La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SGA R. A. Falcone 1Rimini, ottobre 2005 Laboratori Nazionali del Gran Sasso Responsabilità Procedure Applicative (Dal Datore di Lavoro al Lavoratore) LA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SGA R. A. Falcone 1Rimini, ottobre 2005 Laboratori Nazionali del Gran Sasso Responsabilità Procedure Applicative (Dal Datore di Lavoro al Lavoratore) LA."— Transcript della presentazione:

1 SGA R. A. Falcone 1Rimini, ottobre 2005 Laboratori Nazionali del Gran Sasso Responsabilità Procedure Applicative (Dal Datore di Lavoro al Lavoratore) LA GESTIONE RIFIUTI PRESSO LE STRUTTURE INFN

2 Laboratori Nazionali del Gran Sasso SGA R. A. Falcone 2Rimini, ottobre 2005 Documentazione del SGA  Manuale di gestione ambientale  Procedure gestionali ambientali  Istruzioni operative ambientali Politica Ambientale, SGA, … Descrizione attività e responsabilità Descrizioni operazioni e processi

3 Laboratori Nazionali del Gran Sasso SGA R. A. Falcone 3Rimini, ottobre 2005 TitoloCodiceDistribuzione Analisi Ambientale AA RDSGA, Resp. Divisione/Servizio, RAE, RGR Manuale di Gestione Ambientale MGA RDSGA, Resp. Divisione/Servizio, RAE, RGR, soggetti esterni interessati Organigramma nominativoON RDSGA, Resp. Divisione/Servizio, RAE, RGR, soggetti esterni interessati Piano di comunicazione ambientale PdCA--- Individuazione e valutazione degli aspetti ambientaliPG.01RDSGA, Resp. Divisione/Servizio, RAE, RGR, Prescrizioni legali ed altre applicabiliPG.02RDSGA, Resp. Divisione/Servizio, RAE, RGR, Formazione e sensibilizzazionePG.03Tutto il personale dei LNGS, RAE ComunicazionePG.04Tutto il personale dei LNGS, RAE Gestione della documentazionePG.05Tutto il personale dei LNGS, RAE Gestione dei rifiutiPG.06/01 Tutto il personale dei LNGS, RAE, referenti ditte esterne Proposta, costruzione, conduzione e dismissione degli esperimenti PG.06/02RDSGA, RAE, RGR, RAE, spokesman, referenti ditte esterne PROCEDURE GESTIONALI Elenco Documenti

4 Laboratori Nazionali del Gran Sasso SGA R. A. Falcone 4Rimini, ottobre 2005 TitoloCodiceDistribuzione Gestione ambientale degli appaltiPG.06/03 RDSGA, Resp. Divisione/Servizio, RAE, RGR, referenti ditte esterne Gestione delle emergenze ambientaliPG.07Tutto il personale dei LNGS, RAE, referenti ditte esterne Sorveglianza e misurazioniPG.08RDSGA, Resp. Divisione/Servizio, RAE, RGR, Non-conformità, azioni correttive/preventivePG.09Tutto il personale dei LNGS, RAE Audit InterniPG.10Membri del gruppo di audit, tutto il personale dei LNGS, RAE Riesame della DirezionePG.11RDSGA, Consiglio di Laboratorio Gestione delle aree di depositoIO.01Tutto il personale dei LNGS, RAE, referenti ditte esterne Linee guida per la redazione di procedure di risposta alle emergenze ambientali IO.02Membri delle collaborazioni scientifiche Elenco delle potenziali situazioni di emergenzaMD.EM.01RDGSA, RSPP, Resp. Divisione/Servizio, RAE, GLIMOS Lista di riscontroMD.AU.01RDSGA, membri del gruppo di audit Minuta di Rapporto di AuditMD.AU.02RDSGA, membri del gruppo di audit ISTRUZIONI OPERATIVE MODULI PROCEDURE GESTIONALI

