La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Roma e il suo Impero fine dell’ Impero d’ Occidente & inizio del Medioevo nasce Maometto & si diffonde l’Islam dai Merovigi ai Carolingi scontro tra Impero.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Roma e il suo Impero fine dell’ Impero d’ Occidente & inizio del Medioevo nasce Maometto & si diffonde l’Islam dai Merovigi ai Carolingi scontro tra Impero."— Transcript della presentazione:

1

2 Roma e il suo Impero fine dell’ Impero d’ Occidente & inizio del Medioevo nasce Maometto & si diffonde l’Islam dai Merovigi ai Carolingi scontro tra Impero E Chiesa 27 a.C.1000 d.C d.C. 570 d.C. 476 d.C.

3 27 a.C. ORGANIZZAZIONE ROMANA STORIA DI ROMA Roma e il suo Impero

4 Torna alla pagina iniziale La Società e lo Stato imperiale Romano COME ERA ORGANIZZATO L’IMPERO ROMANO?  aveva conquistato tutto il mondo allora accessibile e conosciuto; aveva conquistato tutto il mondo allora accessibile e conosciuto;  l’Impero era diviso in province autonome; l’Impero era diviso in province autonome;  Roma offriva molti servizi ai suoi cittadini; Roma offriva molti servizi ai suoi cittadini;  Le campagne producevano la maggior parte delle ricchezze; Le campagne producevano la maggior parte delle ricchezze;  Aveva una struttura sociale organizzata secondo il reddito: Aveva una struttura sociale organizzata secondo il reddito:

5 Torna alla pagina iniziale

6 L'organizzazione territoriale dell'impero romano dal I al III sec d.C. Il territorio dell'impero romano ai tempi di Augusto ( I sec d.C ) comprende tutte le coste del Mediterraneo: a nord il confine si riconferma lungo il Reno, a nord est sulla linea del Danubio. In Oriente Roma si sostituisce alle monarchie ellenistiche. Sotto la casa Giulio - Claudia si organizza l'amministrazione imperiale e si ottengono vittorie militari sui Germani, si sottomette la Mauretania e la Britannia, si ottengono anche vittorie sui Parti. Traiano ( ) porta l'impero alla sua massima estensione con l'acquisizione di Armenia e Cappadocia, in parte abbandonate da Adriano per rafforzare il limes. Le incursioni esterne iniziano con le azioni dei Parti in Asia e dei Germani sul Danubio, contro i quali interviene Marco Aurelio ( ). All'inizio del III sec. Settimio Severo combatte nuovamente contro i Parti, minacciosi ad Oriente.

7 Torna alla pagina iniziale PROVINCE ROMANE Dato che amministrare un dominio tanto vasto non era cosa semplice, Roma aveva diviso il suo Impero in aristocrazie locali, cioè PROVINCE AUTONOME, alle quali l’impero chiedeva sottomissione e lealtà, ma in cambio concedeva ampia libertà di autogoverno. EGITTO GALLIA PALESTINA

8 Torna alla pagina iniziale GIOCHIE E SPETTACOLI: L’Imperatore organizzava spesso giochi e spettacoli, per essere acclamato e amato dal popolo. Infatti se non era un Imperatore benvoluto, era spesso uccise dai suoi successori che volevano diventare a loro volta imperatori. L’Imperatore costruiva anfiteatri, nei quali si svolgevano gli scontri tra i gladiatori, lotte tra belve e uomini. SERVIZI ROMANI

9 Torna alla pagina iniziale ANNONA CIVILE E MILITARE: Sempre per lo stesso motivo (la fama e la benevolenza del popolo), l’Imperatore distribuisce gratuitamente delle razioni di frumento, per il popolo o per i soldati. SERVIZI ROMANI

10 Torna alla pagina iniziale DUE TIPI DI ECONOMIE Nelle campagne si producevano le ricchezze e le merci. Ad esempio olio, vino e grano. Le campagne vivevano con ciò che producevano (economia di sussistenza), mentre le città commerciavano questi prodotti nel resto dell’Impero (economia di mercato) con commercia via mare e via terra.

