La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I costi indiretti dichiarati su base forfettaria L’esperienza della Regione Marche Roma, 4 marzo 2010 Adg Por Marche Fse – Dott. Mauro Terzoni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I costi indiretti dichiarati su base forfettaria L’esperienza della Regione Marche Roma, 4 marzo 2010 Adg Por Marche Fse – Dott. Mauro Terzoni."— Transcript della presentazione:

1 I costi indiretti dichiarati su base forfettaria L’esperienza della Regione Marche Roma, 4 marzo 2010 Adg Por Marche Fse – Dott. Mauro Terzoni

2 La metodologia Ricorso al criterio del costo storico Programmazione di riferimento: POR FSE Universo preso in esame: progetti formativi conclusi Periodo dal al (data studio) Adg Por Marche Fse – Dott. Mauro Terzoni

3 La classificazione dei costi diretti e indiretti Punto di partenza: il piano dei costi della programmazione 2000/2006 Categoria 1 – spese docenti e equivalenti Categoria 2 – spese partecipanti Categoria 3 – spese di funzionamento e gestione Categoria 4 – altre spese Piano analogo a quello del Vademecum Ministeriale per i PON Adg Por Marche Fse – Dott. Mauro Terzoni

4 La classificazione dei costi diretti e indiretti L’Adg ha definito in maniera esaustiva i costi diretti o indiretti: Categoria 1 – spese docenti e equivalenti – diretti Categoria 2 – spese partecipanti – diretti Categoria 3 – spese di funzionamento e gestione – indiretti Categoria 4 – altre spese – diretti Adg Por Marche Fse – Dott. Mauro Terzoni

5 Percentuali applicate per tipologia formativa L’analisi ha evidenziato costi indiretti diversi per tipologie di progetti - Formazione continua 15% - IFTS 15% - Master professionalizzanti 15% - Formazione permanente 20% - Corsi di qualifica professionale e corsi di specializzazione 20% Le percentuali fisse hanno semplificato e reso omogenea l’applicazione del forfait dei costi indiretti Adg Por Marche Fse – Dott. Mauro Terzoni

6 Scelta del forfait lasciata ai beneficiari I beneficiari optano per il forfait dei costi indiretti su base volontaria La scelta viene manifestata al momento della presentazione dei progetti La percentuale del forfait non si modifica fino al termine del progetto Pertanto la eventuale riduzione dei costi diretti comporta la diminuzione, in maniera proporzionale, anche dei costi indiretti Adg Por Marche Fse – Dott. Mauro Terzoni

7 Domanda di rimborso La domanda di rimborso presentata dai beneficiari elenca: a) dettagliatamente i costi diretti effettivamente sostenuti e gli estremi delle fatture o documenti di valore contabile equivalente b) la percentuale dei costi indiretti sui diretti, che è generata in automatico dal sistema informativo Adg Por Marche Fse – Dott. Mauro Terzoni

8 Atti adottati Realizzato uno studio interno alla PA (DGR n. 669/2007) Lo studio è richiamato: - nel documento di attuazione al POR Marche 2007/13 (DGR 192/08) - nel Manuale per la gestione dei progetti (DGR 975/08 e s. m.) - nella descrizione sui sistemi di gestione e controllo (DDS 182/09) Gli Avvisi emanati a partire dal 1/09/08 consentono l’opzione del forfait Adg Por Marche Fse – Dott. Mauro Terzoni

9 Informazione ai beneficiari Concertazione in sede di Commissione Regionale Lavoro (LR 2/05) Tavolo ad hoc di ascolto con una rappresentanza di enti beneficiari Richiamo della DGR 975/08 in tutti gli Avvisi dell’Adg e degli OI N. 4 seminari informativi provinciali con i beneficiari (FORMEZ) Pubblicazione sul portale SIFORM della documentazione di riferimento Pubblicazione nel sito dell’ADG FSE di informazioni di dettaglio (ad es. : istruzioni sulla compilazione del preventivo dei costi) Adg Por Marche Fse – Dott. Mauro Terzoni

10 Adesioni alla semplificazione Dal 1 settembre 2008 al 1 marzo 2010: - N. 509 progetti approvati con il forfait su un totale di n. 915 (55,6%) - N. 270 progetti avviati con il forfait su n. 498 (54,2%) Adg Por Marche Fse – Dott. Mauro Terzoni

11 Prospettive 2010 – 2011 Si è verificato un crescente ricorso al forfait dal 2008 ad oggi L’applicazione del forfait ha reso: - più semplici le procedure di controllo - aumentato i benefici amministrativi nelle attività di gestione Il ricorso al forfait è risultata una significativa esperienza per l’applicazione delle successive opzioni di semplificazione previste dai Regolamenti Comunitari Adg Por Marche Fse – Dott. Mauro Terzoni

12 GRAZIE PER L’ATTENZIONE ! Adg Por Marche Fse – Dott. Mauro Terzoni


Scaricare ppt "I costi indiretti dichiarati su base forfettaria L’esperienza della Regione Marche Roma, 4 marzo 2010 Adg Por Marche Fse – Dott. Mauro Terzoni."

Presentazioni simili


Annunci Google