La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Politiche del Ministero della Salute sulla professione infermieristica 2003-2007 Ministero della Salute Direzione Generale di Pianificazione e Valutazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Politiche del Ministero della Salute sulla professione infermieristica 2003-2007 Ministero della Salute Direzione Generale di Pianificazione e Valutazione."— Transcript della presentazione:

1 Politiche del Ministero della Salute sulla professione infermieristica Ministero della Salute Direzione Generale di Pianificazione e Valutazione

2 Departament de Salut Ministero della Salute Direzione Generale di Pianificazione e Valutazione Scenario professionale Definizione di infermeria Infermiera specializzata Buona formazione Autonoma Accessibile Risolutiva Infermiera praticante Competenze ? Specialista ?

3 Analisi della professione infermieristica Ministero della Salute Direzione Generale di Pianificazione e Valutazione Obiettivo generale: Identificare le caratteristiche che avvicinano alcuni infermieri all’eccellenza dell’esercizio della loro professione Obiettivi specifici: Descrizione dei campi di intervento Importanza relativa attribuita Identificare necessità di formazione Descrivere modalità organizzative Identificare variabili di successo

4 Infermiera praticante* Ministero della Salute Direzione Generale di Pianificazione e Valutazione Infermiera esperta che svolge il suo ruolo mediante i valori, le conoscenze, le teorie e la buona pratica della professione infermieristica. Lavora in modo autonomo applicando il processo delle cure ed anche collaborando con altri professionisti della salute, maggiormente con medici, come complemento al loro lavoro, ma non sostituendolo *Associazione di infermieri del Canada (2002)

5 Dicono gli infermieri... Ministero della Salute Direzione Generale di Pianificazione e Valutazione SÌ, al potenziamento delle proprie competenze NO, all’assunzione di ruoli di altri professionisti

6 Ministero della Salute Direzione Generale di Pianificazione e Valutazione Actuacions des del Departament Azioni del Ministero della Salute del Governo della Catalogna

7  Costituito il 5 ottobre 2006 – Ascritto al Ministero della Salute – Organo permanente di consultazione e partecipazione – Riconosce la singolarità dell’esercizio della professione infermieristica. – Le proposte del Consiglio saranno vincolanti per le decisioni nelle politiche di salute della Catalogna 1. Consiglio della professione infermieristica della Catalogna (CPIC) Ministero della Salute Direzione Generale di Pianificazione e Valutazione

8 OBIETTIVO: Organo di partecipazione, consultazione e consenso in:  Determinazione di questioni relative all’esercizio della professione  Sviluppo delle politiche accademiche e formative  Sviluppo del Piano delle risorse umane della Legge di ordinamento delle professioni sanitarie  Partecipare al processo di definizione delle misure di implementazione del Libro bianco delle professioni sanitarie Consiglio della professione infermieristica della Catalogna (CPIC) Ministero della Salute Direzione Generale di Pianificazione e Valutazione

9 Raggruppa professionisti dell’infermeria catalana provenienti da diversi ambiti : – Amministrazione – Docenza – Associazioni scientifiche – Collegi di professionisti – Sindacati – Fornitori Consiglio della professione infermieristica della Catalogna (CPIC) Ministero della Salute Direzione Generale di Pianificazione e Valutazione

10 Organizzazione:  Plenaria  Commissione di ordinamento della professione (COP): tratta aspetti relativi all’ordinamento della professione infermieristica  Commissione dell’esercizio professionale (CEP): tratta aspetti relativi all’esercizio professionale del sistema sanitario integrale di utilizzazione pubblica della Catalogna Consiglio della professione infermieristica della Catalogna (CPIC) Ministero della Salute Direzione Generale di Pianificazione e Valutazione

11 Organizzazione del CPIC: Commissione di ordinamento professionale infermieristica (COP) Commissione per l’esercizio della professione infermieristica (CEP) (COP) (CEP) Plenaria (CPIC) Consiglio della professione infermieristica della Catalogna (CPIC)

12 –Analisi della situazione –Proposte –Dibattito e consenso –Consulenza legale –Consulenza amministrativa –Posizionamento del Ministero nelle proposte Consiglio della professione infermieristica della Catalogna (CPIC) Ministero della Salute Direzione Generale di Pianificazione e Valutazione Metodologia di lavoro delle subcommissioni

