La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Durata del progetto per i Medici di Assistenza Primaria: 1 gennaio 2009 - 31 dicembre 2009 Dipartimento Cure Primarie e Continuità Assistenziale Direttore.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Durata del progetto per i Medici di Assistenza Primaria: 1 gennaio 2009 - 31 dicembre 2009 Dipartimento Cure Primarie e Continuità Assistenziale Direttore."— Transcript della presentazione:

1 1 Durata del progetto per i Medici di Assistenza Primaria: 1 gennaio dicembre 2009 Dipartimento Cure Primarie e Continuità Assistenziale Direttore d.ssa Laura Perego d.ssa Clelia Fontanini – Dirigente Medico di Distretto PROGETTO “La Sindrome Metabolica – Studio di prevalenza nella popolazione target della valutazione del rischio CCV ed impostazione di uno studio longitudinale” Responsabile Scientifico: dott. Fulvio Sileo

2 2 Progetto “Sindrome Metabolica” Integrano gli obiettivi del Progetto: “Prevenzione delle patologie cardio-cerebro-vascolari e valutazione del Rischio CCV”:  Valorizzare i dati acquisiti dalla valutazione del Rischio CCV per lo sviluppo di progetti di prevenzione delle patologie croniche e per il miglioramento della salute della popolazione  Utilizzare i dati per definire la prevalenza della Sindrome Metabolica Laura Perego – Clelia Fontanini OBIETTIVI del PROGETTO (1)

3 3  Impostare uno studio osservazionale longitudinale su soggetti identificati come affetti da Sindrome Metabolica  Introdurre indicatori per identificare il paziente a rischio di Sindrome Metabolica  Definire un percorso integrato Territorio-Ospedale OBIETTIVI del PROGETTO (2) Laura Perego – Clelia Fontanini Progetto “Sindrome Metabolica”

4 4  Costruzione di un modello di utilizzo dei dati provenienti dalla Carta del Rischio CCV utile per ulteriori applicazioni e studi  Stima della prevalenza della Sindrome Metabolica nella popolazione anni della provincia di Bergamo  Aggiornamento e sensibilizzazione dei MAP al problema della Sindrome Metabolica ed alle sue modalità di prevenzione primaria - diagnosi precoce – prevenzione secondaria RISULTATI ATTESI (1) Saranno raggiunti tramite il lavoro del Gruppo di Progetto integrato Territorio-Ospedale e l’elaborazione a cura dell’ASL dei dati forniti dai Medici di Assistenza Primaria (MAP) Laura Perego – Clelia Fontanini Progetto “Sindrome Metabolica”

5 5  Promozione di corretti stili di vita  Definizione del modello di integrazione Territorio- Ospedale per i pazienti con Sindrome Metabolica  Impostazione di uno studio longitudinale  Monitoraggio e valutazione del progetto al tempo mesi dall’inizio  Elaborazione di strategie di miglioramento condivise RISULTATI ATTESI (2) Laura Perego – Clelia Fontanini Progetto “Sindrome Metabolica”

6 6 I MAP:  Promuovono l’attività fisica: la “ricetta verde” per la prescrizione dell’attività fisica  Partecipano ad un incontro distrettuale per la presentazione del progetto di ricerca  Effettuano la valutazione del Rischio CCV per almeno il 20% dei propri assistiti in fascia di età anni, preferibilmente non affetti da patologia nota ATTIVITA’ RICHIESTE ai MAP (1) Il progetto si sviluppa in parallelo con quello di valutazione del Rischio CCV già in corso dal 2008 La possibilità di partecipazione viene riaperta a tutti: Laura Perego – Clelia Fontanini Progetto “Sindrome Metabolica”

7 7 E’ ammesso che circa 1/3 siano controlli a seguito di una pregressa valutazione del Rischio CCV, in particolare: - ogni sei mesi per persone ad elevato rischio CCV (probabilità di un primo evento cardiovascolare uguale o superiore al 20% nei prossimi 10 anni) - ogni anno per persone a rischio da tenere sotto controllo attraverso l’adozione di uno stile di vita sano (probabilità di un primo evento cardiovascolare > o = al 10% ed inferiore al 20% nei prossimi 10 anni)  Adottano i conseguenti piani di prevenzione/terapia in base al livello di rischio evidenziato  Nell’effettuazione della valutazione del rischio includono la misura della circonferenza vita  Trasmettono nel 2009 il numero di schede richieste, preferibilmente via SISS ATTIVITA’ RICHIESTE ai MAP (2) Laura Perego – Clelia Fontanini Progetto “Sindrome Metabolica”

