La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA Facoltà di Ingegneria Informatica PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI ESTENSIONI AD UN FRAMEWORK GRAFICO MULTI-PIATTAFORMA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA Facoltà di Ingegneria Informatica PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI ESTENSIONI AD UN FRAMEWORK GRAFICO MULTI-PIATTAFORMA."— Transcript della presentazione:

1 UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA Facoltà di Ingegneria Informatica PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI ESTENSIONI AD UN FRAMEWORK GRAFICO MULTI-PIATTAFORMA PER SERVIZI SU TERMINALI MOBILI Relatore: Prof. Stefano Salsano Candidato: Giancarlo Conti

2 AMBITI:  Software  Hardware PROBLEMATICA : PORTABILITA’ - Sistemi operativi - Applicazioni / Servizi

3 PROGETTO SMS Paradigma della semplicità in 4 punti  Facilità d’uso  Configurazioni automatizzate  Meccanismi di affidabilità end-to-end  Aiuti per lo sviluppatore MOVE è il framework per lo sviluppo di servizi SMS: scritto in Java Micro Edition, è disponibile per gli OS Symbian, Windows Mobile, Blackberry e (presto) Android.  cross-platform (!!!)  Open Source  rispetta i principi del progetto SMS: CARATTERISTICHE:

4

5 Thinlet è il toolkit grafico utilizzato per la costruzione delle pagine del client. Widgets di Thinlet OBIETTIVI DELLA TESI  Lavorare al porting sulle diverse piattaforme  Superare le limitazioni preesistenti del framework  Migliorare/introdurre funzioni per aumentare le potenzialità grafiche  Facilitare l’aggiunta di nuovi servizi

6 Thinlet “simula” il comportamento dei campi di testo. L’input dell’utente è gestito da un elemento di javax.microedition.lcdui (il comparto grafico di base per Canvas) Digitazione utente Pressione Ok INAPPROPRIATA!! Modifica apportata: gestione “locale” dell’interazione tra utente ed elemento grafico. [abc] APPROPRIATA!! IMPORTANTE: definizione di gestioni appropriate per i diversi tipi di tastiera (qwerty, normale, su schermo)

7 FASE 1 : RAPPRESENTAZIONE DEL MENU’ Sx Menu Menubar Dx Menu Pagina senza menu FASE 2 : ASSEGNAZIONE DELLE AZIONI Aggiunta del testo sui pulsanti: conversione da inserimento di un comando a disegno di una stringa sullo schermo. Es: da addCommand(backCommand) a drawString(“Back”) Composizione di immagini PROBLEMI DI PORTING  SOLUZIONE: “Stratagemma grafico “ che aggira i problemi di Canvas in 5 fasi

8 Avvio della porzione di codice prevista per il comando sostituito: FASE 4 : GESTIONE DELLE AZIONI if (command==backcommand) {if (action.equals(“Back”)){ Codice per la gestione del comando } else if …} else if … Codice per la gestione del comando Sostituzione di tutte le pagine costruite con elementi del package javax.microedition.lcdui con le stesse fatte in Thinlet. FASE 3 : CONVERSIONE DELLE PAGINE JAVAX IN THINLET

9 Se il dispositivo è dotato della funzionalità, alla pressione delle zone di interesse del menù viene avviata la gestione codice come sopra. FASE 5 : ABILITAZIONE DEL TOUCH-SCREEN if (command==backcommand) { } else if … Codice per la gestione del comando if ( x getHeight() – 17 && txt==“Back”) { } else if … Codice per la gestione del comando Nel metodo pointerPressed(int x, int y):

10 Un’ulteriore aggiunta al GUI toolkit riguarda la possibilità di aggiungere elementi grafici che rendono le pagine più gradevoli. Per quanto semplice da gestire, la grafica di Thinlet rimane un po’ povera. Necessita di modifiche per migliorare il Look&Feel. Home Page originale del Client

11 SOLUZIONE: opzione per l’uso di immagini di sfondo nei pannelli. Il programmatore può inserire un’immagine, indicando se adattarla alle dimensioni della pagina o definendo la posizione dove disegnarla (la prima esclude l’altra). L’uso degli sfondi può essere combinato con la scelta dei colori di background. Immagine da aggiungere LeftCenterRight Top Center Bottom YPosition XPosition ADATTAMENTOPOSIZIONAMENTO LeftCenterRight Top Center Bottom YPosition XPosition

12 SOLUZIONE 2: migliorare l’aspetto dei componenti esistenti Introduzione di temi personalizzati:  Modifica alla rappresentazione di qualche componente  Modifica alla colorazione dell’intero ambiente

13 Sfruttando il framework con le nuove funzionalità e le funzioni a disposizione all’interno del client ho aggiunto alla piattaforma il servizio ACEA. Si compone di due parti principali:  SEZIONE INFORMATIVA: descrizioni della società ACEA, dei “nasoni” (fontanelle romane), e della qualità dell’acqua, pagina con i Credits.  SEZIONE SU MAPPA: localizzazione di “nasoni” e monumenti sul navigatore.

14 Icona di avvio WELCOME PAGE MAIN PAGE NAVIGATOR CREDITS INFO PAGE

15 NUOVE BASI PER SVILUPPI FUTURI:  FUNZIONALITA’ : aggiunta di elementi originariamente non previsti (es: T9 per le text) ;  MENU’ NON STANDARD : visualizzazioni alternative;  GRAFICA: estendere il raggio d’azione della personalizzazione a temi dell’applicazione; IL TUTTO PROGETTANDO SOLUZIONI CHE GARANTISCONO IL PRINCIPIO DI PORTABILITA’

16


Scaricare ppt "UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA Facoltà di Ingegneria Informatica PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI ESTENSIONI AD UN FRAMEWORK GRAFICO MULTI-PIATTAFORMA."

Presentazioni simili


Annunci Google