La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Temperamento Caterina Fiorilli

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Temperamento Caterina Fiorilli"— Transcript della presentazione:

1 Temperamento Caterina Fiorilli

2 Definizione/i Dimensione poco usata nella cultura italiana –Cos’è per voi il temperamento? –Quanti e quali tipi di temperamento esistono? –Quali dimensioni include? –Come lo misurereste? –Qual è l’età migliore per rilevarlo? –Dura tutta la vita? –Rimane stabile o si trasforma?

3 Storia di un costrutto origini: Ippocrate di Cos ( a.C) Galeno di Pergamo ( d.C.) Jung ( ) Eysenk ( )

4 Storia di un costrutto Ippocrate di Cos ( a.C) Elaborò la teoria degli umori secondo cui il nostro corpo è governato da 4 umori: sangue, bile gialla, bile nera, flegma L'individuo è in salute se i suoi umori sono in equilibrio, altrimenti va incontro alla malattia

5 Storia di un costrutto Ippocrate di Cos ( a.C) 4 umori base: Bile nera (terra), nella milza Bile gialla (fuoco), nel fegato Flemma (acqua), nella testa Sangue (aria), nel cuore

6 Storia di un costrutto Galeno ( a.C) Dalla teoria degli umori ai temperamenti: 4 temperamenti Flegmatico Melanconico Collerico Sanguigno

7 Storia di un costrutto Galeno ( a.C) Malinconico, con eccesso di bile nera (magro, debole, pallido, avaro, triste) Collerico, con eccesso di bile gialla (magro, asciutto, di bel colore, irascibile, permaloso, furbo, generoso e superbo) Flemmatico, con eccesso di flegma (beato, lento, pigro, sereno e talentuoso) Sanguigno, con eccesso di sangue (rubicondo, gioviale, allegro, goloso)

8 Storia di un costrutto La classificazione sulla base dei 4 elementi riguarda più dimensioni: 4 qualità: freddo, caldo, secco, umido 4 stagioni: primavera, estate, autunno ed inverno 4 fasi del ciclo di vita: infanzia, giovinezza, maturità e vecchiaia 4...

9 Storia di un costrutto La teoria galeniana degli umori è il tentativo di 'descrivere' e 'classificare' il carattere - le sue opere furono tradotte in latino nel 1060 provocandone la diffusione universale - il suo lavoro influenzò le pratiche mediche fino all'età moderna Ebbe effetti importanti nelle elaborazioni psicologiche del XVIII e XIX secolo

10 Storia di un costrutto Jung ( ) Tipi psicologici: introversione e estroversione distinzione di due individui tipici e fondamentali distinti per l'opposto orientamento della loro libido primaria (intro-versa o estro-versa)

11 Storia del costrutto Ambiti di applicazione e studio del costrutto in tempi moderni: Temperamento e Personalità Studi sui 'tratti temperamentali' Eysenck (1970): tipi di personalità e temperamento –Introverso/estroverso –Nevrotico –Psicotico sviluppo della personalità su base biologica

12 Storia del costrutto A partire dagli anni '80 e '90 il temperamento è studiato in relazione ad aspetti psicologici diversi, ad esempio: - temperamento e soddisfazione del lavoro - temperamento e abilità nella guida di un aeroplano - temperamento e felicità - temperamento e abilità nel lavoro con il computer - temperamento e opinione politica di destra e di sinistra - …. (per un approfondimento bibliografico vedi Axia 2003)

13 Storia del costrutto Aspetti critici emersi nel tempo: - importanza della rilevazione sui bambini - rischio di misurazione del temperamento sulla base di teorie dei tratti di personalità perché assumono questo principio: –È molto probabile che una certa caratteristica misurata nel tempo A predica un tratto o una condizione nel tempo B –Acquisita una caratteristica il tratto rimane immodificabile dall'esperienza successiva

14 Storia del costrutto La ricerca evolutiva sul temperamento ha invece messo in luce che: Il fatto che una caratteristica sia innata non vuol dire che essa sia necessariamente immodificabile

15 Teoria di Kagan Jerome Kagan ha proposto una teoria del temperamento che tiene insieme questi elementi: –Innato –Ambiente –Trasformazione Metodo di lavoro: osservazione longitudinale Osservato circa 800 bambini dal primo anni di vita in poi

16 Teoria di Kagan Kagan (1994): ha osservato circa 800 bambini dal primo anno di vita in poi rilevando che: - bambini di 4 mesi: mostrano risposte diverse in presenza di stimoli (visivi, uditivi, olfattivi) non familiari - 20% dei bambini mostra grande reattività con attivazione motoria accentuata (agitazione arti, inarco, pianto, etc.) - 35% dei bambini rimane calmo e tranquillo

17 Teoria di Kagan - 20% dei bambini mostra grande reattività con attivazione motoria accentuata (agitazione arti, inarco, pianto, etc.) - 35% dei bambini rimane calmo e tranquillo Come ci aspettiamo che siano dopo un anno?