8 8  Per quei pazienti in cui si evidenzia la presenza di 3 o più fattori che connotano la Sindrome Metabolica (se non già valutati negli ultimi sei mesi), effettuano: ALT e  -GT e li riportano sulla scheda specifica  I pazienti per i quali vi è evidenza di Sindrome Metabolica e per i quali si sospetti un’epatopatia e/o un alterato metabolismo glucidico potranno accedere ad un programma di valutazione e di eventuale follow-up presso ambulatori dedicati delle AA.OO. ATTIVITA’ RICHIESTE ai MAP (3) Laura Perego – Clelia Fontanini Progetto “Sindrome Metabolica”

9 9 SCHEDA DI ADESIONE AL PROGETTO “La Sindrome Metabolica – Studio di prevalenza nella popolazione target della valutazione del rischio CCV ed impostazione di uno studio longitudinale” Il/La sottoscritto/a ___________________________________________ cod.reg. ______________ Medico convenzionato per la Medicina Generale per l’ambito territoriale afferente al Distretto di ______________________________________________________________________ Preso atto di quanto previsto dall’Accordo trasmesso con la comunicazione del 7/1/2009 prot. U /III.4 relativo al progetto “La Sindrome Metabolica – Studio di prevalenza nella popolazione target della valutazione del rischio CCV ed impostazione di uno studio longitudinale” DICHIARA  di non aderire a nessuna opzione  di aderire ad una delle seguenti tre opzioni (che prevedono diversi livelli di incentivi): scegliere una sola opzione 1. al progetto che prevede, per ottenere tutti gli incentivi previsti: La partecipazione ad un incontro in sede distrettuale per la presentazione del progetto; la promozione dell’attività fisica mediante l’utilizzo della “ricetta verde”; la valutazione della sindrome metabolica da riportare sulla scheda parallela a quella del rischio CCV; la valutazione del rischio CCV per almeno il 20% dei propri assistiti in fascia di età anni (per un massimalista circa 150 schede CCV). N.B.:  Per i Medici di Assistenza Primaria che non hanno aderito al Progetto CCV nel 2008 o, pur avendo aderito, non hanno raggiunto il previsto numero di schede, è riaperta la possibilità di adesione; in tal caso è richiesto il recupero delle schede di valutazione del rischio CCV previste dal progetto del 2008, oltre a quelle richieste per il 2009 (per un Medico massimalista: 80 schede per il per il 2009).  Il mancato raggiungimento di tutti gli obiettivi non pregiudica gli incentivi previsti per le opzioni 2 o 3, in relazione al livello raggiunto. 2. al progetto alle condizioni previste e impegnarsi a trasmettere tramite SISS le schede di valutazione del rischio CCV limitatamente al 10% dei loro assistiti in età target al fine di ottenere il riconoscimento dei 20 crediti formativi ECM (il progetto è riconosciuto come attività di ricerca). 3. al progetto alle condizioni previste e impegnarsi a trasmettere tramite SISS le schede di valutazione del rischio CCV limitatamente al 5% dei loro assistiti in età target al fine di ottenere – al raggiungimento degli obiettivi che verranno dettagliatamente riportati nell’Accordo specifico per la partecipazione dei MAP al Sistema CRS-SISS – “l’indennità di conferimento dati” In fede timbro e firma del Medico …………………………, ……………………… N.B. Il presente modello deve essere consegnato al Distretto di afferenza inderogabilmente entro il 20 gennaio 2009

10 10  INDENNITA’ correlate al progetto CCV ed al progetto Sindrome Metabolica, in proporzione al n° delle schede trasmesse: € ,00 Gli OBIETTIVI da raggiungere sono: - partecipazione all’incontro di presentazione del progetto; -promozione dell’attività fisica mediante la “ricetta verde”; -valutazione della Sindrome Metabolica da riportare sulla scheda parallela a quella del rischio CCV; -valutazione del rischio CCV per almeno il 20% degli assistiti in fascia d’età anni. INCENTIVI al RAGGIUNGIMENTO degli OBIETTIVI (1) Laura Perego – Clelia Fontanini Progetto “Sindrome Metabolica”

11 11  N° 20 crediti formativi ECM; anche ai MAP che trasmettono almeno il 10% delle Carte Rischio CCV  Indennità di “conferimento dati” SISS; anche ai MAP che trasmettono almeno il 5% delle Carte Rischio CCV  Fondo residuo governo clinico 2007 per le schede complete della Circonferenza Vita del 2008 INCENTIVI al RAGGIUNGIMENTO degli OBIETTIVI (2) Laura Perego – Clelia Fontanini Progetto “Sindrome Metabolica” Inoltre, per i MAP che partecipano al Progetto:

