La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L EZIONE 10: Introduzione al projectwork Ing. Renato Giacobbo Scavo FACOLTA’ DI ECONOMIA CdLM in Marketing Bari a.a. 2011/2012.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L EZIONE 10: Introduzione al projectwork Ing. Renato Giacobbo Scavo FACOLTA’ DI ECONOMIA CdLM in Marketing Bari a.a. 2011/2012."— Transcript della presentazione:

1 L EZIONE 10: Introduzione al projectwork Ing. Renato Giacobbo Scavo FACOLTA’ DI ECONOMIA CdLM in Marketing Bari a.a. 2011/2012 Corso di COMPETITIVE ANALYSIS

2 P ROJECTWORK | I N COSA CONSISTE Il projectwork consiste nello sviluppo di un Business Plan per una delle aziende suggerite dal docente L’output finale del consiste obbligatoriamente in una presentazione in powerpoint di 10 – 15 slide Ciascun team avrà a disposizione 15 minuti (max) per la presentazione del proprio progetto in aula Tutti i membri del team dovranno prendere parte attivamente allo sviluppo e all’esposizione del progetto Il projectwork andranno inviati via tassativamente entro la mattinata del 03 giugno 2011 a e, in copia conoscenza, a L’esposizione avrà luogo in aula il 06 giugno 2011

3 P ROJECTWORK | C OME PROCEDERE Il projectwork può seguire una logica libera ma i contenuti devono rispondere alle domande indicate dal docente Ogni scelta e affermazione va adeguatamente motivata e devono essere indicate le fonti utilizzate (bibliografia/sitografia a valle del ppt) Devono essere effettuate considerazioni di tipo qualitativo e quantitativo e utilizzati gli strumenti più coerenti col caso, tra quelli presentati durante il corso È possibile inserire approfondimenti in allegato, ma la presentazione deve ritenersi completa ed esaustiva nelle 15 slide massime consentite

4 P ROJECTWORK | C ASO DA AFFRONTARE Immaginate di essere assunti oggi come Amministratore delegato di una delle società nella lista proposta (cfr slide 5) e di avere a disposizione i dati resi pubblici dall’azienda stessa nel corso degli anni Il vostro primo compito in qualità di AD consiste nell’analizzare la situazione attuale dell’azienda ed identificare l’opportunità strategica più importante per la vostra impresa L’output da presentare al Consiglio di Amministrazione consiste in un business plan che illustri l’analisi AS-IS e lo sviluppo strategico dell’iniziativa considerando un orizzonte temporale di 5 anni

5 P ROJECTWORK | A SSEGNAZIONE A ZIENDE AI GRUPPI TEAMREFERENTEAZIENDAATTIVITÀSITO 1 Fasano E. Alessio Brunello Cucinelli gruppo perugino leader nel settore della maglieria di cachemire i.it 3 Enrico Nicolò 4 Cirigliano Maria Moncada Energy Gruppo siciliano tra i principali produttori privati italiani di energia eolica 5 Bucci Mirka 12 Coliandris Anna Lisa Slow Food Associazione non-profit piemontese che promuove la qualità del cibo e il rispetto dell’ambiente 7 Bax Oronzo 8 Cascone Ilaria Tecnam Azienda del casertano di costruzioni aeronautiche 9 Fumai Pierluigi 10 Di Bello Marco Fluidotecnica Sanseverino Azienda barese produttrice di apparecchiature oleodinamiche per la separazione di fluidi inquinanti nseverino.com 11 Calia Giovanni Il projectwork metterà in diretta competizione i gruppi a coppie mediante l’assegnazione di una stessa azienda a due team differenti

6 P ROJECTWORK | C RITERI DA VALUTAZIONE Aspetti CONTENUTIESPOSIZIONE comprensione problematica fondatezza argomentazioni innovatività corretto utilizzo degli strumenti sintesi/ rispetto dei tempi chiarezza espositiva efficacia grafica voto progetto Peso20%30%5%10%20%10%5%100% Gruppo 1…………………… Gruppo 2…………………… Gruppo3…………………… ……………………… Gruppo n…………………… Assegnazione di un punteggio da 1 a 5 per ciascun aspetto valutato Media ponderata dei punteggi Arrotondamento al mezzo punto più vicino votovoto arrotondato 3,13 3,33,5 3,63,5 3,84

7 P ROJECTWORK | C ONTENUTI IMPRESA SETTORE/MERCATO OFFERTA ECONOMICS 4 CATEGORIE DI CONTENUTI DA TRATTARE

8 C ONTENUTI P ROJECTWORK | I MPRESA 1.Qual è la storia, la forma societaria, la mission, la vision e l’obiettivo generale? 2.Qual è la struttura organizzativa e la dimensione dell’impresa? 3.Qual è la catena del valore dell’impresa? 4.Quali sono i punti di forza e debolezza, le caratteristiche distintive dell’impresa? 5.Com’è strutturata la rete di relazioni aziendali, quali sono i partner e i fornitori principali? Metodologia/ approccio FontiStrumenti

