La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1. Alcuni profeti predissero la nascita di Cristo, la città nella quale sarebbe nato, le sue sofferenze e la sua morte. Daniele predisse il tempo della.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1. Alcuni profeti predissero la nascita di Cristo, la città nella quale sarebbe nato, le sue sofferenze e la sua morte. Daniele predisse il tempo della."— Transcript della presentazione:

1 1

2 Alcuni profeti predissero la nascita di Cristo, la città nella quale sarebbe nato, le sue sofferenze e la sua morte. Daniele predisse il tempo della sua apparizione.

3 3 Le 70 settimane Daniele 9: Settanta settimane sono stabilite per il tuo popolo e per la tua santa città, per far cessare la trasgressione, per mettere fine al peccato, per espiare l'iniquità, per far venire una giustizia eterna, per sigillare visione e profezia e per ungere il luogo santissimo. 25 Sappi perciò e intendi che da quando è uscito l'ordine di restaurare e ricostruire Gerusalemme, fino al Messia, il principe, vi saranno sette settimane e altre sessantadue settimane; essa sarà nuovamente ricostruita con piazza e fossato, ma in tempi angosciosi. 26 Dopo le sessantadue settimane il Messia sarà messo a morte e nessuno sarà per lui. E il popolo di un capo che verrà distruggerà la città e il santuario; la sua fine verrà con un'inondazione, e fino al termine della guerra sono decretate devastazioni. 27 Egli stipulerà pure un patto con molti per una settimana, ma nel mezzo della settimana farà cessare sacrificio e oblazione; e sulle ali delle abominazioni verrà un devastatore, finché la totale distruzione, che è decretata, sarà riversata sul devastatore». (Versione Nuova Diodati)

4 4 Fa' dunque attenzione al messaggio e comprendi la visione. (v.23) le 70 settimane Che cosa disse Gabriele a Daniele riguardo all importanza del messaggio per il quale era ritornato a spiegare? Quanto tempo, disse Gabriele, sarebbe stato assegnato al popolo ritornato dallesilio babilonese ed alla loro città? " settanta settimane sono state fissate riguardo al tuo popolo e alla tua santa città,." (vers. 24)

5 70 Settimane fissate (tagliate, recise) Le 70 settimane concesse a Israele sono la prima parte dei 2300 giorni (anni), come si vedrà più avanti Giorni ( Anni) –Dan.8:13-14-

6 6 le 70 settimane Si tenga conto che questo è un tempo profetico (simbolico). Secondo il simbolismo di UN GIORNO = A UN ANNO SOLARE, a quanti anni corrispondono effettivamente queste "70 settimane"? RISPOSTA: ___ anni (1 settimana = 7 anni X 70 = 490 anni). 490 IL SIGNIFICATO DI "70 SETTIMANE"

7 490 Anni The 70 weeks allotted to Israel would have been the first part of the 2300 days (years), as becomes evident later Giorni ( Anni) –Dan.8: Le 70 settimane concesse a Israele sono la prima parte dei 2300 giorni (anni), come si vedrà più avanti.

8 8 le 70 settimane Questi 490 anni sarebbero stati un prolungamento della cattività di Israele? No! Che cosa allora sarebbe successo durante questo periodo di 490 anni? per far cessare la trasgressione, per mettere fine al peccato, per espiare l'iniquità, per far venire una giustizia eterna, per sigillare visione e profezia e per ungere il luogo santissimo.(24) Quale speciale persona sarebbe venuta durante i 490 anni? Il Messia, il principe

9 9 le 70 settimane Quale evento specifico avrebbe segnato linizio dei 490 anni? lordine di ristabilire e ricostruire _______________ (v.25) Gerusalemme LINIZIO DEI 490 ANNI Nota: Gerusalemme fu distrutta da Nabucodonosor nel 587 a.C.

