La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FONDI STRUTTURALI E FORMAZIONE CONTINUA IN LOMBARDIA. IL RUOLO DELLA FLC ANALISI POR FSE - FESR REGIONE LOMBARDIA 2007-2013.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FONDI STRUTTURALI E FORMAZIONE CONTINUA IN LOMBARDIA. IL RUOLO DELLA FLC ANALISI POR FSE - FESR REGIONE LOMBARDIA 2007-2013."— Transcript della presentazione:

1 FONDI STRUTTURALI E FORMAZIONE CONTINUA IN LOMBARDIA. IL RUOLO DELLA FLC ANALISI POR FSE - FESR REGIONE LOMBARDIA

2 Analisi POR RL Aprile 2007 Struttura del POR RL Un Programma Operativo Regionale (POR) contiene (regolamento CE 1083/2006): Un'analisi della situazione in termini di punti di forza e debolezza (SWOT) e la strategia scelta di conseguenza; Una motivazione delle priorità adottate tenuto conto degli orientamenti strategici comunitari per la coesione, del quadro di riferimento strategico nazionale nonché dei risultati della valutazione ex ante Informazioni relative agli assi prioritari e ai loro obiettivi specifici … quantificati tramite un numero ristretto di indicatori di realizzazione e di risultato Un piano di finanziamento Le procedure di attuazione

3 Analisi POR RL Aprile 2007 Struttura del POR FSE RL 1. Analisi del contesto 2. Valutazioni propedeutiche alla strategia 3. Strategia 4. Priorità di intervento (assi) 5. Procedure di attuazione 6. Disposizioni finanziarie

4 Analisi POR RL Aprile 2007 GLI ASSI Definiti a livello UE (regolamento 1081/2006)– declinati a livello regionale ASSE I – ADATTABILITA’: promuovere e potenziare lo sviluppo di un’economia basata sulla conoscenza ASSE II – OCCUPABILITA’: accompagnare le transizioni al lavoro e nel lavoro ASSE III – INCLUSIONE SOCIALE: sostenere lo sviluppo di un sistema regionale inclusivo ASSE IV – CAPITALE UMANO: sostenere lo sviluppo del Capitale Umano adeguato alle nuove sfide della società della conoscenza e ai bisogni del contesto territoriale ASSE V – TRANSNAZIONALITA’ E INTERREGIONALITA’ ASSE VI – ASSISTENZA TECNICA

5 Analisi POR RL Aprile 2007 PIANO FINANZIARIO

6 Analisi POR RL Aprile 2007 DOTAZIONE FINANZIARIA ASSE A: Contribuire all’occupabilità dei soggetti in età lavorativa ASSE B: Promuovere l'integrazione nel mercato del lavoro delle persone esposte al rischio di esclusione sociale ASSE C: Sviluppare un’offerta di istruzione, formazione professionale e orientamento che consenta lo sviluppo di percorsi di apprendimento per tutto l’arco della vita favorendo anche l'adeguamento e l’integrazione tra i sistemi della formazione, istruzione e lavoro ASSE D: Sostenere le politiche di flessibilizzazione del mercato del lavoro, promuovere la competitività e favorire lo sviluppo dell’imprenditorialità ASSE E: Migliorare l'accesso, la partecipazione e la posizione delle donne nel mercato del lavoro

7 Analisi POR RL Aprile 2007 ASSE I - ADATTABILITA’ Promuovere e potenziare lo sviluppo di un’economia basata sulla conoscenza. Strategia L’adattabilità viene interpretata soprattutto in termini di sostegno all’adattabilità delle imprese e dei lavoratori attraverso la formazione continua, l’integrazione fra Università ricerca scientifica e imprese, la promozione di nuovi modelli organizzativi che favoriscano conciliazione e lotta alla discriminazione, sostegno a forme di partnership fra PMI, diffusione della ricerca scientifica, l’attrazione e la mobilità di alto profilo, la prevenzione delle crisi aziendali. Complementarietà con gli altri strumenti (fondi interprofessionali, 236/93, 53/00)