5 Laboratori Nazionali del Gran Sasso SGA R. A. Falcone 5Rimini, ottobre 2005 TitoloCodiceDistribuzione Aspetti e impatti ambientali (Inventario)--- Elenco Aspetti e impatti per valore--- Obiettivi e traguardi (Inventario)--- Prescrizioni legali e altre -Tipo--- Permessi (dettaglio)--- Storia dei corsi di formazione – per corso--- Storia dei corsi di formazione – per dipendente--- Azioni correttive / preventive (dettaglio)--- Non conformità chiuse (dettaglio)--- Audit dell’EMS--- Elenco dei riesami della Direzione--- REPORT ISOsoft 14001

6 Laboratori Nazionali del Gran Sasso SGA R. A. Falcone 6Rimini, ottobre 2005 PG.06/01 Gestione dei Rifiuti Scopo della procedura è regolamentare l’attività di gestione dei rifiuti dei LNGS. La procedura si applica alle due distinte unità produttive dei LNGS:  i laboratori sotterranei  i laboratori esterni

7 Laboratori Nazionali del Gran Sasso SGA R. A. Falcone 7Rimini, ottobre 2005 Responsabilità Le attività coperte da questa procedura vengono svolte da: -Il Direttore dei LNGS (DIR), - Il Rappresentante per la Direzione del SGA (RDSGA), - Il Responsabile della Gestione dei Rifiuti (RGR), - I Referenti Ambientali d’Esperimento (RAE), - I Responsabili dei Servizi, - Il Personale dei LNGS, - I Membri delle Collaborazioni di Esperimento (CE), - Il Personale delle ditte appaltatrici. … Tutti sono chiamati a fare la propria parte!

8 Laboratori Nazionali del Gran Sasso SGA R. A. Falcone 8Rimini, ottobre RGR: - compila il registro di carico e scarico; - predispone la documentazione per la denuncia annuale dei rifiuti (MUD); - cura l’assegnazione dei codici CER e l’apposizione delle etichette identificative sui contenitori; - verifica che le operazioni di raccolta rifiuti vengano svolte correttamente e con le frequenze stabilite; - gestisce il database “Trash Container Management”, modulo informatico necessario per il ritiro dei rifiuti e ne cura l’archivio elettronico; - individua per ogni servizio/area un incaricato che dia comunicazione del riempimento dei contenitori per la raccolta differenziata. 1.DIR firma, in qualità di legale rappresentante, il Modello Unico di Dichiarazione Ambientale dei rifiuti prodotti (MUD).

9 Laboratori Nazionali del Gran Sasso SGA R. A. Falcone 9Rimini, ottobre RDSGA, in accordo con RGR, decide in quali aree dei LNGS e per quale tipologia di rifiuti effettuare la raccolta differenziata. 4.I RAE ed i Responsabili dei Servizi, - informano RGR dell’avvio di attività in grado di produrre rifiuti speciali in quantità eccedenti le normali operazioni di routine; - compilano il modulo informatico per la caratterizzazione qualitativa e quantitativa dei rifiuti per la successiva consegna di idonei contenitori ed informando RGR dell’avvenuta richiesta; - comunicano a RGR la necessità di far prelevare i contenitori pieni.

10 Laboratori Nazionali del Gran Sasso SGA R. A. Falcone 10Rimini, ottobre Tutto il Personale dei LNGS, i Membri delle CE e le Ditte appaltatrici che operano nell’ambito dei LNGS : - contribuiscono alla raccolta differenziata; - rispettano scrupolosamente gli obblighi e i divieti prescritti, quali: i) deposito dei rifiuti liquidi su appositi bacini di contenimento; ii) deposito dei rifiuti urbani e rifiuti speciali non pericolosi negli appositi contenitori; iii) deposito dei rifiuti pericolosi nelle aree di stoccaggio provvisorio, appositamente predisposte.