10 10 le 70 settimane Sappiamo QUANDO questordine fu emanato? Si. Tre decreti furono emanati dai re persiani che autorizzarono il ritorno degli esuli ebrei. 1) Il Decreto di Ciro537aC 2) Il Decreto di Dario520aC 3) Il Decreto di Artaserse 457aC Questi tre Decreti furono intesi dal profeta Esdra come un unico Decreto e fu attribuito alla volontà di Dio. (Esdra 6:14)

11 11 Editti a favore degli israeliti: a. C. editto di Ciro (Esdra 1). Ordina la fine dellesilio per gli Ebrei e autorizza la ricostruzione del tempioEsdra a. C. editto di Dario (Esdra 6:1-12). Conferma leditto di Ciro a ricostruire il tempio perché i lavori erano stati interrotti (Esdra 4:1-5)Esdra 6:1-12Esdra 4: a. C. editto di Artaserse (Esdra 7:12-26). Ordina la ricostruzione di Gerusalemme. Viene ristabilito il diritto legislativo (v.14), giuridico (v.25) ed esecutivo (v.26). Ordina la restaurazione delle rovine (Esd.9:9).Esdra 7:12-26v.14v.25v.26Esd.9:9 Gerusalemme sarebbe stata ricostruita in tempi angosciosi (Neemia 1:1-4; 4:7,8). Neemia piange per le cattive notizie giunte da Gerusalemme (1:1-4). Le brecce alle mura sono causate dai nemici di Giuda e non dalla devastazione del Nel 20° anno di ArtaserseI, il 445, Neemia riceve lautorizzazione (non fu quindi un altro Editto!) di lasciare la corte e andare a Gerusalemme per controllare landamento dei lavori (2:1-8). I lavori di restauro delle mura durano solo 52 giorni (6:15). Questo dimostra che la costruzione delle mura era in stato avanzato quando Neemia giunge a Gerusalemme. 4:7,82:1-86:15

12 12 le 70 settimane Se i 490 anni iniziarono nel 457 aC, in quale anno sono terminati? RISPOSTA: ______ 34 A.D.

13 13 Il primo decreto fu emanato da Ciro, re dei Medo-Persiani nel In Esdra leggiamo: Esdra 1:1 Nel primo anno di Ciro, re di Persia, affinché si adempisse la parola del SIGNORE pronunziata per bocca di Geremia, il SIGNORE destò lo spirito di Ciro, re di Persia, il quale a voce e per iscritto fece proclamare per tutto il suo regno questo editto: 2 «Così dice Ciro, re di Persia: "Il SIGNORE, Dio dei cieli, mi ha dato tutti i regni della terra, ed egli mi ha comandato di costruirgli una casa a Gerusalemme, che si trova in Giuda. 3 Chiunque tra voi è del suo popolo, il suo Dio sia con lui, salga a Gerusalemme, che si trova in Giuda, e costruisca la casa del SIGNORE, Dio d'Israele, del Dio che è a Gerusalemme. 4 Tutti quelli che rimangono ancora del popolo del SIGNORE, dovunque risiedano, siano assistiti dalla gente del posto con argento, oro, doni in natura, bestiame, e inoltre con offerte volontarie per la casa del Dio che è a Gerusalemme"». 1° Decreto, di Ciro 537aC

14 14 Con questo decreto Ciro non autorizzò la costruzione della città, ma solo del tempio tanto è vero che il vers. 5 aggiunge: Allora i capi famiglia di Giuda e di Beniamino, i sacerdoti e i Leviti, tutti quelli ai quali Dio aveva destato lo spirito, si misero in cammino verso Gerusalemme per ricostruire la casa del SIGNORE. Al tempo di questo editto non si trattava di ricostruire la nazione giudaica, ma solo il tempio. Certo è ovvio che i rimpatriati poterono costruire delle abitazioni in cui vivere, ma non edificarono delle mura né altro che potesse far pensare ad una città fortificata. Ciro da un buon politico liberò religiosamente i popoli conquistati dai babilonesi e contemporaneamente li legò a lui. La strategia dei persiani era quella di impedire ai popoli vinti la ricostruzione politica per poterli meglio governare. Ciro quindi decretò la costruzione di un luogo di culto, un asilo per la divinità e non la costruzione di una città politicamente pericolosa (dati i precedenti). Chi approfittò di questo editto? Solo un numero ristretto del popolo ritornò in patria ed erano per la maggior parte persone comuni che non avevano interessi in Babilonia. (Esdra 4:2-5)

