La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche1 Università degli Studi di Padova Biblioteca V. Pinali 2 Marzo 2006 Marina Cimino LA DIGITALIZZAZIONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche1 Università degli Studi di Padova Biblioteca V. Pinali 2 Marzo 2006 Marina Cimino LA DIGITALIZZAZIONE."— Transcript della presentazione:

1 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche1 Università degli Studi di Padova Biblioteca V. Pinali 2 Marzo 2006 Marina Cimino LA DIGITALIZZAZIONE Marina Cimino Università degli Studi di Padova Biblioteca – Dip. Scienze Ginecologiche Via Giustiniani, 3 Tel ; Fax

2 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche2 LA DIGITALIZZAZIONE. PRINCIPI. PROBLEMI. PROSPETTIVE. IPOTESI DI PROGETTO

3 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche3 LA BIBLIOTECA E’ un luogo in cui sono raccolti e conservati i libri E’ una raccolta organizzata di libri e altri materiali documentari per la consultazione, il prestito, la lettura e la conservazione

4 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche4 LA BIBLIOTECA IBRIDA E’ un’integrazione tra documenti su supporto diverso, analogico e digitale Non è storia moderna:. Antico Egitto: raccolte di tavolette di argilla e rotoli di papiro. Tardo Medioevo: raccolte di rotoli di papiro e codici pergamenacei

5 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche5 LA BIBLIOTECA IBRIDA Nel passato il termine indicava supporti diversi conservati insieme Oggi indica anche la loro integrazione Informazioni presenti nella veste cartacea tradizionale o in formati multimediali di tipo :. analogico(registrazioni audio e video). digitale (floppy, CD-rom…)

6 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche6 LA BIBLIOTECA IBRIDA Analogico: rappresentazione continua di determinate grandezze, la cui misurazione è possibile non per una riduzione a un denominatore numerico ma per comparazione con altri elementi del sistema Digitale: rappresentazione discreta di determinate grandezze, ossia nettamente distinte fra loro e riproducibili numericamente. Da “digit” e “digitus”. Es. misurazione del tempo: orologio Es. misurazione della temperatura: termometro

7 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche7 MATERIALE DIGITALE E’ un termine ampio che include:. Surrogati digitali, creati come risultato della conversione in forma digitale di materiali analogici (es. testo a stampa digitalizzato con scanner e accessibile in formato elettronico). Materiale nato digitale, che non ha origine analogica (es. pagina WEB)

8 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche8 MATERIALE DIGITALE Caratteristiche:. la numerabilità. la sequenzialità o serialità. la rappresentazione astratta

9 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche9 DIGITALIZZAZIONE Definizione:. Conversione di un segnale o codice analogico in un segnale o codice digitale che avviene tramite la traduzione di meccanismi analogici in valori numerici, cioè costituiti da una sequenza di bit (0 e 1=sistema digitale binario). Processo di creazione di file digitali attraverso la scansione o altre forme di conversione di materiali analogici. Il prodotto della digitalizzazione è un surrogato digitale

10 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche10 DIGITALIZZAZIONE Il termine digitalizzazione ha come sinonimi:. Conversione. Retroconversione. Cattura

11 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche11 DIGITALIZZAZIONE Caratteristiche del documento digitale :. Non necessariamente risiede su un supporto tradizionale. Lo si può materializzare mandandolo in stampa o visualizzandolo su uno schermo, mantenendolo intangibile. Es. pagina WEB, il supporto esiste ma è in remoto

12 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche12 DIGITALIZZAZIONE Un documento digitale possiede :. facile trasmissione. qualità elevata. riproduzioni fedeli. capacità di ricerca sul testo pieno. possibilità di realizzare una sofisticata indicizzazione (tramite metadati di accompagnamento). miglioramento continuo dell’interfaccia

13 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche13 DIGITALIZZAZIONE Perché si digitalizza?. per salvaguardare gli originali = digitalizzazione come conservazione (la digitalizzazione NON è conservazione. per migliorare l’accesso = digitalizzazione come accesso (la digitalizzazione E’ accesso)

14 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche14 DIGITALIZZAZIONE Vantaggi :. accesso di un vasto pubblico a quantità elevate di documenti, spesso rari o inavvicinabili. tutela di grandi insiemi documentari che vanno incontro a rapido degrado. capacità di raggiungere risorse fisicamente lontane e in luoghi diversi. possibilità di raccogliere e ordinare queste risorse in collezioni virtuali

15 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche15 DIGITALIZZAZIONE Svantaggi :. problemi di autenticità e autorevolezza del surrogato digitale rispetto all’originale. problemi derivanti dalla perdita della componente materiale del documento. problemi di conservazione tipici del materiale digitale. rischi derivanti da inadeguati procedimenti di conversione

16 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche16 CONSERVAZIONE Definizione : la conservazione del documento digitale (digital preservation) indica il processo di immagazzinamento, mantenimento e accesso ai materiali digitali, (sia surrogati che nati digitali), per il tempo considerato necessario E’ improprio l’uso del termine per indicare la conservazione di documenti analogici attraverso la loro digitalizzazione

