La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Palermo 9-10 luglio 2009 1 Giornata Nazionale Erasmus 2009 “Politiche e strategie dell’Unione Europea in materia di Istruzione Superiore” Daniela Giacobazzi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Palermo 9-10 luglio 2009 1 Giornata Nazionale Erasmus 2009 “Politiche e strategie dell’Unione Europea in materia di Istruzione Superiore” Daniela Giacobazzi."— Transcript della presentazione:

1 Palermo 9-10 luglio Giornata Nazionale Erasmus 2009 “Politiche e strategie dell’Unione Europea in materia di Istruzione Superiore” Daniela Giacobazzi MIUR Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

2 Palermo 9-10 luglio Politiche e strategie in materia di Istruzione Superiore Leuven/Louvain-la-Neuve: il Processo di Bologna Leuven/Louvain-la-Neuve: il Processo di Bologna Le novità dall’UE Le novità dall’UE Le novità dal MIUR Le novità dal MIUR

3 Palermo 9-10 luglio Leuven/LLN: il Processo di Bologna (Conferenza dei Ministri del 28 e 29 aprile 2009) Stocktaking Stocktaking Il Comunicato e le priorità Il Comunicato e le priorità Eventi Eventi L’attività dei Bologna Experts L’attività dei Bologna Experts

4 Palermo 9-10 luglio Valutazione italiana Stocktaking Legenda: (5) Verde (4) Verde chiaro (3) Giallo (2) Arancio (1) Rosso

5 Palermo 9-10 luglio la piena attuazione delle azioni di Bologna concordate in passato la piena attuazione delle azioni di Bologna concordate in passato la dimensione sociale. Definire obiettivi misurabili per ampliare la partecipazione all’istruzione superiore specialmente dei gruppi sociali ad oggi sotto – rappresentati la dimensione sociale. Definire obiettivi misurabili per ampliare la partecipazione all’istruzione superiore specialmente dei gruppi sociali ad oggi sotto – rappresentati la mobilità degli studenti. Occorre garantire il contributo al raggiungimento dell’obiettivo del 20% dei laureati con esperienze di mobilità entro il 2020 anche attraverso l’inserimento di periodi di mobilità nella struttura dei programmi di studio, la promozione di titoli e programmi congiunti e la definizione di politiche di mobilità (visti, permessi di soggiorno) adeguate la mobilità degli studenti. Occorre garantire il contributo al raggiungimento dell’obiettivo del 20% dei laureati con esperienze di mobilità entro il 2020 anche attraverso l’inserimento di periodi di mobilità nella struttura dei programmi di studio, la promozione di titoli e programmi congiunti e la definizione di politiche di mobilità (visti, permessi di soggiorno) adeguate Il Comunicato e le priorità che impegnano il nostro Paese

6 Palermo 9-10 luglio la raccolta dei dati. Per valutare le iniziative da intraprendere occorre analizzare i dati e le informazioni statistiche attualmente disponibili e valutarne l’adeguamento ed il potenziamento la raccolta dei dati. Per valutare le iniziative da intraprendere occorre analizzare i dati e le informazioni statistiche attualmente disponibili e valutarne l’adeguamento ed il potenziamento la mobilità del personale accademico. Occorre rivedere la struttura delle carriere accademiche per promuovere la mobilità la mobilità del personale accademico. Occorre rivedere la struttura delle carriere accademiche per promuovere la mobilità la lifelong learning. Dovranno diffondersi le iniziative di formazione lungo tutto l’arco della vita nelle istituzioni universitarie con il supporto di politiche nazionali la lifelong learning. Dovranno diffondersi le iniziative di formazione lungo tutto l’arco della vita nelle istituzioni universitarie con il supporto di politiche nazionali il quadro nazionale dei titoli. Il quadro nazionale dei titoli dovrà essere finalizzato e certificato rispetto a quello europeo entro il 2012 il quadro nazionale dei titoli. Il quadro nazionale dei titoli dovrà essere finalizzato e certificato rispetto a quello europeo entro il 2012 la rete europea per l’informazione e la promozione del Processo di Bologna presso i paesi terzi. L’Italia dovrà identificare un ente che partecipi a questa nuova iniziativa la rete europea per l’informazione e la promozione del Processo di Bologna presso i paesi terzi. L’Italia dovrà identificare un ente che partecipi a questa nuova iniziativa Il Comunicato e le priorità che impegnano il nostro Paese

