La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L’ Executive Summary La sintesi al servizio dell’efficacia IBM HR Learning.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L’ Executive Summary La sintesi al servizio dell’efficacia IBM HR Learning."— Transcript della presentazione:

1 L’ Executive Summary La sintesi al servizio dell’efficacia IBM HR Learning

2 L’Executive Summary 2 giugno 2015IBM HR Learning2 Contenuti Abstract ed Executive Summary – Differenze Caratteristiche di un Executive Summary Cosa inserire in una Executive Summary

3 L’Executive Summary 2 giugno 2015IBM HR Learning3 Abstract : riassunto degli elementi informativi e valutativi più rilevanti del documento, che include le raccomandazioni eventualmente presenti Executive summary : versione meno sintetica dell’abstract che in molti casi ha la funzione di evitare la lettura dell’intero rapporto pensato per categorie specifiche di lettori (dirigenti) interesse verso “disinteresse” per aspetti economici e finanziari aspetti scientifici o tecnici Abstract ed Executive Summary in una R.T.

4 L’Executive Summary 2 giugno 2015IBM HR Learning4 L’abstract più nel dettaglio…  è sempre più diffuso nei documenti professionali  è un testo di poche cartelle in cui si sintetizzano la natura, gli obiettivi, i risultati e le prospettive di sviluppo della ricerca intrapresa  è premesso a testi di una certa estensione (>>di 15 pp.): il lettore può così farsi da subito un’idea del contenuto del documento e decidere se leggerlo integralmente o concentrarsi solo su alcune sezioni Abstract

5 L’Executive Summary 2 giugno 2015IBM HR Learning5 Due tipologie di abstract :  descrittivo: si limita a presentare un quadro generale dell’argomento svolto nel testo  informativo/contenutistico: fornisce informazioni precise anche sul contenuto del testo; è più lungo e complesso ma anche più utile ed informativamente più ricco Abstract

6 L’Executive Summary 2 giugno 2015IBM HR Learning6 Esempio di abstract descrittivo/strutturale “In questo documento si analizza il processo attraverso cui è possibile arrivare alla preparazione di un documento tecnico efficace e funzionale. La prima parte inquadra l’argomento e dà alcune indicazioni generali e preliminari; le parti centrali, invece, trattano ciascuna delle fasi che compongono il processo della scrittura e forniscono vari consigli operativi. L’ultima parte, infine, oltre a presentare un sommario del documento, fornisce alcune indicazioni bibliografiche per eventuali approfondimenti.” Abstract

7 L’Executive Summary 2 giugno 2015IBM HR Learning7 Esempio di abstract informativo/contenutistico “In questo documento si analizzano le tre fasi del processo mediante il quale si appronta un documento tecnico e funzionale. Dopo avere spiegato, nella prima parte del documento, che un testo è un insieme di processi finalizzati alla comunicazione di informazioni ed, eventualmente, alla persuasione dell’uditorio, e dopo avere precisato che le caratteristiche della testualità tecnico- scientifica sono la concisione, la chiarezza e la completezza, il testo analizza particolareggiatamente i tre momenti del processo creativo ed operativo. Essi vengono definiti come (a) la fase della scelta del tema generale, della sua restrizione ad un tema più limitato, della stesura di una scaletta, (b) la fase provvisoria della prima stesura del corpo centrale del documento…” Abstract

8 L’Executive Summary 2 giugno 2015IBM HR Learning8 Illustrare brevemente, ma chiaramente, l’argomento in oggetto Mostrarne le opportunità, vantaggi e svantaggi Catturare l’interesse del destinatario Da preparare una volta conclusa la Relazione Tecnica Prima lettura del destinatario E’ il nostro biglietto da visita: dovrà essere qualitativamente ineccepibile La Relazione Tecnica diventa uno strumento di consultazione ed approfondimento, sulla base dei punti che emergono dalla E.S. relativa Le caratteristiche di una Executive Summary

9 L’Executive Summary 2 giugno 2015IBM HR Learning9 L’executive summary più nel dettaglio… Es.: r.t. formale di tipo valutativo-argomentativo 1-2 pagine in cui emergano:  soggetti coinvolti  obiettivi  punti descrittivi salienti  opportunità, vantaggi e svantaggi  conclusioni Executive Summary

10 L’Executive Summary 2 giugno 2015IBM HR Learning10 Elenco dei principali soggetti che, in qualche modo, hanno dato un fattivo contributo all’argomento oggetto della R.T. Es.: se si tratta di un progetto, indicare tutti coloro che sono coinvolti nello sviluppo/realizzazione del progetto stesso Non indicare chiunque, ma solo i soggetti effettivamente funzionali Indicare nomi, cognomi, titoli/ruoli professionali, azienda di appartenenza Indicare a che titolo sono coinvolti E. S. – Soggetti coinvolti