18 Teoria di Kagan se utilizziamo una teoria dei tratti dovremmo aspettarci, per il gioco delle probabilità, il mantenimento del tratto temperamentale nel tempo, secondo cui: Bambini poco reattivi → inibiti Bambini molto reattivi → disinibiti

19 Teoria di Kagan a distanza di 10 mesi (quindi a 14 mesi) i due gruppi di bambini reagiscono in modo speculare quando vengono posti di fronte a stimoli non familiari

20 Teoria di Kagan Cosa ha osservato Kagan (1994) e Kagan e Snidman (1991): - bambini reattivi a 4 mesi diventano a 14 mesi: paurosi e inibiti - bambini poco reattivi a 4 mesi diventano a 14 mesi: disinibiti Osservazioni fatte in situazioni di gioco in presenza di madre e di oggetti e persone non familiari

21 Teoria di Kagan bambini reattivi a 4 mesi diventano a 14 mesi: paurosi e inibiti bambini poco reattivi a 4 mesi diventano a 14 mesi: disinibiti Cos'è accaduto?

22 Teoria di Kagan Facciamo un passo indietro cos'è la reattività - come reagisce l'ambiente

23 Teoria di Kagan Reattività Risposte psicofisiche agli stimoli esterni, come ad esempio: –Conduzione elettrica della pelle –Frequenza cardiaca –Pressione sanguigna

24 Basi biologiche del temperamento Reattività

25 Basi biologiche del temperamento Reattività Rothbart (1987), Rothbart, Derryberry (1981): I processi reattivi sono influenzati da: intensità dello stimolo; novità; valore di segnale; stato interno del bambino - misure della reattività: –Soglia –Latenza –Intensità della risposta

26 Basi biologiche del temperamento Reattività Nella prima infanzia: presenza di patterns che differenziano i bambini alla nascita ma che non sono stabili Ma questi patterns psicofisici sono: – Difficili da misurare – Instabili nel tempo – Soggetti a trasformazioni in relazione all'ambiente

27 Ambiente e temperamento Jerome Kagan Ambiente

28 Ambiente e temperamento Jerome Kagan Importante aspetto adattivo: –L'inibizione sul piano comportamentale servirebbe a proteggere il bambino da un eccesso di reattività –L'ambiente: può far perseverare un aspetto inibito oltre l'infanzia (esempio sostenendo la timidezza e la paura verso il nuovo)

29 Ambiente e temperamento Ruolo del contesto Thomas e Chess (1977): –Goodness of fit Superamento della teoria dei tratti Interazione tra caratteristiche individuali e quelle ambientali Comportamenti adattivi (anche ad un ambiente patologico)

30 Teoria di Kagan bambini reattivi a 4 mesi diventano a 14 mesi: paurosi e inibiti bambini poco reattivi a 4 mesi diventano a 14 mesi: disinibiti Cos'è accaduto?

31 Teoria di Kagan Esempio: Kagan et al. (1987): –Temperamento inibito di fronte alla novità è il risultato di una soglia costituzionalmente più bassa per l'attivazione dei circuiti dello stress nel sistema limbico –Quindi: bambini particolarmente inibiti hanno un livello più alto di reattività neuroendocrina con una maggiore produzione di cortisolo

32 Teoria di Kagan Cortisolo e temperamento Kagan et al. (1987): –Nei loro studi trovano che la produzione di cortisolo sia più alta in bambini che tendono ad evitare le situazioni (inibiti) rispetto a quelli coraggiosi

33 Teoria di Kagan Jerome Kagan I bambini molto reattivi ereditano una soglia bassa di eccitabilità dell'amigdala e dei suoi circuiti I bambini poco reattivi ereditano una soglia alta

34 Teoria di Kagan Jerome Kagan Sviluppo successivi del temperamento Inibizione/disinibizione spiega la variabilità del 40 dei bambini, di cui: –15% è inibito: di fronte al nuovo si mettono tranquilli, sono contenuti, vigili e evitanti, valutano la situazione prima di agire –25% è non inibito: spontanei e socievoli Se capitano nell'una o nell'altra categoria tendono a rimanerci fino agli 8 anni o alla preadolescenza

35 Definizione del Temperamento A partire dai lavori di Kagan e di altri autori che hanno rilevato longitudinalmente e per osservazione diretta i comportamenti indicativi di temperamento, oggi c'è un comune accordo su alcuni elementi (Bates, 1989) secondo cui il temperamento consiste: 1. nelle differenze individuali a base biologica 2. osservabili nel comportamento 3. a comparsa precoce 4. relativamente stabili nel tempo (nei correlati fisiologici) 5. persistenti in contesti diversi 6. influenzabili dall'ambiente e dall'esperienza (nei correlati psicologici) 7. associabili a sviluppi atipici e psicopatologie

36 Video Stella Chess: https://www.youtube.com/watch?v=bnuceyN483Y Interviste a delle madri: https://https://www.youtube.com/watch?v=tLQdd6R79xw Simulazioni: https://https://www.youtube.com/watch?v=25nooinsHbc Intervista a J. Kagan https://www.youtube.com/watch?v=rzgHhhU-GQY

37 Video Kagan spiega il temperamento: https://www.youtube.com/watch?v=CGjO1KwltOw&list=PLuhaZYmgn9Q5i8mij4LSlDdYCi5lLapdc


Scaricare ppt "Temperamento Caterina Fiorilli"

Presentazioni simili


Annunci Google