8 Analisi POR RL Aprile 2007 ASSE I - ADATTABILITA’ Obiettivi specifici: a. Sviluppare sistemi di formazione continua e sostenere l’adattabilità dei lavoratori/trici Aggiornamento e qualificazione Sostegno alla imprese per diploma o alta formazione in apprendistato (ex art 50 dlgs 276) Formazione continua per stabilità professionale per contratti atipici o tempo det. b. Favorire l’innovazione e la produttività attraverso una migliore qualità del lavoro Attrazione e mobilità capitale umano alto profilo Sostegno innovazione organizzativa, flessibilità,articolazione tempo lavoro Attività di auditing tecnologico, diagnosi organizzativa Diffusione modelli organizzativi per conciliazione lavoro c. Sviluppare politiche e servizi per l’anticipazione e gestione dei cambiamenti, promuovere la competitività e l’imprenditorialità Informazione, formazione ed orientamento per diffusione innovazione Diffusione della cultura di genere, responsabilità sociale impresa, lotta alla discriminazione, concentrazione e patnership PMI, integrazione Università, spin off Accompagnamento delle ristrutturazione aziendali

9 Analisi POR RL Aprile 2007 ASSE I - ADATTABILITA’ Beneficiari Soggetti accreditati per formazione ed orientamento, imprese e loro associazioni di rappresentanza, enti di ricerca, enti strumentali RL Destinatari Imprenditori e lavoratori/trici pubblici e privati, laureati e studenti stranieri, ricercatori/trici, occupati settori ad alta tecnologia; Tipologia di aiuto Servizi alle persone, azioni per il rafforzamento del sistema, incentivi, voucher, piccoli sussidi, borse di studio Altro: Livelli di partecipazione finanziaria non pubblica superiori a quelli minimi previsti Integrazione e complementarierà con altre fonti e strumenti finanziari non comunitari (fondi interprofessionali)

10 Analisi POR RL Aprile 2007 ASSE II - OCCUPABILITA’ Accompagnare le transizioni al lavoro e nel lavoro. Strategia Il sostegno all’occupabilità viene interpretato come sostegno all’accesso all’occupazione e alle transizioni nel lavoro, attraverso politiche attive volte a ridurre i tempi di accesso e favorire la permanenza nel MdL Presenza di obiettivi per aumentare la mobilità lavorativa, la crescita professionale, ridurre il mismatch nel MdL, rafforzare la governance del sistema.

11 Analisi POR RL Aprile 2007 ASSE II - OCCUPABILITA’ Obiettivi specifici: d. Aumentare l’efficienza, l’efficacia, la qualità e l’inclusività del MdL Qualificazione delle risorse umane, consolidamento reti degli operatori servizi lavoro e strumenti informativi Integrazione tra sistema orientamento scolastico/formativo e il sistema di orientamento nelle transizioni al lavoro e nel lavoro Strumenti di programmazione integrata delle politiche per il lavoro e delle politiche sociali, … e. Attuare politiche del lavoro attive e preventive, con particolare attenzione all’integrazione dei migranti nel MdL, all’invecchiamento attivo, al lavoro autonomo e all’avvio di imprese Accoglienza, orientamento e definizione di un percorso personalizzato di inserimento lavorativo Sostegno la matching domanda- offerta Informazione, orientamento, accompagnamento inserimento e reinserimento lavorativo ed invecchiamento attivo Accompagnamento all’impresa per ricollocazione personale, consulenze impresa in materia occupazionale, interventi per prevenire situazioni di crisi occupazionale Accompagnamento alla creazione d’impresa f. Migliorare l’accesso delle donne all’occupazione e ridurre le disparità di genere Sostegno all’accesso all’occupazione ed aumentare la partecipazione sostenibile delle donne all’occupazione Servizi per favorire la conciliazione tra vita familiare e lavorativa Reinserimento lavorativo donne fuoriuscite per motivi familiari Accompagnamento autoimprenditorialità femminile

12 Analisi POR RL Aprile 2007 ASSE II - OCCUPABILITA’ Beneficiari Soggetti accreditati per formazione ed orientamento, parti sociali (d), RL ed enti locali (d) Destinatari Disoccupati/e e inoccupati/e, disoccupati/e e inoccupati/e di lunga durata, lavoratori/trici in mobilità/CIGS, lavoratori/trici pubblici e privati, imprese Tipologia di aiuto Obiettivi “e” ed “f”: servizi alle persone, incentivi all’occupazione e voucher, azioni per il rafforzamento del sistema Obiettivo “d”: azioni per il rafforzamento del sistema, appalto di servizi

