La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

GRUPPO TELECOM ITALIA Quale ricerca e quale didattica servono alle aziende italiane? RIUNIONE ANNUALE 2007 - Roma, 18-20 giugno 2007 Fulvio F. Faraci –

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "GRUPPO TELECOM ITALIA Quale ricerca e quale didattica servono alle aziende italiane? RIUNIONE ANNUALE 2007 - Roma, 18-20 giugno 2007 Fulvio F. Faraci –"— Transcript della presentazione:

1 GRUPPO TELECOM ITALIA Quale ricerca e quale didattica servono alle aziende italiane? RIUNIONE ANNUALE Roma, giugno 2007 Fulvio F. Faraci – Telecom Italia

2 | F.F. Faraci - TILab GRUPPO TELECOM ITALIA 1  Il sistema industriale italiano non appare essere particolarmente “innovation driven” se confrontato con altre economie Europee  L’innovazione (leggi Valore Aggiunto) e’ l’unica strada per competere in un mercato globale Innovazione e Impresa

3 | F.F. Faraci - TILab GRUPPO TELECOM ITALIA 2 Aziende innovative: siamo i primi dei “follower”……  Anche le aziende piu’ innovative hanno difficoltà a reggere il passo di innovazione dei paesi emergenti Europei (…….e non)

4 | F.F. Faraci - TILab GRUPPO TELECOM ITALIA 3 ICT: il divario Italiano  ICT e’ traino dell’innovazione  Occorre superare lo “ICTdivide” soprattutto della piccola e media impresa  “no ICT – no (future) business” MERCATO IT Francia Germania Italia Regno Unito Spagna Unione Europea Fonte: EITO Distribuzione imprese (95,6%) (4,3%) (0,1%) Totale imprese (56.7%) (24.8%) (18.4%) Medie addetti Piccole 1-49 addetti Totale Spesa IT mln € Distribuzione Spesa IT Valori in Mln di Euro e % sul totale mercato IT al netto del Consumer Grandi >250 addetti Fonte: Aitech-Assinform/NetConsulting 2007

5 | F.F. Faraci - TILab GRUPPO TELECOM ITALIA 4 ICT e sistema paese Wired accessWireless access Local exchanges with ADSL UMTS antenna site  Vi e’ un forte investimento sulle piattaforme ICT abilitanti  Occorre accellerare sulla competenza che permetta lo sfruttamento di business di tali piattaforme e tecnologie

6 | F.F. Faraci - TILab GRUPPO TELECOM ITALIA 5  The connected enterprise, based on knowledge and flexibility  Creativity in products and services tied to Contents  Health and the age pyramid  Energy/environment  The transport bottleneck  Education and the interdisciplinary approach  Security New opportunities for the ICT emerging from service and production contexts showing a high elasticity to innovation (creative destruction role of ICT) The ICT can recover value (and incentives to investments) by acting on the negative externalities tied to: environment (mobility, energy), the manufacturing and the social service context (health, ageing) New ICT Challenges (from ISTAG vision document) |  Università anche quale formatore di competenze sullo sfruttamento dell’ICT  Cross- disciplinarita’ fra tecnologia e nuovi fronti applicativi

7 | F.F. Faraci - TILab GRUPPO TELECOM ITALIA 6 Partnership fra Telecom Italia e Universita’ Berkeley MIT Boston UniTO: Context Awareness, Navigazione multi-dimensionale delle tassonomie, semantic social tagging, Mobile TV PoliTO: Ambient Intelligence & Communication, Super 3G, studio comparativo protocolli di comunicazione in ambito Infomobility, Radio System, Tecniche di signal processing avanzate per sistemi OFDM multi-antenna, gestione reti “ad hoc” Master ICT Boella: Health Care & ZigBee RadioLab: seamless communication UniGe: Context Awareness Lab UniMO-RE: LabInter-tainment (Interaction and Entertainmen UniBO: Conetxt awareness Lab; Wireless Video Sensor Networks e energy harwesting CIGBO: Esposizione alle radiofrequenze della telefonia mobile – analisi genetica Berkeley Wireless Sensor Networl Lab MIT Communication Future Program Columbia: SIP Peer 2 Peer UniBR: Algoritmi di analisi audio-video Uni VR: Architettura eEPC, RFID e ZigBee UniTrento: QoS Monitor Agents per il monitoraggio E2E della QoS su rete integrata fisso-mobile Uni PI: Tecnologie MIMO, Aspetti radio 2G, 3G e Super 3G UniFI: Sicurezza reti mesh WiFi UniNA: Stima della posizione e della velocita' di terminali radiomobili CNRNA: Valutazione esposizione umana a campi elettromagnetici per la telefonia cellulare UniSannio: Open Service Bus (OSB) per architetture SOA con tecnologie Open Source UniParma: sviluppo prototipo SCE per ambiente OSS (NNEM) PoliMI: VDC realistiva Sistemi ibridi Telco/IT in ambiente SOA Collaborazioni Progettuali Technology (anno) = c.a. 2 Mln€ Collaborazioni Formative TI (anno) = c.a. 3 Mln€: 2 Mln€ per Master + 1 Mln€ tirocini (tesi, stage)

8 | F.F. Faraci - TILab GRUPPO TELECOM ITALIA 7 Spunti di riflessione: Presidiare gli snodi tecnologici  identificare/ipotizzare gli snodi tecnologici chiave nei settori industriali  Focalizzare su tali snodi lo sviluppo di Centri di Eccellenza Universitari quali partner essenziali dell’industria  sulle tecnologie, che, per le loro caratteristiche intrinseche, non possono essere dominate in maniera soddisfacente dall’industria  per il loro taglio temporale  per la specifica conoscenza algoritmico/tecnologica  per la profondità del dettaglio tecnologico/teorico necessaria alla loro comprensione.  Fare evolvere il rapporto fra Industria e Università da “outsorcing” di competenze verso un vero rapporto di partnership, ove  L’Università mette in gioco l’eccellenza tecnologica, conquistata attraverso le proprie ricerche in specifici campi,  L’Industria fornisce gli indirizzi ed i requisiti applicativi per integrare tale eccellenza nelle soluzioni di domani.

9 | F.F. Faraci - TILab GRUPPO TELECOM ITALIA 8 Spunti di discussione: Focalizzazione ed allineamento  Focalizzazione sulle eccellenze  Disincentivazione della frammentazione e incentivazione della focalizzazione – (i.e. stare sopra il benchmark mondiale alcuni temi focali)  Allineamento Universita’- Industria  Premiare il trasferimento Universita’-Industria  Introdurre meccanismi che favoriscano tale allineamento  Allineare (parte) dei finanziamenti pubblici sulle tematiche di interesse dell’industria  Istituire dei modelli virtuosi: e.g. per ogni euro di finanziamento industriale all’universita’ associare X euro di finanziamento pubblico che  permettano l’allungamento dell’orizzonte temporale della ricerca  favoriscano la crescita di massa critica su temi di interesse dell’industria


Scaricare ppt "GRUPPO TELECOM ITALIA Quale ricerca e quale didattica servono alle aziende italiane? RIUNIONE ANNUALE 2007 - Roma, 18-20 giugno 2007 Fulvio F. Faraci –"

Presentazioni simili


Annunci Google