La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SALUTE E MALATTIA L’INFLUENZA Un percorso di Carla MARCHI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SALUTE E MALATTIA L’INFLUENZA Un percorso di Carla MARCHI."— Transcript della presentazione:

1 SALUTE E MALATTIA L’INFLUENZA Un percorso di Carla MARCHI

2 SALUTE E MALATTIE :IL SISTEMA IMMUNITARIO Prerequisiti: Conoscere le caratteristiche che distinguono gli esseri umani dalla materia inanimata Conoscere la struttura di una cellula animale Conoscere il significato di cellula come società di molecole Conoscere alcune caratteristiche funzionali delle proteine,in particolare aver capito il significato della loro specificità. Conoscere le funzioni di una membrana semipermeabile (capacità di comunicare e di ricevere informazioni dall’esterno)

3 Competenze disciplinari da raggiungere (obiettivi conoscitivi) : Saper riconoscere la condizione di malattia Prendere coscienza della capacità di reazione dell’organismo Saper individuare e riconoscere le differenze di alcuni agenti patogeni ( es virus, batteri, proteine estranee) Saper distinguere le due linee di difesa del sistema immunitario (aspecifica e specifica) Classificare le cellule destinate alla difesa Saper riconoscere il meccanismo del tipo chiave-serratura attuato dai linfociti,riconoscere le modalità di “battaglia” tra ag e ac Diventare consapevoli delle tecniche adottate dall’uomo per migliorare le risposte immunitarie (vaccinoterapia e sieroterapia e utilizzo di farmaci) Aver la consapevolezza di cosa può succedere quando il sistema immunitario non funziona (reazioni allergiche e malattie auto immuni)

4 Competenze educative : · Acquisire un vocabolario adeguato di termini per potersi esprimere e per poter comprendere meglio testi e linguaggi sull’argomento · Acquisire la capacità di porsi domande e cercare le risposte · Acquisire la consapevolezza del complesso labirinto metabolico che è l’organismo · Acquisire modalità di comportamento adeguato

5 APPLICAZIONE (Esempio di attività ) Prova rivolta a studenti del biennio di istituto tecnico Verifica delle competenze Si distribuisce agli studenti una scheda descrittiva di una malattia. Attraverso la lettura della stessa gli studenti potranno, rispondendo alle successive domande, dimostrare di. Capire il testo → perché si possiedono determinate conoscenze sia di termini che di contenuti generali (comprensione) Utilizzare le conoscenze ricevute per elaborare un processo di pensiero → perché attraverso il proprio sapere si potranno trarre conclusioni riguardanti uno specifico caso (applicazione) Possedere competenze adeguate per prendere decisioni consapevoli → perché se si conoscono i meccanismi d’azione del microrganismo e le modalità di risposta dell’organismo si eviteranno comportamenti irrazionali per quanto riguarda la prevenzione e/o le scelte riguardanti la cura della malattia. (valutazione)

6 L’INFLUENZA Scheda descrittiva della malattia AGENTE :L'influenza è una malattia causata dai virus dell'influenza di tipo A, B e C.Il virus di tipo A è più frequente ed è la causa delle epidemie e delle pandemie più gravi; può contagiare, oltre agli uomini, anche alcuni animali come maiali, cavalli, molti tipi di uccelli Il virus di tipo B contagia prevalentemente l'uomo. Anche le infezioni di tipo B possono raggiungere livelli epidemici, ma provocano malattie in genere meno gravi rispetto a quelle causate dal virus di tipo A Il virus di tipo C può causare malattie di lieve entità, oppure non provocare alcun sintomo. I virus influenzali sono particelle sferiche che contengono una struttura centrale formata da acido ribonucleico (RNA) e un involucro formato da grassi e proteine contenenti molecole di zucchero. Tali virus (in particolare quelli di tipo B) hanno una notevole capacità di mutare

7 STORIA: L'influenza venne descritta per la prima volta da Ippocrate nel 412 d.C. e la prima documentata, vale a dire la prima epidemia influenzale di ampie, risale al Da allora, sono note ben 31 pandemie di influenza, di cui 3 si sono verificate nel secolo appena trascorso, per l'esattezza nel 1918, nel 1957 e nel MODALITÀ DI TRASMISSIONE Avviene attraverso piccole gocce d'acqua o particelle che vengono diffuse con la tosse e gli starnuti. La malattia ha un periodo di incubazione che varia tra le 18 e le 72 ore Durante questo periodo la persona contagiata, anche in assenza di sintomi, può diffondere il virus ad altri soggetti e mantiene questa capacità per alcuni giorni dopo la presenza dei sintomi.

