La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Risultati questionario 2007/2008 Scuola PRIMARIA Isera - Sacco.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Risultati questionario 2007/2008 Scuola PRIMARIA Isera - Sacco."— Transcript della presentazione:

1 Risultati questionario 2007/2008 Scuola PRIMARIA Isera - Sacco

2 Il Questionario è stato somministrato alle classi: IIª - IIIª - IVª - Vª della Scuola Primaria di Isera e Sacco Sono stati restituiti 319 questionari su 348 ( 91,7 % ) Il Questionario è diviso in 5 parti: PARTECIPAZIONE ORGANIZZAZIONE GENERALE DELLA SCUOLA ORGANIZZAZIONE GENERALE DELLA CLASSE GRADO DI SODDISFAZIONE DELLA UTENZA SONDAGGIO PER UNA MIGLIORE ORGANIZZAZIONE SCOLASTICA DEL TEMPO SCUOLA

3 PARTECIPAZIONE Le famiglie si ritengono informate in modo soddisfacente nella seguenti percentuali attraverso :

4 ORGANIZZAZIONE GENERALE DELLA SCUOLA Giudizio sul funzionamento della scuola

5 CLIMA SCOLASTICO (rapporti tra alunni, tra insegnanti ed alunni)

6 RAPPORTI SCUOLA/FAMIGLIA

7 RAPPORTI CON LA SEGRETERIA

8 DISPONIBILITA’ DEL DIRIGENTE E DEI SUOI COLLABORATORI

9 ORGANIZZAZIONE DELLA CLASSE Grado di soddisfazione dell’utenza :

10 OSSERVAZIONI Sommando “molto” e “abbastanza” il grado di soddisfazione dell’utenza si attesta attorno al 90%. Da discutere/valutare il dato utilità della rielaborazione personale “poco-per niente” 9,4% Da discutere/valutare il dato tempo dedicato alle udienze “poco-per niente” 8,7%

11 Eventuali proposte e/o osservazioni in merito alle attività facoltative Più piscina e motoria fatta a scuola. Proporre più laboratori teatrali, espressivi e musica con strumenti. Potenziare la lingua straniera. Dare maggiori informazioni ai genitori riguardo alle attività facoltative svolte. Proporre più attività manuali e non recupero di discipline. I progetti dovrebbero venir pensati a supporto delle attività curricolari ( visite musei, gite, ecc) Aumentare le ore di studio e l’informatica. Proporre l’educazione stradale. Le attività devono essere svolte in forma ludica. Gradite le attività culinarie, di cucito, ricamo, maglia, falegnameria, traforo e arrampicata. Fare più gite.

12 Eventuali proposte e/o osservazioni in merito alle attività facoltative. Un grazie sincero agli insegnati per le attività proposte. Apprezzate l’attività di musica e teatro svolte. Interessante l’esperienza motoria con l’esperto delle medie La facoltatività non diventi obbligatoria. Poter conoscere prima le attività per effettuare l’iscrizione. Apprezzata la collaborazione con la banda. Molto interessanti e coinvolgenti le attività proposte.

13 GRADO DI SODDISFAZIONE DEL PROGETTO DI VEICOLARITA’ DI TEDESCO A ISERA NELLA CLASSE II^

14 GRADO DI SODDISFAZIONE DELL’UTENZA

15 INDAGINE relativa al gradimento da parte dell’utenza di una riduzione di un pomeriggio per un miglior utilizzo delle compresenze:

16 INDAGINE relativa al gradimento da parte dei genitori delle classi quinte per il mantenimento del tempo scuola settimanale su sei giorni nella scuola Media:

17 ULTERIORI OSSERVAZIONI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Sfruttare maggiormente la piscina Allontanare i bambini con i pidocchi per non contagiare gli altri. Studiare l’educazione civica e stradale con il vigile. Più disponibilità all’ascolto da parte della Dirigente e /o suoi collaboratori. Si consigliano due rappresentanti per classe. Dare la possibilità agli alunni, durante l’interscuola di utilizzare attrezzature per il gioco( volley, canestri…) Un genitore sottolinea la soddisfazione nei riguardi degli insegnati della classe e delle iniziative promosse dalla scuola.

18 ULTERIORI OSSERVAZIONI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Viene segnalato il poco tempo dedicato alle udienze. L’educazione motoria deve essere insegnata dai maestri di classe Continuità degli insegnanti. Curare e migliorare il servizio della mensa. Potenziare le lingue straniere. La qualità della scuola è calata a causa della scarsa esperienza e preparazione degli insegnanti. Non accelerare il programma per evitare lacune. Non super – valutare il giudizio in vista delle Medie. Si suggerisce di formare classi con meno alunni. Non giustificare troppo gli alunni, visto l’insorgere di “ fenomeni di bullismo ”. Genitori poco informati sul progetto della nuova scuola.

