La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Stato liquido Un liquido e’ caratterizzato da una struttura dinamica, continuamente soggetta a modifiche. I liquidi sono quindi caratterizzati da un ordine.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Stato liquido Un liquido e’ caratterizzato da una struttura dinamica, continuamente soggetta a modifiche. I liquidi sono quindi caratterizzati da un ordine."— Transcript della presentazione:

1 Stato liquido Un liquido e’ caratterizzato da una struttura dinamica, continuamente soggetta a modifiche. I liquidi sono quindi caratterizzati da un ordine a corto raggio, che si contrappone all’ordine a lungo raggio dei cristalli.

2 solidoliquidogas sublimazione brinamento fusione solidificazione condensazione evaporazione

3 Concentrazione di una soluzione Frazione molare

4 Concentrazione di una soluzione Molarità La concentrazione molare è il rapporto tra la quantità di sostanza disciolta ed il volume della soluzione

5 Concentrazione di una soluzione Molalità La concentrazione molare è il rapporto tra la quantità di sostanza disciolta e la massa di solvente

6 densità Rapporto tra massa e volume della soluzione La densità permette dicorrelare la C M e la C m

7 solubilità La massima quantità di soluto che si può sciogliere in una quantità definita si solvente La solubilità di ogni composto è costante a Temperatura costante

8 Solubilità di alcuni sali F-F- Cl - I-I- SO 4 2- CO 3 2- Li + 0,1015,0212,322,370,20 Na + 1,006,4112,270,330,66 K+K+ 15,884,657,680,708,1 Mg 2+ 1,2x ,965,322,161,2x10 -3 Ca 2+ 2,9x ,717,111,5x ,3x10 -4 Sr 2+ 7,0x ,394,846,0x ,66 Ba 2+ 6,8x ,804,349,0x ,0x10 -4 Mol kg -1 di solvente

9 Solubilità in vari solventi H2OH2OC 2 H 5 OHC6H6C6H6 LiCl 15,020,59- NH 4 Cl 6,905,5x I2I2 1,1x ,050,64 C 10 H 8 2,3x ,6310,01 Mol kg -1 di solvente

10 Solubilità in vari solventi H2OH2OC 2 H 5 OHC6H6C6H6 LiCl 15,020,59- NH 4 Cl 6,905,5x I2I2 1,1x ,050,64 C 10 H 8 2,3x ,6310,01 Mol kg -1 di solvente Gli effetti di solvatazione dipendono dalla polarità del solvente. Se il solvente non è polare l’effetto di solvatazione è trascurabile, di consequenza i composti ionici non sono solubile

11 Solubilità in vari solventi H2OH2OC 2 H 5 OHC6H6C6H6 LiCl 15,020,59- NH 4 Cl 6,905,5x I2I2 1,1x ,050,64 C 10 H 8 2,3x ,6310,01 Mol kg -1 di solvente Le interazioni intermolecolari sono dovute a forze di Van der Waals (polarizzabilità). Se il solvente ha caratteristiche simili a quelle del soluto, allora le interazioni soluto-solvente sono dello stesso ordine di quelle soluto-soluto, e quindi il solido è solubile

12 Solubilizzazione e solvatazione Le molecole di solvente, che sono dipoli, interagiscono con gli ioni alla superficie del cristallo. Questo indebolisce il legame tra gli ioni del cristallo Cationi ed anioni attraggono il solvente ciascuno secondo la propria carica solubilizzazione

13 Solubilizzazione e solvatazione L’ interazione tra gli ioni in soluzione è molto minore rispetto allo stato solido perché la presenza delle molecole di acqua diminuisce l’interazione coulombiana. La costante dielettrica di H 2 O è 80, quella del vuoto è 1. Gli ioni si coordinano a delle molecole di solvente. Tali complessi possono a volte essere isolati anche in forma cristallina solvatazione

14 Solubilità e legame ad idrogeno

15 Solubilità dei gas Il disordine del gas è minore quando il gas è disciolto in un liquido. Quindi il contributo entropico alla solubilizzazione del gas è NEGATIVO La solubilità di un gas è MAGGIORE a Temperatura MINORE La solubilità di un gas è MAGGIORE all’aumentare della polarizzabilità. Tanto piu’ un gas è “ideale” tanto meno è solubile Domanda: piu’ solubile He o Rn? CO 2 o O 2 ? NH 3 !