12 12 DIMENSIONE del PROBLEMA all’AVVIO del PROGETTO - TEMPO ZERO - Progetto “Sindrome Metabolica” DATI EPIDEMIOLOGICI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO Dipartimento Cure Primarie e Continuità Assistenziale Direttore d.ssa Laura Perego Servizio Epidemiologico – dott. Giovanni Brembilla Convegno “Sindrome metabolica: aggiornamenti degli specialisti per una migliore gestione integrata” Lallio, 17 maggio 2008

13 13 Sindrome Metabolica QUALI DATI?  Ricoveri ospedalieri con diagnosi 2777  Schede rischio cardiovascolare NON ESISTE ESENZIONE SPECIFICA Brembilla - Perego Progetto “Sindrome Metabolica”

14 14 RICOVERI Sindrome Metabolica - Diagnosi 2777 presidio ospedale di circolo"s.l.mandic"- merate (lc) ospedale di circolo predabissi-melegnano (mi) ospedale civico - codogno (lo) ospedale f. m. passi - calcinate (bg) casa di cura castelli - bergamo (bg) casa di cura s. francesco - bergamo (bg) policlinico san marco s.r.l.-osio sotto (bg) clinica s. rocco di franciacorta - ome (bs) ferb - trescore b. (BG) ospedali riuniti - bergamo (bg) pres.ospedal.spedali civili brescia (bs) ospedale ca' granda-niguarda - milano (mi) presidio ospedaliero di iseo (bs) 1 Totale assistiti ASL Bergamo Brembilla - Perego Progetto “Sindrome Metabolica”

15 15 RICOVERI Sindrome Metabolica - Diagnosi 2777 assistiti ASL Bergamo Brembilla - Perego Progetto “Sindrome Metabolica”

16 16 RICOVERI DRG 294 o diabete sdo/anno ordinari day-hospital Totale assistiti ASL Bergamo Brembilla - Perego Progetto “Sindrome Metabolica”

17 17 RICOVERI Sindrome Metabolica – Diagnosi 2777 DRGN 299.Difetti congeniti del metabolismo Trapianti cutanei, sbrigl.ferite per mal.endocrine Dist. nutrizione e metabolismo,eta' >17 senza CC Amputaz. arto inf. per mal. endocrine, etc Mal. endocrine senza CC Diabete eta' > Insufficienza cardiaca e shock Int. S CardVsc Perc. con Stent ArterCoron. snz IMA Neoplasie rene e vie urinarie senza CC Mal. osso e artropatie specifiche con CC Mal.fegato escl. T.M.,cirrosi,epat.alcool.senza CC Cirrosi ed epatite alcoolica T.M. app. digerente con CC Angina pectoris Aritmia e alterazioni conduzione cardiaca senza CC Ipertensione Aterosclerosi senza CC Tromboflebite vene profonde TIA e occlusioni precerebrali 1 Totale 300 Brembilla - Perego Progetto “Sindrome Metabolica”

18 18 Schede Rischio CardioCerebroVascolare Anno schede 1. BMI>28 2. tgl>= Col_hdl<40 se sesso=M 4. Col_hdl<50 se sesso=F 5. glicemia>= PAS>=130 - PAD>=85 Sindrome Metabolica: presenza di almeno tre criteri contemporaneamente Diagnosi di Sindrome Metabolica = pazienti Brembilla - Perego Progetto “Sindrome Metabolica”

19 19 Sindrome Metabolica Come definire la prevalenza? CRITICITA’ nell’AREA SPECIALISTICA:  ricoveri con diagnosi 2777 = diagnosi non posta - diagnosi non correttamente codificata  ricoveri con dgn assegnati a DRG non specifici x SM  ricoveri in DH  Specialistica Ambulatoriale  non esiste un codice di esenzione x SM Brembilla - Perego Progetto “Sindrome Metabolica”

20 20 Sindrome Metabolica Come definire la prevalenza? CRITICITA’ nella MEDICINA TERRITORIALE:  valutazione del Rischio CardioCerebroVascolare su popolazione selezionata Brembilla - Perego Progetto “Sindrome Metabolica”


Scaricare ppt "1 Durata del progetto per i Medici di Assistenza Primaria: 1 gennaio 2009 - 31 dicembre 2009 Dipartimento Cure Primarie e Continuità Assistenziale Direttore."

Presentazioni simili


Annunci Google