19 Relazione di Autovalutazione d’Istituto Anno Scolastico

20 CONTESTO I dati significativi dei risultati L ivello d’ingresso degli alunni in classe III elementare secondo il giudizio riportato al termine della seconda elementare a confronto con i dati provinciali e comprensoriali:

21 CONTESTO I dati significativi dei risultati S i rileva un lieve incremento delle eccellenze ( ottimo 30%) Dato quest’ultimo superiore alla media provinciale. C ontestualmente è visibile un incremento delle percentuali nella media ( buono e sufficiente ) con valori inferiori alla media provinciale. Q uesto trend sembra essere imputabile alla crescente complessità delle classi, alla presenza ormai significativa di alunni con BES ( come da dati rilevati) e di alunni non alfabetizzati alla lingua della comunicazione. RIMANE IL PROBLEMA DI PROGETTARE E REALIZZARE EFFICACI PROCESSI DI ALFABETIZZAZIONE.

22 CONTESTO Alunni portatori di Handicap Il valore è in lieve aumento rispetto allo scorso anno

23 CONTESTO Alunni che non sono di lingua madre italiana Il valore è in lieve aumento rispetto allo scorso anno

24 CONTESTO Evoluzione delle iscrizioni I n aumento le iscrizioni nella scuola primaria. S aldo positivo considerato anche al netto dei trasferimenti “ entrate/ uscite ”

25 RISORSE I dati significativi delle risorse RAPPORTO ALUNNI/INSEGNANTI 7,7 MEDIA PROVINCIALE8,5 Il dato apparentemente a favore della scuola rispetto alla Media Provinciale, non corrisponde al “percepito” considerate le numerose situazioni di disagio degli alunni.

26 PROCESSI I dati significativi dei processi CLIMA SCOLASTICO Numero medio dei giorni di assenza degli alunni 9,0 Media Provinciale 8,3 I n aumento la tendenza di molte famiglie di prolungare ponti e/o vacanze, di anticipare le ferie estive ( maggio /giugno). C onsiderevole poi il dato d’assenze ( medio –lunghe ) di alunni stranieri che tornano con la famiglia, ai luoghi d’origine nel corso dell’anno scolastico. C iò pone problemi organizzativi e didattici e oggettive difficoltà nel garantire un percorso scolastico completo e il raggiungimento di competenze e livelli di autonomia adeguati.

27 PROCESSI I dati significativi dei processi AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DALLA SCUOLA IN ORE D ato in significativo aumento rispetto agli anni precedenti, ma ancora al di sotto della Media Provinciale ( 55,5 ore ). R imane ancora molto utilizzata la possibilità di partecipare a percorsi formativi e di aggiornamento proposti dal territorio e/o agenzie accreditate.

28 RISULTATI I dati significativi dei risultati RISULTATO ISTITUZIONALE Tasso di promozione degli alunni 98,8% Media Provinciale 99,2% S i segnala un calo di un punto percentuale rispetto all’anno precedente per quel che riguarda il tasso di promozione.

29 RISULTATI I dati significativi dei risultati RISULTATO ISTITUZIONALE D istribuzione percentuale di alunni di classe V elementare secondo il giudizio riportato in italiano e matematica.

30 RISULTATI I n aumento le eccellenze; si assottiglia, invece, la fascia media e medio-bassa (buono-sufficiente) I n aumento significativo, specie rispetto agli anni precedenti le non sufficienze I l valore delle non sufficienze è da correlarsi con quello del tasso di promozione (in calo)

31 RISULTATI Rilevazione degli apprendimenti con il supporto di test IPRASE somministrati nel mese di maggio 2008

32 Per la scuola primaria: Lingua Italiana: risultato complessivamente positivo rispetto alla media provinciale (26,0%) Matematica: dati positivi a confronto della media provinciale (41.4%) e significativamente migliorati dallo scorso anno (+ 6,0%) S ono soddisfacenti i risultati dei test IPRASE anche se per la lingua italiana (pur in aumento e positivi) hanno un gap maggiore rispetto al punteggio massimo ottenibile Test IPRASE RISULTATI

33 P ositivo il dato di soddisfazione dell’utenza (quasi assoluto) maggiore alla media provinciale. Questo dato è in aumento rispetto allo scorso anno di 3 punti percentuali Soddisfazione dell’utenza 99 % RISULTATI

