La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Consorzio Etimos S.c. MICROFINANZA E MICROCREDITO - 1 Laddove i mercati finanziari tradizionali si comportano da predoni, bisogna sviluppare nuove relazioni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Consorzio Etimos S.c. MICROFINANZA E MICROCREDITO - 1 Laddove i mercati finanziari tradizionali si comportano da predoni, bisogna sviluppare nuove relazioni."— Transcript della presentazione:

1 Consorzio Etimos S.c. MICROFINANZA E MICROCREDITO - 1 Laddove i mercati finanziari tradizionali si comportano da predoni, bisogna sviluppare nuove relazioni finanziarie alternative, più responsabili nei confronti dell’economia e della società, più adeguate alle esigenze specifiche e più flessibili ed adattabili al contesto di riferimento. La finanza informale è caratterizzata da disciplina, reciprocità e capacità di mobilizzare risparmio. Tutte queste caratteristiche permettono agli attori della finanza informale di rispondere a quella parte di popolazione esclusa dai mercati finanziari formali. In ogni caso, la finanza informale non può rispondere a tutti i bisogni finanziari emergenti nei PVS …….. …….. Ecco che si sviluppano i programmi di MICROFINANZA!

2 Consorzio Etimos S.c. MICROFINANZA E MICROCREDITO - 2 “Definiamo la microfinanza l’erogazione di servizi finanziari (credito, risparmio, ecc.) a persone che sviluppano una attività produttiva e che non hanno accesso alle istituzioni finanziarie commerciali a causa del loro profilo socio- economico (si tratta di poveri, senza reddito fisso, senza garanzia, ecc.)” M.Labie 1999 … L’aspetto più conosciuto della microfinanza è il microcredito.

3 Consorzio Etimos S.c. Negli ultimi 10 anni la microfinanza si è rapidamente evoluta ed espansa, passando dal limitato campo del credito alle microimprese, al più ampio concetto di microfinanza, che include una vasta gamma di servizi finanziari per i poveri: risparmio, trasferimenti (rimesse), ed assicurazioni. Oggi nasce la sfida di costruire sistemi finanziari inclusivi. LA STORIA DELLA MICROFINANZA

4 Consorzio Etimos S.c. LA STORIA DELLA MICROFINANZA … SECONDO ZELLER - 1 Finanza Informale presente da sempre ed operativa nella maggioranza dei paesi 1600 La Catholic Church fonda i negozi di pegno come alternativa ai prestatori professionali (usurai) Jonathan Swift avvia l’Irish Loan Fund System, che fornisce piccoli prestiti a poveri contadini senza garanzie L’Europa vede l’emergere di più grandi e più formali istituzioni di credito e risparmio focalizzate principalmente sui poveri delle aree rurali e urbani. In Germania nascono le cooperativa finanziaria (Friedrich Wilhelm Raiffeisen) e le banche popolari (Hermann Schulze). Il movimento emerge poi in Francia nel 1895 e in Quebec nel Primi 1900 Molte delle cooperative finanziarie in Africa, America Latina e Asia trovano la loro strada nel movimento Europeo. In molti casi, nei PVS, queste nuove banche per i poveri non sono di proprietà dei poveri stessi, come lo è stato in Europa, ma appartengono alle agenzie governative e alle banche private. Negli anni queste istituzioni sono diventate inefficienti e corrotte. 1930–1970 Per favorire l’accesso al credito nelle zone rurali dei PVS si creano le Banche di Sviluppo

5 Consorzio Etimos S.c. LA STORIA DELLA MICROFINANZA … SECONDO ZELLER - 2 Primi anni 70 Nascita del microcredito attraverso la sperimentazione di programmi che iniziano a fornire piccoli crediti a donne povere attraverso un meccanismo di solidarietà. Come primi pionieri di programmi di microfinanza abbiamo: Grameen Bank in Bangladesh; ACCION International, ha iniziato in America Latina, per poi diffondersi negli Stati Uniti e in Africa; Self-Employed Women’s Association Bank in India.