7 Palermo 9-10 luglio Eventi Ministerial Anniversary Conference hosted by Austria and Hungary in 2010 in Budapest and Vienna (11 March 2010 in the House of Parliament in Budapest and on 12 March 2010 at the Vienna Imperial Palace Congress Centre) Validation seminar, Brussels, 1 december 2009

8 Palermo 9-10 luglio L’attività dei Bologna Experts I Referenti di Ateneo per il Processo di Bologna sono figure incaricate di interagire con i diversi settori interni all'Ateneo, attivando opportuni raccordi con le commissioni didattiche di Ateneo, con i delegati di Ateneo interessati ai vari aspetti del Processo di Bologna e con le rappresentanze studentesche. Costituiscono una rete che deve far crescere la consapevolezza che l'attuazione del Processo di Bologna è una priorità di sistema, che coinvolge anche tutti gli stakeholders esterni. Referenti di Ateneo Referenti di Ateneo Modalità di lavoro Valutazione del ruolo esercitato dai Referenti d’Ateneo Impatto delle iniziative attuate dal Gruppo dei Bologna Experts

9 Palermo 9-10 luglio L’attività dei Bologna Experts “Il processo di Bologna: fatti e finzioni” “Il processo di Bologna: fatti e finzioni” “Assicurazione della qualità nella mobilità degli studenti” “Assicurazione della qualità nella mobilità degli studenti” “Occupabilità nei tre cicli” “Occupabilità nei tre cicli” “La Dimensione sociale” in collaborazione con Eurostudent “La Dimensione sociale” in collaborazione con Eurostudent “L’approccio dell’apprendimento incentrato sullo studente” “L’approccio dell’apprendimento incentrato sullo studente” Evento nazionale di celebrazione: dal Processo di Bologna allo Spazio Europeo dell’Istruzione Superiore Evento nazionale di celebrazione: dal Processo di Bologna allo Spazio Europeo dell’Istruzione Superiore “La governance delle università” “La governance delle università” Seminari nazionali

10 Palermo 9-10 luglio Le novità dall’UE La Presidenza francese dell’UE (2° semestre 2008) La Presidenza francese dell’UE (2° semestre 2008) La Presidenza ceca dell’UE (1° semestre 2009) La Presidenza ceca dell’UE (1° semestre 2009) La Presidenza svedese dell’UE (2° semestre 2009) La Presidenza svedese dell’UE (2° semestre 2009) 2008 Anno Europeo del Dialogo Interculturale (Evento nazionale, Roma 18 novembre 2008) 2008 Anno Europeo del Dialogo Interculturale (Evento nazionale, Roma 18 novembre 2008) 2009 – Anno Europeo dell’innovazione e della creatività (Evento nazionale, Firenze maggio 2009) 2009 – Anno Europeo dell’innovazione e della creatività (Evento nazionale, Firenze maggio 2009)

11 Palermo 9-10 luglio La Presidenza dell’UE – Francia II° semestre 2008 Priorità: Mobilità Mobilità Ricerca Ricerca Industria dello spazio Industria dello spazio Cooperazione con l’Area del Mediterraneo (l’Unione per il Mediterraneo) Cooperazione con l’Area del Mediterraneo (l’Unione per il Mediterraneo) Eventi della Presidenza: Conferenze sulla mobilitàConferenze sulla mobilità Lille (6 e 7 ottobre ’08) – organizzata da ESU (European Students’ Union) e da EI (Education International), organizzazioni europee di studenti e docenti, sotto l’ombrello della Presidenza francese - Nancy (4 e 5 novembre ‘08) – focus sulla mobilità in attesa del lancio di Erasmus Mundus II

