La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FACOLTÀ DI INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI CORSO DI LAUREA TRIENNALE "Misure del canale radio in reti 802.11n" Roma, 03/05/2010 RELATORE Prof.. STEFANO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FACOLTÀ DI INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI CORSO DI LAUREA TRIENNALE "Misure del canale radio in reti 802.11n" Roma, 03/05/2010 RELATORE Prof.. STEFANO."— Transcript della presentazione:

1 FACOLTÀ DI INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI CORSO DI LAUREA TRIENNALE "Misure del canale radio in reti n" Roma, 03/05/2010 RELATORE Prof.. STEFANO SALSANO CORRELATORE Ing. PIERLUIGI CHECCHI CANDIDATO MANDALIO ROBERTO 1

2 Miglioramento della modulazione Uso di MIMO 2x2 o 2x3 Riduzione del overhead dei protocolli Channel Bonding (20 Mhz 40 Mhz ) Uso di MIMO 4x4 300 Mbps 600Mbps 145 Mbps 300 Mbps 130 Mbps 145 Mbps 65 Mbps 130 Mbps 54 Mbps 65 Mbps Introduzione Rate Massimo 2

3 Sistema MIMO 3 Le radio multiple trasmettono e ricevono contemporaneamente sullo stesso canale Diversamente a quanto accade negli schemi tradizionali, dove al massimo si può sfruttare la diversity in ricezione Il sistema MIMO si descrive con una notazione del tipo: a x b : c a numero di catene RF in trasmissione b numero di catene RF in ricezione c numero di canali SDM (ciascun flusso utilizza OFDM)

4 Stima di Canale 4 Come ricavarli 1. Metodo estrazione “ NON-BLIND” 2. Stima di canale I coefficienti in figura rappresentano: 1.Cross-correlazione 2.Attenuazione 3.Rumore

5 Capacità e struttura pacchetto 5 Espressione per la capacità di MIMO Espressione più completa che include il rumore Incidenza degli overhead e degli acknowledgment risolta meccanismi di aggregazione del traffico Aggiornamento OFDM a) Aumento del numero di portanti: b) Aumento del rate di codifica di canale (FEC): 3/4 (802.11g) 5/6

6 Complessità MIMO 2*2 6 Phased array Beamforming Complessità sistema 2*2 Tecniche a diversità (Space time block coding)

7 Test 7 MISURE A SINGOLO CANALE a.Potenza in funzione del tempo (CCDF) b.Spettro c.Auto-correlazione d.Assestamento di freq. e fase (EVM) Trasmettitore Sistema di misura Agilant serie 90000

8 Test 8 MISURE A DOPPIO CANALE a.Coerenza b.Cross-correlazione Trasmettitore Ricevitore Stima canale Separazione multicanale dei dati 1.Unica sorgente 2.Sorgenti multiple Metodo key-hole Tempi di allineamento E cambiamenti di fase

9 Test Azimuth 9 Obiettivo ambiente libero da interferenze attenuazione segnale tra AP/STA programmabile e ripetibile Ottenere una curva reale Trhoughput vs Range trhoughput feet Linksys Buffalo Range Max 240

10 Configurazione hardware 10 script IxChariot firmware aggiornati Tabella throughput su tempo di stima per singolo client

11 Velocità dati – Portata del segnale 11 RicezioneTrasmissione Fatta con attenuazione di 1dB ogni 5 secondi con tempo di scansione di 5 secondi Linksys Range Max 240 Buffalo Range Max 240 Linksys Altro AP n Cisco g

12  per misure “analogiche” (es. potenza, maschere di emissione (SEM)) e’ sufficiente l’utilizzo di un analizzatore di spettro.  per misure vettoriali (es. EVM, IQ impairments), invece, e’ necessario utilizzare uno strumento che abbia due ingressi RF unitamente ad un software per le misure vettoriali (Vector Signal Analyzer). A tal proposito la soluzione suggerita e’ composta dall’oscilloscopio DSA90604A (6GHz) e il software VSA per l’analisi vettoriale  La configurazione del sistema Azimuth utilizzata non simula in questo caso un ambiente multipath ( anche se lo supportata), requisito indispensabile per la tecnologia MIMO.  Tutte le misure effettuate possono essere considerate solo l’inizio di una più ampia campagna di misure.  Qualora sia esistente una rete wireless composta da uno o due computer a breve distanza dall'access point o dal router g, utilizzati per lo più per la navigazione su Internet il passaggio a n non è giustificato. Conclusioni 12

13 13 " Grazie "


Scaricare ppt "FACOLTÀ DI INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI CORSO DI LAUREA TRIENNALE "Misure del canale radio in reti 802.11n" Roma, 03/05/2010 RELATORE Prof.. STEFANO."

Presentazioni simili


Annunci Google