6 Consorzio Etimos S.c. Anni ‘80 I programmi di microcredito nel mondo migliorano le metodologie ed iniziano a raggiungere un discreto livello di efficienza. I poveri ripagano i prestiti I poveri pagano tassi che permettono alle MFIs di coprire i propri costi Primi anni ‘90 Il 1990 ha visto una crescita entusiasmante, tra le agenzie di sviluppo internazionale e i networks, nella promozione della microfinanza come una strategia per alleviare la povertà. La microfinanza si è sviluppata in molti paesi, dove una moltitudine di MFIs servono i bisogni dei microimprenditori e delle famiglie povere. A partire dal 1990 si è iniziato ad utilizzare il termine microfinanza al posto di microcredito per riferirsi ad un range di servizi finanziari per i poveri tra cui: credito, risparmio, assicurazione e rimesse. LA STORIA DELLA MICROFINANZA … SECONDO ZELLER - 3

7 Consorzio Etimos S.c. Fino ad oggi sono stati raggiunti alcuni risultati:  Si è dimostrato che i poveri sono clienti vitali;  Sono state create un buon numero di solide istituzioni di microfinanza focalizzate sui poveri;  Si sta sviluppando una forte attrazione di capitali privati. Rimangono ancora delle sfide da perseguire:  Migliorare la qualità dei servizi finanziari per raggiungere un più ampio numero di persone;  Raggiungere persone sempre più povere e che vivono in zone più remote;  Abbassare i costi sia per i clienti che per i fornitori di servizi finanziari. LA MICROFINANZA OGGI - 1

8 Consorzio Etimos S.c. Come possiamo vincere queste sfide?  Rendendo tutti i servizi finanziari di ogni paese parte del sistema finanziario principale. Il dato positivo è che l’integrazione nel sistema finanziario più ampio è già iniziata: MFI specializzate che lavorano a livello base stanno raggiungendo livelli più alti. Banche commerciali ed altre istituzioni finanziarie formali si spostano progressivamente verso livelli economicamente più bassi di target per raggiungere un numero più ampio di clienti sempre più poveri e in zone sempre più remote. LA MICROFINANZA OGGI - 2

9 Consorzio Etimos S.c. EVOLUZIONE DEL SETTORE DELLA MICROFINANZA

10 Consorzio Etimos S.c. EVOLUZIONE DEL SETTORE DELLA MICROFINANZA

11 Consorzio Etimos S.c. RIPARTIZIONE REGIONALE

12 Consorzio Etimos S.c. GLI ATTORI DELLA MICROFINANZA zClienti zOrganizzazioni erogatrici dei servizi zNetwork, istituti di secondo livello, consulenti ed esperti, agenzie di sviluppo zGoverni zFinanziatori e donatori zRisparmiatori

13 Consorzio Etimos S.c. I CLIENTI DELLA MICROFINANZA I tipici clienti della microfinanza sono: zAuto-imprenditori z Imprenditori domestici Aree rurali: –Piccoli agricoltori –Piccoli commercianti Aree urbane: –Venditori ambulanti –Piccoli negozianti –Fornitori di servizi –Artigiani

14 Consorzio Etimos S.c. IL TARGET DEI PROGETTI DI MICROFINANZA Enterpreneurial poor Self-employed poor Labouring poor Vulnerable poor J.Remenyi “Microfinance and poverty alleviation” 2000

15 Consorzio Etimos S.c. IL TARGET DEI PROGETTI DI MICROFINANZA DestituteExtreme Poor Moderate Poor Vulnerable Non- Poor Non-PoorWealthy Poverty line Cohen, “The impact of Microfinance”, 2003

16 Consorzio Etimos S.c. I poveri hanno bisogno di un ampio spettro di servizi finanziari per risolvere i diversi problemi che si possono manifestare in vari momenti della vita famigliare. Stuard Rutherfod ha evidenziato nel suo libro “The poor and their money” tre categorie principali di eventi che comportano una spesa aggiuntiva: yEventi legati alla vita famigliare: includono gli eventi come nascita, matrimonio, morte che avvengono una volta nella vita. A seconda delle zone, implicano costi più o meno alti. Questi eventi sono prevedibili, non gli si può dare una data ma si è consapevoli del loro arrivo. y Emergenze: includono crisi personali come malattie, ferite, morte del capofamiglia, perdita del lavoro e rapina. Molti di questi eventi sono fuori controllo da parte della famiglia, come guerre, carestie, allagamenti, incendi. yOpportunità di investimento: si presentano, a volte, delle possibilità di investire in piccole attività economiche, terra o beni per la famiglia. Rientrano in questa categoria anche le spese che vengono sostenute per acquistare beni per migliorare la qualità della vita famigliare. I SERVIZI RICHIESTI DAI POVERI - 1