16 Il Principio di La Chatelier-Braun Un sistema all’equilibrio reagisce ad un cambiamento in modo tale da opporvisi, o comunque da minimizzare gli effetti di quel cambiamento Consequenze sulla solubilità?

17 Soluzione satura Si definisce soluzione satura una soluzione in cui il soluto disciolto in un solvente è in equilibrio con il soluto puro. Si dice anche che si è in presenza di Corpo di fondo Aumentando la temperatura, che succede?

18 Se aumento la temperatura, il sistema si sposta verso la situazione dove il sistema assorbe calore Soluzione satura Solubilizzazione endoentalpica KClK + +Cl - -Q p Se aumento la temperatura, il sistema si sposta verso la situazione dove il sistema assorbe calore

19 Le Proprietà colligative Si definiscono con questo termine tutte le proprietà che dipendono dal numero relativo di particelle del soluto rispetto al numero di particelle del solvente ma NON dalla loro natura chimica

20 La tensione di vapore P=x 1 P 1 + x 2 P 2 Caso di 2 liquidi completamente miscibili

21 Legge di Raoult P=x 1 P 1 + x 2 P 2 Soluto solido in solvente liquido L’abbassamento della tensione di vapore di una soluzione dipende dalla frazione molare del soluto Legge di Raoult 0 2

22 Innalzamento ebullioscopico Abbassamento crioscopico L’aggiunta di un soluto ad un solvente fa aumentare la Teb della soluzione e fa diminuire la Tf rispetto ai valori del solvente puro

23 Innalzamento ebullioscopico Abbassamento crioscopico Le costanti K eb e K cr sono caratteristiche di ogni dato solvente e non variano al variare del soluto fino a che la soluzione si comporta come una soluzione ideale H 2 O K eb =0,52 K cr =1,86

24 La pressione osmotica La pressione da applicare sulla superficie della soluzione stessa, quando questa è in contatto con il solvente puro attraverso una membrana semipermeabile, affinché NON si abbia il passaggio netto di molecole dal solvente puro alla soluzione

25 Cose pratiche… Soluzione isotonica rispetto alla cellula Soluzione ipertonica Soluzione ipotonica Osmosi nei globuli rossi

26 Domande Cosa è la nebbia? E Che cosa è il fumo?

27 Sistemi dispersi Sono una via intermedia tra una soluzione ed un sistema eterogeneo Una soluzione è un sistema dove le proprietà chimiche e fisiche sono costanti per ogni volume piccolo a piacere Se agito una sostanza insolubile in un solvente ottengo un sistema eterogeneo. Il passaggio tra sistema eterogeneo e soluzione puo’ essere visto come un fenomeno continuo. Le particelle in sospensione sono sempre piu’ piccole fino a che non si ottiene un sistema che “sembra” omogeneo (perché le particelle in sospensione sono troppo piccole per essere visibili), ma che in realtà non lo è. Quando le particelle sospese hanno dimensioni dell’ordine di nm e sono costituite da 10 3 –10 9 atomi ciascuno si definisce un sistema disperso

28 Sol-gel La dispersione di un solido in un liquido si deifnisce un SOL Le particelle di solido sono dette anche micelle. Talvolta le micelle possono interagire. Per effetto di piccole permutazioni del sistema, le micelle disperse dentro un sol possono dare vita ad una struttura rigida dove il solvente rimane intrappolato Si ha cosi’ un GEL, che puo’ essere visto come un sol solidificato, ovvero la dispersione di un liquido dentro un solido

29 Emulsioni Dispersione acqua-olio

30 Diagramma di stato

31 Diagramma di stato di sale in H2O Temperatura eutettica Eutettico=facile a sciogliersi

32 Miscele eutettiche con ghiaccio Na 2 SO 4 3,83-1,1 MgSO ,9 KCl19,7-10,7 NH 4 Cl19,7-15,4 NaCl23,3-21,1 K 2 CO 3 39,5-36,5 CaCl 2 29,8-55 KOH31,5-65

33 Diagramma di due liquidi miscibili

34 Azeotropo Miscele H2O C2H5OH 96% 78,2 Miscele H2O HNO332% 120,5


Scaricare ppt "Stato liquido Un liquido e’ caratterizzato da una struttura dinamica, continuamente soggetta a modifiche. I liquidi sono quindi caratterizzati da un ordine."

Presentazioni simili


Annunci Google