La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sez. Ricerche Aziendali “G. Zappa” Economia delle Aziende Pubbliche Anno accademico 2001 - 2002.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sez. Ricerche Aziendali “G. Zappa” Economia delle Aziende Pubbliche Anno accademico 2001 - 2002."— Transcript della presentazione:

1 Sez. Ricerche Aziendali “G. Zappa” Economia delle Aziende Pubbliche Anno accademico

2 Economia delle Aziende Pubbliche L’autonomia finanziaria è: elemento caratterizzante l’equilibrio economico condizione indispensabile per promuovere una reale responsabilità economica REALE POTERE DI INTERVENTO DEGLI ENTI LOCALI NEL DETERMINARE ENTRATE E SPESE L’AUTONOMIA FINANZIARIA : concetto

3 Grado di autonomiavsSistema generale di finanziariadell’E.L.finanza pubblica L’AUTONOMIA FINANZIARIA : limitazioni Accentrati: sistemi che accentrano nello Stato la raccolta di mezzi finanziari poi trasferiti con diversi criteri agli EE.LL. Economia delle Aziende Pubbliche GRADO DI ACCENTRAMENTO/DECENTRAMENTO DEL SISTEMA FISCALE Decentrati: sistemi in cui la decisione sulla raccolta di mezzi finanziari è demandata agli EE.LL., con il solo coordinamento da parte dello Stato

4 Sistemi DECENTRATI quota elevata di entrate derivante da tributi propri decidono con elevata discrezionalità i prezzi dei servizi pubblici hanno ampia autonomia di ricorso al prestito Sistemi ACCENTRATI (di finanza derivata) quota elevata di trasferimenti dinamiche delle tariffe e dei prezzi pubblici ampiamente regolati dallo Stato lo Stato regola il ricorso al prestito Economia delle Aziende Pubbliche

5 Sistemi di finanza decentrati VANTAGGI discrezionalità gestione gestione più elastica controllo sui tributi responsabilizzazione sull’equilibrio economico- finanziario SVANTAGGI difficile coordinamento nell’applicazione dei principi contributivi concorrenza tra enti favoriti gli enti la cui popolazione ha maggiore capacità contributiva distorsione dei meccanismi di mercato moltiplicazione delle competenze PROBLEMA:garantire su tutto il territorio alcune condizioni generali ai fini di: equità sviluppo economico armonico libertà d’azione Economia delle Aziende Pubbliche

6 Sistemi di finanza accentrati Vantaggi e svantaggi sono speculari ai sistemi decentrati L’E.L. decide i servizi e le priorità, e ricerca l’economicità nell’ambito dei vincoli di trasferimento dati Economia delle Aziende Pubbliche

7 Matrice per un nuovo modello di Ente Locale AGENZIA LOCALE AMMINISTRAZIONE LOCALE GOVERNO LOCALE ENTE LOCALE GUIDATO AUTONOMIA ISTITUZIONALE AUTONOMIA FINANZIARIA ALTA BASSA ALTA Pezzani F. in “I sistemi di programmazione e controllo negli Enti Locali” Economia delle Aziende Pubbliche

8 Autonomia Finanziaria e Entrate Derivate Linee di tendenza in atto: Forte decentramento Progressiva fiscalizzazione locale L’entità del debito pubblico, negli ultimi anni, ha evidenziato l’incapacità dello Stato di garantire trasferimenti in linea col passato Necessità di responsabilizzare i singoli enti sulla raccolta delle risorse loro necessarie e sul loro impiego Economia delle Aziende Pubbliche

9 Autonomia Finanziaria e Entrate Derivate Dal 1989 ad oggi: cambiamento dell ’ intero sistema di finanza locale un aumento delle entrate tributarie ed extra- tributarie proprie, l ’ istituzione di nuove imposte, la revisione di altre impostazione di vincoli nella copertura dei costi dei servizi, una progressiva riduzione del peso dei trasferimenti, accompagnata dalla fissazione di nuovi e certi criteri per la loro determinazione, diversi dalla spesa storica Economia delle Aziende Pubbliche

10 Autonomia Finanziaria: entrate che il comune è in grado di recepire. L’autonomia, che riguarda le risorse acquisite dal bilancio si calcola sui cinque titoli delle entrate, in particolare, oltre ai primi tre titoli (entrate correnti), tutte le entrate destinate a finanziare il fabbisogno che eccede l’ordinaria amministrazione (importante ad es.: cat. 3 titolo V – accensione di mutui). Autonomia Finanziaria e Entrate Derivate Titolo I + Titolo III Titolo I + Titolo II + Titolo III Autonomia Finanziaria: Economia delle Aziende Pubbliche

11 La necessità di provvedere autonomamente alla provvista di gran parte delle risorse necessarie alla gestione costringe gli amministratori alla contemporanea considerazione delle fonti e degli impieghi di risorse. Autonomia Finanziaria e Entrate Derivate L’Ente per mantenere in essere i propri servizi, istituzionali e non, può contare sempre meno sui trasferimenti che gli derivano dallo Stato e da altri Enti Pubblici, deve quindi focalizzare la propria attenzione sulle entrate proprie. Economia delle Aziende Pubbliche

12 L’analisi delle entrate consente di tracciare i profili delle risorse a disposizione degli amministratori locali. Autonomia Finanziaria e Entrate Derivate Tutto ciò richiede da parte dei dirigenti di sviluppare una “mentalità imprenditoriale” sempre maggiore. Economia delle Aziende Pubbliche


Scaricare ppt "Sez. Ricerche Aziendali “G. Zappa” Economia delle Aziende Pubbliche Anno accademico 2001 - 2002."

Presentazioni simili


Annunci Google