La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Reti di calcolatori Modulo 2 -Protocolli di rete TCP/IP Unità didattica 3 – Instradamento statico Ernesto Damiani Università degli Studi di Milano – SSRI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Reti di calcolatori Modulo 2 -Protocolli di rete TCP/IP Unità didattica 3 – Instradamento statico Ernesto Damiani Università degli Studi di Milano – SSRI."— Transcript della presentazione:

1 Reti di calcolatori Modulo 2 -Protocolli di rete TCP/IP Unità didattica 3 – Instradamento statico Ernesto Damiani Università degli Studi di Milano – SSRI Lezione 1 – Introduzione all’instradamento IP

2 Richiami sull’instradamento IP (1) Instradamento diretto –L’host di destinazione è connesso direttamente alla rete alla quale appartiene l’host mittente –Il pacchetto IP può essere inviato direttamente incapsulando il pacchetto in un frame Ethernet

3 Richiami sull’instradamento IP (2) Instradamento indiretto –L’host di destinazione non è connesso direttamente alla rete alla quale appartiene l’host mittente  In questo caso, l’unica via per raggiungere la destinazione si ha passando per uno o più router  L’indirizzo del primo router è l’unica informazione necessaria al mittente  Quando il primo router riceve il pacchetto IP, lo esamina e decide a quale altro router va inviato

4 Richiami sull’instradamento IP (3) Un host mittente determina se l’instradamento è diretto o indiretto, ispezionando il net_id effettivo (tenendo conto della maschera di sottorete) dell’indirizzo IP di destinazione: –Corrispondenza  instradamento diretto  L’host può inviare il pacchetto direttamente senza passare attraverso router.  L’host deve “risolvere” l’indirizzo IP in un indirizzo Ethernet con l’ARP (Address Resolution Protocol) –Non corrispondenza  instradamento indiretto  L’host usa il router più vicino (gateway di default)

5 Instradamento table-driven (1) L’instradamento IP si basa su tabelle presenti su host e router –Le tabelle d'instradamento elencano, per ciascuna sottorete nota, il relativo net_id e l’indirizzo IP del router d'inoltro –Le tabelle d'instradamento sono costituite da 4 colonne  Net_id della rete di destinazione: da confrontare con quella del pacchetto da inoltrare, tenendo conto della maschera ( indica il net_id di default) (L’ immissione di default della tabella viene usata per instradare i pacchetti il cui net_id di destinazione non compare esplicitamente in nessuna riga della tabella stessa)

6 Instradamento table-driven (2)  Maschera di sottorete: associata al net_id  Indirizzo IP del gateway d’inoltro: a cui mandare il pacchetto se il suo net_id di destinazione coincide con la coppia net_id/maschera  Interfaccia di livello 2: usata per l’inoltro (ad esempio, eth = ethernet)

7 Instradamento table-driven (3) Le tabelle d’instradamento sono presenti anche sugli host –Nella tabella di un host si possono trovare tre tipi di relazioni (a volte dette rotte)  rotte dirette  rotte indirette, verso reti raggiungibili tramite uno o più router  una rotta di default, che contiene l’indirizzo del router da usare per raggiungere tutti gli altri host

8 Esempio di visualizzazione delle rotte su un host

9 Altre tecniche d’instradamento Esistono tecniche d’instradamento non basate su tabelle: –RANDOM  invio di ciascun pacchetto a un router scelto a caso tra quelli raggiungibili –FLOODING  invio di tutti i pacchetti a tutti i router raggiungibili –RANDOM  invio dei pacchetti al router che ha la coda d’inoltro più corta Quale di queste tecniche garantisce il raggiungimento della destinazione? A quale costo?

10 Algoritmo “ingenuo” d’instradamento (1)

11 Algoritmo “ingenuo” d’instradamento (2) La scansione lineare della tabella qui descritta non è un metodo efficiente –Nei router dedicati si usano tecniche hardware per eseguire simultaneamente le n comparazioni –Sapreste disegnare la rete logica corrispondente?

12 Esempio d’instradamento (1) Indirizzo IP di destinazione del pacchetto:

13 Esempio d’instradamento (2) Calcolo dell’indirizzo IP di destinazione AND Mask == NET_ID – AND = MATCH – AND = NO MATCH – AND = MATCH Tra i MATCH, A è quello con la maschera più lunga

14 Il comando ROUTE (1) È i l comando utilizzato per impostare o modificare la tabella d'instradamento locale di un computer Windows dotato di più schede di rete –Formato del comando:  ROUTE [-fp] [comando] [destinazione] [MASK netmask] [gateway] –Parametri:  [comando]: possono essere PRINT, ADD, DELETE o CHANGE  [destinazione]: è il net_id di destinazione, formato da 4 ottetti  [gateway]: è l'indirizzo IP del gateway di inoltro

15 Il comando ROUTE (2) Per visualizzare la tabella d'instradamento completa: –ROUTE PRINT Per visualizzare un instradamento specifico: –ROUTE PRINT [destinazione] [gateway] Per aggiungere un instradamento: –ROUTE ADD MASK Per cancellare la tabella d'instradamento: –ROUTE –f Per cancellare un instradamento: –ROUTE DELETE Per modificare un instradamento: –ROUTE CHANGE

16 Il comando TRACERT Il comando TRACERT (trace route), seguito da un indirizzo IP, mostra l'intero percorso che un pacchetto deve seguire per arrivare a destinazione, compresi tutti i router o gli hop attraverso i quali passa –Se una destinazione non può essere raggiunta mostra quale router non è riuscito ad eseguire l'inoltro –Può mostrare quanto tempo ci vuole per passare da un router all'altro FINE


Scaricare ppt "Reti di calcolatori Modulo 2 -Protocolli di rete TCP/IP Unità didattica 3 – Instradamento statico Ernesto Damiani Università degli Studi di Milano – SSRI."

Presentazioni simili


Annunci Google