11 Laboratori Nazionali del Gran Sasso SGA R. A. Falcone 11Rimini, ottobre Il personale della Ditta appaltatrice del servizio di facchinaggio: - fornisce i contenitori per rifiuti, dietro indicazione del RGR, sia presso i laboratori esterni che sotterranei; - ritirano i rifiuti oggetto della raccolta differenziata, sia presso i laboratori esterni che sotterranei; - raccolgono e movimentano i rifiuti, caratterizzati ed etichettati, nell’ambito di ciascuna unità produttiva; - curano il mantenimento del corretto stato dei centri di raccolta provvisoria; - provvedono ai prelievi di campioni di rifiuto per la loro caratterizzazione, dietro istruzioni del RGR.

12 Laboratori Nazionali del Gran Sasso SGA R. A. Falcone 12Rimini, ottobre Il personale della Ditta appaltatrice del servizio pulizia svuota i cestini dei rifiuti assimilabili agli urbani e li ripone nei cassonetti dell’azienda municipalizzata, per le zone dei laboratori esterni, e nei contenitori appositamente predisposti, per i laboratori sotterranei. 8.Il personale della Ditta iscritta all’Albo dei Gestori dei Rifiuti ritira i rifiuti speciali, pericolosi e non, dai laboratori sotterranei, dai laboratori esterni, dal centro di stoccaggio provvisorio e dai cassoni adibiti alla raccolta differenziata e li conferisce a smaltimento/recupero nei modi di legge.

13 Laboratori Nazionali del Gran Sasso SGA R. A. Falcone 13Rimini, ottobre 2005 Modalità operative (suggerimenti - 1) o Definire chiaramente ruoli e compiti, tramite apposite procedure. o Nel caso di appalti di lavori esplicitare sempre nel C.S.G. le modalità di smaltimento dei rifiuti prodotti. o Per particolari tipologie di lavorazioni (ristrutturazioni, demolizioni, …), evidenziare chiaramente a chi fa capo la produzione dei rifiuti, con le implicazioni derivanti (assegnazione CER, smaltimento/recupero,…).

14 Laboratori Nazionali del Gran Sasso SGA R. A. Falcone 14Rimini, ottobre 2005 o Nella selezione dell’Impresa che effettua la gestione dei rifiuti considerare, oltre agli elementi obbligatori per legge, l’inserimento di fattori migliorativi - massimali assicurativi polizza civile ed inquinamento più elevati, certificazioni volontarie, ecc … - e la previsione di costituzione di una ATI fra trasportatore e gestore dell’impianto. Modalità operative (suggerimenti - 2) o Anche quando l’appaltatore figura come produttore dei rifiuti, richiedere sempre c.c. quarta copia dei formulari – subordinandone l’ottenimento al pagamento dei S.A.L..

15 Laboratori Nazionali del Gran Sasso SGA R. A. Falcone 15Rimini, ottobre 2005 Compilazione del modulo informatico  environment  trash container management Gestione Rifiuti

16 Laboratori Nazionali del Gran Sasso SGA R. A. Falcone 16Rimini, ottobre 2005 Trash container management

17 Laboratori Nazionali del Gran Sasso SGA R. A. Falcone 17Rimini, ottobre Gestione contenitori per rifiuti

18 Laboratori Nazionali del Gran Sasso SGA R. A. Falcone 18Rimini, ottobre 2005 Inserire i propri dati

19 Laboratori Nazionali del Gran Sasso SGA R. A. Falcone 19Rimini, ottobre 2005 Per inserire la richiesta

20 Laboratori Nazionali del Gran Sasso SGA R. A. Falcone 20Rimini, ottobre 2005 Per rifiuti non ancora censiti dai laboratori


Scaricare ppt "SGA R. A. Falcone 1Rimini, ottobre 2005 Laboratori Nazionali del Gran Sasso Responsabilità Procedure Applicative (Dal Datore di Lavoro al Lavoratore) LA."

Presentazioni simili


Annunci Google