13 Analisi POR RL Aprile 2007 ASSE III – INCLUSIONE SOCIALE Sostenere lo sviluppo di un sistema regionale inclusivo. Strategia Miglioramento dell’accesso e della permanenza nel mercato del lavoro, riducendo i fattori di precarietà ed esclusione dei soggetti svantaggiati e alla lotta ad forma di discriminazione. Concentra l’attenzione sul tema dell’inclusione/ integrazione lavorativa delle categorie di soggetti più svantaggiati e a maggiore rischio di esclusione dal MdL

14 Analisi POR RL Aprile 2007 ASSE III – INCLUSIONE SOCIALE Obiettivi specifici: g. Sviluppare percorsi integrati e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati per combattere ogni forma di discriminazione nel mercato del lavoro Servizi per l’inserimento di target specifici (disabili, immigrati, ecc) Azioni di accompagnamento all’inserimento lavorativo, alla creazione d’impresa e/o all’autoimpiego per categorie di soggetti a rischio di esclusione dal mercato del lavoro (disabili, carcerati, extracomunitari,..) Azioni di sostegno alla creazione e alla qualificazione delle reti e degli operatori del privato sociale Percorsi di integrazione a garanzia sociale Aiuti alle imprese per l’assunzione di lavoratori/trici svantaggiati Servizi specialistici per l’orientamento dei disabili e dei soggetti svantaggiati Incentivi rivolti ad allievi capaci e meritevoli appartenenti a famiglie al di sotto della soglia di povertà per la frequenza di corsi di studio universitari, master, …

15 Analisi POR RL Aprile 2007 ASSE III – INCLUSIONE SOCIALE Beneficiari Soggetti accreditati per formazione ed orientamento, imprese, operatori del privato sociale, enti no profit, cooperative sociali Destinatari Giovani, disoccupati/e e inoccupati/e, disoccupati/e e inoccupati/e di lunga durata, lavoratori/trici in mobilità/CIGS Tipologia di aiuto servizi alle persone, incentivi, voucher, piccoli sussidi, azioni per il rafforzamento del sistema, appalto di servizi

16 Analisi POR RL Aprile 2007 ASSE IV – CAPITALE UMANO Sostenere lo sviluppo di un sistema regionale inclusivo. Strategia Assorbe il 32% del POR occupazione; accento sul potenziamento dell’offerta di capitale umano (obiettivo centrale strategia regionale). Approccio: libertà di scelta dei percorsi scolastici e formativi, primato della domanda di lavoro rispetto all’offerta nell’orientare l’offerta formativa, integrazione della filiera istruzione-formazione-lavoro, valorizzazione della qualitàdell’offerta formativa e delle eccellenze regionali, autonomia e pari dignità degli operatori pubblici e privati Viene sottolineata e ripresa l’esperienza dei Poli Formativi che prevede un ruolo rilevante del partenariato nella realizzazione di filiere di istruzione e formazione tecnica superiore connesse con le esigenze del sistema produttivo

17 Analisi POR RL Aprile 2007 ASSE IV – CAPITALE UMANO Obiettivi specifici: h. Elaborazione e introduzione delle riforme dei sistemi di istruzione, formazione e lavoro per migliorare l’integrazione e sviluppare l’occupabilità, con particolare attenzione all’orientamento. Sviluppo strumenti di valutazione, accreditamento ed accountability delle istituzioni formative Sviluppo Poli Formativi e Reti Consolidamento di un sistema di descrizione e certificazione delle competenze e di riconoscimento dei crediti formativi coerente con i sistemi nazionali e comunitari Qualificazione operatori IFP Innovazione e diversificazione dell’offerta formativa Sviluppo metodologie e strumenti didattici Sperimentazione di percorsi formativi finalizzati ad una maggiore integrazione e rispondenza alle esigenze del contesto produttivo lombardo, anche attraverso la valorizzazione dei modelli di alternanza Rafforzamento del sistema informativo sui fabbisogni formativi in connessione con le rilevazioni sui fabbisogni professionali Informazioni ed accompagnamento alla scelta dei percorsi formativi personali per gli studenti e le famiglie