13 Strumenti di supporto amministrativo: È stato abilitato un indirizzo per facilitare la comunicazione tra tutti i membri del consiglio È stato abilitato uno spazio di lavoro in e-Catalunya, per inserire la documentazione affinché possa essere condivisa tra le due commissioni. Consiglio della professione infermieristica della Catalogna (CPIC) Ministero della Salute Direzione Generale di Pianificazione e Valutazione

14  Stato attuale delle commissioni: Commissione di ordinamento della professione:  Esistono 5 sottocommissioni di lavoro:  Competenze professionali  Demografia professionale  Leadership  Immagine  Prescrizione infermieristica Consiglio della professione infermieristica della Catalogna (CPIC) Ministero della Salute Direzione Generale di Pianificazione e Valutazione

15  Stato attuale delle commissioni: Commissione per l’esercizio professionale:  Ci sono 3 sottocommissioni di lavoro:  Giornate, orari e conciliazione della vita lavorativa e familiare  Stabilità contrattuale e precarietà lavorativa  Pensionamento dei professionisti (condiviso da ambedue le commissioni) Consiglio della professione infermieristica della Catalogna (CPIC) Ministero della Salute Direzione Generale di Pianificazione e Valutazione

16 Funzione della Commissione per l’esercizio della professione: Informare in modo precettivo dei progetti normativi che abbiano contenuti che riguardino le condizioni dell’esercizio professionale Realizzare proposte sul Piano delle risorse umane che riguardino esclusivamente l’ambito infermieristico Formulare proposte e raccomandazioni in materie che si ripercuotono sulla prestazione di servizi di infermieri, per migliorare la qualità, l’efficacia e l’efficienza dell’attenzione sanitaria Consiglio della professione infermieristica della Catalogna (CPIC) Ministero della Salute Direzione Generale di Pianificazione e Valutazione

17 Funzione della Commissione per l’ordinamento professionale Informare in modo precettivo dei progetti normativi che abbiano contenuti che riguardino le condizioni dell’esercizio professionale e del sistema di riconoscimento dello sviluppo professionale Realizzare proposte per la pianificazione delle necessità degli infermieri e dell’offerta di formazione specializzata Proporre criteri per l’orientamento della formazione infermieristica in Catalogna Fare proposte per la certificazione della competenza professionale Consiglio della professione infermieristica della Catalogna (CPIC) Ministero della Salute Direzione Generale di Pianificazione e Valutazione

18 Funzione della Commissione per l’ordinamento professionale: Promuovere formule di partecipazione dei professionisti al sistema sanitario Analizzare e proporre strumenti e misure di razionalizzazione della domanda, conservando sempre gli standard di qualità In generale, formulare proposte sull’organizzazione del sistema sanitario e dell’ordinamento della professione Consiglio della professione infermieristica della Catalogna (CPIC) Ministero della Salute Direzione Generale di Pianificazione e Valutazione

19 2. Prescrizione infermieristica Definizione di prescrizione * “ La capacità di selezionare, guidati dai criteri di buona pratica, materiali diversi, prodotti e/o dispositivi atti a soddisfare la salute dell’utente e della popolazione, appoggiato dal giudizio clinico infermieristico e somministrato sotto forma di cura” *Proposta di definizione del Consiglio generale di infermeria (CGE)

20 Legge sulle garanzie e sull’uso razionale di farmaci e di prodotti sanitari Articolo 77. La ricetta medica e la prescrizione ospedaliera. 1.“La ricetta medica, pubblica o privata, e l’ordine ospedaliero di dispensazione, sono documenti che assicurano l’instaurazione di un trattamento con farmaci per istruzione di un medico o di un odontoiatra, unici professionisti con facoltà di ordinare la prescrizione di farmaci ”

21 Cosa dice la legge? Disposizione addizionale dodicesima. Della revisione dei farmaci soggetti a prescrizione. “Per facilitare il lavoro dei professionisti sanitari che, d’accordo con questa legge, non possono prescrivere farmaci, nel termine di un anno il Ministero di Sanità e Consumo stabilirà la relazione di farmaci che possono essere usati o, se è il caso, autorizzati da questi professionisti, così come le condizioni specifiche nelle quali li possono utilizzare e i meccanismi di partecipazione con i medici in programmi di monitoraggio di determinati farmaci.”

