La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Facoltà di Architettura "L. Quaroni" Corso di "Legislazione urbanistica ed edilizia" Docente Roberto Gallia 1 Norme e procedure per la gestione del territorio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Facoltà di Architettura "L. Quaroni" Corso di "Legislazione urbanistica ed edilizia" Docente Roberto Gallia 1 Norme e procedure per la gestione del territorio."— Transcript della presentazione:

1 Facoltà di Architettura "L. Quaroni" Corso di "Legislazione urbanistica ed edilizia" Docente Roberto Gallia 1 Norme e procedure per la gestione del territorio Obiettivo del corso: individuare

2 Facoltà di Architettura "L. Quaroni" Corso di "Legislazione urbanistica ed edilizia" Docente Roberto Gallia 2 7 marzo 2006 Presentazione del corso - Introduzione alle regole - Le autorità di regolazione 14 marzo 2006 Regolamentazione urbanistica: il piano comunale 21 marzo 2006 Regolamentazione urbanistica: i piani attuativi del piano comunale 28 marzo 2006 Regolamentazione urbanistica: i piani sovracomunali 4 aprile 2006 Strumenti di attuazione: i programmi complessi e i programmi di sviluppo locale 11 aprile 2006 Strumenti di attuazione: la programma- zione delle infrastrutture

3 Facoltà di Architettura "L. Quaroni" Corso di "Legislazione urbanistica ed edilizia" Docente Roberto Gallia 3 La potestà legislativa Articolo 117 della Costituzione Prima della riforma del Titolo V (2001) In materia urbanistica la Regione emana norme legislative nei limiti stabiliti dalle leggi dello Stato Dopo la riforma del Titolo V (2001) la legislazione distingue tra: - le materie riservate allo Stato s) tutela dell'ambiente, dell'ecosistema e dei beni culturali - le materie della legislazione concorrente - governo del territorio; - valorizzazione dei beni culturali e ambientali

4 Facoltà di Architettura "L. Quaroni" Corso di "Legislazione urbanistica ed edilizia" Docente Roberto Gallia 4 L’adesione al processo di costruzione dell’Unione Europea Obiettivo prioritario dell’attività legislativa In Italia: La tutela dell’azione della Pubblica Amministrazione In Europa: La tutela della concorrenza

5 Facoltà di Architettura "L. Quaroni" Corso di "Legislazione urbanistica ed edilizia" Docente Roberto Gallia 5 La definizione legislativa della materia URBANISTICA l’assetto e l’incremento edilizio dei centri abitati e lo sviluppo urbanistico in genere nel territorio (articolo 1, comma 1, della legge 1150/1942) la disciplina dell’uso del territorio comprensiva di tutti gli aspetti conoscitivi, normativi e gestionali riguardanti le operazioni di salvaguardia e di trasformazione del suolo nonché la protezione dell’ambiente (articolo 80 del DPR 616/1977) GOVERNO DEL TERRITORIO ??

6 Facoltà di Architettura "L. Quaroni" Corso di "Legislazione urbanistica ed edilizia" Docente Roberto Gallia 6 Governo del Territorio Progetto di legge n.153 (approvato dalla Camera il 28/6/2005) Insieme delle attività conoscitive, valutative, regolative, di programmazione, di localizzazione e di attuazione degli interventi, nonché di vigilanza e di controllo, volte a perseguire la tutela e la valorizzazione del territorio, la disciplina degli usi e della trasformazione dello stesso e la mobilità in relazione a obiettivi di sviluppo del territorio. Il governo del territorio comprende altresì l’urbanistica, l’edilizia, i programmi infrastrutturali, la difesa del suolo, nonché la cura degli interessi pubblici funzionalmente collegati a tali materie.

7 Facoltà di Architettura "L. Quaroni" Corso di "Legislazione urbanistica ed edilizia" Docente Roberto Gallia 7 Regione Lazio – L.R. 38/1999 norme sul governo del territorio, –finalizzate alla regolazione della tutela, degli assetti, delle trasformazioni e delle utilizzazioni del territorio stesso e degli immobili che lo compongono, –riorganizzano la disciplina della pianificazione territoriale ed urbanistica; –indicano gli obiettivi generali delle attività di governo del territorio regionale; –indicano i soggetti della pianificazione e le relative competenze; –definiscono gli strumenti della pianificazione, il sistema di relazioni, le forme di partecipazione alla loro formazione; –Definiscono le modalità di raccordo fra gli strumenti di pianificazione locale, regionale, settoriale, generale.