17 Consorzio Etimos S.c. I SERVIZI RICHIESTI DAI POVERI Educazione, nascite, matrimoni Morte, protezione del patrimonio “Luoghi” sicuri dove mettere i propri risparmi Wright, Understanding and Assessing the Demand for Microfinance, 2005 Assicurazioni Prestiti a microimprese Capitale circolante Malattie ed emergenze Prestiti per situazioni di emergenza Trasferimento di rimesse Accesso ai fondi inviati dai familiari lontani Pensioni Vecchiaia

18 Consorzio Etimos S.c. LE ORGANIZZAZIONI EROGATRICI DI SERVIZI - 1

19 Consorzio Etimos S.c. La classificazione dei soggetti che offrono servizi di microfinanza può in generale essere così ripartita: 1)Banche agricole e di sviluppo statali e banche postali; 2)Cooperative di credito e risparmio (cooperative finanziarie); 3)Altre banche di risparmio; 4)Banche locali rurali a basso capitale; 5)MFIs specializzate (includono NGOs e Non-bank Financial Institutions (NBFIs), banche commerciali specializzate in microfinanza. Queste istituzioni hanno quasi sempre una doppia linea di fondo, perché perseguono obiettivi finanziari e sociali. LE ORGANIZZAZIONI EROGATRICI DI SERVIZI - 2

20 Consorzio Etimos S.c. RISPARMIO PER TIPO DI ORGANIZZAZIONE

21 Consorzio Etimos S.c. CREDITO EROGATO PER TIPO DI ORGANIZZAZIONE

22 Consorzio Etimos S.c. LE NGOs yLe NGOs emergono per coprire il vuoto lasciato dal fallimento delle banche di sviluppo, e servire effettivamente i poveri, ponendosi come i veri pionieri della microfinanza nel mondo yAlcune NGOs offrono in modo esclusivo o quasi servizi di microfinanza, mentre altre offrono la microfinanza in aggiunta ad altri servizi. y Le NGOs sono spesso dipendenti dalle donazioni, particolarmente le più piccole, perché nascono con fondi in donazioni. y Le NGOs generalmente non possono mobilizzare i risparmi; infatti, questa funzione è limitata a banche ed altri intermediari che sono supervisionati dalle autorità bancarie. yAlcune NGOs hanno intrapreso la via commerciale, per il raggiungimento della loro sostenibilità e divenire indipendenti dalle donazioni, sfruttando invece le risorse commerciali di fondi per alimentare la loro crescita e raggiungere più persone povere.

23 Consorzio Etimos S.c. LE ISTITUZIONI FINANZIARIE FORMALI Gli Istituti finanziari formali si caratterizzano per: y un ampio network di filiali; y abilità di offrire una gamma di servizi diversi, inclusi risparmio e rimesse; y disponibilità di fondi da investire in sistemi e competenze tecniche. Gli istituti finanziari formali possono usare questi punti di forza per raggiungere un massimo numero di persone povere da soli o in partenariato con altri providers come le NGOs. CGAP ha identificato circa 225 istituzioni finanziarie formali impiegate in ambito di microfinanza in modi diversi. Le istituzioni finanziarie formali possono essere o governative o banche commerciali private.

24 Consorzio Etimos S.c. PUNTI DI FORZA E DEBOLEZZA DELLE ORGANIZZAZIONI EROGATRICI DI SERVIZI

25 Consorzio Etimos S.c. DONATORI - 1 I donatori in ambito di microfinanza comprendono: y Donatori bilaterali: sono agenzie di aiuto governative di paesi industriali y Organizzazioni e banche di sviluppo multilaterali: sono agenzie internazionali, come la Banca mondiale; agenzie delle Nazioni Unite (es. UNDP) o IFAD (International Fund for Agricultural Development) y Fondazioni: sono istituzioni private non-profit che raccolgono fondi per scopi caritatevoli. Es. Ford Foundation o Open Society Institute (OSI).

26 Consorzio Etimos S.c. I fondi in donazione possono essere utilizzati per scopi diversi, in ambito di microfinanza: x finanziare portafoglio crediti di istituzioni finanziarie; x supportare con assistenza tecnica istituzioni finanziarie e governative; x migliorare le abilità delle istituzioni finanziarie per entrare nel mercato del capitale domestico; x costruire abilità ……………. x supportare i network e le associazioni. DONATORI - 1

27 Consorzio Etimos S.c. FINANZIATORI - 1 I finanziatori della microfinanza (o investitori internazionali) includono: y Pubblici investitori, che hanno un approccio più commerciale dei donatori; y Fondi privati di diverso tipo. Questi fondi possono potenzialmente incrementare la provvista di finanziamenti alle MFIs, dove i fondi in donazione non sono sufficienti a coprire tutti i bisogni.