15 15 I nemici dei Giudei visto che essi stavano ricostruendo il tempio e le mura della città inviarono lettere a Serse e Artaserse per impedire lopera di ricostruzione: Sotto il regno di Assuero, al principio del suo regno, scrissero un'accusa contro gli abitanti di Giuda e di Gerusalemme. Poi, al tempo di Artaserse, Bislam, Mitredat, Tabeel e gli altri loro colleghi scrissero ad Artaserse, re di Persia. La lettera era scritta in caratteri aramaici e redatta in aramaico. Esdra 4:6-7 Questa opposizione continuò fino al tempo di Dario il quale mandò dei funzionari a Gerusalemme per controllare la veridicità delle accuse contro i Giudei. Quando questi ritornarono fecero rapporto al re: Questa è la risposta che ci hanno data: «Noi siamo i servi del Dio del cielo e della terra, e ricostruiamo la casa che era stata già costruita molti anni fa… Ciro, re di Babilonia, nel suo primo anno di regno, diede ordine che questa casa di Dio fosse ricostruita… Allora lo stesso Sesbasar venne e pose le fondamenta della casa di Dio a Gerusalemme. La costruzione è andata avanti da quel tempo fino a oggi, ma non è ancora conclusa». Esdra 5:11-16 Dario investigò negli annali imperiali per trovare tracce delleditto di Ciro. Avutane conferma riconfermò leditto precedente (di Ciro): Il primo anno del re Ciro, il re Ciro ha pubblicato questo editto, concernente la casa di Dio a Gerusalemme: La casa sia ricostruita per essere un luogo dove si offrono sacrifici; le fondamenta che verranno poste, siano solide; abbia sessanta cubiti d'altezza, sessanta cubiti di larghezza. Esdra 6:3. La costruzione del tempio fu completata il 12 marzo 515 a.C. 2° Decreto, di Dario -520 a.C.

16 16 Nella primavera del 457 a. C., nel 7°anno di regno di Artaserse, limperatore diede le seguenti disposizioni: …il settimo anno del re Artaserse… Artaserse, re dei re, a Esdra, sacerdote e scriba esperto nella legge del Dio del cielo, eccetera. Io decreto che nel mio regno, chiunque del popolo d'Israele, dei suoi sacerdoti e dei Leviti sarà disposto a partire con te per Gerusalemme, vada pure. Tu infatti sei mandato dal re e dai suoi sette consiglieri in Giuda e a Gerusalemme per informarti come laggiù sia osservata la legge del tuo Dio, la quale è nelle tue mani, e per portare l'argento e l'oro che il re e i suoi consiglieri hanno volontariamente offerto al Dio d'Israele, la cui dimora è a Gerusalemme… E tu, Esdra, secondo la saggezza di cui il tuo Dio ti ha dotato, stabilisci dei magistrati e dei giudici che amministrino la giustizia a tutto il popolo d'oltre il fiume, a tutti quelli che conoscono le leggi del tuo Dio; e voi fatele conoscere a chi non le conosce… Senza esitare farete giustizia di chi non osserverà la legge del tuo Dio e la legge del re, e lo punirete con la morte o con l'esilio, con una multa o con il carcere.( Esdra 7:7,12-15,25,26). 3° Decreto, di Artaserse 457aC

