La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

5 maggio 2015 La ricerca del lavoro in tempo di crisi: Strumenti e servizi a supporto dei cittadini Brugherio, 5 maggio 2015.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "5 maggio 2015 La ricerca del lavoro in tempo di crisi: Strumenti e servizi a supporto dei cittadini Brugherio, 5 maggio 2015."— Transcript della presentazione:

1 5 maggio 2015 La ricerca del lavoro in tempo di crisi: Strumenti e servizi a supporto dei cittadini Brugherio, 5 maggio 2015

2 1 Strumenti Strumenti per proporsi alle aziende: Curriculum Vitae Lettera di presentazione

3 2 La lettera di presentazione Nel caso si invii il curriculum vitae tramite , il corpo dell’ sarà la lettera di presentazione e il curriculum vitae l’allegato. Se si consegna un curriculum vitae cartaceo, la lettera di presentazione si stampa su un foglio separato e si allega al curriculum stesso

4 3 La lettera di presentazione La lettera di presentazione non è un riassunto del curriculum vitae allegato Deve essere: Chiara Precisa Sintetica

5 4 La lettera di presentazione Non ci può essere una lettera di presentazione standard Deve essere sempre adattata a seconda se si risponde ad un annuncio di lavoro o se facciamo una candidatura spontanea

6 5 La lettera di presentazione Ecco i passi da seguire per scriverla in modo corretto ed efficace : Intestazione: luogo e data Oggetto: posizione lavorativa per cui mi candido Introduzione Presentazione sintetica: chi sono e perché scrivo (risposta ad un annuncio di lavoro, candidatura spontanea…) Disponibilità: spiegare per quali mansioni mi candido Conclusione: saluti

7 6 La lettera di presentazione Brugherio, 5 maggio 2015 Alla c.a. del Responsabile Del Personale OGGETTO: invio curriculum vitae Con la presente sottopongo alla Vostra attenzione il mio curriculum vitae nella speranza che possa essere di Vostro interesse. Mi chiamo ………………, ho maturato lunghe esperienze professionali in qualità di cucitrice di abbigliamento donna e bambino. Utilizzo le macchine taglia e cuci, lineari, occhiellatrici, attacca bottoni e orlatrici. Ho svolto anche la mansione di controllo qualità e confezionamento della merce prodotta. Mi rendo immediatamente disponibile per un impiego in analoghe mansioni sia full time che part time e anche su turni. Sono una persona precisa, volenterosa e dinamica. Nella speranza di incontrarvi per un incontro conoscitivo vi porgo cordiali saluti.

8 7 La lettera di presentazione Brugherio, 5 maggio 2015 Alla c.a. del Responsabile Del Personale OGGETTO: candidatura all’annuncio di cucitrice COD. …. Con la presente invio il mio curriculum vitae in risposta al vostro annuncio in cui cercate una cucitrice con esperienza per azienda di Brugherio. Mi chiamo ………………, ho maturato lunghe esperienze professionali in qualità di cucitrice di abbigliamento donna e bambino. Utilizzo le macchine taglia e cuci, lineari, occhiellatrici, attacca bottoni e orlatrici. Ho svolto anche la mansione di controllo qualità e confezionamento della merce prodotta. Pertanto ritengo di avere le caratteristiche professionali che state cercando. Mi rendo immediatamente disponibile per un impiego sia full time che part time e anche su turni. Nella speranza di incontrarvi per un incontro conoscitivo vi porgo cordiali saluti.

9 8 Il curriculum vitae: Impostazioni generali Il curriculum vitae è il tuo biglietto da visita!!! Il foglio di carta su cui verrà stampato sarà esclusivamente in formato A4 e di colore bianco. Se devi scrivere un curriculum vitae che sarà inviato via non utilizzare il formato word (.doc) ma utilizza il formato PDF. Dal 2002, esiste uno standard europeo del cv, che però può risultare complicato da compilare e lungo da leggere. Non è obbligatorio fare riferimento a questo formato se non espressamente richiesto. Utilizza al massimo due pagine e non stamparle mai fronte retro. E’ sempre meglio usare la prima persona singolare e non la terza persona e presta attenzione all’ortografia e grammatica

10 9 Il curriculum vitae: impostazioni generali Dai priorità alle tue esperienze formative se il punto debole sono quelle lavorative e viceversa. Valorizza i tuoi titoli di studio, le votazioni (solo se alte), i corso di formazione, Master, Erasmus, vacanze studio all’estero, tirocini e volontariato. La sincerità è la scelta migliore: dire chiaramente quali sono le proprie competenze e aspirazioni alla lunga paga. Una volta assunti, infatti, ogni informazione distorta o esagerata sarà facilmente scoperta.

