La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CLIL Methodology (CONTENT AND LANGUAGE INTEGRATED LEARNING) for a Mathematics Lesson La méthodologie EMILE (ENSEIGNEMENT DE MATIERES PAR INTEGRATION D.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CLIL Methodology (CONTENT AND LANGUAGE INTEGRATED LEARNING) for a Mathematics Lesson La méthodologie EMILE (ENSEIGNEMENT DE MATIERES PAR INTEGRATION D."— Transcript della presentazione:

1 CLIL Methodology (CONTENT AND LANGUAGE INTEGRATED LEARNING) for a Mathematics Lesson La méthodologie EMILE (ENSEIGNEMENT DE MATIERES PAR INTEGRATION D UNE LANGUE ETRANGERE) pour une leçon de Maths January-February 2009 Janvier-Février Proff. Pedone/De Donno I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS

2 COSE IL CLIL/EMILE E l insegnamento di una qualunque disciplina presentata in una Lingua Straniera per : aumentare le competenze comunicative linguistiche e disciplinari potenziare le abilità metacognitive offrire una maggiore motivazione allo studio acquisire competenze spendibili nel mdl favorire la mobilità nellistruzione e nel lavoro creare la base per il LLL 2 Proff. Pedone/De Donno I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS

3 Finalità della metodologia CLIL: 1.Favorire laccettazione della diversità per la diffusione della democrazia, nel rispetto dei diritti di tutti. 2.Ampliare le competenze linguistiche dei giovani in modo che possano vivere appieno la cittadinanza europea. 3.Rafforzare le specifiche competenze disciplinari 4.Enfatizzare lautonomia nellapprendimento 3 I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS Proff. Pedone/De Donno

4 Obiettivi CLIL Approfondire la conoscenza delle specificità culturali del paese la cui lingua veicola il contenuto disciplinare Migliorare le competenze effettive in LS con particolare focus sulle competenze produttive a livello orale Conoscere e comprendere il linguaggio specifico delle discipline Rilevare la ricaduta che la sperimentazione della didattica integrata produce sullapprendimento delle discipline non linguistiche coinvolte nel progetto 4 Proff. Pedone/De Donno I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS

5 Metodologia CLIL Le scelte metodologico- didattiche mirano a: 1.Eliminare le difficoltà di approccio alla LS (competenze linguistiche gestibili), impiegando strutture e lessico dal semplice al complesso 2.Semplificare i contenuti della disciplina veicolata (nuclei disciplinari fondamentali) 3.Favorire linterazione attraverso una comunicazione non stereotipata che miri allautenticità della formazione 4.Assicurare le condizioni per il successo del percorso integrato 5.Coinvolgere attivamente lo studente (lezione partecipata) 6.Far acquisire un metodo di studio efficace 7.Apprendere ad apprendere 5 Proff. Pedone/De Donno I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS

6 La metodologia dellapproccio CLIL privilegia: Luso della lingua straniera per: comprendere chiedere e rispondere codificare e decodificare ricercare e analizzare spiegare e giustificare verificare 6 Proff. Pedone/De Donno I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS

7 Modalità di attivazione di un modulo CLIL 1.Delibera del collegio dei docenti 2.Inserimento nel POF 3.Scelta delle classi destinatarie 4.Scelta delle materie da veicolare 5.Pianificazione delle co-docenze 6.Definizione del numero di ore 7 Proff. Pedone/De Donno I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS

8 La co-docenza è unopzione necessaria nellattivazione di questa metodologia e viene progettata in termini di: Programmazione didattica condivisa Coordinamento delle attività Trasparenza degli obiettivi Capacità di lavoro in team Cooperazione fra le risorse 8 Proff. Pedone/De Donno I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS

9 Sperimentazione a.s. 2008/2009 ESEMPIO DI APPLICAZIONE DELLA METODOLOGIA CLIL/EMILE Uda integrata Matematica/Francese/Inglese relativa al Confronto fra gli elementi di un triangolo (propedeutico alla dimostrazione dei teoremi della geometria euclidea) 9 Proff. Pedone/De Donno I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS

10 Destinatari: 15 allievi/e Classe: 3^ A OM Tempi: 15 ore = test di entrata e di uscita (3 ore) 6 inglese + matematica (co-presenza) 6 francese + matematica (co-presenza) Strumenti: PC + proiettore Strumenti didattici multimediali e cartacei Registratore 10 Proff. Pedone/De Donno I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS

