La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Metodologia della ricerca storica - 1 Enrica Salvatori.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Metodologia della ricerca storica - 1 Enrica Salvatori."— Transcript della presentazione:

1 Metodologia della ricerca storica - 1 Enrica Salvatori

2 13 giugno A cosa serve la storia? Dalla conoscenza della storia è impossibile prescindere. Gli uomini hanno avuto sempre necessità di conoscere il loro passato, di capire, attraverso esso le loro radici. Anche nelle civiltà “senza scrittura” il racconto dei fatti storici è stato affidato alla tradizione orale, alle poesie o ai canti, unici media in grado di salvare la memoria storica dalla cancellazione. L’esercizio del mestiere di storico non porta ad altro che a capire “la vita prima di noi” per capire meglio “la vita, quale noi, qui e adesso, la viviamo”.

3 13 giugno A cosa serve la storia? Legittimazione dell’esistente –Grandi perché immutabili –Grandi perché antichi Rivendicazione di differenze-somiglianze

4 13 giugno A cosa serve la storia? Costruzione dell’identità –Famiglia –Comunità –Nazione Programmi futuri – Partiti politici

5 13 giugno A cosa serve la storia? Il pensiero storico in Occidente L’Antichità –Interesse della civiltà greco-romana per la storia –Esigenze politiche del Vicino Oriente Antico –Particolare connotazione urbana

6 13 giugno A cosa serve la storia? Il pensiero storico in Occidente Giudaismo e Cristianesimo –Teleologia –Primato della Provvidenza –Popolo eletto –Protestantesimo –Competizione tra le confessioni

7 13 giugno A cosa serve la storia? Il pensiero storico in Occidente Il Settecento –Rivoluzione come ritorno al passato –Libertà = purezza originaria –Condanna del Medioevo –Neoclassicismo

8 13 giugno A cosa serve la storia? Il pensiero storico in Occidente L’Ottocento –Nazionalismo La storia come potente strumento di legittimazione della tradizione –Neogotico

9 13 giugno A cosa serve la storia? Il pensiero storico in Occidente Il Novecento Le dittature nazionailste: recupero strumentale della storia I regimi comunisti: la negazione delle tradizioni e della storia –E ora?

10 13 giugno A cosa serve la storia? Uso pubblico della storia La storia è un racconto finalizzato a legittimare un ordine gerarchico fra centri di potere o fra ceti, a spiegare perché chi ha vinto, o chi vince, o chi vincerà aveva, ha, avrà dalla sua un percorso causale e temporale con radici lontane e prospettive future Delimita le appartenenze, legittima i gruppi di potere e le scelte politiche, individua nessi di di casualità e di derivazione dell’attualità da ciò che l’ha preceduta, ritrova o inventa radici e tradizioni al fine di ricostruire l’identità. »P. Corrao, P. Viola, Introduzione agli studi di storia, Roma, Donzelli,

11 13 giugno A cosa serve la storia? Pensiero storico e revival Per Giulio Carlo Argan il revival è connesso col pensiero storico, ma mentre questo nel rapporto tra il passato e i problemi attuali dell’esistenza porta a formulare giudizi, il revival “rifugge dal giudizio, nega la separazione fra la dimensione del passato e quella del presente e del futuro”; il passato, che nella storia è pensato, nel revival è “vissuto” come forma da dare al presente. Ciò che accumuna i revival è un attegiamento di insofferenza verso le manifestazioni del mondo contemporaneo al quale si propone come alternativa un “altrove” che è prima di tutto emozionale, nonstante possa in seguito caricarsi di motivazioni etiche, potitiche o semplicemente estetiche o, al contrario, divulgarsi come puro fenomeno di moda. Il revival può tuttavia avere precisi intenti politici R. Bordone, Lo specchio di Shalott, Napoli, Liguori, 1993, pp


Scaricare ppt "Metodologia della ricerca storica - 1 Enrica Salvatori."

Presentazioni simili


Annunci Google