La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CORSO DI BIOLOGIA - Programma 1.Nozioni introduttive: Le macromolecole biologiche: proteine, lipidi, carboidrati ed acidi nucleici Organizzazione cellulare.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CORSO DI BIOLOGIA - Programma 1.Nozioni introduttive: Le macromolecole biologiche: proteine, lipidi, carboidrati ed acidi nucleici Organizzazione cellulare."— Transcript della presentazione:

1 CORSO DI BIOLOGIA - Programma 1.Nozioni introduttive: Le macromolecole biologiche: proteine, lipidi, carboidrati ed acidi nucleici Organizzazione cellulare in procarioti ed eucarioti 2.Struttura e funzione della cellula Le membrane cellulari La membrana plasmatica I sistemi di membrane interne Nucleo Mitocondri Citoscheletro Divisione cellulare (Mitosi e ciclo cellulare, Meiosi) 3.Basi molecolari dell’informazione ereditaria Acidi nucleici Cromatina e cromosomi Organizzazione del genoma in procarioti ed eucarioti Replicazione e riparazione del DNA Espressione del genoma 4.Genetica

2 Tulle le cellule (Procarioti & Eucarioti) contengono DNA Tulle le cellule sono dotate di una membrana plasmatica, che separa l’ambiente interno della cellula dall’ambiente esterno Tulle le cellule sono in grado di completare alcune funzioni metaboliche di base –Sintesi e degradazione di molecole –Produzione di energia –Assunzione di materiali dall’esterno ed “eliminazione dei rifiuti” –Movimento e comunicazione –Regolazione e coordinazione delle attivita’ Caratteristiche comuni a tutte le cellule LA CELLULA E’ L’UNITA’ DI BASE DI TUTTI GLI ORGANISMI

3 Esistono due modelli diversi di organizzazione cellulare: Procarioti Eucarioti LA CELLULA E’ L’UNITA’ DI BASE DI TUTTI GLI ORGANISMI

4 Domini e Regni - Procarioti Bacteria Archaea - Eucarioti Protista Plantae Fungi Animalia

5 Life’s Organization

6 L’albero della vita – The tree of life Gli esseri viventi oggi esistenti si sono formati da altri esseri viventi piu’ ancestrali e sono legati da relazioni di tipo evolutivo, schematizzabili in alberi filogenetici Lo studio del patrimonio genetico delle specie permette di ricostruirne la storia passata e le relazioni con altre specie

7 Atomi Ossigeno Molecole DNA Strutture/OrganuliNucleo CellulaCardiomiocita TessutoMuscolo card. OrganoCuore SistemaS. circolatorio OrganismoZebra LIVELLI DI ORGANIZZAZIONE

8 LE DIMENSIONI DELLE STRUTTURE DEI VIVENTI CELLULE

9 Perché le cellule rientrano tutte in un breve intervallo di dimensioni (da 1 a 100 μm) ? Il limite superiore dipende da: –Minimo rapporto tra area di superficie e volume –Tassi di diffusione delle molecole –Concentrazione locale di substrati ed enzimi Surface area of one large cube = 5,400 µm 2 Total surface area of 27 small cubes = 16,200 µm 2 Il limite inferiore dipende da: - Numero minimo di substrati ed enzimi - Volume minimo per contenere il DNA Il volume e’ correlato al metabolismo, mentre dalla superficie dipende la quantita’ di sostanze che puo’ transitare dall’esterno alla cellula e viceversa

10 Esperimento di simulazione delle condizioni presenti sulla Terra primitiva. Riscaldamento dell’acqua in presenza di CH 4, NH 3, and H 2 ; la miscela vaporizzata viene colpita da scariche elettriche. Si ottiene produzione ed accumulo di composti organici L’ORIGINE DELLA CELLULA

11 Composti ottenuti, in rosa i composti che sono componenti importanti delle cellule attuali L’ORIGINE DELLA CELLULA

12 Formazione spontanea di polinucleotidi e polipeptidi per polimerizzazione casuale. L’ORIGINE DELLA CELLULA

13 Riproduzione di polinucleotidi a partire da stampi precostituiti, in base all’appaiamento spontaneo delle basi complementari.

14 L’ORIGINE DELLA CELLULA Replicazione di una sequenza di RNA Stampo > sequenza complementare > nuova copia dello stampo = moltiplicazione

15 Possibili stadi di evoluzione di cellule simili a quelle attuali a partire da sistemi semplici di molecole di RNA autoreplicantisi L’ORIGINE DELLA CELLULA

16 Formazione spontanea di membrane di fosfolipidi. I fosfolipidi sono molecole anfipatiche, che in presenza d’acqua formano spontaneamente aggregati ordinati in doppi strati, vescicole in grado di racchiudere una soluzione acquosa. L’ORIGINE DELLA CELLULA

17 PROCARIOTI CONTRO EUCARIOTI Procarioti No nucleo No organelli delimitati da membrana Parete cellulare con peptidoglicano Dimensioni: max alcuni micrometri Eucarioti Nucleo Organelli delimitati da membrana Mai peptigoglicano anche in cellule con parete Dimensioni: possono essere 10 volte piu’ grandi dei procarioti

18 LA CELLULA PROCARIOTICA Dimensioni: circa 1μm Unicellularita’ Assenza di compartimentazione interna I procarioti sono formati da cellule organizzate in modo piu’ semplice di quelle eucariotiche ma in grado di completare moltissime reazioni metaboliche; infatti i procarioti possono sfruttare moltissime fonti energetiche e sopravvivere in condizioni estreme

19 LA CELLULA PROCARIOTICA La membrana plasmatica racchiude il materiale cellulare, lo separa dall’ambiente e regola il passaggio di sostanze cellula/esterno All’interno della membrana si trovano: Il citoplasma, l’insieme del contenuto cellulare, comprendente il citosol (soluzione acquosa di piccole e grandi molecole) ed alcune particelle insolubili tra cui i ribosomi Il nucleoide e’ una regione della cellula che contiene il materiale genetico, il DNA, organizzato in un singolo cromosoma

20 LA CELLULA PROCARIOTICA – STRUTTURE SPECIALIZZATE Parete cellulare esterna alla membrana, con funzione di sostegno e protezione –Peptidoglicano (Archaea) –Membrana esterna Capsula mucillaginosa di polisaccaridi (protezione, adesione, antidisidratazione)

21 LA CELLULA PROCARIOTICA – STRUTTURE SPECIALIZZATE Membrane interne, invaginazioni della m. prasmatica (batteri fotosintetici) Flagelli e pili, appendici che permettono movimento ed adesione

22 LA CELLULA EUCARIOTICA Dimensioni: circa dieci volte piu’ grandi delle cellule procariotiche La membrana plasmatica racchiude il materiale cellulare, lo separa dall’ambiente e regola il passaggio di sostanze cellula/esterno Compartimentazione interna: all’interno della membrana si trova il citoplasma, l’insieme del contenuto cellulare, comprendente il citosol (soluzione acquosa di piccole e grandi molecole) ed una serie di organuli, compartimenti funzionalmente specializzati delimitati da membrana o comunque strutturalmente separati

23 LA CELLULA EUCARIOTICA


Scaricare ppt "CORSO DI BIOLOGIA - Programma 1.Nozioni introduttive: Le macromolecole biologiche: proteine, lipidi, carboidrati ed acidi nucleici Organizzazione cellulare."

Presentazioni simili


Annunci Google