La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 L’attività fisica nelle persone con problemi psichiatrici dott.ssa Susanna Morgante Incontro con i referenti del progetto di lotta alla sedentarietà.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 L’attività fisica nelle persone con problemi psichiatrici dott.ssa Susanna Morgante Incontro con i referenti del progetto di lotta alla sedentarietà."— Transcript della presentazione:

1 1 L’attività fisica nelle persone con problemi psichiatrici dott.ssa Susanna Morgante Incontro con i referenti del progetto di lotta alla sedentarietà Verona

2 2 Promozione dell’attività motoria e della sana alimentazione con i pazienti psichiatrici I pazienti psichiatrici ricevono in genere cure sanitarie di minor qualità per quanto riguarda le patologie non psichiatriche e hanno una maggior mortalità della popolazione generale, dovuta (oltre che a suicidio e morti traumatiche) al maggior rischio cardiovascolare in quanto spesso la loro alimentazione è inadeguata fanno poca attività fisica alcuni psicofarmaci inducono aumento del peso la patologia psichiatrica può ostacolare la relazione con gli operatori sanitari l’attenzione si incentra sulla patologia psichiatrica e quella fisica tende ad essere trascurata

3 3 Antipsychotic-induced weight gain Allison D et al. Am J Psychiatry 1999;156:1686 Un aumento ponderale durante la terapia antipsicotica rappresenta un potenziale effetto collaterale del trattamento e dipende dall’interazione dei farmaci con i vari sistemi di neuromediatori. L’effetto può essere talmente disturbante da indurre il paziente a sospendere la terapia, oltre a rappresentare un problema significativo per la sua salute fisica. L’articolo passa in rassegna le diverse classi di farmaci analizzandone il rischio di produrre un aumento ponderale significativo.

4 4 Weight gain and antidepressants Fava M. J Clin Psychiatry 2000;61(suppl 11):37 Un aumento ponderale durante la terapia antidepressiva può rappresentare un effetto collaterale dei farmaci. Inoltre un’eccessiva ingestione di cibo può dipendere dalla stessa sindrome depressiva. L’articolo passa in rassegna le diverse classi di farmaci analizzandone il rischio di produrre un aumento ponderale significativo.

5 5 Integrating physical activity into mental health services for persons with serious mental illness Richardson CR et al - Psychiatr Serv marzo 2205;56:324 L’articolo passa in rassegna l’utilizzo dell’attività fisica per promuovere la salute, sia fisica che mentale, nei pazienti psichiatrici. In particolare, negli psicotici l’AF potrebbe essere utile per garantire il diritto dei pazienti alla salute fisica (e al divertimento…) ridurre la depressione e gestire meglio i sintomi psicotici migliorare l’autostima e contrastare l’isolamento sociale facilitare l’aggancio ai centri di salute mentale

6 6 Integrating physical activity into mental health services for persons with serious mental illness Richardson CR et al - Psychiatr Serv marzo 2205;56:324 Gli autori suggeriscono in particolare di utilizzare programmi strutturati di attività di gruppo (gruppi di cammino). Risultati anche migliori e con costi più contenuti possono essere raggiunti lavorando sulle modifiche dello stile di vita incentrate sull’attività motoria nella vita quotidiana. Questi programmi dovrebbero entrare a far parte della routine dei servizi di salute mentale, sono accettati dai pazienti e l’aderenza ai programmi è sovrapponibile a quella della popolazione generale.

7 7 “Work related and non-work related stress in relation to low leisure time physical activity in a Swedish population” Karl Magnus Wemme, Maria Rosvall Journal of Epidemiology and Community Health, May 2005, vol59, n.5. In un campione di oltre persone un basso livello di istruzione e di qualificazione lavorativa è risultato fortemente associato con una ridotta attività fisica nel tempo di lavoro, con livelli di attività pari a quasi il doppio nelle classi più elevate rispetto a quelle più povere (sia per quanto riguarda il reddito che l’istruzione). Anche i livelli di integrazione sociale e di soddisfazione lavorativa (soprattutto per i maschi) sono risultati correlati con i livelli di attività fisica.

8 8 Promozione dell’attività motoria e della sana alimentazione presso il centro di salute mentale Borgo Roma A partire dal 2005 il Dipartimento di Prevenzione dell’ULSS 20 ha realizzato un intervento di promozione dell’attività fisica e della sana alimentazione (grazie ad una collaborazione tra SISP e SIAN) per gli operatori del centro di Salute Mentale di borgo Roma. L’intevento è proseguito nel 2006/7 con il coinvolgimento degli utenti in un gruppo di cammino guidato da alcuni infermieri con la supervisione di un laureato in Scienze Motorie.

9 9 Formazione degli operatori sull’importanza della attività fisica nel mantenimento della salute Incontri con gli utenti Gruppi di cammino per utenti Formazione degli operatori Incontri con gli utenti Porzionature e collaborazione con la ditta fornitrice dei pasti Fornitura frutta e verdura Laboratorio del gusto Interventi sispsian Lavoro sulla motivazione


Scaricare ppt "1 L’attività fisica nelle persone con problemi psichiatrici dott.ssa Susanna Morgante Incontro con i referenti del progetto di lotta alla sedentarietà."

Presentazioni simili


Annunci Google