La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LEGGE DI HUME (Fallacia naturalistica) (cap. 2, Barberis, pp. 51-52, 58-77) Distinzione tra - vocaboli (parole) - enunciati (un insieme di vocaboli che,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LEGGE DI HUME (Fallacia naturalistica) (cap. 2, Barberis, pp. 51-52, 58-77) Distinzione tra - vocaboli (parole) - enunciati (un insieme di vocaboli che,"— Transcript della presentazione:

1 LEGGE DI HUME (Fallacia naturalistica) (cap. 2, Barberis, pp , 58-77) Distinzione tra - vocaboli (parole) - enunciati (un insieme di vocaboli che, secondo le regole di una lingua, abbiano forma grammaticalmente compiuta, in particolare contenendo almeno un verbo)

2 Vocabolo Significato di un vocabolo può essere indeterminato (per omonimia, ambiguità, vaghezza combinatoria e qualitativa) Significato viene attribuito attraverso definizioni

3 Definizioni Sono classificabili in relazione a: a) funzione (effetti del definire): definizioni lessicali, stipulative, ri- definizioni b) modalità (la tecnica del definire): definizioni connotative e denotative

4 a) funzione definizioni lessicali = informano sul significato o sui diversi significati di un vocabolo (dizionari) definizioni stipulative = quelle che attribuiscono a una parola un senso meramente tecnico = nuovo rispetto a quelli lessicali ri-definizioni = attribuzione di uno dei diversi significati lessicali = tecnicizzato

5 b) modalità Definizioni connotative = indica le caratteristiche o proprietà comuni a tutte le cose indicate da uno stesso vocabolo (gatto = felino domestico) Definizioni denotative = classe o insieme delle cose indicate dal vocabolo (gatto silvestro)

6 Connotative: - definizione per genere prossimo e differenza specifica (per genus proximum et differentiam specificam) - definizione per sinonimia, operativa, contestuale Denotative: - definizione esemplificativa (ostensiva, per enumerazione) - definizione per casi paradigmatici

7 Enunciati Significato di un enunciato è interpretazione Tipi di enunciati Proposizioni Significati conoscitivi Norme Significati normativi

8 Tesi della GRANDE DIVISIONE tra proposizioni e norme (empiriche e comandi) = distinzione tra classi mutuamente esclusive (le proposizioni non sono norme e viceversa) e congiuntamente esaustive (non si dà terza possibilità) = distinzione tra empiriche (giustificate dall’osservazione o dall’esperienza) - proposizioni analitiche (vere per definizione) regole - norme principi

9 5 criteri di distinzione tra proposizioni e norme: Forma sintattica: indicativo, imperativo Effetto diretto: informare, modificare il comportamento Genere di assenso: credenza, obbedienza Apofanticità: vero o falso, né vero né falso Direzione di adattamento: si adatta al mondo, il mondo vi si deve adattare

10 Legge di Hume Riguarda le Relazioni logiche tra proposizioni e norme = possibilità di dedurre norme da proposizioni (e viceversa) Nasce nell’ambito della riflessione Metaetica (ontologia, epistemologia, metodologia) - problema del significato dei giudizi etici - che tipo di significato: conoscitivo o normativo - significato oggettivo o soggettivo

11 Passo di Hume “nei sistemi di morale … is viene sostituito con ought” Critica di Hume a 2 tipi di giusnaturalismo: - Antico = proposizioni empiriche - Razionalistico = proposizioni analitiche

12 Per Hume: non si possono dedurre norme da: Esistenza di Dio Natura delle cose Ragione umana Legge di Hume: Combina sillogismo con grande divisione: Premessa maggiore premessa minore conclusione

13 3 versioni legge di Hume: - Debole = coincide con distinzione tra proposizioni e norme Per stabilire ciò che si deve fare si debbono mettere da parte i fatti (Rousseau) - Forte = combina distinzione tra proposizioni e norme e sillogismo Vale per deduzione, ma non per argomentazione (giustificazione non deduttiva)

14 = si possono giustificare conclusioni diverse Si possono poi interpretare le derivazioni come entimemi (sillogismi che lasciano impliciti uno dei 3 passaggi) Fortissima = negazione di qualsiasi relazione logica fra proposizioni e norme - legge di Hume vale per debole e forte Ma non serve per confutare giusnaturalismo (e oggettivismo etico)

15 Grande divisione e legge di Hume Giusnaturalismo No grande divisione Per oggettivismo etico = giudizi etici sono veri o falsi (implica realismo, cognitivismo, derivazionismo) Positivismo giuridico Si grande divisione Per non-oggettivismo etico (implica antirealismo, non cognitivismo, non derivazionismo)


Scaricare ppt "LEGGE DI HUME (Fallacia naturalistica) (cap. 2, Barberis, pp. 51-52, 58-77) Distinzione tra - vocaboli (parole) - enunciati (un insieme di vocaboli che,"

Presentazioni simili


Annunci Google