18 Analisi POR RL Aprile 2007 ASSE IV – CAPITALE UMANO Obiettivi specifici: i. Aumentare la partecipazione alle opportunità formative lungo tutto l’arco della vita e innalzare i livelli di apprendimento e conoscenza Percorsi di formazione professionale e specializzazione Educazione agli adulti Attività formative apprendistato professionalizzante Percorsi di integrazione fra “sistema licei” e IFP Azioni informative, orientative e di accompagnamento al successo formativo l. Creazione di reti fra università, centri di ricerca, mondo produttivo e istituzionale con particolare attenzione alla promozione della ricerca e dell’innovazione Sviluppo Poli Formativi Formazione e valorizzazione capitale umano per creazione imprese innovative Indirizzamento percorsi alta formazione (dottorati, post doc, ecc.) Sostegno alla mobilità Potenziamento “pacchetti” intervento mirati: formazione su imprenditorialià, project management, acquisto servizi (business planning, consulenza brevettuale, supporto allo sviluppo di progetti di ricerca ed innovazione, ecc).

19 Analisi POR RL Aprile 2007 ASSE IV – CAPITALE UMANO Beneficiari Soggetti accreditati per formazione ed orientamento, Regione Lombardia, Province Lombarde, Istituti di Ricerca Destinatari Giovani,adulti, inoccupati, disoccupati o occupati Popolazione in età attiva Obiettivo “i”: laureati e studenti stranieri, ricercatori, occupati settori alta tecnologia Tipologia di aiuto servizi alle persone, incentivi, voucher, piccoli sussidi,, appalto di servizi Altro Sovvenzione Globale Per l’obiettivo “h”: Le azioni saranno integrate con le politiche nazionali Gli interventi previsti potranno essere sostenuti attraverso l’adeguamento agli specifici vincoli FSE Politiche sviluppate in integrazione e complementarietà con le dotazioni Bilancio Regionale e L.53/03

20 Analisi POR RL Aprile 2007 POR FESR REGIONE LOMBARDIA Struttura del POR FESR Analisi di contesto Valutazioni propedeutiche alla strategia Strategia (coerenza) Priorità di intervento (assi) Procedure di attuazione Disposizioni finanziarie

21 Analisi POR RL Aprile 2007 ASSI FESR RL

22 Analisi POR RL Aprile 2007 ASSI FESR RL

23 Analisi POR RL Aprile 2007 PIANO FINANZIARIO

24 Analisi POR RL Aprile 2007 PIANO FINANZIARIO

25 Analisi POR RL Aprile 2007 ASSE I – INNOVAZIONE ED ECONOMIA DELLA CONOSCENZA Ob.Spec.1.1 Promuovere, sostenere la ricerca e l’innovazione per la competitività delle imprese lombarde attraverso la valorizzazione del sistema lombardo della conoscenza Sostegno agli investimenti in ricerca e sviluppo innovativo e tecnologico a supporto della competitività delle imprese lombarde Sostegno alla ricerca e all’innovazione di alto profilo Sostegno all’innovazione di sistema ed organizzativa Sviluppo di centri di competenza di rilievo regionale Destinatari: imprese, università, centri di ricerca, … Sostegno alla crescita collaborativa e innovativa delle imprese Sostegno alla crescita della capacità competitiva delle imprese (audit tecnologici, business planning, chek up aziendali, ecc.) Sostegno alla nascita di imprese innovative Destinatari: imprese anche in collaborazione con Università e centri di ricerca

26 Analisi POR RL Aprile 2007 ASSE I – INNOVAZIONE ED ECONOMIA DELLA CONOSCENZA Ob.Spec.1.2 Rafforzare le capacità di governance per migliorare le capacità del sistema lombardo della conoscenza. Intensificare, innovare, semplificare le relazioni fra gli attori del sistema Sostegno allo sviluppo della società dell’informazione nei rapporti fra imprese e nelle relazioni fra imprese, sistemi delle conoscenze e PA Sviluppo di reti e sistemi informativi per la diffusione e condivisione di informazioni e servizi fra PMI, tra PMI e sistema della ricerca, fra PMI e PA Sostegno alla crescita collaborativa e innovativa delle imprese Sostegno alla crescita della capacità competitiva delle imprese (audit tecnologici, business planning, chek up aziendali, ecc.) Sostegno alla nascita di imprese innovative Destinatari: imprese anche in collaborazione con Università e centri di ricerca


Scaricare ppt "FONDI STRUTTURALI E FORMAZIONE CONTINUA IN LOMBARDIA. IL RUOLO DELLA FLC ANALISI POR FSE - FESR REGIONE LOMBARDIA 2007-2013."

Presentazioni simili


Annunci Google