La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il punto di vista dei produttori Antonio Livrieri Direttore Tecnico Assoelettrica Torino, 25 settembre 2007 Electricity market performance under physical.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il punto di vista dei produttori Antonio Livrieri Direttore Tecnico Assoelettrica Torino, 25 settembre 2007 Electricity market performance under physical."— Transcript della presentazione:

1 Il punto di vista dei produttori Antonio Livrieri Direttore Tecnico Assoelettrica Torino, 25 settembre 2007 Electricity market performance under physical constraints

2 Associazione nazionale delle imprese elettriche aderente a Confindustria che: riunisce 140 imprese tra produttori, autoproduttori e grossisti rappresenta circa  l’85% dell’energia elettrica prodotta in Italia  il 75% delle vendite sul mercato libero. ASSOELETTRICA

3 Autorizzazioni concesse dal MAP per le nuove centrali Il totale delle autorizzazioni ad oggi concesse dal Ministero delle Attività Produttive per i nuovi impianti è pari a MW circa. Di tale potenza circa il 39% è localizzata nella zona Nord, il 13% nel Centro-Sud, e il restante 48% nel Sud Il Sistema Elettrico Italiano: Evoluzione Attesa *

4 Edison Enipower Sorgenia AEM TO Electrabel/Acea Atel Altomonte (CS) Torviscosa (UD)    Ferrera Erbognone (PV)  Ravenna (RA) Brindisi (BR)  Voghera (PV) MW di cui MW già avviati ≈≈ Moncalieri (TO) Simeri Crichi (CZ)   Mantova (MN)  Termoli (CB) Vercelli (VC) Novara (NO)   Cicli combinati greenfield: cantieri aperti e impianti avviati   EGL Italia Gissi (CH)  E.ON Livorno Ferraris (VC)  Ferrara  Endesa Scandale (KR)  Rosignano (LI)  Ponti S.M. (MN) ASM BS  Teverola (CE) Rezia Energia   Impianti in esercizio  Impianti in costruzione ≈ Impianti parzialmente in esercizio Candela (FG)  Sparanise (CE)  Leinì (TO)

5 ENEL Edison Edipower Endesa Tirreno Power AEM MI Ripotenziamenti e conversioni di centrali esistenti: cantieri aperti e impianti avviati   Termini Imerese (PA) Sulcis (CA) Sermide (MN)    Ostiglia (MN)  Torrevaldaliga Sud (RM) Chivasso (TO) Cassano (MI)  Tavazzano (LO) Piacenza (PC)  Sarmato (PC) Santa Barbara (AR) Porto Corsini (RA)   Pietrafitta (PG)  La Casella (PC)  Priolo G. (SR)  Torrevaldaliga Nord(RM)  Mercure (CS) MW circa di cui MW già avviati La potenza aggiuntiva, a regime, sarà di oltre MW Vado Ligure (SV)  Fiumesanto (SS)  Brindisi (BR)   Celano (AQ)  Impianti in esercizio  Impianti in costruzione ≈ Impianti parzialmente in esercizio  Turbigo (MI)  

6 * Fonte: Analisi Enel su dati GRTN Vincolo di trasmissione fra le diverse zone NORD Est- Ovest Collo di bottiglia per i transiti da Piemonte verso Lombardia ed Emilia, molto elevati per l’importazione da Francia e Svizzera CENTRO Nord – Centro Nord Mancato utilizzo della linea La Spezia – Acciaiolo, che collega il nord al centro, con conseguenti vincoli di esercizio per gli impianti del nord La dorsale adriatica è costituita da una sola linea 380 kV. Vincoli al trasferimento della produzione degli impianti in area sud (Brindisi) verso le aree adriatica e napoletana SUD Sud Est – Nord Ovest C ollo di bottiglia per i transiti da Puglia e Calabria verso la zona di Napoli, caratterizzata da una importante domanda e da una carenza di produzione locale Fonte: Terna Criticità: la rete di trasmissione (2)

7  La localizzazione della nuova potenza di generazione evidenzia la necessità di un rapido intervento sulla rete di trasmissione al fine di consentire un dispacciamento efficiente dei nuovi impianti e non aggravare gli attuali fenomeni di congestione.  Senza il superamento delle congestioni, in particolare nell’area Nord e tra Centro e Sud, non potrà esservi una riduzione dei differenziali di prezzo esistenti tra le diverse zone del Paese.  Sulla base dei piani di sviluppo di TERNA la completa rimozione degli attuali vincoli si renderà possibile solo nel medio-lungo termine.  Un’accelerazione degli interventi volti alla riduzione di tali vincoli appare, quindi, obiettivo assolutamente prioritario. Criticità: la rete di trasmissione (1)

8 fonte Enel +1,3% (in valore reale)* Imposte ed oneri di sistema +28% +150% -27% +57% 111,5 115,4 113,4 113,8 120,1 114, ,9 - 42,4 % (in valore reale)* ,4 143, Combustibili Tariffa base: generazione e trasporto Valori in €/MWh Evoluzione dei prezzi dell'energia elettrica ( ) Prezzo medio annuo totale clienti * Tasso di inflazione 1996-ultimo trimestre 2006 pari a 26,7% 2006/1996

9 Nuovo assetto del settore elettrico dl 18 giugno 2007, n. 73

10 Tipologie unità di produzione

11 Fonte: elaborazioni Assoelettrica su dati Terna Energia richiesta in rete (TWh) (*) Efficienza media parco termoelettrico Variazione efficienza e mix medio di produzione Derivati petrolio e altri Gas CCGT Fonti rinnov. incl. pompaggi Import Carbone ~40% ~50%

12 Fonte: elaborazioni Assoelettrica su dati Terna Il mix medio di produzione

13 Fonte: RWE, World Energy Report IEA Nucleare Carbone Gas Petrolio Altre rinnovabili (%) Idroelettrico Mix medio di produzione europeo Ref 2004

14 Criticità: le fonti rinnovabili Impianti nuovi o riattivati, qualificati al 30 giugno 2006 (fonte GSE)


Scaricare ppt "Il punto di vista dei produttori Antonio Livrieri Direttore Tecnico Assoelettrica Torino, 25 settembre 2007 Electricity market performance under physical."

Presentazioni simili


Annunci Google