11 Torna alla pagina iniziale Struttura sociale di Roma e province PROVINCIE DECURIONI costituivano il consiglio dei cento membri che amministravano le città DUOVIRI corrispondevano ai consoli romani AUGUSTALI erano il ceto equestre PLEBE il resto del popolo ROMA PATRIZI appartenevano al ceto nobiliare ed erano i ricchi proprietari terrieri CAVALIERI coloro che si potevano armare e mantenere un cavallo erano i ricchi mercanti PLEBE il resto del popolo Per ultimi venivano gli SCHIAVI considerati poco più di oggetti

12 Torna alla pagina iniziale 756 a. C. I secolo 0476 d. C. Crollo dell’Impero Romano d’Occidente Inizio impero 33 Morte Gesù vangeli Settimio Severo Diocleziano Costantino Teodosio Crisi del III secolo

13 Torna a linea del tempo La rivoluzione cristiana Monoteista Stato Giudaico indipendente Messia PRIMI GRUPPI CRISTIANI Abitanti che avevano abbracciato la religione cristiana Vangeli Gesù Cristo figlio di Dio Regno di Dio Primi scontri tra le autorità giudaiche

14 Torna a linea del tempo La rivoluzione cristiana Esalta i più umili la povertà materiale è compensata dalla ricchezza spirituale Ama il tuo prossimo Tutti sono uguali davanti a Dio Non usare la violenza Dalla mentalità romana IL CRISTIANESIMO SI SCONTRA CON L’IMPERO perché i cristiani non accettavano la figura divina dell’imperatore

15 L’ organizzazione cristiana Torna a linea del tempo DIACONI PRESBITERI VESCOVO DI ROMA VESCOVI EKKLESIA Papa Concili

16 Torna a linea del tempo La crisi del III secolo Perché l’Impero romano entra in crisi? iniziano a mancare gli schiavi i barbari premono ai confini le campagne non producono abbastanza non ci sono più terre da conquistare non c’è stato tentativo di avanzamento tecnologico la spesa pubblica cresce quindi aumentano le imposte e viene svalutata la moneta la peste, contagiata dai Parti, si diffonde in tutto l’impero TUTTO CIÓ INDEBOLISCE L’IMPERO

17 Torna a linea del tempo Cercano di risolvere la crisi utilizzando l’esercito dato che era l’unico punto forte monarchia militare I legionari scelgono l’Imperatore tra i comandanti delle legioni CARACALLA offre a tutti la possibilità di fare carriera Ha arricchito l’esercito Settimio Severo COSTITUTIO ANTONIANA Estende la cittadinanza romana a tutti La monarchia militare dei Severi

18 DIOCLEZIANO Crisi del III secoloGrazie all’esercito DIOCLEZIANO Valoroso guerriero acclamato imperatore dalle sue truppe MASSIMIANO Valoroso guerriero amico fedele di Diocleziano Dividono il potere Comando militare Comando politico Ferma gli attacchi dei Barbari e risolve le guerre civili RIFORME DELLO STATO RIFORME DELL’ESERCITO RIFORMA FINANZIARIA Torna a linea del tempo LASCIA IL TRONO NEL 305 Guerre civili tra Cesari e figli di Diocleziano

19 RIFORME DELLO STATO TETRARCHIA Potere diviso tra 4 persone e territorio Divido in 4 prefetture 2 Augusti (imperatori) 2 Cesari ( successori dell’imperatore) 2 capitali Prefettura occidente : MASSIMIANO a Milano Prefettura oriente : DIOCLEZIANO a Nicomedia PROVINCE più piccole e numerose. Poteri divisi: PRESIDI potere civile ed amministrativo DUCI potere militare Torna a DIOCLEZIANO