22 Cosa ha fatto il Ministero della Salute in relazione alla legge? Prima della pubblicazione della legge sono state fatte: Proposte di modifica della redazione di diversi articoli Concretamente per l’articolo 77 è stata proposta la seguente redazione: “Normativamente verranno stabiliti di comune accordo protocolli di azione in circostanze specifiche, con menzione esplicita ai gruppi di farmaci che possono essere indicati da altri professionisti sanitari, in cui si definiscano strettamente le condizioni di indicazione”

23 PERCHÉ LA MINISTRO DELLA SALUTE CREDE CHE L’INFERMERIA POSSA PRESCRIVERE? Perché considera che l’infermeria abbia la capacità di farlo Perché vuole che l’infermeria esca dall’invisibilità Perché l’infermeria deve avere una leadership e un’indipendenza nell’ambito delle sue competenze. Pertanto, credo che l’infermeria, sempre nell’ambito delle sue competenze, debba esser risolutiva nei confronti dei problemi relativi alla salute Perché in altri paesi ci sono esperienze che avallano l’efficacia della prescrizione infermieristica

24 Comunità Autonome a favore della prescrizione infermieristica Catalogna Andalusia Paesi Baschi Castiglia-La Mancia Madrid

25 Altri collettivi a favore della prescrizione infermieristica Prescrizione con catalogo e formazione previa, nell’ambito delle competenze infermieristiche Società Spagnola di medicina familiare e comunitaria (Semfyc) Società Catalana di medicina familiare e comunitaria (CAMFiC) Collegio ufficiale dei medici di Barcellona (COMB) Associazione di direttori d’infermeria del Regno Unito Fonte: Rivista “Enfermería Facultativa”

26 Altri collettivi contro la prescrizione infermieristica Collegio dei medici di Cordoba, “invita gli infermieri a iscriversi alla facoltà di medicina” Organizzazione medico collegiale (OMC) Società Spagnola di medici di attenzione primaria (SEMERGEN): considera che “può comportare gravi rischi per la salute del cittadino” La Legge 29/2006 del 26 luglio, “ sulle garanzie e sull’uso razionale dei farmaci e dei prodotti sanitari”

27 Alcune proposte di prescrizione infermieristica della Ministro della Salute Dotare di un catalogo chiuso di prescrizioni i professionisti dell’infermeria Realizzare la prescrizione con la supervisione medica e previa formazione dei professionisti Dare maggiore importanza al ruolo dell’infermeria

28 Cosa sta facendo il Ministero della Salute? Guidare i gruppi di lavoro per arrivare alla definizione di un catalogo di prodotti e fare proposte concrete Mantenere contatti con altre Comunità Autonome favorevoli alla prescrizione Mantenere riunioni di lavoro con il Ministero Spagnolo

29 Collegi di professionisti e/o Consiglio di collegi Il Collegio ufficiale di infermeria di Barcellona, sta elaborando un catalogo di prodotti che l’infermeria potrebbe prescrivere con il consenso del Consiglio di collegi Il Collegio di podologi di Barcellona, ha anch’esso definito un catalogo di prodotti che potranno prescrivere Allo stesso modo, il Collegio ufficiale dei farmacisti Il Consiglio interterritoriale di farmacia, sta lavorando per stabilire un catalogo di prodotti farmaceutici.

30 Studio COM-VA (R) di valutazione delle competenze dell'infermeria assistenziale nell’ambito ospedaliero Obiettivo COM-VA (R) : contribuire all’ordinamento dell’attività infermieristica negli ospedali e sviluppare un sistema integrale di gestione per competenze Guidato dall’Istituto Catalano per la salute (fornitore di servizi, pubblico) 3. Infermeria ospedaliera Ministero della Salute Direzione Generale di Pianificazione e Valutazione

31 Studio demografico delle professioni sanitarie in Catalogna: - Informazione eterogenea - Diverse organizzazioni di lavoro - Portafoglio di servizi non esplicito - Diffusione non uniforme delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) - Mancanza di coordinamento dei livelli Ministero della Salute Direzione Generale di Pianificazione e Valutazione 4. Infermeria dell’attenzione primaria per la salute

32 Analisi della professione infermieristica Ministero della Salute Direzione Generale di Pianificazione e Valutazione STUDIATEUNIVERS REGIONI SANITARIE 77 EAP EAP ICS / NON ICS 266 / / 77 INFERMIERI EAP: Gruppi di attenzione primaria per la salute ICS: Istituto Catalano per la salute L’80% degli infermieri compilano il 90% del questionario Catalogna 99% 83,5%

33 Attenzione primaria per la salute (APS): Dimensioni del cambio Ministero della Salute Direcció General de Planificació i Avaluació Lavorare in modo autonomo Favorire l’accessibilità Competenze condivise Risoluzione dei problemi Continuità assistenziale Presenza nella comunità