8 SINTOMI :I primi sono sintomi generali: mal di testa,febbre, brividi, dolori muscolari diffusi, malessere generale, accompagnati da sintomi respiratori come tosse e mal di gola. Tuttavia è possibile non avere sempre l'insieme dei sintomi sopra descritti. Nella maggior parte dei casi è presente febbre RISCHI: L'influenza è un'infezione che guarisce in genere spontaneamente una volta che si è risolta la fase acuta. In alcuni casi, tuttavia, questa malattia può causare gravi complicazioni (es polmoniti virali o batteriche)

9 MODALITÀ D’AZIONE DELL’AGENTE PATOGENO L'influenza può essere considerata un'infezione respiratoria acuta anche se si differenzia dal raffreddore comune per il suo esordio improvviso e per l'interessamento di tutto l'organismo Una volta penetrato nell'organismo, il virus attacca le cellule delle vie aeree superiori e inferiori. Entro poche ore dal contagio, inizia la moltiplicazione del virus (replicazione) cui segue la liberazione di nuove particelle virali che contaminano progressivamente altre zone dell'apparato respiratorio. Le cellule superficiali infettate dell'apparato respiratorio muoiono e il sistema immunitario rilascia sostanze che determinano la comparsa dei sintomi generali.

10 DIAGNOSI E INDIVIDUAZIONE L'influenza viene diagnosticata inizialmente in base alla comparsa rapida dei sintomi prima descritti. La diagnosi clinica in genere è favorita dalle informazioni fornite dai centri regionali di sorveglianza che controllano l'estensione della malattia in una determinata area geografica. TRATTAMENTO La terapia dell'influenza è mirata soprattutto ad eliminare i sintomi come il mal di testa, i dolori muscolari. Di solito i medici consigliano fondamentalmente più che i farmaci il riposo a letto. Inoltre raccomandano di umidificare l'ambiente, di bere molta acqua per favorire l'espettorazione e di idratare il corpo Ricorda che il nostro organismo presenta un sistema immunitario…….. PREVENZIONE : Assumere le giuste precauzioni nei confronti dei soggetti ammalati, vaccinazione

11 DOMANDE : 1) Quando sentiamo dire che un nostro amico ha preso l’influenza significa che all’interno del suo organismo che cosa sta succedendo? 2) Quando si manifesta un epidemia influenzale? Spiega che cosa dovrebbe succedere perché una epidemia si trasformi in pandemia. 3) La presenza di virus influenzali di diverso tipo che cosa significa? 4) In quanti modi il nostro organismo si difende dall’aggressione di un virus? Spiega sostanzialmente in cosa consiste la differenza. 5) Classifica i linfociti e sottolinea il ruolo di ciascuna categoria 6) A volte quando si starnutisce con molta frequenza e si arrossano le mucose degli occhi il medico diagnostica un’allergia Che cosa sta succedendo? 7) Che differenza esiste tra un’influenza ed un raffreddore (allergico)? 8) Su cosa si basa il principio della vaccinazione contro l’influenza? 9) Potrebbe essere preparato un siero contro un influenza? Spiega che cosa occorrerebbe per prepararlo 10) Perché è importante comunque consultare un medico quando compaiono i sintomi influenzali descritti nella scheda ? E’ giusto prendere gli antibiotici per curarsi da un influenza? Motiva la risposta

12 GRIGLIA DI VALUTAZIONE P punt.1 È avvenuta un’infezione virale (0,6)cioè in alcune cellule dell’organismo si stanno moltiplicando dei virus (0,4) punt.1Epidemia =Diffusione rapida (0,1) di una malattia contagiosa (0,1) in una zona (0,4); pandemia = diffusione in diversi continenti (0,4) punt.1Presenza di virus diversi (0,5) che comportano allarmi diversi per il sistema immunitario (0,5) punt.2 Due modalità: Sistema aspecifico (0,2)→ aggredisce senza selezionare (0,2) tramite: barriere di difesa (ciglia,lacrime, mucose) (0,1), proteine attive contro i virus (0,1)→ interferoni (0,1), fagociti (0,1)capaci di inglobare e distruggere (0,2) → intervengono come barriera anche organi linfoidi (0,1) es. tonsille(0,1) Sistema specifico: riconosce(0,2),elimina (0,2) memorizza (0,2) tramite linfociti (0,2) punt.2 Linfociti T (0,2) → strategia cellulare (0,3) → attacco diretto Ag. (0,2) tramite segnali chimici (0,1) → stimolazione linfociti B (0,2) Linfociti B (0,2) → strategia umorale (0,3) → attacco indiretto tramite produzione (0,1) → plasmacellule (0,1) produttrici di Ac (0,1) e cellule della memoria (0,2)