8 Facoltà di Architettura "L. Quaroni" Corso di "Legislazione urbanistica ed edilizia" Docente Roberto Gallia 8 I piani comunali nella legge 1150/1942 il piano regolatore generale: – art.8 : formazione del PRG – art.9 : pubblicazione e osservazioni – art.10 : approvazione – art.11 : durata e effetti – art.30 : il piano finanziario il programma di fabbricazione e il regolamento edilizio: – art.33 : contenuto del RE – art.34 : contenuto del PdF – art.35 : adeguamento del RE – art.36 : approvazione del RE

9 Facoltà di Architettura "L. Quaroni" Corso di "Legislazione urbanistica ed edilizia" Docente Roberto Gallia 9 Contenuti del piano comunale zonizzazione norme tecniche di attuazione zone territoriali omogenee: – A : centro storico – B : completamento – C : espansione – D : attività produttive – E : usi agricoli – F : attrezzature e impianti pubblici standards

10 Facoltà di Architettura "L. Quaroni" Corso di "Legislazione urbanistica ed edilizia" Docente Roberto Gallia 10 Regione Lazio Il Piano urbanistico comunale generale – PUCG Articoli (I) articolato in: Disposizioni strutturali –Recepiscono le indicazioni della pianificazione regionale e provinciale, generale e settoriale, le disposizioni e i vincoli, –Delineano i cardini dell’assetto territoriale, –Indicano le trasformazioni comportanti effetti di lunga durata, –Tutelano l’integrità fisica e culturale del territorio. Disposizioni programmatiche –Precisano i tempi e le modalità di attuazione, –Individuano gli interventi di iniziativa pubblica, –Definiscono il piano economico di attuazione.

11 Facoltà di Architettura "L. Quaroni" Corso di "Legislazione urbanistica ed edilizia" Docente Roberto Gallia 11 Regione Lazio Il Piano urbanistico comunale generale – PUCG Articoli (II) procedure: dopo l’adozione è pubblicato per 60 giorni, chiunque può presentare osservazioni e il Comune può effettuare consultazioni; entro 120 giorni dopo la pubblicazione il Comune controdeduce e inoltra alla Provincia (verifica compatibilità PTPG e pianificazione territoriale di settore); Entro 120 giorni la Provincia convoca la conferenza di servizi.

12 Facoltà di Architettura "L. Quaroni" Corso di "Legislazione urbanistica ed edilizia" Docente Roberto Gallia 12 Regione Lazio Il Piano urbanistico comunale generale – PUCG Articoli (III) efficacia : Può variare le previsioni del PTPG; Ha efficacia fino ad aggiornamento e/o variazione Può essere variato e/o aggiornato (con termini temporali ridotti alla metà) in caso di: –Modifiche alla normativa o alla pianificazione provinciale, –Sopravvenienze che determinino la totale o parziale inattuabilità, –Necessità di miglioramenti, –Decorra il termine di efficacia delle disposizioni programmatiche

13 Facoltà di Architettura "L. Quaroni" Corso di "Legislazione urbanistica ed edilizia" Docente Roberto Gallia 13 I piani particolareggiati nella legge 1150/1942 PIANO PATICOLAREGGIATO Art. 13 : i contenuti Art. 14 : la compilazione Art. 15 : pubblicazione e opposizioni Art. 16 : approvazione Art. 17 : validità Art. 28 : lottizzazione di aree Art. 30 : il piano finanziario

14 Facoltà di Architettura "L. Quaroni" Corso di "Legislazione urbanistica ed edilizia" Docente Roberto Gallia 14 Gli strumenti attuativi successivi alla legge 1150/1942 Piano per l’edilizia economica e popolare (PEEP) legge 167/1962 – artt.3-9 Piano per gli insediamenti produttivi (PIP) legge 865/1971 – art.27 Piani di recupero (PdR) legge 457/1978 – artt

15 Facoltà di Architettura "L. Quaroni" Corso di "Legislazione urbanistica ed edilizia" Docente Roberto Gallia 15 Agevolazioni fiscali per l’attuazione degli strumenti urbanistici (imposte di registro, catastali ed ipotecarie in misura fissa) Piani di recupero Art. 5 legge 168/1982 Piani urbanistici particolareggiati, comunque denominati Art. 33, comma 3, legge 388/2000

16 Facoltà di Architettura "L. Quaroni" Corso di "Legislazione urbanistica ed edilizia" Docente Roberto Gallia 16 Regione Lazio Piani urbanistici operativi comunali – PUOC Articoli Non possono comportare variante al PUCG Possono essere redatti: –a cura del comune, –a cura dei privati, –a cura di una STU. Procedure: –Entro 30 giorni dall’adozione viene pubblicato e osservato (15+15), –Entro 60 giorni viene controdedotto e inoltrato alla Provincia, –Entro 30 giorni la Provincia si esprime sulla conformità, –Entro 30 giorni il Comune riadotta e deposita.

17 Facoltà di Architettura "L. Quaroni" Corso di "Legislazione urbanistica ed edilizia" Docente Roberto Gallia 17 Regione Lazio LA PIANIFICAZIONE URBANISTICA COMUNALE E’ SUDDIVISA IN TRE LIVELLI: STRUTTURALE PROGRAMMATICA OPERATIVA


Scaricare ppt "Facoltà di Architettura "L. Quaroni" Corso di "Legislazione urbanistica ed edilizia" Docente Roberto Gallia 1 Norme e procedure per la gestione del territorio."

Presentazioni simili


Annunci Google