La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

A.s. 06/07. NORMATIVA D.M. 26/08/81 (colloquio pluridisciplinare) D. Lgs. 297/94 T.U. D.M. 201/99 (indirizzo musicale) D.P.R. n. 275/99 art. 8 g) (Regolamento.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "A.s. 06/07. NORMATIVA D.M. 26/08/81 (colloquio pluridisciplinare) D. Lgs. 297/94 T.U. D.M. 201/99 (indirizzo musicale) D.P.R. n. 275/99 art. 8 g) (Regolamento."— Transcript della presentazione:

1 a.s. 06/07

2 NORMATIVA D.M. 26/08/81 (colloquio pluridisciplinare) D. Lgs. 297/94 T.U. D.M. 201/99 (indirizzo musicale) D.P.R. n. 275/99 art. 8 g) (Regolamento autonomia) O.M. 90/01 in quanto compatibile (Scrutini ed esami) – Adempimenti preliminari L. 53/03 (Riforma ordinamenti) D.Lgvo 59/04 artt. 8 e 11 (valutazione scuola primaria - valutazione scuola sec. 1^ grado)

3 continuazione Note prot. 4099/04 e prot. 26/A/05 Nota 31/08/06 (adempimenti conclusivi ed esame finale 1^ ciclo) Nota 10/11/06 (adempimenti conclusivi ed esame finale 1^ ciclo) NORMATIVA

4 C.M. 28/07 Esame a conclusione 1^ ciclo d’istruzione (dopo una “base conoscitiva generale” – scuola primaria – v’è stata una “sistematizzazione dei saperi su cui si fondano le consapevoli scelte per il futuro” – scuola secondaria 1^ grado - )

5 esclusiva competenza delle commissioni esaminatrici a predisporre tutte le prove d’esame (cfr. art.3 L.1/07 che abroga art.3, comma 1 b D.Lg.vo 286/04) NO INVALSI

6 A) - ATTIVITA’ PRELIMINARI ALL’ESAME DI STATO 1. validazione dell’anno scolastico (frequenza di almeno ¾ dell’orario complessivo personalizzato – salvo deroghe motivate -)

7 2. ammissione all’esame d’ufficio a tutti gli alunni frequentanti l’ultimo anno di scuola secondaria di 1^ grado- abrogato il giudizio di idoneità da parte del C. d. C. (art. 19 D. L.vo 59/04)

8 3. predisposizione relazione finale del C.d.C. con: -attività e insegnamenti effettivamente svolti, -linee didattiche seguite, -interventi effettuati (anche di sostegno e integrazione), -sintesi del programmato e verificato nel triennio).

9 4. scheda individuale di valutazione (contenenti giudizi analitici per disciplina e giudizio conclusivo 3° anno) sullo sviluppo delle capacità e sul possesso dei contenuti culturali dell’alunno

10 B) SVOLGIMENTO ESAMI DI STATO 1. Prove scritte 3 da svolgersi su tre giorni diversi e per una durata oraria definita dalla commissione d’esame. Italiano Lingue straniere Matematica ed elementi di scienze e tecnologia E’ tassativamente vietato l’uso di telefoni cellulari

11 2. colloquio pluridisciplinare valutazione collegiale della maturazione globale dell’alunno (più capacità e competenze nelle due lingue comunitarie e competenza musicale nella pratica esecutiva e nella conoscenza teorica)

12 3. giudizio finale motivato e complessivo in formulazione sintetica NEGATIVO POSITIVO sufficiente/buono/distin to/ottimo “non licenziato”

13 4. candidati con necessità educative speciali I. in situazione di handicap (diversamente abili) II. con DSA (Disturbi Specifici di Apprendimento) III. candidati ospedalizzati IV. candidati stranieri V. candidati privatisti VI. candidati adulti

14 Docenti sostegno Prove differenziate Attestato crediti formativi Prove d’esame Diploma di licenza Candidati con handicap C.M. 28/07 - 5

15 CATEGORIE DI ESITI Indipendenza INDICATORI Autonomia Scelte Decisioni Controllo personale Autonomia decisionale Obiettivi personali PROGETTO D’INTEGRAZIONE (ICF)