17 17 Autorizzazione del 445 a. C. Autorizzazione di Neemia Nel XX anno del regno di Artaserse, tredici anni dopo il decreto del 457 a.C., Neemia viene informato da israeliti provenienti da Gerusalemme che i rimpatriati si trovavano in gravi difficoltà: I superstiti della deportazione sono là, nella provincia, in gran miseria e nell'umiliazione; le mura di Gerusalemme restano in rovina e le sue porte sono consumate dal fuoco Ne. 1:3 Come conseguenza Neemia: mi misi seduto, piansi, e per molti giorni fui in grande tristezza. Digiunai e pregai davanti al Dio del cielo. Ne. 1:4 – Neemia è triste anche di fronte al re per la condizione desolata di Gerusalemme. Perché Neemia era così triste? Per la distruzione del 587 a.C.? Sarebbe strano se fosse così. La tristezza di Neemia aveva a che fare con accadimenti recenti cioè dalle dolorose notizie ricevute dai connazionali sulle difficoltà di ricostruire le mura di Gerusalemme. Per questa sua sofferenza il re gli concede di recarsi a Gerusalemme e poter così constatare di persona landamento dei lavori. Quando Neemia arriva in patria si rende conto della difficile situazione: Ma quando Samballat, Tobia, gli Arabi, gli Ammoniti e gli Asdodei udirono che la riparazione delle mura di Gerusalemme progrediva, e che le brecce cominciavano a chiudersi, si indignarono moltissimo, e tutti quanti assieme si accordarono di venire ad attaccare Gerusalemme e a crearvi del disordine. Ne. 4:7,8 Neemia non aveva da fare grosse riparazioni, piuttosto lavori di riparazione: colmare le brecce, restaurare le porte e innalzare muraglie. A testimonianza che il grosso del lavoro di ricostruzione era già stato fatto grazie alleditto del 457 a.C., le mura furono riparate in soli 52 giorni: Le mura furono portate a termine il venticinquesimo giorno di Elul, in cinquantadue giorni. Ne 6:15 – Il tempo impiegato sarebbe stato troppo breve se si fosse trattato di tirare su delle mura partendo da zero. Neemia nella sua ispezione notturna trova semplicemente mura squarciate; doveva dunque trattarsi in gran parte di lavori di restauro. Ciò aiuta a comprendere che le mura erano state rovinate lultima volta soltanto un paio danni prima tra il 447 e il 446, quando stavano per essere ultimate dopo un lungo periodo di ricostruzione

18 490 Anni The 70 weeks allotted to Israel would have been the first part of the 2300 days (years), as becomes evident later Giorni ( Anni ) 457 a.C. A.D. 34

19 19 SOVRANI PERSIANI Ciro II (Ciro il Grande) ° Decreto 9 anni Cambise II anni Bardija522 6 mesi Nabucodonosor III522 2 mesi Nabucodonosor IV521 3 mesi Dario I ° Decreto 36 anni Serse I anni Bel-simanni482 Samas-eriba482 Artaserse I 7° anno= -457aC ° Decreto 41 anni (20° anno = 445/4) Serse II424 1 mese e 1/4 Dario II anni Artaserse II Mnemon anni Artaserse III Ochus anni Arses anni Dario III anni

20 20 le 70 settimane Si noti che Gabriele divise i 490 anni in tre periodi: 7 settimane, 62 settimane e 1 settimana. (Daniele 9:25,27 ) 49 anni 434 anni 1)7 settimane= 7 anni 2)62 settimane= 3)1 settimana= 70 settimane= 490 anni

21 7 settimane 490 Giorni (anni) 457 a.C. A.D settimane 1 settimana 49 anni434 anni 7 anni Le tre divisioni delle 70 Settimane

22 22 le 70 settimane A quale punto dei tre periodi sarebbe venuto il Messia? (Daniele 9:25 ) "fino all'apparire di un unto, di un capo, ci saranno sette settimane e ____________________." Sessantadue settimane LANNO DEL MESSIA Così, il Messia sarebbe apparso 483 anni dopo il 457 aC = 483 anni

23 23 Il primo ciclo delle 70 settimane, I 7 anni, riguarda la ricostruzione della città, mentre il secondo, le 62 settimane, rappresenta il tempo trascorso dallavvenuta ricostruzione di Gerusalemme alla comparsa del Messia. Sommando al 457 a.C. i 483 anni (7+62) si giunge al 27 d.C. La Scrittura riporta: Nell'anno quindicesimo dell'impero di Tiberio Cesare, quando Ponzio Pilato era governatore della Giudea…la parola di Dio fu diretta a Giovanni, figlio di Zaccaria, nel deserto. Ed egli andò per tutta la regione intorno al Giordano, predicando un battesimo di ravvedimento per il perdono dei peccati Il canonico Vidal osserva: Questo quindicesimo anno si deve contare a partire dal 765 (anno di Roma), data nella quale Augusto fece votare al senato e dal popolo romano dellimpero che Tiberio era suo uguale alla testa dellimpero. Tiberio stesso contava i suoi anni di potere supremo partendo dal 765, così come lo si può vedere dalle sue monete. Quindi il quindicesimo anno di Tiberio va dallottobre del 26 d.C. allottobre del 27 d.C. COMPIMENTO STORICO DELLA PROFEZIA