11 10 Le sezioni del curriculum vitae Dati anagrafici Nome e cognome Data e luogo di nascita Domicilio Telefono (fisso e cellulare) E – mail personale (professionale) Patenti (automunito) I dati anagrafici vanno riportati in alto e serviranno al selezionatore a contattarti velocemente.

12 11 Le sezioni del curriculum vitae Istruzione e formazione Indica i tuoi titoli scolastici partendo dal più recente indicando prima l’anno, poi il tipo di titolo conseguito, l’eventuale votazione (solo se brillante) e il nome dell’istituto che ha rilasciato il titolo. Ad esempio: 2010 – Laurea in Economia e Commercio, 105/110 – Università degli Studi di Milano.

13 12 Le sezioni del curriculum vitae Esperienze professionali nel curriculum vitae È una sezione fondamentale e va perciò curata nei dettagli. Si parte dalla più recente sino ad arrivare alla meno recente. Per ogni lavoro passato, inserisci il nome dell’azienda, il periodo di collaborazione, una breve descrizione delle mansioni svolte e, se vuoi, il tipo di rapporto di lavoro (contratto a tempo determinato, indeterminato, contratto a progetto, stage, ecc.). Se sei alla ricerca del primo impiego indica le attività extra lavorative che hai svolto in passato solo se ti possono qualificare come una persona attiva (ad esempio indica gli eventuali lavori estivi, le attività nel volontariato, i blog creati ecc.).

14 13 Le sezioni del curriculum vitae Lingue straniere Per ciascuna lingua devi specificare le tue abilità scritte, orali e di comprensione. Elenca inoltre eventuali certificazioni

15 14 Le sezioni del curriculum vitae Conoscenza informatiche nel curriculum vitae Elenca in modo dettagliato le capacità di uso dei software e dei linguaggi di programmazione che conosci. Inoltre, specifica il livello di conoscenza dei sistemi operativi e dei seguenti programmi del pacchetto Office: Word, Excel, Access, PowerPoint.

16 15 Le sezioni del curriculum vitae Interessi del curriculum vitae La sezione è facoltativa. Seleziona attentamente solo gli hobby che sono utili per mettere in evidenza attitudini organizzative e di leadership. Presta attenzione a questa sezione del curriculum vitae soprattutto se le tue esperienze lavorative sono scarse.

17 16 Le sezioni del curriculum vitae Parte finale Nella parte finale del curriculum vitae inserisci la dichiarazione di liberatoria sulla privacy: “Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del D.Lgs.196/2003”. Se utilizzi la forma cartacea ricordati di firmarlo.

18 Le sezioni del curriculum vitae Foto SI’ o Foto NO??? Non è indispensabile La scelta non deve essere superficiale Errori da evitare Non inserire foto in contesti non lavorativi Non inserire foto ritagliate (dove si vedono mani o braccia di altri) Non inserire foto vecchie (la foto deve essere recente)

19 18 Il colloquio di lavoro Complimenti!!! Se siete arrivati al colloquio di selezione, significa che avete già fatto molto di buono. L’azienda già ha scelto il vostro curriculum, l’ha ritenuto interessante e vi ha contattato per conoscervi meglio. Come comportarsi dunque???

20 19 Il colloquio di lavoro Ricordate!!! Con il colloquio l'obiettivo dell'azienda é conoscervi e capire se siete davvero la persona che sta cercando. Potreste dover affrontare più incontri in seguito al primo colloquio perché l'azienda deve selezionare una rosa più ristretta di candidati.