12 Palermo 9-10 luglio La Presidenza dell’UE – Francia II° semestre Risoluzione del Consiglio relativa ad una strategia europea in favore del Multilinguismo 2.Conclusioni del Consiglio sulle priorità future della cooperazione europea rinforzata in materia di istruzione e formazione professionale 3.Risoluzione del Consiglio "Integrare maggiormente l'orientamento permanente nelle strategie di apprendimento permanente" 4.Conclusioni del Consiglio “Preparare i giovani per il 21° secolo: un ordine del giorno per la cooperazione europea in materia scolastica” 5.Conclusioni del Consiglio sulla mobilità dei giovani: viene ribadito che: a) tutti i giovani dovrebbero avere la possibilità di compiere un periodo di formazione in un Paese europeo diverso dal loro; b) che bisognerebbe migliorare i servizi offerti ai giovani in mobilità; c) che ridurre gli ostacoli amministrativi alla mobilità rimane un obiettivo primario; d) è necessario sviluppare la “carta di qualità per la mobilità”, la quale garantisce, tra l’altro, il riconoscimento dei periodi trascorsi all’estero

13 Palermo 9-10 luglio La Presidenza dell’UE – Rep. Ceca I° semestre 2009 Programma Erasmus Mundus II Avvio del Programma Erasmus Mundus II Messaggi chiave per il Consiglio europeo di primavera Messaggi chiave per il Consiglio europeo di primavera nel settore dell'istruzione e della formazione che riaffermano l’importanza fondamentale della formazione nel contesto dell’attuale crisi economica e finanziaria Un quadro strategico aggiornato per la cooperazione europea nel settore dell'istruzione e della formazione Un quadro strategico aggiornato per la cooperazione europea nel settore dell'istruzione e della formazione dopo il 2010 (Comunicazione della Commissione) con l’introduzione di nuovi parametri di riferimento (“benchmarks”) per misurare i progressi compiuti da ciascun Paese. Ha giustificato l’introduzione di nuovi “benchmarks” alla luce delle nuove priorità e dei nuovi spazi proposti di cooperazione Le critiche: eccessivo numero di parametri proposti, e di difficile applicabilità, scarsa trasparenza e da sfoltirne il numero, la strutturazione dell’indicatore linguistico, che non dovrebbe esser basato sull’offerta di lingue straniere (input), bensì sugli esiti dell’apprendimento (output) Presentata la Comunicazione su «Nuove competenze per nuovi lavori”

14 Palermo 9-10 luglio La Presidenza dell’UE – Rep. Ceca I° semestre 2009 Conclusioni del Consiglio sul miglioramento del partenariato tra istruzione, centri di formazione e partner sociali, in particolare i datori di lavoro, nel contesto della continuità della formazione nell’arco della vita Conclusioni sul quadro strategico per la cooperazione europea nel campo dell’istruzione e della formazione (“ET 2020”). Il Consiglio ha adottato il testo di Conclusioni e la lista dei “benchmark” a patto che l’esercizio rimanga volontario e non obbligatorio per gli Stati membri. A proposito dell’area della “mobilità” quale settore di cooperazione, la Presidenza, ha proposto l’inserimento di una frase che richiama il Comunicato finale della Conferenza del “Processo di Bologna” tenutasi a Louvain il 28 e 29 aprile scorso a proposito della necessità di incrementare significativamente la mobilità da qui al 2020 La riforma del sistema delle Scuole Europee: maggiore autonomia connessa a precise responsabilità e ad un sistema di controllo; più equa distribuzione dei costi tra gli Stati; ruolo più significativo del Segretariato Generale; rideterminazione dei ruoli del Consiglio Superiore, del Comitato di Bilancio e del Gruppo di Ispettori

15 Palermo 9-10 luglio La Presidenza dell’UE – Svezia II° semestre 2009 dare avvio al nuovo piano di lavoro comune recentemente definito e denominato “Educazione e Formazione 2020” (ET 2020). In tale quadro, sarà data priorità anche allo sviluppo professionale dei docenti e dei dirigenti scolastici. dare avvio al nuovo piano di lavoro comune recentemente definito e denominato “Educazione e Formazione 2020” (ET 2020). In tale quadro, sarà data priorità anche allo sviluppo professionale dei docenti e dei dirigenti scolastici. in merito alla modernizzazione delle Università e degli Istituti di Istruzione Superiore la presidenza porrà l’accento sullo sviluppo della dimensione del triangolo della conoscenza, educazione/ricerca/innovazione, nonché sull’integrazione reciproca di questi tre fattori fondamentali dello sviluppo della società in merito alla modernizzazione delle Università e degli Istituti di Istruzione Superiore la presidenza porrà l’accento sullo sviluppo della dimensione del triangolo della conoscenza, educazione/ricerca/innovazione, nonché sull’integrazione reciproca di questi tre fattori fondamentali dello sviluppo della società con riguardo all’integrazione degli alunni figli di immigrati, e nel quadro del Libro verde presentato su questo tema dalla Commissione lo scorso anno, sarà data priorità al tema della integrazione scolastica e sociale degli alunni nelle classi. con riguardo all’integrazione degli alunni figli di immigrati, e nel quadro del Libro verde presentato su questo tema dalla Commissione lo scorso anno, sarà data priorità al tema della integrazione scolastica e sociale degli alunni nelle classi.