17 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche17 CONSERVAZIONE Problemi di conservazione dei materiali digitali rispetto ai corrispondenti analogici :. maggiore fragilità. maggiore probabilità di diventare fisicamente e logicamente inaccessibili. il grado di obsolescenza dei prodotti elettronici è molto più elevato rispetto agli analogici. i tempi di vita dei formati elettronici sono assai brevi

18 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche18 CONSERVAZIONE La conservazione del digitale può essere:. a lungo termine=accesso continuo ai materiali digitali, o almeno alle informazioni in essi contenute, per un tempo indefinito. a medio termine=accesso continuo ai materiali digitali, al di là dei cambiamenti nella tecnologia, per un periodo di tempo definito. a breve termine=accesso continuo ai materiali digitali, sia per un periodo di tempo definito, sia finchè tale accesso è possibile a causa dei cambiamenti nella tecnologia

19 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche19 CONSERVAZIONE Obsolescenza tecnologica. scomparsa di un determinato supporto dal mercato Es. floppy disk da 5,25 pollici. mancata produzione di una serie di componenti indispensabili per l’utilizzo di determinati supporti Es. certi drive dei computer. mancata produzione di alcuni tipi di hardware (apparecchiature per l’utilizzo dei supporti digitali) o software (programmi per la loro lettura)

20 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche20 CONSERVAZIONE Task Force on Archiving Digital Information, Rapporto del 1996, ha evidenziato:. la fragilità e provvisorietà delle informazioni digitali. nessuna singola strategia si può applicare indifferentemente a tutti i supporti dell’informazione digitale. nessuno degli attuali metodi di conservazione è del tutto soddisfacente

21 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche21 CONSERVAZIONE Strategie di conservazione :. Realizzazione di hard copies = è un ritorno all’analogico, in quanto prevede la stampa su carta o la realizzazione di microfilm. Museificazione = ossia il mantenimento, come in un museo, di una quantità di hardware e software obsoleti

22 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche22 CONSERVAZIONE Strategie di conservazione:. Refreshing = tecnica volta a mantenere i bit in buono stato, copiando a distanze piuttosto brevi (ogni 2 o 3 anni) i dati su nuovi supporti. Migrazione = consiste, come il refreshing, nel trasferimento sistematico da una configurazione hardware/software prima che diventi obsoleta, ma prevede anche la ricodifica periodica (ogni 5 anni) dei dati perché questi possano essere letti dalle nuove generazioni di hardware e software

23 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche23 CONSERVAZIONE Strategie di conservazione :. Emulazione = l’aspetto e la funzionalità di una risorsa digitale è ricreato con l’imitazione delle caratteristiche dell’ambiente tecnologico superato tramite “incapsulamento” dei metadati e un emulatore della nativa piattaforma hardware. Archeologia digitale = insieme di criteri e metodi attraverso cui è possibile recuperare informazioni digitali danneggiate o perdute a causa dell’obsolescenza tecnologica di hardware e software o per il degrado fisico dei supporti

24 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche24 L’ATTREZZATURA La scelta deve essere vincolata ad una serie di variabili quali : Il tipo di materiale da digitalizzare Il budget previsto per il progetto La durata e la finalità del progetto

25 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche25 L’ATTREZZATURA L’acquisizione digitale dei documenti avviene tramite il processo di scansione che prevede particolari accorgimenti:. luce fredda. illuminazione di breve durata. assenza di contatto sulla superficie del documento. piani basculanti per i volumi rilegati

26 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche26 L’ATTREZZATURA Scanner piatto=flatbed va utilizzato solo con materiale:. di per se’ piatto. che non si danneggia se posto su una superficie piatta e rigida. di dimensioni non superiori alla superficie dello scanner

27 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche27 L’ATTREZZATURA

28 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche28 L’ATTREZZATURA Scanner planetario è molto più sofisticato e consente:. la digitalizzazione di documenti quali manoscritti e opere a stampa antiche e moderne. la digitalizzazione di opere in fogli o rilegate in volumi fino ad uno spessore di 12 cm. il posizionamento del materiale a faccia in su evitandone il danneggiamento

29 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche29 L’ATTREZZATURA Scanner planetario

30 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche30 L’ATTREZZATURA

31 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche31 L’ATTREZZATURA Fotocamera digitale Il suo uso sta diventando sempre più comune nei progetti di digitalizzazione perché permette:. versatilità nel fotografare oggetti non piatti. utilizzo per catturare il materiale che non può essere posto su uno scanner

32 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche32 L’ATTREZZATURA Fotocamera digitale

33 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche33 IPOTESI DI PROGETTO 54 Disegni anatomici=Tavole varie a colori e in b/n 40 Tavole di Kilian=calcografie 52 Tavole didattiche telate acquerellate 1 Volume illustrato=Anatomia uteri humani gravidi tabulis illustrata, W. Hunter, volume in tutta tela=Icones anatomicae ex optimis neotericum operibus, M.A.Leopoldi e F. Caldani, 1804

34 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche34

35 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche35

36 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche36

37 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche37

38 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche38

39 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche39

40 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche40

41 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche41

42 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche42

43 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche43

44 Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche44


Scaricare ppt "Marina Cimino - Biblioteca Dip. Scienze Ginecologiche1 Università degli Studi di Padova Biblioteca V. Pinali 2 Marzo 2006 Marina Cimino LA DIGITALIZZAZIONE."

Presentazioni simili


Annunci Google