La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PESTALOZZI E L’HELVETIA PEDAGOGICA (1746-1827).  IN SVIZZERA: MOLTE CONFESSIONI RELIGIOSE FERVENTE ATTIVITA’ PEDAGOGICA – INIZIATIVE IN CHE DESTANO INTERESSE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PESTALOZZI E L’HELVETIA PEDAGOGICA (1746-1827).  IN SVIZZERA: MOLTE CONFESSIONI RELIGIOSE FERVENTE ATTIVITA’ PEDAGOGICA – INIZIATIVE IN CHE DESTANO INTERESSE."— Transcript della presentazione:

1 PESTALOZZI E L’HELVETIA PEDAGOGICA ( )

2  IN SVIZZERA: MOLTE CONFESSIONI RELIGIOSE FERVENTE ATTIVITA’ PEDAGOGICA – INIZIATIVE IN CHE DESTANO INTERESSE IN TUTTA L’EUROPA (= HELVETIA PEDAGOGICA) Johann Heinrich Pestalozzi  Tra gli esponenti principali: Johann Heinrich Pestalozzi  Lettore di ROUSSEAU : «La vita educa»  Pestalozzi però parla di ALUNNI REALI che hanno PROBLEMI REALI, con NECESSITA’ concrete ACQUISIRE I FONDAMENTI DELL’ISTRUZIONE  EDUCAZIONE POPOLARE

3  STATO DI NATURA: bisogno ed egoismo  STATO SOCIALE: superamento delle lotte tra individui  MORALITA’: L’uomo impara a convivere con gli altri uomini  IMPORTANZA DELLE AGENZIE FORMATIVE:  FAMIGLIA  AMBIENTE LAVORATIVO  CHIESA  SCUOLA: MAGGIORI RESPONSABILITA’ CON LA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE (madri lavoratrici)

4  PRINCIPALI OPERE  LEONARDO E GELTRUDE: impegno sociale per l’educazione degli umili  INDAGINI SOPRA IL CORSO DELLA NATURA : teoria delle «tre facoltà» + formazione integrale  COME GELTRUDE ISTRUISCE I SUOI FIGLI : metodo elementare  CANTO DEL CIGNO: contro ogni irrigidimento del metodo + insegnamento della lingua

5  ISTITUZIONI DA LUI FONDATE  NEUHOF:  NEUHOF: alfabetizzazione/ educazione al lavoro  STANS:  STANS: mutuo insegnamento/ attivizzazione  BURGDORF:  BURGDORF: metodo elementare/organicità/gradualità/vicinanza/continuità/metodo intuitivo  YVERDON:  YVERDON: specializzazione/irrigidimento del metodo

6  LEONARDO E GELTRUDE  ROMANZO PEDAGOGICO PIU’ FAMOSO DELL’OTTOCENTO (INSIEME AL WILHEIM MEISTER DI COETHE)  PIU’ VOLTE RIVISTO DA PESTALOZZI NELL’ARCO DI QUARANT’ANNI  DIVISO IN QUATTRO LIBRI  CONTENUTI PRINCIPALI  CONTENUTI PRINCIPALI :  1. L’UOMO PUO’ TENDERE ALLA BONTA SE LA SOCIETA’ SI ATTIVA PER IL RECUPERO MORALE E CIVILE DEGLI UOMINI  CHI SE NE OCCUPA?  RESPONSABILI DELL’EDUCAZIONE SONO: FAMIGLIA (SOPRATTUTTO LA MADRE); ARISTOCRAZIA ; CHIESA

7  2. FIGURA DELL’EDUCATORE (GLUPHI):  ATTENTO E SEVERO CUSTODE DEL COMPITO CHE GLI E’ STATO ASSEGNATO  SPESSO PESSIMISTA SULLA NATURA UMANA  TIENE LA SCUOLA PULITA COME UNA CHIESA: OGNI TRASCURATEZZA VIENE PUNITA  NON TOLLERA TRASGRESSIONI  SCUOLA = UNICA FORZA IN GRADO DI FORNIRE POSSIBILITA’ DI EMANCIPAZIONE POLITICA E UNA VITA DIGNITOSA

8 NEUHOF Fanciulli poveri sottratti all’accattonaggio Dare loro un’istruzione di base Impegno manuale Unione: insegnamento teorico + insegnamento pratico (molte nozioni vengono apprese mentre si tesse) ALBORI DEL METODO Bambini avviati al lavoro di TESSITURA, divisi per sesso Prima alfabetizzazione

9 Dopo la chiusura di Neuhof: la riflessione  FALLIMENTO DI NEUHOF  LUNGA PAUSA DEDICATA AD APPROFONDIMENTI FILOSOFICI SULL’ESSERE UMANO  «INDAGINI SOPRA IL CORSO DELLA NATURA UMANA NELLO SVOLGIMENTO DEL GENERE UMANO»  TEORIA DELLE «TRE FACOLTA’»