20 RIFORME DELL’ ESERCITO I figli dei soldati dovevano obbligatoriamente diventare soldati. In questo modo Diocleziano si garantiva sempre un esercito numeroso Circa soldati Fece molte legioni ma più piccole e agili Torna a DIOCLEZIANO

21 RIFORMA FINANZIARIA Coniò più monete (svalutazione) Aumentano i prezzi (inflazione) Aumentò le tasse 301 EDITTO Fissa il prezzo dei prodotti di consumo e dei salari mercato nero Torna a DIOCLEZIANO

22 COSTANINO Torna a linea del tempo Successe a Diocleziano Vinse contro Messenzio e Licinio, i figli di Diocleziano RIFORMA RELIGIOSA RIFORMA FINANZIARIA RIFORMA POLITICA e MILITARERIFORMA POLITICA e MILITARE

23 RIFORMA RELIGIOSA EDITTO DI MILANO 313 Permetteva a tutti i cristiani di praticare la propria religione Lo stesso Costantino si convertì al cristianesimo Non rifiutò mai iriti pagani e si convertì al cristianesimo solo in punto di morte CONCILIO DI NICEA 325 Costantino decise che le teorie religiose di Ario (vescovo di Alessandria d’Egitto) erano eretiche cioè contrarie alle teorie della Chiesa di Roma.Ario Torna a COSTANTINO

24 RIFORMA FINANZIARIA Coniò una nuova moneta d’oro il SOLIDUS, una moneta con maggiore valore Risolse il problema dell’inflazione Colpì duramente la piccola proprietà contadina che non possedeva monete d’oro Aggiunse anche una nuova tassa Il CRISARGIRO Torna a COSTANTINO

25 Voleva dare forza e unità all’impero attorno al potere “sacro” dell’imperatore Fondò una nuova capitale COSTANTINOPOLI L’antica Bisanzio Rafforzò l’esercito uomini Torna a COSTANTINO RIFORMA POLITICA e MILITARE

26 TEODOSIO Successe a Valentiano e Valente Si riappacificò con i Goti RIFORMA POLITICA RIFORMA RELIGIOSA RIFORMA POLITICA dopo la sua morte Torna a linea del tempo

27 RIFORMA POLITICA Facendo lottare Barbari contro Barbari Reclutò i Germani nell’esercito Germanizzazione della società Torna a TEODOSIO

28 RIFORMA RELIGIOSA Editto di Tessalonica 380 Obbligo della fede cristiana vennero vietati tutti i riti pagani CRISTIANESIMO RELIGIONE DI STATO La Chiesa diventa una autorità morale Torna a TEODOSIO

29 RIFORMA POLITICA dopo la morte di Teodosio Pesante differenziazione tra Oriente e Occidente ORIENTE _ Arcadio OCCIDENTE _ Onorio DIVISIONE DEFINITIVA Torna a TEODOSIO Torna a LINEA DEL TEMPO

30 476 d.C. fine dell’ Impero d’ Occidente & inizio del Medioevo

31 Crollo dell’Impero Romano d’Occidente Ad opera di VISIGOTI UNNI VANDALI ODOACRE DEPONE L’ULTIMO IMPERATORE

32 VISIGOTI UNNI VANDALI re Alarico attaccano l’Italia Difesa da Stilicone 410 Saccheggiano Roma re Attila attaccano l’Italia Poi si ritirano Epidemie nel Centro Italia arrivano in Italia e la saccheggiano Roma per 15 giorni Crollo dell’Impero Romano d’Occidente

33 ODOACRE un barbaro acclamato imperatore dalle truppe Depone l’ultimo imperatore ROMOLO AUGUSTOLO Inviò le INSEGNE IMPERIALI A COSTANTINOPOLI 476 L’Impero cessò formalmente di esistere

34 occidente oriente Regni germanici d’Occidente Impero Romano d’Oriente Italia Francia

