La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L’attuazione a livello nazionale del Regolamento 1257/2013 Hong-Kong In materia di riciclaggio navi e il caso della «Costa Concordia» Dr Mariano Alessi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L’attuazione a livello nazionale del Regolamento 1257/2013 Hong-Kong In materia di riciclaggio navi e il caso della «Costa Concordia» Dr Mariano Alessi."— Transcript della presentazione:

1 L’attuazione a livello nazionale del Regolamento 1257/2013 Hong-Kong In materia di riciclaggio navi e il caso della «Costa Concordia» Dr Mariano Alessi Medico del lavoro Dirigente medico Ministero della salute Università degli Studi di Genova – Cattedra Jean Monner «EU Enviromental Law» Aula Meridiana – V. Balbi, 5 - Genova

2 Interesse Comunitario: Pratiche pericolose e inadeguate di RICICLAGGIO delle navi e «Beaching». Principio «chi inquina paga». Divieto: di esportazione dal territorio dell’Unione ai fini del riciclaggio verso impianti paesi non membri OCSE (Convenzione di Basilea e Reg. attuazione 1013/2006). Sussidiarietà: l’obiettivo non può essere conseguito in misura sufficiente dagli Stati Membri causa carattere internazionale del trasporto. Conseguito meglio a livello UE.(22) Meccanismi di controllo: Cooperazione reciproca tra Org. Int. del lavoro; Org. Marittima Int.; Segr Conv Basilea ACCORDO OIL – IMO – Basilea (+Stoccolma Inquinanti organici persistenti) Requisiti vincolanti CONVENZIONE di Hong Kong ( ) – 6 Titoli 32 articoli - Metodi di Demolizione e Riciclaggio Sicuri e Compatibili con l’Ambiente Competitività del riciclaggio. Elenco Europeo degli Impianti. Paesi terzi Impianti protezioni Equivalenti. Entrata in vigore 24 mesi dopo la ratifica di almeno 15 Stati (con flotta almeno 40% stazza(4) lorda mondiale e volume annuo di riciclaggio nei 10 anni precedenti almeno il 3% sul 40%); 6 mesi dalla data in cui il volume = 2,5 milioni ton a vuoto (LTD) art 32 Agevolare rapida RatificaConsiglio UE Decisione dà il via agli Stati Membri per ratificare la Comm UEConvenzione. Verifica entro il

3 Fino ad oggi la Convenzione è stata firmata, con riserva di ratifica o di accettazione, solo da Italia, Francia, Olanda, Saint Kitts e Nevis e Turchia. Mancano all’appello i colossi dello smantellamento della navi come Cina o India, dove le condizioni ambientali e di lavoro del settore di riciclo delle navi sono spesso disumane e dove norme valide per tutti i Paesi potrebbero far risparmiare ogni anno centinaia di vite umane. Summary of Status Convention

4 Riciclaggio: Realizzazione senza compromettere la sicurezza e l’efficienza OPERATIVA delle navi utilizzo di Impianti e meccanismi di esecuzione sicuri e compatibili (4) Linee guida IMO Reg CLP: utili orientamenti per la definizione del concetto di materiale pericoloso (14) Inventario dei materiali pericolosi a bordo: quantitativi e ubicazione (All I); rifiuti (II); scorte (III) Certificato di inventario (max 5 anni)(16)(21) art 9 Certificato di idoneità al riciclaggio (max 3 mesi)(22) art 2 Certificato di conformità (paese terzo)(23) Nave in mancanza certificati in approdo: diffidata; fermata, allontanata; esclusaart 11/3 Sanzioni di natura civile o amministrativa Effettive – Proporzionate – Dissuasive (17)art 22 Interesse Organizzazioni non governative Convenzione di Aarhus sull’accesso alle informazioni, partecipazione del pubblico ai processi (18) art 23 decisionali e l’accesso alla giustizia in materia ambientale Elementi concettuali presenti nel Regolamento

5 Redazione Piani riciclaggio tenendo conto delle Linee guida IMO Piano di riciclaggio della naveelaborato dall’operatore dell’impianto: lavori preparatori; pretrattamento; potenziali pericoli; eliminazione scorte (si volge in LUOGO DIVERSO) art 7/b Piano dell’impianto di riciclaggio predisposto dall’operatore dell’impianto e adottato dal della naveConsiglio d’amministrazione impresa. Descrive i processi e le procedure operative Sicurezza; formazione dei lavatori; protezione uomo-ambiente Ruoli e responsabilità Emergenze; sistemi di monitoraggio; registrazione e notificaart 13 ARTICOLI APPLICABILI da 31 dicembre 2014 Art.li 2 Paese-navi-stazza; 5/2 Inventario navi esistenti (almeno All I); 13-14/15-16 (elenco; autorizzazione impianti); (procedura COMM; disposizione transitoria: se uso elenco europeo non applicazione Reg 1013/06