21 20 Il colloquio di lavoro Errori da evitare Arrivare in ritardo. Arrivare tardi al colloquio alcune volte vuol dire giocarsi l'occasione. Presentarsi in modo trasandato. La prima impressione é molto importante e il modo in cui ti vesti ha un forte impatto. Farsi accompagnare al colloquio da amici o parenti è decisamente poco professionale Non essere informato sulla posizione. Raccogliere più informazioni possibili sulla società e sulla mansione. Più informato sarai e più avrai modo di impressionare il selettore dimostrando interesse, curiosità e competenza.

22 21 Il colloquio di lavoro Errori da evitare Avere un atteggiamento passivo. Partecipa attivamente al colloquio facendo domande e chiedendo chiarimenti Non portare con se' una copia cartacea del curriculum vitae Non ricordarsi le date del proprio curriculum Esprimere giudizi negativi sui precedenti datori di lavoro. Lo farai un giorno anche con la persona che hai davanti? Tenere acceso e controllare il cellulare

23 22 Il colloquio di lavoro Come rispondere alle domande del colloquio in senso generale Centra le risposte, argomenta le tue risposte, non essere logorroico ma evita risposte monosillabi (tipo Si o No). Non interrompere il tuo interlocutore Non essere evasivo quando ti fanno una domanda Non mendicare il lavoro (ricordati che sei lì per offrire qualcosa e non per elemosinare un lavoro che ti possono offrire)

24 23 Quali sono le domande più frequenti in un colloquio di lavoro? Domande personali mi parli di Lei quali sono i suoi obiettivi professionali? quali sono i suoi punti di forza? quali sono i suoi punti di debolezza? come si vede da qui a 5 anni? quali sono i suoi migliori successi? quali sono stati i suoi maggiori fallimenti? mi descriva il suo lavoro ideale quali sono le occasioni in cui litiga con le persone, e perché? quali sono i suoi programmi tv, libri o musica preferita? quali sono i suoi hobby?

25 24 Quali sono le domande più frequenti in un colloquio di lavoro? Esperienze professionali e formazione riassuma brevemente il suo curriculum vitae e le sue esperienze lavorative in base a cosa ha scelto il suo percorso di studi? quali sono le materie di studio che preferisce? se dovesse ricominciare oggi, quale corso di studi sceglierebbe? cosa pensa del suo attuale o ultimo datore di lavoro? E dei suoi colleghi? che cosa le piaceva di più e cosa di meno nel suo impiego precedente?

26 25 Quali sono le domande più frequenti in un colloquio di lavoro? Il lavoro offerto con questo colloquio come mai si è candidato per questo lavoro? cosa conosce della nostra azienda? PREPARATI!!! perché crede di essere adatto a questo lavoro? pensa di aver bisogno di ulteriore formazione o esperienza in questo campo? SINCERITA’!!! Queste domande sono solamente un esempio di quelle che potrebbero essere poste in un colloquio, ovviamente potreste ricevere domande differenti. L’elenco proposto costituisce tuttavia una buona base: se sapete rispondere in modo convincente a queste domande, non avrete difficoltà con le altre

27 26 Posso chiedere quant’è lo stipendio? E’ una domanda lecita ma delicata Se è previsto più di un colloquio, meglio attendere l’ultimo E’ sempre meglio fare prima domande di altro genere: sull’azienda sul lavoro da svolgere sul CCNL inquadramento e tipologia di contratto Aspettare il momento in cui l’esaminatore chiederà: “Ci sono altre domande?

28 27 Cosa fare alla fine del colloquio e dopo? Appena dopo un colloquio, tutti vorremmo conoscerne l’esito. Il nostro consiglio è di Evitate di chiedere immediatamente com’è andato, ma di aspettare che sia l’azienda a richiamarvi. Al limite, potete chiedere entro quanto tempo potete aspettarvi una risposta. Se non ricevete notizie, evitate di assillare l’azienda: dopo un mese è bene fare una telefonata o spedire una , ma non prima.

29 28 I colloqui di gruppo A volte ci sono situazioni in cui l’azienda propone un colloquio di gruppo: succede quando ci sono molti candidati per una posizione e si preferisce fare una prima scrematura per poi affrontare un secondo colloquio (ed eventualmente un terzo, spesso con i responsabili più in alto).