24 24 A convalida della data del 27 d.C. indicante la comparsa del Messia viene in aiuto la Scrittura di Giovanni 2: 19,20: Gesù rispose loro: «Distruggete questo tempio, e in tre giorni lo farò risorgere!» Allora i Giudei dissero: «Quarantasei anni è durata la costruzione di questo tempio e tu lo faresti risorgere in tre giorni?» Questa conversazione ebbe luogo in occasione della prima Pasqua che Gesù celebrò nel 28 d.C.. Labate Ricciotti nel commentare il passo giovanneo dice:Poiché si può stabilire con sicurezza che Erode il Grande cominciò il rifacimento totale del tempio nel a.C., se discendiamo per 46 anni da questa data otteniamo lanno d.C. che sarebbe il primo della vita pubblica di Gesù Giuseppe Ricciotti, vita di Gesù Allo scadere delle 69 settimane danni il Messia viene consacrato come riporta il vangelo di Luca: Ora, mentre tutto il popolo si faceva battezzare, anche Gesù fu battezzato; e, mentre pregava, si aprì il cielo, e lo Spirito Santo scese su di lui in forma corporea, come una colomba; e venne una voce dal cielo: «Tu sei il mio diletto Figlio; in te mi sono compiaciuto».

25 490 anni The 70 weeks allotted to Israel would have been the first part of the 2300 days (years), as becomes evident later. 457 a.C. A.D. 34 A.D anni il Messia appare

26 26 le 70 settimane Quando esattamente il sacrificio predetto avvenne? (a)E ____ 62 settimane un Unto sarà soppresso ma non per lui" (vers. 26) (b)"In ________ alla settimana farà cessare il sacrificio e lofferta (vers. 27) dopo mezzo LANNO DEL SACRIFICIO

27 Se i 3 anni e mezzo del ministero di Cristo iniziarono nell AD 27, in che anno avvenne la sua crocifissione? 490 anni 457 a.C. A.D. 34 A.D anni (69 settimane) 7 anni (1 settimana) A.D /2

28 Sviluppo della realizzazione profetica: (4) Artaserse I Ciro completameto d.C. 27 Fine ultima settimana a.C. – d.C. 0 7 settimane 49 anni 62 settimane 434 anni Ultima settimana: d.C. In mezzo alla settimana 31 d.C. 457a.C. 483 anni 27d.C. 457 a.C.34 d.C.70 settimane danni = 490 anni

29 29 le 70 settimane Durante la 70° settimana (gli ultimi sette anni – AD 27-34), quale missione il Messia avrebbe compiuto? "Egli stabilirà un saldo patto con molti, durante una settimana. (Daniele 9:27 ) IL NUOVO PATTO E LA TRAGEDIA DI GERUSALEMME Quale tragedia fu predetta che avrebbe coinvolto Gerusalemme e il santuario, al termine dei 490 anni? Il popolo di un principe che verrà distruggerà la città e il santuario." (Daniele 9:26b,27b )

30 30 Quale scoperta fu fatta dai discepoli Andrea e Filippo e che avrebbe potuto essere fatta da tutti i capi e il popolo ebraico e che può essere fatta da ogni persona OGGI? Abbiamo trovato il _______ " (vers. 41) ________________, il figlio di Giuseppe." (Giovanni 1:41,45 ) Messia Gesù di Nazareth


Scaricare ppt "1. Alcuni profeti predissero la nascita di Cristo, la città nella quale sarebbe nato, le sue sofferenze e la sua morte. Daniele predisse il tempo della."

Presentazioni simili


Annunci Google