La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Sistemi per la gestione e la documentazione in rete Montecatini 20 – 21 febbraio 2007 - Dott.ssa Laura Papa - INDIRE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Sistemi per la gestione e la documentazione in rete Montecatini 20 – 21 febbraio 2007 - Dott.ssa Laura Papa - INDIRE."— Transcript della presentazione:

1 1 Sistemi per la gestione e la documentazione in rete Montecatini 20 – 21 febbraio Dott.ssa Laura Papa - INDIRE

2 2 Il sistema GestioneProgetti e il Sistema IFTS Annualità 2006 Gestione on line Documentazione Progettazione Sistema Monitoraggio

3 3 GestioneProgetti caratteristiche e funzionalità STRUTTURA (BANCA DATI+SOFTWARE DI GESTIONE) -facilita la gestione organizzata delle informazioni -permette la costruzione di un patrimonio informativo documentazione scambi di esperienze diffusione di pratiche efficaci formazione -consente l’estrazione strutturata dei dati per elaborazioni diversificate ACCESSIBILITÀ IN RETE –favorisce la partecipazione e la comunicazione –consente la condivisione delle informazioni (relative al processo e ai documenti)

4 4 GestioneProgetti un nuovo modello di gestione e documentazione qualitàcultura di rete

5 5 Il sistema GestioneProgetti e il Sistema IFTS Annualità 2006 Gestione on line Progettazione Sistema Monitoraggio

6 6 Accesso ResponsabileDocenteTutorCTSDirettore amministrativo CorsistaConsulente monitoraggio Tot Accessi – Corsi IFTS Toscana

7 7 Gestione

8 8 Gestione

9 9 Gestione

10 10 Gestione

11 11 Monitoraggio e estrazione dati

12 12 Finalità Guidare e supportare un processo di miglioramento continuo del Sistema esplorare le criticità rilevate ideare e programmare azioni correttive sperimentare verificare e valutare capitalizzare attraverso la documentazione miglioramento continuo favorire l’empowerment gestione restituzione

13 13 Macro criticità rilevate nei corsi IFTS PON Settore Turismo

14 14 Una traccia da seguire La didattica per competenze nei corsi IFTS PON Analisi quantitativa: le UFC tra progettazione e gestione

15 15 Analisi quantitativa: provenienza dei docenti tra progettazione e …

16 16 … gestione

17 17 Il panorama delle docenze qui delineato è coerente con i dati inerenti la didattica: dalla progettazione alla gestione in itinere, il numero delle UFC a composizione multipla diminuisce del 35%, mentre il numero delle ore di questo tipo di UFC diminuisce del 43,84%.

18 18 Analisi quantitativa Materiali didattici: criticità

19 19 La quasi totalità dei materiali didattici è composta di ciò che potrebbe semplicemente venir chiamato “libro di testo” Analisi qualitativa Materiali didattici: criticità

20 20 Materiali didattici: azioni migliorative Intraprendere uno studio sulle metodologie didattiche attive utilizzate nell’IFTS e sui materiali didattici funzionali allo sviluppo di competenze

21 21 Analisi quantitativa Prove di verifica: criticità

22 22 Prove di verifica: azioni migliorative Avviare una ricerca sulle tipologie di valutazione che meglio accertano il possesso di competenze

23 23 Un’altra traccia … … criteri di selezione e valutazione

24 24 Prove di selezione: criticità Voci prese in esame per l’attribuzione di punteggio titolo di studio: è presente in tutti, ma il punteggio attribuito è diverso tra un progetto e l’altro titolo di studio tecnico professionale, specifico dell’argomento trattato nel corso: è presente e gli viene attribuito punteggio in aggiunta a titolo di studio generico in un solo progetto esperienza professionale (valutata con punteggio in un solo corso) condizione lavorativa (valutata con punteggio in un solo corso - 1 punto in più ai disoccupati) test: sono presenti e vengono valutati in tutti i progetti, ma con punteggio diverso motivazioni: sono presenti e vengono valutate in tutti i progetti, ma con punteggio diverso attitudine al ruolo: valutata in un solo corso crediti formativi in persona non in possesso di diploma: valutati in un solo corso Analisi qualitativa

25 25 Prove di selezione: azioni migliorative capitalizzazione dell’esperienza finora maturata uniformità tra i vari progetti per –le voci da prendere in esame –l’attribuzione di punteggio alle varie voci buone pratiche che indichino in modo puntuale e dettagliato i criteri ai quali attenersi per la gestione delle attività, a fronte di una generica normativa di riferimento. batterie di test strutturati e collaudati

26 26 Il sistema GestioneProgetti e il Sistema IFTS Annualità 2006 Gestione on line Documentazione Progettazione Sistema Monitoraggio

27 27 L’innovazione per il miglioramento continuo Annualità 2007 esperienza documentazione diffusione modalità e strumenti crescita del Sistema Processo di documentazione pratiche efficaci

28 28 Processo di documentazione Che cosa documentare? Come documentare? Perché documentare?

29 29 Documentare cosa: Didattica Metodologie e strumenti utilizzati Documentare cosa: Didattica Metodologie e strumenti utilizzati prove di accesso prove di selezione valutazione crediti in ingresso didattica per competenze valutazione in itinere delle competenze gestione delle attività di stage valutazione delle competenze in esito al percorso

30 30 Buona Pratica / Pratica Efficace Una pratica è connotabile come “buona” quando: “per l’efficacia dei risultati, per le caratteristiche di qualità interna e per il contributo offerto alla soddisfazione/soluzione del bisogno/problema, risponde al complesso sistema delle aspettative … Gli elementi standard o requisiti principali che deve esprimere una pratica per essere definita non solo buona ma utile e da disseminare sono: l’adeguatezza e la completezza del quadro logico progettuale e attuativo l’innovatività (contestualizzata) la riproducibilità … e la trasferibilità la sostenibilità (…)”. (La metodologia ISFOL per l’individuazione e l’analisi delle buone pratiche in ambito FSE – 2004)

31 31 esperienzaconoscenza + = competenza empowerment “possiedo il significato di ciò che agisco” Produzione di pratiche efficaci

32 32 Riflettiamo insieme Tenendo conto che un processo formativo si compone di aspetti didattici, organizzativo-gestionali e progettuali, al fine di condividere strategie efficaci e/o innovative… Che cosa documentare ? Come documentare ?

33 33 Documentare cosa: aspetti organizzativi/gestionali Documentare cosa: aspetti organizzativi/gestionali Uso del software “GestioneProgetti PON Scuola” coordinamento e/o pluridisciplinarietà degli operatori (docenti; esperti; tutor) funzionamento e attività del Comitato Tecnico Scientifico

34 34 Documentare cosa: progettazione e standard Documentare cosa: progettazione e standard riprogettazione di UFC integrazione delle competenze di base, trasversali e tecnico professionali rapporto tra progettato e realizzato

35 35 Come documentare La progressione del processo

36 36


Scaricare ppt "1 Sistemi per la gestione e la documentazione in rete Montecatini 20 – 21 febbraio 2007 - Dott.ssa Laura Papa - INDIRE."

Presentazioni simili


Annunci Google