30 29 Il secondo colloquio Essere chiamati per un secondo colloquio è un ottimo segnale, significa che l’azienda comincia a credere in voi, tanto da investire il proprio tempo. Normalmente, dopo i colloqui collettivi il secondo colloquio è strettamente personale. Obbligatorio prepararsi bene!!!

31 30 Ricordati che… Ogni colloquio é un allenamento indipendentemente dal suo esito. Più colloqui si fanno e più si diventa bravi e disinvolti nell’affrontarli. In bocca al lupo!

32 MERCATOdelLAVORO Internet Centri per l’Impiego Contatti Personali (Network e social network) Autocandidature Società di selezione Agenzie per il Lavoro Giornali I canali di accesso al mercato del lavoro

33 I canali di accesso al mercato del lavoro Enti accreditati al lavoro: sono gli enti che attraverso l’accreditamento, atto con cui viene riconosciuto ad un organismo la possibilità di proporre e realizzare interventi di formazione- orientamento finanziati con risorse pubbliche secondo parametri standard di qualità –– erogano servizi alle aziende ed ai cittadini del proprio territorio. Agenzie per il Lavoro: sono società private che svolgono un duplice compito: selezionare personale adatto per conto delle aziende dietro corrispettivo di un compenso economico e allo stesso tempo trovare un’occupazione al lavoratore che si rivolge a loro. 32

34 Una ricerca di lavoro di successo è il risultato di una combinazione ben bilanciata e scrupolosa delle diverse tecniche di ricerca. Ecco alcuni consigli per la ricerca: Seleziona i canali di ricerca di lavoro più adeguati Integra i canali in una campagna pianificata Monitora i progressi ottenuti in modo da verificare rapidamente cosa funziona e cosa no Cercare lavoro è un lavoro I canali di accesso al mercato del lavoro

35 Società di selezione Si occupano di reclutamento del personale, solitamente per profili medio/alti. Hanno un proprio sito, dove è possibile registrarsi per ricevere segnalazioni su posizioni aperte o per candidarsi ad annunci pubblicati. A differenza delle agenzie per il lavoro, non possono essere loro stessi il datore di lavoro. Per alcuni profili, il selezionatore, propone il cv del candidato anche alle aziende clienti che non hanno specifiche posizioni aperte. ad esempio, Michael Page, Manpower Permanent, Sintex, ecc…

36 Giornali Sono ancora un’importante risorsa per chi cerca lavoro, principalmente attraverso due modalità: Vagliare gli annunci pubblicati sulle posizioni di lavoro aperte Pubblicare una propria inserzione, all’interno della quale poter pubblicizzare il proprio profilo

37 37 Autocandidature Oltre a cercare annunci di lavoro e pubblicizzare quanto più possibile il tuo profilo, è possibile anche proporsi ad aziende che non stanno cercando una figura specifica; i nominativi di queste aziende si possono reperire, ad esempio, consultando guide o siti internet quali: guida Kompass guida Monaci (da reperire eventualmente in biblioteca-informagiovani) 36

38 Social network E’ sempre più importante l’immagine che dai di te sul web (personal branding), i social network sono lo strumento più innovativo per ampliare la rete dei contatti: è il «passaparola on-line» Se hai una pagina FB e la vuoi utilizzare per trovare lavoro, fai molta attenzione all’immagine che appare a chi la visita Apri un profilo Linkedin, è molto utilizzato dai selezionatori per cercare personale. Se hai una professionalità molto elevata puoi crearti una pagina internet personale.

