La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

27 marzo 2003 Modulo di Comunicazione Mirko Tavosanis

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "27 marzo 2003 Modulo di Comunicazione Mirko Tavosanis"— Transcript della presentazione:

1 27 marzo 2003 Modulo di Comunicazione Mirko Tavosanis

2 Posta elettronica Oggi: 1.Perché limitarsi all’Ascii di base? 2.Non formati, ma liste e altri elementi

3 In sintesi:  Completata la rassegna sugli elementi “da lettera” della posta elettronica  Proposta sulle funzioni supplementari

4 Alla base di tutto Testo semplice, ASCII di base, nessun formato

5 Ascii di base  Ascii ristretto, o a 7 bit  Standard Iso 646  Comprende 95 caratteri stampabili e 33 caratteri di controllo  Come Irv (International Reference Version) è tuttora l’unico assieme di caratteri universalmente condiviso

6 Assiemi di caratteri a 8 bit  Comprendono 256 caratteri  Ne esistono diverse versioni  L’assieme più usato è l’Iso (“Latin1”), che comprende i caratteri più usati delle principali lingue occidentali  In questi casi non è garantito l’interscambio

7

8 Unicode  Sincronizzato (ma non coincidente) con lo standard Iso/Iec   Per alfabeti e per scritture non alfabetiche

9 Nella posta elettronica...  Nelle intestazioni si possono usare solo i caratteri Ascii di base  Nel testo, accenti e caratteri speciali possono essere inviati con codifica Iso  Tuttavia, i passaggi non sono sempre affidabili

10 E in pratica...  Se usate caratteri esterni all’Ascii di base, c’è sempre il rischio che il vostro corrispondente non riesca a vederli…  … a meno che non sappiate quale programma userà per la posta elettronica

11 Esperimento pratico Relazione l?utilizzo del linguaggio formale o informale (in base alla situazione ed all?interlocutore), l?utilizzo di espressioni comprensibili e infine il cercare di essere coincisi per non distogliere l?attenzione dell?interlocutore dal messaggio principale del testo. Molto importante è l oggetto della lettera

12 Altri esempi  · L’ortografia · La grammatica · L’organizzazione di un testo I programmi di posta elettronica sono dotati di utili “funzioni supplementari” Questo lavoro +AOg- cos+AOw- strutturato: 1- comunicazione+ADs- 2- posta elettronica e la sua utilit+AOAAOw- 3- pagine web e la loro utilit+AOAAOw- 4- considerazioni conclusive.

13 Di conseguenza...  In realtà non avete bisogno di usare caratteri speciali, formati, ecc. nella posta elettronica  Quindi non usateli  Se vi servono davvero, allegate dei file al messaggio!

14 Non usate mai:  Formattazione del testo (corsivi, grassetti, colori…)  Sfondi  Elementi decorativi  Elementi grafici

15 E invece dei formati? Rileggete e controllate Usate alcuni semplici “trucchetti”

16 Suddivisione in paragrafi Non solo per la posta elettronica: provate a scrivere per paragrafi.

17 Oltretutto…  Con questo sistema è più facile commentare singoli punti nelle risposte (ne riparleremo)

18 Esempio  Messaggio commerciale  I paragrafi sono staccati  Alcune sezioni sono separate con righe create con caratteri Ascii (trattini)  Alcuni punti sono messi in evidenza con l’uso dei caratteri maiuscoli

19 Il passo successivo: Le liste brevi paragrafi dotati di un punto di aggancio visivo a sinistra

20 Con le liste:  È possibile organizzare l’informazione  Si percepisce meglio l’articolazione di un argomento  Si possono fare più facilmente controlli

21 Alcune regole:  La lista deve semplificare la comunicazione  La lista deve contenere più di un elemento  La sintassi deve essere coerente

22 Esistono due tipi di lista  Liste puntate  Liste numerate

23 Caratteristiche delle liste puntate  Per esempio, questa è una lista puntata  La natura esatta dell’elemento grafico non ha importanza (pallini, quadratini…)  Tutti gli elementi hanno la stessa enfasi

24 Caratteristiche delle liste numerate 1. Per esempio, questa è una lista numerata 2. Si possono usare simboli che hanno un ordine predefinito (lettere o numeri) 3. Le liste numerate implicano l’esistenza di un ordine (quindi, questa lista non va tanto bene)

25 Rispettare la sintassi 1. Esempio di sintassi sbagliata: Ho bisogno di: 1.il documento riassuntivo sulla posta elettronica; 2.devo ricevere conferma dell’invio a Carratelli.

26 Rispettare la sintassi 2. Esempio di sintassi corretta: Ho bisogno di ricevere: 1.il documento riassuntivo sulla posta elettronica; 2.conferma dell’invio a Carratelli.

27 Evitare di usare le funzioni automatiche per le liste  Alcuni programmi compongono liste in modo automatico  Le funzioni automatiche vanno bene per la stampa su carta (fatta da voi) e non per la distribuzione via Internet  Le liste saranno visualizzate dai vostri interlocutori in modo diverso

28 Altri strumenti

29 E le priorità?  Solo quando sono davvero indispensabili (altrimenti non servono a nulla)  Inoltre, anche se sono “quasi” standard, non lo sono al 100 %

30 E gli allegati?  Ottimi, ma con giudizio  Il vostro interlocutore deve essere in grado di leggerli  Non devono essere troppo pesanti  Non devono essere inutili

31 Che cosa ne pensate?

32 Per informazioni:


Scaricare ppt "27 marzo 2003 Modulo di Comunicazione Mirko Tavosanis"

Presentazioni simili


Annunci Google