La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

“ M ENTAL C HANGE / M ONDOGIT 2003 ” (UN’IDEA PROGETTO SESTO PROGRAMMA QUADRO) Presentazione del Progetto Europeo FP6-CITIZENS 3: “M-Change” (acronimo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "“ M ENTAL C HANGE / M ONDOGIT 2003 ” (UN’IDEA PROGETTO SESTO PROGRAMMA QUADRO) Presentazione del Progetto Europeo FP6-CITIZENS 3: “M-Change” (acronimo."— Transcript della presentazione:

1 “ M ENTAL C HANGE / M ONDOGIT 2003 ” (UN’IDEA PROGETTO SESTO PROGRAMMA QUADRO) Presentazione del Progetto Europeo FP6-CITIZENS 3: “M-Change” (acronimo provvisorio: MC/M2003 ® ) Mission: “Knowledge Management innovation as the basis of benefits for the future Knowledge Society” Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

2 Area di ricerca: : Knowledge dynamics and economic and societal development in Europe and its regions (IP/NoE ) Identifier: [FP Citizens-3] Pagine web di riferimento: ftp://ftpnl.cordis.lu/pub/calls/citizens/g_infonote_ pdf Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca

3 Motivazioni del progetto “Mental Change” Considerando che l'Economia della Conoscenza richiede lo sviluppo di una gestione innovativa delle Conoscenze per il successo dell'Impresa a Rete, il progetto M-Change si basa sulle seguenti finalità, obiettivi e criteri. A fondamento di tali criteri sarà necessario favorire la crescita e l'efficienza dell'e.Government mediante un contributo interattivo delle imprese e delle Università finalizzato a migliorare le condizioni di democrazia economica che sono proprie della futura Società della Conoscenza.

4 a) Finalità Sviluppare progetti Europei per la condivisione di conoscenza nell'ambito delle Comunità Territoriali di Interesse (corrispondenti al modello di aggregazione MondoGIT Italiano). vedi:http://www.mondogit.com b) Obiettivi Sviluppare un Knowledge Management innovativo capace di guidare la produttività e lo sviluppo economico dei distretti imprenditoriali in Europa. c) Criteri operativi Sviluppare la ricerca educativa della formazione permanente al fine di rafforzare le aree di ricerca Europea tra Università ed Impresa e favorire un politica di network ottimizzando le opportunità di espansione dei mercati delle PMI.

5 Partnership structure:general vision

6 L’analisi SWOT considera un sistema rispetto a quattro fattori: Verso l’analisi SWOT del progetto “Mental Change” I punti di Forza: I punti di Debolezza: Le Opportunità: Le Minacce: Strenghts Weaknesses Opportunities Threats

7 Modelli Europei per lo sviluppo di Mental Change/MondoGIT 2003

8 Creazione di un'Impresa a Rete per il rafforzamento e la condivisione in Europa di economie distrettuali proprie di ciascun territorio produttivo. Confronto delle migliori pratiche esistenti tra gli aderenti a network di impresa a rete in Europa. Ciò permette un approccio differenziato di collaborazione tra PMI, Enti di Ricerca, Università, Enti locali finalizzato alla crescita della competitività dell'impresa nel quadro degli sviluppi dell'Economia della Conoscenza; Superamento delle carenze professionali cognitive (skill shortage) per dare sviluppo ad una capacità di gestione delle conoscenze basate sull'innovazione; Favorire la trasformazione del lavoro intelletuale da occupazione dipendente a forme di imprenditorialità e consulenza co-operativa. Strenghts

9 Difficoltà di ottemperare ad un cambiamento mentale sia da parte della ricerca accademica che dei tradizionali modelli di economia aziendale della PMI per realizzare efficienti modalità di network imprenditoriali in Europa; Incertezze nel monitoraggio dei Cicli di Sviluppo che mirano a valorizzare i processi a lungo termine capaci di sostenere la strategia Europea della Società della Conoscenza; Problematicità nell'effettuare e diffondere una formazione permanente in rete organizzata al fine di attivare processi innovativi di apprendimento della dirigenza politica ed economica del territorio Weaknesses