28 Consorzio Etimos S.c. Gli investitori privati si dividono in varie forme e dimensioni: y Equity funds specializzati in microfinanza; y Fondi associati e creati dai networks della microfinanza (ACCION Investment; Opportunità International; ecc); y Fondi creati da investitori socialmente responsabili. Questi fondi forniscono un’ampia varietà di strumenti finanziari per incontrare i bisogni finanziari della MFIS. Sebbene, in passato, è stato relativamente difficile per le MFIs ottenere capitale, sono iniziati alcuni fondi per coprire tale bisogno. Questo è importante perché gli investitori internazionali possono avere un impatto positivo sulla governance e sulla gestione delle MFIs. Oltre ai debiti e al capitale altri strumenti sono offerti dagli investitori: acquisto di obbligazioni; certificati di deposito; ecc. Infine, alcuni investitori offrono garanzie per permettere alle MFIs di ottenere prestiti da banche locali. FINANZIATORI - 2

29 Consorzio Etimos S.c. IL PROGRAMMA DI FREEDOM FROM HUNGER - CREDITO CON EDUCAZIONE - 1 (www.freedomfromhunger.org) Credit with education è costruito sulla base di un modello di “village banking” che unisce l’alfabetizzazione all’offerta di risorse di credito. Infatti il programma si basa su piccoli prestiti e al tempo stesso organizzare degli incontri settimanali a cui le donne partecipano per essere formate sulla prevenzione delle malattie dei loro bambini, su come nutrirli, su come curare se stesse, ma anche su come migliorare la propria capacità di vendita e come gestire un credito.

30 Consorzio Etimos S.c. IL PROGRAMMA DI FREEDOM FROM HUNGER - CREDITO CON EDUCAZIONE - 2 (www.freedomfromhunger.org) CwE viene solitamente attivato da una organizzazione locale i cui operatori di campo visitano le comunità per promuovere il programma. Le donne desiderose di ricevere un prestito per investirlo in una attività generatrice di reddito si riuniscono in gruppo e formano una “Credit Association” (diversi sono i nomi che questo gruppo può assumere nella realtà: “credit and saving association”, “community bank”, “village bank”). In genere la “Credit Association” ha da 20 a 40 membri, di cui la grande maggioranza sono donne che vivono in condizioni di alta povertà.

31 Consorzio Etimos S.c. IL PROGRAMMA DI FREEDOM FROM HUNGER - CREDITO CON EDUCAZIONE – 3 (www.freedomfromhunger.org) Gli agenti di campo (field agent) formano i nuovi membri della CA per permettere loro di gestire l’associazione, successivamente viene concesso un credito alla CA sulla base di una garanzia solidale dei membri; il prestito solitamente deve essere restituito dopo 16 settimane. Il prestito ricevuto dalla CA viene poi suddiviso fra i membri, che ricevono inizialmente dai 60 agli 80 dollari, per investire nelle loro attività economiche. Visto che il prestito è garantito dal gruppo, tutti i membri devono essere d’accordo sul fatto che ogni soggetto che ha ricevuto il prestito sia in grado di sviluppare una attività economica, capace di produrre reddito tali da poter restituire il prestito e pagare gli interessi. Se la CA ripaga all’organizzazione locale tutto il prestito, in tempo e con gli interessi, diventa eleggibile per ricevere rapidamente un nuovo prestito, di un ammontare maggiore e con un periodo di rimborso più lungo. Nella maggiora parte dei programmi CwE i membri delle associazioni riescono a ricevere vari cicli di prestito fino ad un massimo di circa 300 dollari.

32 Consorzio Etimos S.c. IL PROGRAMMA DI FREEDOM FROM HUNGER - CREDITO CON EDUCAZIONE - 4 (www.freedomfromhunger.org) I beneficiari del programma CwE investono i prestiti ricevuti principalmente in attività che già gestiscono o per le quali hanno già le professionalità necessarie, per questo non necessitano di assistenza tecnica o formazione. Si tratta di vendita di prodotti orticoli, produzione e vendita di vivande, allevamento di polli, piccoli negozi o spazi di vendita, creazione e vendita di vestiti e tessuti, piccolo artigianato, ecc. Ogni beneficiario guadagna abbastanza per rimborsare il prestito con gli interessi, accantonare qualche risparmio, soddisfare le esigenze di cibo ed altre necessità della famiglia. I membri dell’associazione si incontrano settimanalmente per gestire gli affari del gruppo, incluso la raccolta delle singole quote del prestito.