39 39 Internet è sempre più un canale di incontro tra domanda e offerta e ogni giorno si incrementa il numero di aziende e reclutatori che lo utilizzano. Ci sono essenzialmente due tipi di siti: Siti che evidenziano posizioni cercate a fronte delle quali sarà possibile inviare, via , il proprio profilo Portali che consentono di inserire il curriculum dando quindi ampia visibilità al proprio profilo e che segnalano periodicamente le posizioni di lavoro aperte. Internet 38

40 Fonti di ricerca INDIRIZZO SITO INTERNET Selezione di siti tramite i quali: - è possibile consultare banche dati dei fabbisogni occupazionali - è possibile usufruire di un servizio di incrocio fra domanda ed offerta di lavoro BORSA LAVORO LOMBARDIA EXCELSIOR //excelsior.unioncamere.net///excelsior.unioncamere.net/ ISFOL-FABBISOGNI PROFESSIONALI //professionioccupazione.isfol.it//professionioccupazione.isfol.it CLIC LAVORO GUIDA AL MONDO DELLE PROFESSIONI JOBTEL AFOL MB PROVINCIA MB CV EUROPASS

41 Fonti di ricerca INDIRIZZO SITO INTERNET Ministero istruzione, università, ricerca Enaip Lombardia Regione Lombardia Formazione e Lavoro Forma Brianza Cerca università cercauniversita.cineca.it/ Portale del sistema universitario milanese Certa corsi di formazione Guida alla formazione Portale sugli Istituti Tecnici Superiori UNIVERSITA’ IN LOMBARDIA Università degli Studi di MilanoUniversità degli Studi di Milano Università degli Studi di Milano-BicoccaUniversità degli Studi di Milano-Bicocca Politecnico di MilanoPolitecnico di Milano Università Commerciale Luigi Bocconiwww.unibocconi.it Università Cattolica del Sacro Cuore Università Cattolica del Sacro Cuore IULM - Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM - Libera Università di Lingue e Comunicazione Università Vita-Salute San RaffaeleUniversità Vita-Salute San Raffaele Università degli Studi di BergamoUniversità degli Studi di Bergamo Università degli Studi di BresciaUniversità degli Studi di Brescia Università degli Studi di Paviawww.unipv.eu Università degli Studi dell'Insubria Varese-Comowww.uninsubria.it 40

42 Come si leggono le inserzioni di lavoro L’attenzione deve cadere sul job title = nome della professione ricercata che sentiamo più in linea con la nostra professionalità e con quella di nostro interesse. E' molto importante tenere presente che lo stesso job title può rappresentare ruoli, attività e inquadramenti diversi. Ogni azienda, infatti, denomina i ruoli a suo modo, rispetto alla propria struttura organizzativa e al proprio linguaggio aziendale. Quale quindi il modo più corretto di procedere? 41

43 Come si leggono le inserzioni di lavoro Ricercare gli annunci inserendo nella funzione CERCA job Title (nome della posizione ricercata) che siano sinonimi e affini per area funzionale e settore. Leggere con attenzione tutto il corpo l'annuncio e non limitarsi al titolo! 42

44 Come si leggono le inserzioni di lavoro Attenzione alle parole utilizzate, sono molto utili per comprendere il grado di importanza di quando richiesto. Ad esempio: "Ottime doti comunicative" sta ad indicare che, se si è introversi e non interessati a lavorare a stretto contatto con le persone, non ha senso rispondere all'annuncio. "Inglese Fluente" significa che è un requisito importante. Non possedere questi requisiti significa non essere in linea con la posizione ricerca. 43

45 Come si leggono le inserzioni di lavoro «Almeno 10 anni di esperienza nel ruolo» sta ad indicare che ciò che conta è che la persona abbia la completa padronanza del ruolo. Un profilo junior non verrà preso in considerazione. «Gradita la conoscenza di Sap» ci dice invece che non è fondamentale conoscere Sap, se tutte le altre caratteristiche fondamentali sono in linea. «Appartenete alle Categorie Protette» indica che l’azienda sta cercando un lavoratore con disabilità L.68/99 «Contratto applicato Apprendistato» si cercano persone con età max di 29 anni 44

46 Come si leggono le inserzioni di lavoro Gli annunci di lavoro possono contenere messaggi “nascosti”, ecco perché è molto importante saperli leggere nel modo giusto così da presentarsi al colloquio con la preparazione adatta a sostenerlo. Grazie per l’attenzione!!! 45


Scaricare ppt "5 maggio 2015 La ricerca del lavoro in tempo di crisi: Strumenti e servizi a supporto dei cittadini Brugherio, 5 maggio 2015."

Presentazioni simili


Annunci Google