11 L’Executive Summary 2 giugno 2015IBM HR Learning11 Schematici, anche per punti Descrizione degli obiettivi parziali/finali da perseguire/perseguiti Precisione e sintesi: il destinatario dovrà essere messo in condizioni di capire cosa ci si propone di raggiungere / si è già raggiunto Es.: Se si tratta di un’applicazione software da sviluppare, indicare a cosa serve e per quando sarà disponibile E. S. – Obiettivi

12 L’Executive Summary 2 giugno 2015IBM HR Learning12 Disposti secondo le “priorità di lettura” che vogliamo fornire; ogni punto = un paragrafo Se necessario, supportati da figure Es.: Nel caso di sviluppo di un’applicazione sw: 1.Caratteristiche essenziali 2.Principali output ottenibili 3.Eventuali sotto-moduli applicativi 4.Interrelazione tra sotto-moduli 5.Interrelazione con procedure applicative esterne E. S. - Punti descrittivi salienti

13 L’Executive Summary 2 giugno 2015IBM HR Learning13 E’ la parte più importante dell'Executive Summary E’ necessario mettere in risalto quali sono le opportunità ed i motivi che rendono interessante l’argomento oggetto della R.T. Dovrebbero essere presentati in pillole E’ importante indicare anche le opportunità future, in termini di crescita e di espansione, anche se non incluse nell’argomento in oggetto Nel caso in cui la controparte non sia un cliente, è bene chiarire anche eventuali svantaggi/problemi E. S. – Opportunità, vantaggi e svantaggi

14 L’Executive Summary 2 giugno 2015IBM HR Learning14 E. S. – Opportunità, vantaggi e svantaggi Es.: Nel caso di sviluppo di un’applicazione sw; VANTAGGI: Incremento in termini di funzionalità disponibili Maggiore flessibilità Riduzione delle procedure per ottenimento output Incremento prestazionale, riduzione tempi Adeguamento agli standard del mercato Possibilità di implementazioni future Eventuale indicazione del risparmio SVANTAGGI: Costi per istruzione del personale Possibili fermi del sistema

15 L’Executive Summary 2 giugno 2015IBM HR Learning15 Breve riepilogo di descrizione e vantaggi Frase per rimandare alla R.T. per approfondimenti Elementi di reperibilità del relatore E. S. – Conclusioni

16 L’Executive Summary 2 giugno 2015IBM HR Learning16 Gestione della Qualità dei Dati relativi a progetti di Monitoraggio Ambientale Indice 1. Executive SummaryExecutive Summary 1.1 Il rispetto per le norme: un “must ” e nuovo vantaggio competitivoIl rispetto per le norme: un “must ” e nuovo vantaggio competitivo 1.2 EMS Environmental Management SystemsEMS Environmental Management Systems 1.3 Monitoraggio di Parte Prima o di Parte Terza?Monitoraggio di Parte Prima o di Parte Terza? 2. IntroduzioneIntroduzione 2.1 Obiettivo del monitoraggioObiettivo del monitoraggio 2.2 Generazione di dati con QUALITÀ NOTA-DEFINITAGenerazione di dati con QUALITÀ NOTA-DEFINITA Qualità Analitica Nota-DefinitaQualità Analitica Nota-Definita 2.3 Accreditamento e Dati Scientificamente Difendibili (di Qualità Nota)Accreditamento e Dati Scientificamente Difendibili (di Qualità Nota) 3. Gestione della Qualità dei Dati (DQM Data Quality Management): l’Approccio SistematicoGestione della Qualità dei Dati (DQM Data Quality Management): l’Approccio Sistematico 3.1 PianificazionePianificazione DQO ProcessDQO Process I punti principaliI punti principali Le Decisioni StatisticheLe Decisioni Statistiche Vantaggi e Svantaggi nell’utilizzo di un DQO ProcessVantaggi e Svantaggi nell’utilizzo di un DQO Process VantaggiVantaggi SvantaggiSvantaggi Sampling DesignSampling Design Punti Principali Punti Principali I Indicatori della Qualità dei Dati (DQI)ndicatori della Qualità dei Dati (DQI) PrecisionePrecisione Bias (deviazione)Bias (deviazione) AccuratezzaAccuratezza RappresentativitàRappresentatività CompletezzaCompletezza ComparabilitàComparabilità Redazione del Piano di assicurazione della Qualità dei Dati QAPPRedazione del Piano di assicurazione della Qualità dei Dati QAPP 3.2 RealizzazioneRealizzazione 3.3 ControlloControllo 3.4 BibliografiaBibliografia Allegato 1 Definizioni Limiti di Rilevabilità del Metodo, Limiti di Reporting e Specifiche di Calibrazione dello Strumento Limite di Rilevabilità del metodo MDL Campione di Controllo del Laboratorio LCS Esempi Allegato 2 Criteri per la Qualificazione dei Dati (Flagging Criteria) Flagging Conventions Specific to Organic Methods Bibliografia Un esempio