13 punt.1 Eccessiva produzione di muco,irritazione delle mucose (lacrime starnuti, tosse)(0,3), dovuto alla liberazione di sostanze particolari (istamina) (0,2) causata dalla presenza di molte IgE (0,3) presenti sui mastociti (0,2) punt.1Il raffreddore allergico si manifesta per un comportamento anomalo del sistema immunitario (0,5),l’influenza è una malattia causata da un agente parassita (0,1) un virus da cui l’organismo si difenderà in modo adeguato (0,4) punt.1Prevenzione (0,5) grazie all’introduzione del virus ucciso o reso inattivo (0,5) punt.1Si (0,3)Ac (gammaglobuline) (0,1) prelevati dal sangue di donatori di sangue precedentemente vaccinati o comunque già venuti a contatto con il virus (0,6) punt.1Perché si presentano sintomi svariati che potrebbero essere associabili ad altre patologie e per il pericolo di complicazioni punt.1No (0,3) perché sono farmaci che distruggono le pareti dei batteri (0,7)

14 Risposte ai quesiti sul modulo SALUTE E MALATTIA: IL SISTEMA IMMUNITARIO ( con particolare riferimento ai virus influenzali )

15 N°1 QUALI POTREBBERO ESSERE LE CURIOSITÀ DEGLI STUDENTI SULL’ARGOMENTO GENERALE TRATTATO?

16 Perché quando circola l’influenza e il mio compagno di banco si ammala, può capitare che io sia contagiato ? ma ciò non accade sempre perché? Perché sale la febbre quando prendiamo l’influenza? Perché sentiamo tutte le “ossa rotte”? Perché la nonna dice che bisogna bere tante spremute di arancia? Perché mio nonno si vaccina contro l’influenza ed invece io no? Perché l’epidemie influenzali arrivano sempre in Italia durante il periodo invernale?

17 N°2 QUALI SONO LE INTERAZIONI TRA ASPETTI DI NATURA SCIENTIFICA E QUELLI DI NATURA APPLICATIVA?

18 Lo scopo di questo percorso didattico è quello di avviare i ragazzi ad una difesa consapevole della salute acquisendo abitudini di vita corrette ed imparando ad utilizzare in modo razionale le strutture sanitarie

19 N°3 QUALI LE APPLICAZIONI ALLA VITA DI TUTTI I GIORNI?

20 Essere consapevoli che in caso di sintomi di malessere organico è bene rivolgersi al medico che può intervenire e risolverli con rimedi opportuni. Saper tenere comportamenti adeguati sia nei riguardi della comunità che in riferimento alla propria persona nel caso si sia contratta una malattia infettiva Cercare fonti di informazioni sicure prima di seguire falsi allarmismi di comportamento

21 N°4 QUALI SONO I CONCETTI ESSENZIALI PER LA COMPRENSIONE DELL’ARGOMENTO SVOLTO?

22 SAPERE che una malattia deriva da una qualsiasi alterazione dello stato fisiologico dell'organismo capace di ridurre, modificare negativamente o persino eliminare le funzionalità normali del corpo. SAPERE che il passaggio dallo stato di salute a quello di malattia dipende dalle variazioni di numerosi fattori: fattori fisici (acqua aria suolo), fattori ambientali: ambiente biologico (presenza di microrganismi,vettori),ambiente sociale fattori individuali : stile di vita: condizione culturale e sociale,relazioni :affettive,sociali famigliari, patrimonio genetico

23 SAPERE delle capacità di reazione dell’organismo tramite il sistema immunitario SAPERE riconoscere le differenze di alcuni agenti patogeni ( es virus, batteri, proteine estranee) SAPERE riconoscere l’importanza della prevenzione e di una informazione corretta su qualsiasi argomento riguardante la salute

24 N°4 Quanto sono importanti per l'apprendimento/comprensione /applicazione dell'argomento scelto, alcune abilità, quali usare correttamente rappresentazioni grafiche, formali, matematiche ecc? N°5 Qual è l'importanza dell'aspetto quantitativo per situare correttamente l'argomento nel contesto generale ambientale/sociale/ ecc ?

25 Per imparare ad osservare in modo corretto la realtà che ci circonda è opportuno conoscere e applicare il metodo sperimentale Per questo argomento si può partire con un ‘indagine qualitativa ma sarà comunque indispensabile eseguire anche osservazioni quantitative che richiedono strumenti di misura,per verificare l’esattezza delle ipotesi avanzate La conoscenza delle proprietà della materia espresse da certe grandezze fisiche è indispensabile per la comprensione oggettiva dell’ argomento. Molto utile per situare correttamente l'argomento nel contesto generale ambientale/sociale/ etc.. etc.. sarà l’interpretazione di grafici statistici ( es sulla diffusione delle malattie,sull’incidenza di certe patologie ecc)

26 N°5 L'argomento si presta ad essere illuminato con esempi e controesempi, allo scopo di iniziare una discussione? Fare riferimento alla presentazione precedente (Un caso particolare d’infezione: l’influenza)


Scaricare ppt "SALUTE E MALATTIA L’INFLUENZA Un percorso di Carla MARCHI."

Presentazioni simili


Annunci Google