35 Re Teodorico Italia Ostrogoti (488) Collaborazione tra Goti e Romani In due modi: Lasciando ai Romani i compiti amministrativi, affidando ai Goti il comando dell’esercito estendendo i Goti in tutto l’Occidente tramite matrimoni combinati 40 anni di pace Torna a OCCIDENTE

36 Francia Franchi Re Clodoveo Si convertì al cristianesimo, ma la popolazione rimase pagana Fu visto di buon occhio dai vescovi e dall’aristocrazia Occupò un territorio vastissimo: dalla Francia del Nord al Mediterraneo I Franchi e i Gallo-Romani si unirono in un’unica classe dominante Torna a OCCIDENTE

37 Impero Romano d’Oriente GIUSTINIANO 527 Impegnò tutto l’esercito nella riconquista d’Occidente Riconquista d’Occidente Unità religiosa GIUSTINIANO morì nel 565 lasciando l’Impero pieno di debiti e logorato da anni di lotte

38 Riconquista d’Occidente GIUSTINIANO: Liberò l’Africa dai Vandali; Si impegnò a liberare l’Italia dai Goti GUERRA GRECO GOTICA ( ) 20 anni di guerra feroce e sanguinosa La popolazione venne ridotta alla fame L’Italia uscì semidistrutta Cade Ravenna Crolla il regno OSTROGOTO venne riunificato l’Impero Torna a ORIENTE

39 Unità religiosa Riteneva che l’unità religiosa portasse anche all’unità politica Dottrina MONOFISITA Sosteneva che il Cristo non aveva una natura umana ma solo quella divina Giustiniano per paura di uno scisma tentò un compromesso con la Chiesa di Roma che la considerava eretica La chiesa si oppose Giustiniano fece catturare il Papa Nuovi contrasti tra Oriente e Occidente Torna a ORIENTE Torna a LINEA DEL TEMPO

40 ARIANESIMO Ario - ARIANESIMO Torna a RIFORMA RELIGIOSA Eresia che ha preso il nome da un sacerdote di Alessandria d’Egitto. Ario mise in dubbio la natura divina del Cristo, sostenendo che nella Trinità solo il padre era veramente Dio, mentre il Figlio, essendo generato dal padre, era soltanto un mediatore tra Dio ed il mondo

41 570 d.C. Maometto Religione Islamica nasce Maometto e si diffonde l’Islam

42 MAOMETTO 570 Nato a LA MECCA Venne cresciuto da suo zio che lo avviò al mestiere di mercante Viaggiò molto e conobbe CRISTIANI e EBREI Rimase molto colpito dal monoteismo ebreo Sposò una ricca vedova Khadigia Divenne importante e facoltoso 612 Cominciò a diffondere una nuova religione L’ ISLAMISMO

43 Inizialmente fu seguito solo dai suoi familiari poi la nuova religione si diffuse soprattutto tra i giovani I ricchi mercanti meccani videro in Maometto un pericolo Maometto venne perseguitato Si allontana da La Mecca 622 EGÌRA Si trasferisce a Medina Molte persone si convertono a questa nuova religione 630 ritorno a La Mecca Si trasferisce a Medina 632 morte di Maometto Torna a 570 d.C.

44 Religione Islamica Maometto è l’ultimo profeta di Dio; l’islamismo è una religione rigorosamente monoteista; Allah creò Adamo (primo profeta). Adamo commette il peccato originale ma viene perdonato; Gesù non è il figlio di Dio ma solo il più grande dei profeti; 5 PILASTRI : 1. La professione di fede 2. La preghiera 3. L’elemosina 4. Il digiuno rituale 5. Il pellegrinaggio a La Mecca

45 CALLIFFI 632 Successero Maometto nella guida dell’Islam Furono quattro Il più importante di loro fu Alì Alì portò alla scissione dell’Islam SUNNITI Nemici di Alì che seguivano le verità delle sunna, cioè gli insegnamenti di Maometto trasmessi oralmente SCIITI Seguaci di Alì che sostenevano l’interpretazione più rigorosa del Corano e rifiutavano gran parte della sunna