17 L’Executive Summary 2 giugno 2015IBM HR Learning17 Soggetti coinvolti 1. Executive Summary tutte le Imprese i loro Clienti, Fornitori e con gli Enti preposti al Controllo Nell’attuale ambiente socio economico caratterizzato da scenari in rapida evoluzione e da una crescente competitività, tutte le Imprese sono chiamate ad operare secondo requisiti sempre più stringenti di Qualità e Rispetto per l’Ambiente, per garantire un rapporto di fiducia e trasparenza con i loro Clienti, Fornitori e con gli Enti preposti al Controllo. The Environment is becoming a major issue for business – Financial Times (L’ambiente sta diventando un fattore sempre più importante per gli affari) Un esempio

18 L’Executive Summary 2 giugno 2015IBM HR Learning18 Obiettivi Il rispetto per le norme: un “must ” e nuovo vantaggio competitivo 1.1 Il rispetto per le norme: un “must ” e nuovo vantaggio competitivo l’operare nel rispetto dell’Ambiente si sta trasformando da un mero adempimento di disposti di legge ad un fattore produttivo di principale importanza che l’impresa non può esimersi dall’aggiungere alla propria offerta e che fornisce l’opportunità di acquisire vantaggi competitivi nei confronti della concorrenza In particolare l’operare nel rispetto dell’Ambiente si sta trasformando, sia per le imprese manifatturiere, sia per le imprese di servizi, da un mero adempimento di disposti di legge ad un fattore produttivo di principale importanza che l’impresa non può esimersi dall’aggiungere alla propria offerta e che fornisce l’opportunità di acquisire vantaggi competitivi nei confronti della concorrenza a parità, è chiaro, di contenuti tecnici per i prodotti/servizi venduti, e al punto da essere ritenuto parte integrante del Balanced Scorecard per la valutazione della gestione economica dell’impresa stessa. Un esempio

19 L’Executive Summary 2 giugno 2015IBM HR Learning19 Punti descrittivi salienti Un esempio

20 L’Executive Summary 2 giugno 2015IBM HR Learning20 Opportunità, vantaggi, svantaggi 1.2 EMS Environmental Management Systems e pertanto viene naturale chiedersi “perché tanto successo dell’EMS?”....., e pertanto viene naturale chiedersi “perché tanto successo dell’EMS?”. Molto semplicemente le statistiche dimostrano l’evidenza che l’implementazione di un sistema della gestione ambientale consente di: - migliorare l’efficienza dei costi di gestione rispetto a tecnologie ambientali non integrate (vantaggio economico); economico); - migliorare le performance ambientali; - ridurre il rischio di essere perseguiti legalmente per reati ambientali; - dare all’organizzazione un vantaggio competitivo reale e d’immagine. Un esempio

21 L’Executive Summary 2 giugno 2015IBM HR Learning21 Conclusioni 1.3 Monitoraggio di Parte Prima o di Parte Terza? affermarsi nelle aziende sistemi di autocontrollo per la verifica della qualità dei prodotti e delle performance ambientali. La continua evoluzione del quadro normativo e lo sviluppo della cultura della Qualità hanno portato ad affermarsi nelle aziende sistemi di autocontrollo per la verifica della qualità dei prodotti e delle performance ambientali. l’importanza di far validare i dati ottenuti internamente a strutture indipendenti (di parte terza) o a terziarizzare interamente le attività di Monitoraggio Ambientale. In parallelo si è anche dimostrata l’importanza di far validare i dati ottenuti internamente a strutture indipendenti (di parte terza) o a terziarizzare interamente le attività di Monitoraggio Ambientale. I requisiti fondamentali di queste strutture indipendenti è che siano accreditate e in grado di sostenere la validità dei dati generati in modo scientificamente coerente anche in sede legale. Un esempio

22 L’Executive Summary 2 giugno 2015IBM HR Learning22 BUON LAVORO !!!!!!!!!

23 L’Executive Summary 2 giugno 2015IBM HR Learning23 Bibliografia consigliata  Francesco Bruni, Manuale di scrittura professionale, Bologna, Zanichelli, 1997  Massimo Prada, Scrittura e comunicazione: guida alla redazione di testi professionali, vol. I, Milano, Led, 2003


Scaricare ppt "L’ Executive Summary La sintesi al servizio dell’efficacia IBM HR Learning."

Presentazioni simili


Annunci Google