34 5. SALUTE E SCUOLA Diretto a 3º e 4º della ESO (adolescenti di 15 e 16 anni) Obiettivi: –Migliorare il coordinamento scuola e servizi sanitari –Avvicinare i servizi sanitari ai centri docenti –Ridurre comportamenti insani –Rilevare precocemente problemi di salute –Elaborare mappa territoriale congiunto Ministero della Salute Direzione Generale di Pianificazione e Valutazione

35 Ultima fase CON PARTECIPANTI ALLO SVILUPPO DEL PROGRAMMA 3ª. fase 171 2ª. fase 99 1ª. fase ABS TERRITORIO 1ª. fase: 21% 2ª. fase: 29% 3ª. fase: 50% Total attuale: 170 Totale in sospeso: 171 TOTALE: 341 Fonte: Direzione Generale della Salute Pubblica. Ministero della Salute

36 Numero di visite Sessualità e affettività Salute alimentare Salute mentale Altre droghe Tabacco Attività fisica Alcool Maltrattamenti Altri temi N=6083 visite realizzate Temi trattati negli ambulatori

37 Convegno con l’Istituto Carlos III (Madrid) per la creazione del Centro collaboratore Spagnolo dell’Istituto Joanna Briggs per le cure della salute basate sull’evidenza Piano strategico di ordinamento di pediatria all’attenzione primaria per la salute Revisione del Programma del bambino sano (salute pubblica e comunitaria – attenzione primaria per la salute) Piano d’innovazione dell’attenzione primaria per la salute (APS) 6. Altre azioni del Ministero Ministero della Salute Direzione Generale di Pianificazione e Valutazione

38 Potenziare il lavoro degli ausiliari di infermeria Creazione dell’Alleanza per la Sicurezza dei pazienti Studio demografico delle professioni sanitarie in Catalogna Servizio telefonico “Sanitat Respon” (Sanità Risponde). Servizio telefonico dedicato a prestare informazioni e consigli sulla salute in modo continuo Piano integrale per la promozione della salute mediante l’attività fisica e un’alimentazione salutare (PAAS) Altre azioni del Ministero Ministero della Salute Direzione Generale di Pianificazione e Valutazione

39 Scuola Istituto Educazione sanitaria Menu scolari Promozione dell’attività fisica Programma PAAS Piano integrale per la promozione della salute mediante l’attività fisica e l’alimentazione salutare Centro comunitario Laboratori di formazione (bambini / adulti) Municipio Itinerario + Insegne Accesso installazioni sportive Programmi per popolazione sfavorita Attenzione primaria per la salute Prescrizione attività fisica Impresa Menu salutari promozione attività fisica Industria alimentare Codice di buone pratiche Commercio & Ristorazione Menu e alimenti (AL-Med)

40  Continuare a potenziare le competenze degli infermieri: infermeria di gestione di casi complessi, infermeria di collegamento, infermeria di prima accoglienza, infermeria a domicilio, infermeria per salute e scuola...  Incrementare il numero di infermieri per l’attenzione primaria per la salute (APS)  Analizzare la situazione degli infermieri ospedalieri e dell’ambito sociosanitario Linea di lavoro del Ministero della Salute Ministero della Salute Direzione Generale di Pianificazione e Valutazione

41  Sviluppare le specialità infermieristiche e riconoscere la sua specializzazione  Incrementare la presenza degli infermieri nei luoghi in cui vengono prese le decisioni (ambito della gestione)  Rivalorizzare la leadership infermieristica nella gestione delle cure (infermieristica di gestione dei casi complessi) Linea di lavoro del Ministero della Salute Ministero della Salute Direzione Generale di Pianificazione e Valutazione

42 Aspetti professionali –Numero di professionisti –Competenze condivise: sussidiarietà –Condizioni lavorative –Categorie e retribuzioni –Scarsa ricerca ed evidenza –Valutazione degli interventi infermieristici –Riconoscimento sociale: Pazienti Mezzi di comunicazione Sfide e aspettative Ministero della Salute Direzione Generale di Pianificazione e Valutazione

43 Nuovi titoli infermieristici: –Studi di grado superiore –Master –Dottorato Specialità infermieristiche come requisito Altre professioni Sfide e aspettative Ministero della Salute Direzione Generale di Pianificazione e Valutazione


Scaricare ppt "Politiche del Ministero della Salute sulla professione infermieristica 2003-2007 Ministero della Salute Direzione Generale di Pianificazione e Valutazione."

Presentazioni simili


Annunci Google