11 OBIETTIVI DELLUDA INTEGRATA 1)Interpretare correttamente la comunicazione dellinsegnante 2)Comprendere i rapporti fra messaggio e contesto 3)Usare consapevolmente gli strumenti comunicativi 4)Acquisire la procedura per il passaggio dal linguaggio generico al linguaggio rigoroso 5)Leggere e decodificare i segni 6)Partecipare attivamente 7) Acquisire un metodo di studio efficace 8)Restituire competenze agite 11 Proff. Pedone/De Donno I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS

12 Contenuti integrati e condivisi: 1.Il linguaggio simbolico, verbale e scritto 2.I simboli grafici (dallalfabeto ai segni matematici) 3.La numerazione e le misure di grandezza 4.La frase semplice 5.La frase dichiarativa, negativa ed interrogativa 6.I connettivi logici 7.La sequenzialità delle frasi 8.Lequivalenza e la comparazione 9.Le relazioni esistenti tra gli enti geometrici 12 Proff. Pedone/De Donno I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS

13 Monitoraggio e Valutazione del percorso Al termine della sperimentazione CLIL bisogna verificare in che misura: vi sia stato un miglioramento delle competenze linguistiche, matematiche e comunicative degli studenti (soprattutto in termini di abilità orali) gli studenti abbiano acquisto la capacità di comunicare con più facilità, con maggiore fluidità rispetto ad altri studenti che non hanno potuto usufruire di questa esperienza 13 Proff. Pedone/De Donno I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS

14 Per verificare e validare lipotesi di miglioramento delle competenze linguistico – comunicative (in lingua straniera) di carattere generale, si effettua una valutazione delle competenze linguistico - comunicative in ingresso, prima dellesperienza CLIL, ed in uscita, a conclusione dellesperienza, in modo da poter effettuare la comparazione tra i due momenti didattici Si può adottare una griglia che si articola attorno a 5 descrittori: 1. efficacia comunicativa. 2. organizzazione del discorso 3. adeguatezza e ricchezza lessicale ( riferita nello specifico caso al campo delle misure, delle forme, dei numeri,dei simboli) 4. correttezza morfosintattica 5. pronuncia e intonazione. Il focus deve essere centrato soprattutto sullinterazione orale (Questi indicatori intendono adeguarsi alle moderne teorie glottodidattiche che considerano la lingua come una realtà dinamica strettamente connessa al suo uso effettivo, portando all'accertamento di competenze linguistiche globali, quindi incentrate sulla competenza comunicativa nel suo complesso e non sul possesso di singoli segmenti di comunicazione). 14 Proff. Pedone/De Donno I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS

15 Per verificare e validare lipotesi di miglioramento della competenza riferita allo standard della disciplina (matematica), si effettua, prima dellesperienza CLIL, un test specifico sul nucleo spazio-forma, e a conclusione dellesperienza, una verifica per comparare i due momenti. E stata adottata una griglia che si articola attorno a 5 descrittori: 1. efficacia comunicativa. 2. costruzione dellargomentazione 3. adeguatezza e ricchezza del lessico specifico (della geometria e delle relazioni esistenti tra gli enti geometrici 4. rigorosità nella terminologia 5. padronanza espressiva Il focus deve essere centrato soprattutto sullinterazione orale, visiva e grafica Questi indicatori intendono adeguarsi alle moderne teorie che considerano il linguaggio matematico come una lingua dinamica strettamente connessa al suo uso effettivo, portando all'accertamento di competenze linguistiche e specifiche quindi incentrate sulla competenza comunicativa nel suo complesso e non sul possesso di singoli segmenti. 15 Proff. Pedone/De Donno I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS

16 Sperimentazione 16 Proff. Pedone/De Donno I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS

17 My name is Marcello Pedone Je mappelle Marcello Pedone Im from and I live in San Pietro in Lama Jhabite à San Pietro in Lama This is a small centre, 3 miles far from Lecce Cest un petit village, à 3 kilomètres de Lecce 17 Proff. Pedone/De Donno I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS

18 I teach Mathematics and IT in a Secondary School in Lecce (IISS.A.De Pace) Jenseigne maths et NT dans le Lycée Professionnel A.De Pace de Lecce I like to prepare lessons about Maths and IT in English and French. Jaime beaucoup preparer mes leçons de Maths en français et en anglais 18 Proff. Pedone/De Donno I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS

19 My name is Silvana De Donno Je mappelle Silvana De Donno Im from and I live in Lecce Jhabite à Lecce It is a small town, it has 100,000 inhabitants Cest une ville petite, elle a habitants 19 Proff. Pedone/De Donno I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS

20 I teach French in a Vocational School in Lecce (IISS.A.DE PACE) Jenseigne français au Lycée Professionnel A.De Pace de Lecce I like to prepare lessons about tourism and fashion in French and English. I know the English language and IT too Jaime beaucoup preparer mes leçons en français et en anglais sur la mode et le tourisme. Je connais langlais et les N.T. 2 ore 20 Proff. Pedone/De Donno I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS

21 1^ approccio: Concetti e Lessico specifico di base ITALIANO Teorema Triangolo rettangolo Angolo retto Grado° Lato Cateto Ipotenusa Maggiore > Minore < Somma + Differenza - 21 Proff. Pedone/De Donno I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS FRANCESE Théorème Triangle rectangle Angle droit Degré ° Côté Cathète Hypoténuse Plus grand > (que) Plus petit < (que) Somme + Différence - INGLESE Theorem Triangle rectangle Right angle Degree ° Side Cathetus Hypotenuse Higher > Smaller < Sum + Difference -

22 Comparision of the elements of a right-angled triangle Proof of the following theorem (in this case a right- angled triangle) I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS Proff. Pedone/De Donno

23 Comparaision des élements dun triangle rectangle Démonstration du téorème suivant ( dans ce cas un triangle rectangle) I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS Proff. Pedone/De Donno

24 In a triangle the sum of the two sides is higher than the other one The sum of the cathetuses is higher than the hypotenuse b + c > a > 5 a + c > ? > ? 24 Proff. Pedone/De Donno I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS

25 Dans un triangle la somme des mesures de deux côtés adjacents à langle droit est plus grande que la mesure du troisième côté La somme des cathètes est plus grande que l hypoténuse b + c > a > 5 a + c > ? > ? 25 Proff. Pedone/De Donno I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS

26 I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS The difference between the hypotenuse and a cathetus is smaller than the other cathetus a - c > b > 3 a + b > ? > ? 26Proff. Pedone/De Donno In a triangle the difference between the two sides is shorter than the third one

27 Dans un triangle la difference entre les deux côtés est inférieure au troisième côté La difference entre l hypoténuse et un cathète est inférieure à lautre cathète a - c > b > 3 a + b > ? > ? 27Proff. Pedone/De Donno I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS

28 In a triangle the longest side is opposite the widest angle The hypotenuse is opposite the right angle 28 Proff. Pedone/De Donno I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS

29 Dans un triangle, le côté le plus long est opposé à langle le plus ample L hypoténuse est opposé à langle droit 29 Proff. Pedone/De Donno I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS

30 In a triangle the widest angle is opposite the longest side The right angle is opposite the hypotenuse 30 Proff. Pedone/De Donno I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS

31 Dans un triangle langle le plus vaste est opposé au côté le plus long Langle droit est opposé à lhypoténuse 31 Proff. Pedone/De Donno I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS

32 In this case a right-angled triangle The sum of the two acute angles is congruent with a right angle + =90° For example =30°, =60° 30°+60°=90° =45°, =?° 45°+?°=90° 32Proff. Pedone/De Donno I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS

33 Dans ce cas un triangle rectangle La somme des deux angles aïgus est congruante à un angle droit + =90° Par exemple =30°, =60° 30°+60°=90° =45°, =?° 45°+?°=90° 33Proff. Pedone/De Donno I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS

34 CONCLUSIONI 34Proff. Pedone/De Donno Abbiamo dimostrato un enunciato geometrico attraverso semplici grafici ed elementi linguistici fondamentali, strutturati in maniera essenziale, ma contenenti tutti gli elementi delluso funzionale sia della lingua straniera che della disciplina. Gli allievi ci hanno restituito un positivo feed back in termini di competenze linguistiche e matematiche, da cui partiremo per la nuova sperimentazione prevista per questanno scolastico (sugli assi cartesiani) I.I.S.S. A.de Pace – LECCE – Scuola ENIS

35 35Proff. Pedone/De Donno


Scaricare ppt "CLIL Methodology (CONTENT AND LANGUAGE INTEGRATED LEARNING) for a Mathematics Lesson La méthodologie EMILE (ENSEIGNEMENT DE MATIERES PAR INTEGRATION D."

Presentazioni simili


Annunci Google