6 Gli Stati Membri istituiscono e aggiornano ELENCO degli Impianti Autorizzati Entro il 31 marzo 2015art 14/3 La Commissione pubblica su G.U. e sito webart 16/2 Entro il 31 dicembre 2016 ELENCO EUROPEO (valido max 5 anni) Metodi di riciclaggio Tipo e dimensioni navi Restrizioni e condizioni impianto e rifiuti Procedura di Autorizzazione esplicita o tacita dell’Autorità Competente Naz. RELAZIONI STATI MEMBRIart 21/2 Ogni 3 anni in via elettronica BANCA DATI EUROPEAart 21/3 Accessibile al pubblico permanentemente in via elettronica INCENTIVO FINANZIARIO Entro il 31 dicembre 2016 relazione COMM possibilità strumento finanziario agevolazioneart 29

7 Documento della Sicurezza Progetto Costa CONCORDIA – 1 Fase

8 3. DOCUMENTI DI RIFERIMENTO LEGGI E REGOLAMENTI GENERALI UNI EN ISO 9001:2008; UNI EN ISO 14001:2004; OHSAS 18001:2007; ISO 30001:2009; CONVENZIONE DI HONG KONG (2009); Convenzione di Basilea (1989); Regolamento Europeo N° 1257/2013; Convenzione ILO (ILO – MLC, 2006); Linee Guida IMO (MEPC e MEPC ); Codice I. S.P. S. (SOLAS 74’); Codice I.S.M. (e relativi Emendamenti); D.Lgs. 81/2008; D.Lgs. 272/99; D.P.R. n. 177/11; D. Lgs. 152/06; Ordinanza C.P. Genova n. 003/2003; Piano Antinquinamento Portuale di Genova; Circolare C.P. DEM3SP1160 del ; Linee guida per le modalità di certificazione e di intervento del Chimico di Porto; C.C.N.L. (settore metalmeccanico). NORME E REGOLAMENTI TECNICI Tutte le norme e i regolamenti tecnici applicabili allo scopo del lavoro. PROCEDURE E STANDARDS DELLA SAN GIORGIO DEL PORTO Sistema di Gestione Integrato QHSSE; Tutte le procedure applicabili del Sistema di Gestione Integrato QHSSE; Tutti gli standard applicabili del Sistema di Gestione Integrato QHSSE; Piano del Cantiere per il Riciclaggio delle Navi. NORME RICHIAMATE NEL DOCUMENTO

9

10 Documento della Sicurezza Progetto Costa CONCORDIA – 1 Fase Parametri da prescrizioni MATTM in sede di Conferenza dei Servizi Nazionale (protocollo ISPRA per il trasporto) Parametri individuati sulla base delle analisi effettuate al Giglio

11 ELEMENTI PROBLEMATICI AFFRONTATI DALL’OSSERVATORIO E ATTUALE GESTIONE ORDINARIA dell’Amm.ne PROVINCIALE FUNZIONE ISTRUTTORIA, RACCOLTA E COORDINAMENTO PARERI TECNICI Modifica dell’Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) 2932/2014 e richiesta approfondimenti: Condivisione modalità relative all’attività di alleggerimento drenaggio fondali Favorire la riduzione del trasporto materiali non recuperabili (ipotesi iniziale 8000 ton – attuali 4500) Impianto di triturazione materiali non recuperabili (collocazione esterna; potenzialità; abbattitore di polveri)- CER Smontaggio degli impianti Gestione rifiuti pericolosi residui liquidi Aspetto igienico-sanitario per contaminazione materiali (biofilm adeso, film idrocarburico; parte solubile ftalati) Caratterizzazione/trattamento impianto di depurazione asservito al sito Prescrizioni della CdS e utilizzo delle panne galleggianti di profondità e di superficie Interessamento per la procedura di Rilascio all’autorizzazione alla demolizione Apertura varchi areazione Estensione del tempo di stoccaggio Impatto acustico Piani di Monitoraggio Caratterizzazione acque degli sponsoon (confronto con limiti acque industriali in corpi idrici superficiali - 152/06)

12 ATTESE A BREVE SCADENZA Riflessione sul termine o prolungamento delle attività dell’Osservatorio a conclusione del trasferimento dal porto di Voltri a quello di Genova; L’avvio della demolizione rappresenterà una fase particolarmente delicata che, nel determinare un indebolimento della struttura, faciliterà l’insorgenza di nuovi problemi tecnici; Il trasferimento dovrebbe essere preceduto da un sopralluogo con verbale di restituzione delle aree di Voltri; L’attività dovrebbe concludersi con una relazione sull’attività condotta.


Scaricare ppt "L’attuazione a livello nazionale del Regolamento 1257/2013 Hong-Kong In materia di riciclaggio navi e il caso della «Costa Concordia» Dr Mariano Alessi."

Presentazioni simili


Annunci Google