La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Perché alcuni bambini non funzionano come gli altri? PAOLA VENUTI Laboratorio di Osservazione, Diagnosi e Formazione Dipartimento di Psicologia e Scienze.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Perché alcuni bambini non funzionano come gli altri? PAOLA VENUTI Laboratorio di Osservazione, Diagnosi e Formazione Dipartimento di Psicologia e Scienze."— Transcript della presentazione:

1 Perché alcuni bambini non funzionano come gli altri? PAOLA VENUTI Laboratorio di Osservazione, Diagnosi e Formazione Dipartimento di Psicologia e Scienze Cognitive Università di Trento Convegno-Bambini con deficit di attenzione, come aiutarli a scuola e in famiglia. Pergine 18 aprile 2015

2 L’insuccesso scolastico Che vuol dire funzionare Andare bene e raggiungere obiettivi prestabiliti Essere contenti e curiosi Impegnarsi, divertirsi e migliorarsi

3 Pigri Disattenti Poco motivati Poco impegnati Se non si funziona come gli altri si è:

4 Aumento delle lacune scolastiche Aumento della sfiducia in se stessi Difficoltà nell’acquisizione di strategie metacognitive e nella regolazione emotiva Queste attribuzioni conducono a:

5 Molti bambini a scuola non riescono ad adattarsi facilmente per motivi diversi:  Storia familiare e personale, [fattore sociale]  problemi temperamentali e di sviluppo [ fattore biologico]  Strutturazione dell’ambiente. Perché non sempre si funziona bene I loro comportamenti a scuola diventano problematici se la classe è strutturata secondo modelli “tradizionali” che aumentano lo stato di disagio e di ansia del bambino

6 Quale è la storia familiare e personale del ragazzo STORIA Come sono e come vengono utilizzate le sue competenze? COGNIZIONE Come gestisce le sue emozioni e come è strutturato l’ambiente? AFFETTIVITA’ Che domande farsi?

7 La relazione adulto-bambino determinando affetto ed emozione attiva il funzionamento del cervello del bambino La storia personale e relazionale Una relazione adeguata e stabile aiuta a sviluppare le competenze cognitive e la capacità di gestire le emozioni e risolvere problemi

8 Fattori determinanti per un adeguato sviluppo e adattamento sociale Avere una relazione di attaccamento con un adulto significativo Attivare le capacità mentali per la conoscenza del mondo circostante Lo sviluppo è un processo omogeneo in cui gli ambiti affettivo, cognitivo e sociale sono integrati ed interagiscono tra di loro. Cosa determina la relazione con l’adulto

9 Come si sviluppa la mente differenze biologico- costituzionali Interazione bambino-caregiver differenze culturali- ambientali Evoluzione delle strutture mentali Affetti

10 Alterazioni nello sviluppo della mente Disturbi del neurosviluppo Disturbi che insorgono nella prima infanzia e che permangono nel corso della vita Dipendono da una alterazione nella gestazione del cervello (causa genetica e ambientale) Alterano alcuni funzionamenti ma molte parti sono integre  Disturbi dello spettro autistico  Deficit di attenzione e iperattività  Disturbi specifici dell’apprendimento  Disturbi del linguaggio  Disabilità intellettive

11 percezionemotricità Regolazione emotiva socializzazione memoria associazione Comunicazione e linguaggio Lo sviluppo tipico

12 percezione motricità Regolazione emotiva socializzazione memoria associazione Comunicazione e linguaggio Lo sviluppo atipico

13 Diversità nel funzionamento della mente Aree di forte competenza Aree di forte debolezza Tempi di concentrazione diversi Funzionamenti diversi non funzionamenti deficitari

14 Emozione e apprendimento Le azioni con cui il bambino opera sulla realtà sono sempre accompagnate da reazioni emotive oltre che percettive, cognitive e motorie e sono proprio queste che secondo Greenspan guidano lo sviluppo dell'intelligenza. ponti L’intelligenza è la capacità di creare delle connessioni o ponti tra un sentimento o un desiderio e un’azione o la sua rappresentazione mentale.

15 Ne deriva che nessun processo di apprendimento può essere realizzato se non sono state raggiunte le abilità evolutive di base che caratterizzano i diversi livelli della mente, quali:  la capacità di attenzione  la comunicazione e interazione  la capacità di concentrarsi  la capacità di ascoltare, stare seduto, di comprendere lo scopo del compito, ecc.. Come avviene l’apprendimento

16 Desiderio Curiosità Piacere di apprendere Relazione positiva con l’insegnante Quando un bambino riesce a soddisfare gli obiettivi che pone l’insegnante e instaura una relazione positiva di fiducia e affettività riesce ad ottenere un buon apprendimento perché è motivato ad apprendere Processo di apprendimento

17 gratificante Di conseguenza, per chi possiede queste abilità stare in classe, ascoltare il docente e fare i compiti diventa un’esperienza non solo facile ma gratificante. frustrante Diversamente per chi non le ha ancora raggiunte tutto diventa difficile e frustrante.

18 In che cosa si sbaglia ancora a scuola Credere che i bambini della stessa età siano allo stesso stadio evolutivo e che tutti abbiano le stesse premesse e competenze Credere che si impari attraverso presentazioni, immagini, memorizzazioni e non attraverso affettività e scambio emotivo Eccezionalità di alcuni Negare il valore dell’esperienza

19 Una Didattica che aiuta chi “non funziona” E’ orientata evolutivamente Sintonica Rispetta il livello di ogni alunno Costruttiva Non presenta nozioni ma problem solving Attiva Si basa su esperienze su cui si riflette e si studia

20 Una Didattica Costruttiva Parte dal piacere e dalle migliori competenze dell’alunno Rispetta i ritmi di apprendimento individuali E’ individualizzata a secondo dei bisogni degli alunni

21 Utilizzo di metodi di insegnamento che sviluppino: Aspetti cognitiviCompetenze sociali Relazioni Sviluppo affettivo globale

22 Apprendi mento Lavorare su abilità evolutive di base Emozioni ed interazioni

23 In assenza di una cornice di riferimento emotivo- esperenziale significativa il processo di apprendimento si realizza in maniera meccanica, rigida e poco flessibile, chiunque abbia dei bisogni speciali fallisce, interrompe il processo di apprendimento e non funziona come gli altri

24 GRAZIE


Scaricare ppt "Perché alcuni bambini non funzionano come gli altri? PAOLA VENUTI Laboratorio di Osservazione, Diagnosi e Formazione Dipartimento di Psicologia e Scienze."

Presentazioni simili


Annunci Google