34 CONCLUSIONI GENERALI Per l’elaborazione dell’analisi dell’attività svolta nel precedente anno scolastico il Nucleo di Autovalutazione ha ovviamente tenuto conto dei dati elaborati dal software provinciale, dei risultati dei questionari famiglia nonché degli esiti dei test IPRASE (maggio 2008) per la lingua italiana e matematica in V^ elementare e III^ media non escludendo, chiaramente, il confronto con gli obiettivi che storicamente caratterizzato la nostra Scuola. Ha necessariamente comparato i risultati con quelli degli anni precedenti. L’elemento su cui si è soffermata a lungo l’attenzione dei componenti del Nucleo è stato la considerazione, peraltro comprovata da documentazione interna, della significativa evoluzione del tessuto sociale in cui si sta operando: all’importante percentuale di alunni “stranieri” va aggiunto il 13% di bambini e ragazzi censiti come alunni con “Bisogni Educativi Speciali”. Trattasi di ragazzi con situazioni molto diversificate: da chi vive in ambienti familiari ancor oggi poveri economicamente e culturalmente, a chi sperimenta le conseguenze della disgregazione familiare, a chi per altri numerosi motivi ha problematiche emotivo – relazionali. Non si considera retorico sottolineare che la presenza (talora di più alunni per classe) di questa fascia rende il contesto più complesso di quanto appare dalla documentazione allegata. Un ulteriore elemento, positivo, a cui preme fare riferimento è l’attenzione che l’Istituto ha dato all’insegnamento e apprendimento delle lingue con l’attivazione di progetti con docenti di madrelingua e l’incremento di corsi per la certificazione esterna in lingua tedesca e inglese sia in seconda sia in terza media.

35 SCUOLA PRIMARIA Il quadro d’insieme emerso rispecchia la generale complessità del “sistema scuola”, ed è caratterizzato da una serie di parametri positivi che evidenziano la realizzazione/prosecuzione efficace e la qualità dei percorsi/processi formativi intrapresi già negli anni precedenti. In particolare. Lo stato di “buona salute” della scuola primaria è misurato dal livello quasi assoluto di soddisfazione dell’utenza (99%) e dalla stabilità, corretta da una lieve crescita, delle iscrizioni. Oltre a stabili parametri d’iscrizione, si sono evidenziati anche buoni livelli di formazione e di apprendimento (vedi risultati Test IPRASE). La scuola ha, infatti, continuato a realizzare progetti d’arricchimento dell’offerta formativa e di formazione dei suoi docenti. Oltre ad una serie di insegnanti iscritti a percorsi universitari e/o SISS, è continuato anche l’impegno di altri docenti in percorsi di formazione su tematiche rilevanti quali BES e intercultura. La dislocazione territoriale periferica del plesso e le caratteristiche di parte della nostra utenza, contraddistinta da elevata mobilità sociale (dato confermato dalle (re)iscrizioni in/da altre scuole), ci spinge a dover ottimizzare le risorse umane già formate (sia per i BES che per l’intercultura) e a potenziare le attività laboratoriali di L2. Va segnalata, infatti, una significativa presenza di alunni stranieri e, soprattutto, di alunni con Bisogni Educativi Speciali. Queste realtà ci hanno impegnato a progettare pratiche educative e didattiche attraverso percorsi laboratoriali e d’utilizzo delle nuove tecnologie. Ciò ha comportato l’assorbimento di molte delle risorse umane a nostra disposizione nella realizzazione di percorsi personalizzati. Le ricadute individuali e collettive sia nei processi di relazione che nei livelli di apprendimento sono state comunque significative.

36 All’interno dell’Istituto, si segnala un’importante attenzione alle lingue straniere e alle nuove tecnologie. Oltre alla consolidata esperienza del tedesco veicolare nel plesso di Isera (con elevati livelli di soddisfazione dell’utenza), si aggiunge ora un percorso di insegnamento di lingua inglese nelle classi quarte e quinte. Sta diventando prassi consolidata anche il sistematico e maggiormente consapevole uso delle nuove tecnologie (laboratorio informatico e LIM). A questo riguardo, in attesa dell’installazione della LIM in più classi, molti docenti hanno già completato corsi di formazione interni. La scuola primaria, a seguito delle indicazioni strategiche emerse dalla lettura dei dati dell’autovalutazione dello scorso anno, ha caratterizzato l’offerta dei pomeriggi opzionali con percorsi di arricchimento disciplinare in lingua italiana e matematica. Inoltre, la lettura dei dati relativi alle competenze (cl. 3^ e 5^), nonché gli esiti dei test IPRASE (lingua italiana e matematica) evidenzia il raggiungimento di una formazione di base ampiamente sufficiente per la maggior parte degli alunni, ma anche di percorsi di eccellenza, con dati ben al di sopra della media provinciale. Permangono, tuttavia, margini significativi di miglioramento, considerando il gap ancora esistente tra i nostri risultati ottenuti e i punteggi massimi raggiungibili. Visti i dati relativi ai tassi complessivi di ripetenza nella scuola secondaria di primo grado, l’istituto non può esimersi dal (ri)considerare alcune prassi educative, come l’armonizzazione delle metodologie educative e didattiche, la condivisione di percorsi e la definizione di obiettivi comuni da raggiungere. Sarà questo oggetto d’attenzione specifica della preposta commissione continuità scuola primaria- secondaria di primo grado.


Scaricare ppt "Risultati questionario 2007/2008 Scuola PRIMARIA Isera - Sacco."

Presentazioni simili


Annunci Google