16 Palermo 9-10 luglio La Presidenza dell’UE – Svezia II° semestre 2009 Conferenza su “Promuovere una generazione creativa”- Goteborg luglio Conferenza su “Promuovere una generazione creativa”- Goteborg luglio Conferenza “ Il triangolo della conoscenza modella il futuro dell’Europa”- Goteborg 31 agosto/2 settembre Conferenza “ Il triangolo della conoscenza modella il futuro dell’Europa”- Goteborg 31 agosto/2 settembre Conferenza “La futura cooperazione per la Gioventù in Europa” Stoccolma 12/14 settembre Conferenza “La futura cooperazione per la Gioventù in Europa” Stoccolma 12/14 settembre Conferenza “Ruolo della formazione professionale nelle sfide di oggi e di domani”- Stoccolma 12/13 Novembre Conferenza “Ruolo della formazione professionale nelle sfide di oggi e di domani”- Stoccolma 12/13 Novembre Conferenza “ Le differenze di genere nel conseguimento degli obiettivi educativi”- Uppsala 17/18 novembre Conferenza “ Le differenze di genere nel conseguimento degli obiettivi educativi”- Uppsala 17/18 novembre Conferenza di chiusura dell’Anno europeo per la creatività e l’innovazione Stoccolma 16/17 dicembre. Conferenza di chiusura dell’Anno europeo per la creatività e l’innovazione Stoccolma 16/17 dicembre. Il Consiglio dei Ministri dell’Istruzione della Gioventù e della Cultura avrà luogo a Bruxelles il 26 e 27 novembre 2009 Il Consiglio dei Ministri dell’Istruzione della Gioventù e della Cultura avrà luogo a Bruxelles il 26 e 27 novembre 2009 E’ altresì prevista una riunione informale dei Ministri dell’Istruzione il 23 e 24 settembre a Goteborg E’ altresì prevista una riunione informale dei Ministri dell’Istruzione il 23 e 24 settembre a Goteborg Eventi

17 Palermo 9-10 luglio Evento nazionale, Roma 18 novembre Anno Europeo del Dialogo Interculturale La Cooperazione europea nell’istruzione e nella formazione. Condividere la diversità Un evento congiunto MIUR e Ministero del Lavoro per esplorare la ricchezza della diversità europea, esplorata attraverso l'Innovazione e la Mobilità

18 Palermo 9-10 luglio L’Anno Europeo della Creatività e Innovazione (European Year of Creativity and Innovation - EYCI) Scopo dell'iniziativa è quello di promuovere approcci creativi e innovativi in vari campi dell’attività umana e di contribuire ad attrezzare l’UE per le sfide che le sono davanti nella società della conoscenza e dell’informazione dando forma al futuro dell’Europa in un contesto di competitività globale. È un’iniziativa orizzontale che si riallaccia e riassume vari aspetti: oltre a quelli riguardanti l’istruzione, la formazione, la ricerca e la cultura, l’anno coinvolge le politiche d’impresa nazionali e regionali. La DG Istruzione e Cultura è responsabile per la Commissione Europea per l’Anno 2009 della Creatività e Innovazione. European Year of Creativity and Innovation - EYCIDG Istruzione e CulturaEuropean Year of Creativity and Innovation - EYCIDG Istruzione e Cultura 2009 – Anno Europeo della Creatività e Innovazione

19 Palermo 9-10 luglio Una conferenza a Firenze per valorizzare le esperienze Comenius, e-Twinning, Erasmus, Leonardo da Vinci e Grundtvig Le Agenzie LLP Ansas e Isfol, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione Dell’Università e della Ricerca e Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali, organizzano il 22 maggio 2009 al Palaffari di Firenze 2009 – Anno Europeo della Creatività e Innovazione SOGNA L’EUROPA Declinazioni creative di apprendimento permanente

