La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La depressione nell’adolescenza. Il 20% degli adolescenti entro i 18 anni ha avuto un episodio depressivo significativo; il 65% ha mostrato sintomi depressivi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La depressione nell’adolescenza. Il 20% degli adolescenti entro i 18 anni ha avuto un episodio depressivo significativo; il 65% ha mostrato sintomi depressivi."— Transcript della presentazione:

1 La depressione nell’adolescenza

2 Il 20% degli adolescenti entro i 18 anni ha avuto un episodio depressivo significativo; il 65% ha mostrato sintomi depressivi minori Presenza di ritiro sociale, senso di incapacità, disturbi alimentari, disturbo del sonno, disturbo della libido Si può accompagnare a stati ansiosi, disregolazione emozionale, sintomi psicotici Sintomi che confondono il clinico nella diagnosi che può arrivare a scartare l’ipotesi depressiva

3 La depressione nella teoria psicoanalitica Modalità peculiare del funzionamento mentale umano attraverso la quale l’individuo elabora la perdita (separazione dalla madre etc.)‏ Capacità di elaborare perdite: capacità di pensare (rappresentazione di un oggetto non più presente)‏ La problematica depressiva è una costante della mente umana E’ di importanza clinica se presente un’eccessiva carica aggressiva, che sovraccarica l’individuo nel lavoro di elaborazione del lutto: blocco nello stato di paura della perdita dell’oggetto

4 Secondo Bloss Il punto chiave è il processo di separazione individuazione La difficoltà è nel tentativo di collocarsi all’interno del mondo degli adulti: sentimento di impotenza e ansia

5 Ansia e depressione Due stati lungo un continum attraverso cui si esprime la reazione di UN organismo da una situazione di stress Ansia attivazione di fronte allo stress Depressione impotenza acquisita

6 L’ansia: come nasce? Bolwby: Bolwby: nei quadri depressivi vi è un atteggiamento riscontrabile nella separazione prolungata del bambino dalla figura di attaccamento primario allontanamento prolungato dell’adulto: protesta, pianto inconsolabile, angoscia non ricomparsa dell’adulto: struggimento continuità nell’assenza: non protesta, ma distacco dall’ambiente Conclusioni: il b. apprende che i propri segnali non modificano la situazione; recupero dell’energia per porre le basi per UN nuovo legame di attaccamento

7 L’ansia: come nasce? Spitz:Spitz: parla di “sindrome di deprivazione emotiva” 1. Separazione affettiva: tensione ed eccitamento 2. Rallentamento dello sviluppo: adattabilità agli eventi stressanti ( riduzione dei segnali di allarme)‏ 3. Distacco dall’ambiente: esaurimento

8 L’ansia: come nasce? SeligmanSeligman: introduce il concetto di “ impotenza appresa”. L’inutilità dei propri sforzi di modificare la situazione stressante conduce all'apprendimento della propria impotenza. Meccanismo biologico di protezione e adattamento dell’organismo verso un agente stressogeno non gestibile

9 Come la coppia genitoriale potrebbe contribuire alla depressione del figlio? Genitore assente da non essere capace di andare incontro ai bisogni del bambino; il b. apprende “per analogia” la modalità di interazione che l’adulto di riferimento ha con se stesso e l’ambiente; neuroni specchio Presenza di neuroni specchio: si attivano quando si esegue una funzione importante o alla vista di una sua esecuzione da parte di un conspecifico.

10 I neuroni a specchio. Funzione adattiva Trasmissione di sistemi di processamento emozionali relativi ai contesti culturali: Comprensione di come dare significato agli eventi emozionali di un mio conspecifico

11 Il sistema motivazionale agonistico Nei primati regola l’entrata nella strutturazione gerarchica nel gruppo degli adulti Posizione di resa e sottomissione: paura del giudizio, umiliazione, vergogna etc. posizione da vincitore: trionfo, orgoglio, disprezzo, superiorità

12 Sentimenti di sconfitta: da dove possono nascere? Madre sensibile nell’area dell’attaccamento: si assume la funzione di regolatrice degli stati emozionali e cognitivi del figlio Il soggetto apprende di non possedere in se le risorse per trasformare e regolare i propri stati d’animo di allarme

13 Sentimenti di sconfitta: da dove possono nascere? Padre che ha fallito nell’affermazione sociale o che vive l’angoscia di prestazione circa il poter mantenere la posizione raggiunta Modello operativo appreso: meta da raggiungere considerata al di sopra delle proprie risorse e requisiti

14 Esperienza scolastica Luogo dove l’adolescente fa esperienza emotiva-cognitiva della sua tensione agonistica problematica scolastica: elemento attivatore delle problematiche depressive fallimento scolastico: paura di essere incapaci a gestire problemi esterni al nucleo familiare Mente depressa: attribuisce a se stessa le cause del fallimento


Scaricare ppt "La depressione nell’adolescenza. Il 20% degli adolescenti entro i 18 anni ha avuto un episodio depressivo significativo; il 65% ha mostrato sintomi depressivi."

Presentazioni simili


Annunci Google