33 Consorzio Etimos S.c. IL PROGRAMMA DI FREEDOM FROM HUNGER - CREDITO CON EDUCAZIONE - 5 (www.freedomfromhunger.org) Il risultato di questa partecipazione al programma è che l’accesso al credito permette alle donne di espandere e diversificare il reddito generato dalle loro attività economiche, rimpiazzando fonti di approvvigionamento finanziario più costose (moneylenders). I partecipanti riescono inoltre ad essere più solidi in caso di shock economici o naturali. Inoltre le donne che hanno aumentato i loro profitti e i loro depositi tendono a canalizzarli direttamente verso le necessità di base della famiglia, come medicinali, cibo, educazione, ecc. Infine l’aumento di reddito delle donne permette loro di acquisire maggiore autostima e uno status paritario all’interno della famiglia e della comunità, oltre ad investire in attività fisse i surplus derivanti dall’attività.

34 Consorzio Etimos S.c. I PROTAGONISTI

35 Consorzio Etimos S.c. Risparmiatori istituzionali ed enti pubblici Microimprenditore Istituzioni di Microfinanza Risparmiatore solidale Fondi dedicati Istituzioni di 2° livello Banche cooperative finanziarie

36 Consorzio Etimos S.c. I PRINCIPI CHIAVE DELLE MICROFINANZA - 1 1)Le persone povere necessitano di una varietà di servizi finanziari, non solo prestiti. In aggiunta al credito essi vogliono risparmio, assicurazioni, rimesse. 2)La microfinanza è un potente strumento per la lotta alla povertà. Le famiglie povere usano i servizi finanziari per incrementare il reddito, costruire i loro beni, ed ammortizzare se stessi contro shocks esterni. 3)Microfinanza significa costruire sistemi finanziari che servono i poveri. La microfinanza raggiungerà il suo pieno potenziale solo se integrata con una politica finanziaria di sistema del paese di riferimento. 4)La microfinanza deve divenire auto-sostenibile se vuole raggiungere un numero molto alto di persone povere. La microfinanza non deve dipendere soltanto dai sussidi governativi e dalle donazioni, ma deve far pagare degli interessi che possano coprire i loro costi.

37 Consorzio Etimos S.c. 5)Microfinanza è costruire istituzioni locali finanziarie permanenti. Che può attrarre depositi locali, riciclarli in prestiti ed offrire altri servizi finanziari. 6)Il microcredito non è sempre la risposta. Altri tipi di supporto possono lavorare meglio per persone che sono indigenti e senza reddito. 7)I livelli massimi del tasso d’interesse rendono più difficile per le persone povere accedere ai crediti. Fare molti piccoli prestiti costa più che farne pochi e ampi. Ma determinare tassi troppo elevati, per coprire i costi, non permette di fornire credito alle persone povere. I PRINCIPI CHIAVE DELLE MICROFINANZA - 2

38 Consorzio Etimos S.c. 8) Il lavoro dei governi è quello di abilitare i servizi finanziari, non fornirli direttamente. I governi non possono quasi mai fare un buon lavoro di prestito, ma possono sviluppare un supporto nell’ambiente politico. 9)I fondi donati dovrebbero completare i capitali privati, non competere con essi. Le donazioni dovrebbero essere temporanee nello start-up delle istituzioni fino al punto in cui queste possono accedere alle risorse private, come i deposti. 10)Il collo di bottiglia è la mancanza di istituzioni e managers forti. I donatori dovrebbero focalizzare i loro supporto nella costituzione di abilità. 11)La microfinanza lavora al meglio quando misura e scopre le sue performance. I PRINCIPI CHIAVE DELLE MICROFINANZA - 3

39 Consorzio Etimos S.c. Consorzio Etimos S.c. - Microfinanza per i Sud del Mondo Piazza dei Signori, Padova - Tel fax Consorzio Etimos S.c. - Microfinanza per i Sud del Mondo Piazza dei Signori, Padova - Tel fax Grazie della vostra attenzione!


Scaricare ppt "Consorzio Etimos S.c. MICROFINANZA E MICROCREDITO - 1 Laddove i mercati finanziari tradizionali si comportano da predoni, bisogna sviluppare nuove relazioni."

Presentazioni simili


Annunci Google