16 CATEGORIE DI ESITI Relazioni INDICATORI Intimità Affetto Famiglia Interazioni Amicizie Persone di riferimento

17 CATEGORIE DI ESITI Partecipazione nella scuola e nella comunità INDICATORI Presenza a scuola Presenza nella comunità Attività scolastiche Attività nella comunità Coinvolgimento scolastico Coinvolgimento nella comunità Accoglienza Condizione o ruolo sociale

18 CATEGORIE DI ESITI Benessere personale INDICATORI Benessere emozionale Relazioni interpersonali Benessere materiale Sviluppo personale Benessere fisico Autodeterminazione Integrazione sociale Diritti

19 Il M.P.I. indica “gli obiettivi generali del processo formativo” e “gli obiettivi specifici di apprendimento relativi alle competenze degli alunni” -ART. 8 D.P.R. 275/99 (Regolamento Autonomia) C) CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE

20 -ART. 10 D.P.R. 275/99 (Regolamento Autonomia) Il M.P.I. adotta i nuovi modelli per le certificazioni indicanti: conoscenze, competenze e capacità acquisite crediti formativi riconoscibili

21 C.M. 84/05 Certificazione delle competenze degli studenti a.s. 05/06 Note M.P.I e C.M.- 28/07

22 La certificazione delle competenze ha funzione di orientamento e di sostegno al processo formativo di ciascun alunno

23 registra:  competenze, capacità e potenzialità nelle aree disciplinari e traguardi raggiunti sia nel percorso scolastico che in sede d’esame;  attitudini emerse;  piano di studio seguito (monte ore, discipline, attività facoltative ed opzionali, crediti formativi)

24 in assenza di ridefinizione delle Indicazioni Nazionali per il 1^ ciclo (in corso) il M.P.I. chiede alle scuole di sperimentare l’allegato modello di certifcazione delle competenze, anche adottandolo alle specifiche situazioni locali

25 MISURE DI ACCOMPAGNAMENTO dossier gruppo tecnico nazionale gruppo regionale di raccordo

26 IL MODELLO DI CERTIFICAZIONE (intestazione della scuola) Il Dirigente scolastico e il Presidente della Commissione d’esame Visti gli atti d’ufficio relativi alle valutazioni espresse dagli insegnanti, ai giudizi definiti dal consiglio di classe, agli esiti conseguiti e alle documentazioni acquisite in sede di esame di Stato; CERTIFICANO L’alunn ………………………………………………. nat.. a …..……………………….. il ………………….... ha superato l’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione con la valutazione finale di ………………….. (1) Tenuto conto del percorso scolastico e delle prove di esame, ha conseguito i seguenti livelli di competenza nelle discipline di studio e nelle attività opzionali e facoltative (2) - competenze in lingua italiana ……………………………………………………………. - competenze in inglese e seconda lingua comunitaria…..………………………………… - competenze matematiche………………………………………………………………….. - competenze scientifiche……………………………………………………………………… - competenze tecnologiche………………………………………………… competenze storico-geografiche………………………………………………………….. - competenze artistiche…………………………………………………………………….. - competenze musicali…………………………………………………………………… competenze motorie………………………………………………………………………. Anche con riferimento a prove d’esame sostenute con esito molto positivo, ha mostrato specifiche capacità e potenzialità nei seguenti ambiti disciplinari: ………………………………………………………………………………………………………………………….. …………………………………………………………………………………………………………………………. Il piano di studi seguito nell’ultimo anno si è caratterizzato in particolare per la partecipazione a: - tempo scuola (settimanale complessivo)………………………………………………. - attività opzionali facoltative (quali e quante ore)………………………………….…… - altre attività significative………………………………………………………………… data………………………. Il Dirigente scolastico Il Presidente di Commissione ________________________________ (1) (OTTIMO, DISTINTO, BUONO, SUFFICIENTE) (2) Il livello si può esprimere sia in termini quantitativi (es., iniziale, intermedio, finale) sia con indicatori della disciplina


Scaricare ppt "A.s. 06/07. NORMATIVA D.M. 26/08/81 (colloquio pluridisciplinare) D. Lgs. 297/94 T.U. D.M. 201/99 (indirizzo musicale) D.P.R. n. 275/99 art. 8 g) (Regolamento."

Presentazioni simili


Annunci Google