46 CALLIFFI 632 Guerre di conquista: 2 fasi offensive: 1° FASE : 1° FASE : travolse l’Impero Bizantino e quello Persiano. Conquistò la Siria, la Palestina, la Mesopotamia, l’ Armenia, l’ Egitto e la Libia. 2° FASE : 2° FASE : conquistò l’Africa del Nord, la Spagna e l’ Asia (fino a fiume Indo) Torna a LINEA DEL TEMPO

47 CONQUISTE TERRITORIALI DEI 4 CALIFFI

48 dai Merovigi ai Carolingi d.C.

49 Dinastia dei Pipinidi Re Merovingi Re fannulloni perché non facevano il loro dovere I Pipinidi Maestri di palazzo Tramite l’aristocrazia franca Pipino di Heristalriunifica i ducati francesi Carlo Martello Carlomanno Pipino Cerca l’aiuto del Papa Vede nei franchi i nuovi difensori del papato POLITICA ANTILONGOBARDA

50 andata al potere di Carlo Magno CAUSE Debolezza dei sovrani merovingi Alleanza con il Papa contro i Longobardi e i Bizzantini Appoggio aristocrazia franca Concessione terre Disponibilità di cavalieri armati in cambio di ascesa dei CAROLINGI CARLO MAGNO Realizza grandi conquiste territoriali Ottiene l’incoronazione del Papa

51 CARLO MAGNO RAPPORTI FEUDO – VASSALLATICI Utilizza, a fini di governo, il sistema dei RAPPORTI FEUDO – VASSALLATICI (conti, marchesi, missi e dominici) SACRO ROMANO IMPERO le sue realizzazioneil suo declino stretto legame con i vescovi e con i monasteri rinascita carolingia nella cultura riforma monetaria (denaro d’argento) debolezza economica e politica lotte per la successione allentamento dei legami feudo – vassallatici frantumazione culturale, emergono le identità nazionali

52 Impero di Carlo Magno: le conquiste Carlo Magno i 46 anni di regno fece varie imprese militari:  territori dell’ex Impero merovingio (Aquitrania)  Spagna musulmana (Pamplona, Saragozza, Barcellona)  Sassoni (li sottomise e li convertì al cristianesimo)  Ávari  Longobardi (diventò re dei longobardi)

53 Impero di Carlo Magno: il vassallaggio VASSALLAGGIO: rapporto di dipendenza personale di un uomo libero con un signore al quale restava fedele tutta la vita VASSALLI BENEFICIO Diritto del vassallo di poter sfruttare una parte delle terre Era: personale, revocabile e non ereditario SIGNORE OMAGGIO Gesto simbolico fatto dal vassallo al signore. Il vassallo si impegnava a seguirlo il guerra

54 Da chi erano controllati i territori? TERRITORI circoscrizioni Circoscrizioni più vaste MARCHESI CONTI MISSI DOMINICI Inviati del re controllavano il lavoro di conti

55 Il dopo Carlo Magno: il FEUDALESIMO Ludovico il Pio Figlio di Carlo Magno Concede le terre ai nobili TRATTATO DI QUIERCY 877 Trasmissione ereditaria dei feudi Dopo la morte di Ludovico il Pio TRATTATO DI VERDUM 843 Nascono 3 regni Nascita delle “NAZIONI” Nascono le lingue volgari

56 Nasce il FEUDALESIMO INCASTELLAMENTO Grandi castelli fortificati diventano il centro della vita culturale e amministrativa del feudo Torna a LINEA DEL TEMPO


Scaricare ppt "Roma e il suo Impero fine dell’ Impero d’ Occidente & inizio del Medioevo nasce Maometto & si diffonde l’Islam dai Merovigi ai Carolingi scontro tra Impero."

Presentazioni simili


Annunci Google