20 Palermo 9-10 luglio Le misure a supporto dell’internazionalizzazione istituito presso la Direzione Generale per l’Università ha presentato i risultati al Ministro ha contribuito all'arricchimento dei temi che spaziano dalla realizzazione degli impegni sottoscritti nell'ambito del Processo di Bologna all'incremento della mobilità di studenti e docenti, dal miglioramento dell'internazionalizzazione e dell'attrattività dell'offerta formativa allo sviluppo di modelli di cooperazione bi-nazionale ed alla visibilità del sistema non ha voluto ordinare i temi trattati per importanza, anzi, ha ritenuto che definire le priorità non fosse parte dei propri compiti Gruppo di lavoro a supporto delle iniziative per le azioni di internazionalizzazione del sistema universitario nazionale Le novità dal MIUR

21 Palermo 9-10 luglio Le misure a supporto dell’internazionalizzazione ha evidenziato quanto sia rilevante l'internazionalizzazione come:  strumento per una riconosciuta collocazione del nostro sistema universitario in ambito europeo (Unione Europea, Processo di Bologna, OCSE...)  obiettivo chiave dei processi di riforma nazionali per l'ammodernamento del sistema  essa dovrebbe essere inclusa tra i parametri di rilievo considerati nei processi di valutazione e tra gli elementi chiave dei piani di sviluppo del sistema e delle istituzioni Gruppo di lavoro a supporto delle iniziative per le azioni di internazionalizzazione del sistema universitario nazionale Le novità dal MIUR

22 Palermo 9-10 luglio le Università come volano per lo sviluppo dei rapporti politici, sociali ed economici Coinvolgimento di MAE, MIUR e CRUI oltre agli enti locali, e il sistema imprenditoriale Creazione di strategie integrate che permettano alla molteplicità dei soggetti coinvolti di muoversi in modo coordinato come:  Creazione di una Cabina di regia  Creazione di una piattaforma interattiva degli Accordi di cooperazione universitaria internazionale MAE: mappatura degli Accordi di cooperazione interuniversitaria creazione di una Cabina di Regia Le novità dal MIUR Le misure a supporto dell’internazionalizzazione

23 Palermo 9-10 luglio Le misure a supporto dell’internazionalizzazione ●Bando per giovani ricercatori indiani (allo studio l’apertura) ●Bando azioni integrate Italia-Spagna (in chiusura, 10 luglio) ●Bando azioni integrate, cooperazione scientifica: British (chiuso), Vigoni (aperto), Galileo (chiuso) Fondo giovani: integrazione borse Erasmus ●Bando per collaborazioni interuniversitarie (in apertura, 10 luglio) Rendicontazione dell’azione di internazionalizzazione con scadenza (probabile proroga a giugno 2010) Le novità dal MIUR

24 Palermo 9-10 luglio Utilizzo dei Fondi da parte delle istituzioni Utilizzo dei Fondi da parte delle istituzioni Distribuzione dei fondi tra le borse Erasmus e non Erasmus (91% Erasmus) Distribuzione dei fondi tra le borse Erasmus e non Erasmus (91% Erasmus) Le risorse per il sostegno alla mobilità (Erasmus 50% UE, 23% MIUR, 16% Istituzioni/non-Erasmus 54 % MIUR e 30% Istituzioni) Le risorse per il sostegno alla mobilità (Erasmus 50% UE, 23% MIUR, 16% Istituzioni/non-Erasmus 54 % MIUR e 30% Istituzioni) Il riconoscimento dei crediti e la mobilità all’interno di percorsi congiunti Il riconoscimento dei crediti e la mobilità all’interno di percorsi congiunti Il Fondo per la Mobilità (DM 198/03) anno Il Fondo per la Mobilità (DM 198/03) anno Euro Le novità dal MIUR

25 Palermo 9-10 luglio Giornata Nazionale Erasmus 2009 “Politiche e strategie dell’Unione Europea in materia di Istruzione Superiore” Daniela Giacobazzi MIUR Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca


Scaricare ppt "Palermo 9-10 luglio 2009 1 Giornata Nazionale Erasmus 2009 “Politiche e strategie dell’Unione Europea in materia di Istruzione Superiore” Daniela Giacobazzi."

Presentazioni simili


Annunci Google