per l’harvesting dei metadati MAG

15 ACCESSI (indirizzi provvisori) (accesso da Biblioteca Nazionale Marciana) (accesso da Discoteca di Stato) (accesso da Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino)


Scaricare ppt "L’ARCHIVIO DIGITALE DELLA MUSICA (VENETA) SEMINARIO AIDA-IAML Italia Parma, 11 marzo 2005 Maurizio Messina, Gruppo di lavoro ADM - Biblioteca Nazionale."

Presentazioni simili


Annunci Google