10 Rafforzamento delle capacità di “ROI”(Return of Investement) mirate a bilanciare gli investimenti finanziari dell'Italia nell'EU, mediante strategie di Partenariato Europeo attuabile sul modello di comunicazione di MondoGIT; Miglioramento del feed-back della programmazione europea, nazionale e regionale, mediante l'implementazione della condivisione della conoscenza attuata da portali e mass media aggreganti aziende e centri di ricerca in gruppi Transnazionali di Interesse Tematico (TIG) Opportunities

11 Threats Carenza di risorse impiegate nel rispetto delle attività e degli obiettivi enunciati dalla Comunità Europea (Lisbona 2000); Posizione non sufficientemente strategica della Ricerca, dello sviluppo tecnologico e dell'alta formazione in Italia riguardo la politica di espansione dell'Europa verso i Paesi recentemente associati; Relazioni solo episodiche degli Enti Governativi locali (in particolare regioni e province) nell'ambito dell'internazionalizzazione delle politiche per lo sviluppo sostenibile della PMI a livello Europeo

12 A. Incentivare il ruolo di sviluppo produttivo della PMI nel quadro della Società Europea della Conoscenza, mediante l'aggregazione sistemica di networks distrettuali di interesse collaborativo tra Università ed Impresa. B. Contribuire all'avanzamento ed all'integrazione Europea delle frontiere della conoscenza S&T più strettamente correlate alle priorità emergenti dallo sviluppo trans-nazionale della Società della Conoscenza. C. Collaborare al potenziamento delle attività di Ricerca ed Innovazione Educativa, finalizzate ad aumentare le capacità e gli Skills del Knowledge Management, per ottenere un maggior valore aggiunto ed un innalzamento della qualità della produzione. D. Favorire il potenziamento delle attività di Ricerca & Sviluppo, finalizzate ad incrementare l'integrazione e l'estensione del mercato Europeo, nonchè l'internazionalizzazione di ampi settori produttivi delle PMI, allo scopo di collaborare al sostegno del trasferimento tecnologico, mediante sistemi sicuri di Information Communication Tecnology (ITC). “Mental Change”: Risultati attesi

13 Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Università degli Studi di Firenze LRE-EGO-CreaNet Ente proponente Proponente: PAOLO MANZELLI Director of LRE/EGO-CreaNet - University of Florence Via Maragliano Firenze - Italy Phone: +39/ Mobile: +39/ Sito di riferimento: Partner del progetto: REGIONE TOSCANA Sito di riferimento: Contatto: Dr.Simone Sorbi (Director of SMEs Internationalization Affairs of Tuscany Region Italy). tel: +39/055/ tel: +39/055/

14 Letter of intent (Date): Name of Organization: Instituto Superior Tecnico State: Portugal Letter of intent (Date): Name of Organization: The Intellectual Capital Research Institute of Ireland State: Ireland Name of Organization: University Louis Pasteur of Strasbourg, The European Pole (P.E.G.E.) State: France Adesioni preliminari (confermate con la Letter of Intent)

15 Letter of intent (Date): Name of Organization: EBS Executive Training Centre State: Estonia Letter of intent (Date): s.d. Name of Organization: Seasu New Media State: Malta Letter of intent (Date): Name of Organization: SSI - Strategic Self-Management Institute State: Lithuania Letter of intent (Date): Name of Organization: Centre for Science Studies and History of Science - Bulgarian Academy of Sciences State: Bulgaria

16 Letter of intent (Date): Name of Organization: Faculty of Philosophy and History of the University of Plovdiv State: Bulgaria Letter of intent (Date): Name of Organization: IPA CIFATT State: Romania Letter of intent (Date): Name of Organization: Dunarea de Jos University of Galati State: Romania

17 Grazie e buon lavoro Prof. Paolo Manzelli & Staff di progetto Michele Barbarulo, Marco Brambilla, Dario Cillo, Linda Giannini, Bruno Nati, Carlo Nati, Pasquale Tangi, Angela Villari Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca LRE/EGO-CreaNet – Università degli Studi di Firenze Via Maragliano 77 – Firenze, Italy Phone: +39/ ; Mobile: +39/ Home Page:


Scaricare ppt "“ M ENTAL C HANGE / M ONDOGIT 2003 ” (UN’IDEA PROGETTO SESTO PROGRAMMA QUADRO) Presentazione del Progetto Europeo FP6-CITIZENS 3: “M-Change” (acronimo."

Presentazioni simili


Annunci Google