10 CUORE INTELLETTO ARTE CUORE INTELLETTO ARTE Facoltà morale attività conoscitiva attività tecnico-pratica EDUCAZIONE INTEGRALE

11 STANS STANS orfanotrofio grave emergenza totale mancanza di operatori qualificati 1. ATTIVIZZAZIONE 2. METODO ELEMENTARE 3. MUTUO INSEGNAMENTO

12 MUTUO INSEGNAMENTO Parte dei compiti didattici è affidata agli alunni più dotati ATTIVIZZAZIONE L’azione autonoma dell’educando è protagonista nell’apprendimento METODO ELEMENTARE Insegnare gli elementi fondamentali della prima istruzione scolastica in modo semplice e accessibile

13 BURGDORF  ALUNNI DAI 5 AI 13 ANNI  NON ESISTONO CLASSI  I GRUPPI SI MODIFICANO A SECONDA DELLE ESIGENZE INTELLETTUALI  CONSOLIDAMENTO DEL METODO ELEMENTARE COLLABORAZIONE CON ALTRI INSEGNANTI SCOLARESCA IN CONDIZIONI MENO DRAMMATICHE (classe media) PESTALOZZI DELINEA IL SUO METODO «Come Geltrude istruisce i suoi figli»

14 CARATTERI GENERALI DEL METODO  EDUCAZIONE ELEMENTARE : far acquisire in modo chiaro e sicuro gli elementi fondamentali del sapere  Tutte le facoltà umane sono potenzialmente presenti dalla nascita: IMPORTANZA DELL’EDUCAZIONE MATERNA  LA MADRE E’ IL MODELLO DI EDUCATRICE A CUI IL METODO DEVE ISPIRARSI affetto semplicità Spontanea capacità educativa dolcezza Supporto nella realizzazione di sé Favorire l’inclinazione naturale allo sviluppo presente in ogni persona

15 COME DEVONO ESSERE TRASMESSI I CONTENUTI? 1. ORGANICITA’ 2. GRADUALITA’ 3. VICINANZA 4. CONTINUITA’ APPRENDIMENTI LOGICAMENTE COLLEGATI TRA LORO: SEQUENZE ORDINATE IN CUI CIO’ CHE SEGUE E’ CONNESSO CON CIO’ CHE PRECEDE GLI APPRENDIMENTI DOVRANNO ANDARE DAL SEMPLICE AL COMPRESSO BISOGNA PARTIRE DALL’ESPERIENZA DEL FANCIULLO (APPRENDIMENTI VICINI AL FANCIULLO) QUESTI SONO I MECCANISMI FONDAMENTALI DELL’APPRENDIMENTO

16 AEIOU BABEBIBOBU BAIABEBE’BIROBOSCOBUCO METODO INTUITIVO

17  ALTRO CONCETTO CHIAVE:  METODO INTUITIVO (O OGGETTIVO)  L’INSEGNAMENTO DEVE PARTIRE DAI CINQUE SENSI, CIOE’ DALL’ESPERIENZA DIRETTA  ELEMENTI FONDAMENTALI DELL’INTUIZIONE:  NOME FORMA NUMERO  LINGUA GEOMETRIA/DISEGNO/SCRITTURA ARITMETICA

18  IMPORTANZA DEL «FARE»  VALORE FORMATIVO DEL LAVORO  ACCANTO AI MECCANISMI DELL’APPRENDIMENTO: FORMAZIONE ARMONICA DELLA PERSONALITA’ NELLE TRE DIMENSION I:  CUORE MENTE MANO

19 YVERDON Scuola-convitto a pagamento Giovani benestanti 150 alunni circa Quindici insegnanti Esperimento educativo più famoso in Europa Molti consensi Metodi efficienti (ad esempio quello per l’apprendimento della matematica) Ma per molti aspetti vi è un irrigidimento : eccessivo mnemonismo che soffoca la spontaneità e la creatività

20 YVERDON  Progressivo distacco dall’idea dell’educazione popolare  Ben presto nacquero dissidi tra gli educatori  Pestalozzi non aveva spiccate doti gestionali  Dopo quindici anni l’istituto chiude  Strascico di polemiche che lo accompagnerà fino alla morte «Canto del cigno»

21 Canto del cigno  Ripensamento complessivo delle sue idee educative  Recupera l’idea che « la vita educa »  Critica l’eccessivo didatticismo (il metodo che è diventato troppo rigido)  L’educazione deve seguire le disposizioni naturali dell’educando e le condizioni socio-ambientali  Formazione armonica e integrale  Sottolinea l’importanza dell’insegnamento della lingua  Il linguaggio deve essere appreso nell’ambito concreto dell’ esperienza

22 BUONO STUDIO!!!


Scaricare ppt "PESTALOZZI E L’HELVETIA PEDAGOGICA (1746-1827).  IN SVIZZERA: MOLTE CONFESSIONI RELIGIOSE FERVENTE ATTIVITA’ PEDAGOGICA – INIZIATIVE IN CHE DESTANO INTERESSE."

Presentazioni simili


Annunci Google