9 C ONTENUTI P ROJECTWORK | I MPRESA Quali fonti utilizzereste? Quali metodi utilizzereste? Sito internet aziendale Sito internet partner Articoli di giornali economici o di settore Sito Camera di Commercio Forum di consumatori e addetti al settore … SWOT Analysis Conto Economico e Stato Patrimoniale Analisi dei driver di Costo e Ricavo Catena del valore Catena delle relazioni Modello delle 5 forze di Porter …

10 C ONTENUTI P ROJECTWORK | S ETTORE /M ERCATO 5.Qual è il settore di appartenenza e in quale fase del ciclo di vita è il settore? 6.Quali sono i fattori chiave di successo per competere nel settore e qual è lo scenario di mercato? 7.Quale opportunità di mercato si intende cogliere, da cosa scaturisce, perché (motivazione) e come (strategia) si intende perseguirla? 8.Qual è la dimensione del mercato per fatturato e player? 9.Qual è il potenziale di crescita del mercato e i trend di mercato e le possibilità di sviluppo futuro? 10.Quali sono i competitor del mercato ed in che modo differiscono tra loro e con la nostra impresa per profilo imprenditoriale ed offerta? Metodologia/ approccio FontiStrumenti

11 C ONTENUTI P ROJECTWORK | S ETTORE /M ERCATO Quali fonti utilizzereste? Quali metodi utilizzereste? Sito internet aziendale Sito internet competitor Articoli di giornali economici o di settore Sito Camera di Commercio Sito Comunità Europea e Governo Italiano Database Istituti statistici … SWOT analysis Analisi costi/benefici Mappa di posizionamento Modello per la determinazione dell’attrattività dei paesi Modello di relazione Risorse - KSF Ciclo di vita del settore Prisma di Hambrick & Fredrickson …

12 C ONTENUTI P ROJECTWORK | O FFERTA 11.Quali sono le caratteristiche e gli elementi di unicità dell’offerta rispetto ai competitor e qual è la market share attuale? 12.Qual è il pricing dell’offerta e le caratteristiche del target cui è rivolta? 13.In che modo viene comunicata l’offerta e su quali elementi si fa leva per la comunicazione? 14.Qual è la customer experience? 15.Quali sono i canali di distribuzione utilizzati? Metodologia/ approccio FontiStrumenti

13 C ONTENUTI P ROJECTWORK | O FFERTA Quali fonti utilizzereste? Quali metodi utilizzereste? Sito internet aziendale Sito associazioni di Consumatori Articoli di giornali economici o di settore Forum consumatori …. SWOT analysis Grafici comparativi Catena del valore Catena delle relazioni Prisma di Hambrick & Fredrickson …

14 C ONTENUTI P ROJECTWORK | E CONOMICS 16.Qual è la struttura di costi e ricavi attuale? 17.Qual è l’impatto su costi e ricavi prospettica dell’opzione strategica che si intende cogliere? Qual è il fabbisogno finanziario dell’impresa per perseguire l’opportunità individuata? Quali sono i ricavi addizionali generati dall’iniziativa Metodologia/ approccio FontiStrumenti

15 C ONTENUTI P ROJECTWORK | E CONOMICS Quali metodi utilizzereste? Conto Economico e Stato patrimoniale previsionale Indicatori finanziari (ROI, EBITDA…) Rappresentazioni grafiche prospettiche…

16 B USINESS P LAN | O BIETTIVO Un business plan è un documento volto a rappresentare in ottica prospettica (in genere 5 anni) il progetto di sviluppo imprenditoriale, con l’intento di valutarne la fattibilità – in relazione sia alla struttura aziendale nel quale tale progetto si inserisce, sia al contesto nel quale l’impresa proponente opera – e di analizzarne le possibili ricadute sulle principali scelte aziendali e sui suoi risultati economico-finanziari Situazione attuale Obiettivo di sviluppo ???

17 B USINESS P LAN | S TRUTTURA pur essendo orientato al futuro, il Business Plan non può prescindere dal presente e dal passato dell’impresa, ragione per cui deve essere accompagnato dall’analisi dell’azienda allo stato attuale, per comprendere anche la compatibilità dei nuovi progetti con la situazione corrente OBIETTIVO/OPPORTUNITÀ DI SVILUPPO 2 2 Questa sezione è dedicata alla descrizione dell’opportunità e del progetto di sviluppo che si intende perseguire, dal punto di vista dei contenuti, delle motivazioni, dell’obiettivo finale e delle tempistiche dell’iniziativa ANALISI SITUAZIONE ATTUALE 1 1 STRATEGIA 3 3 IMPATTO ECONOMICO INIZIATIVA 4 4 Riguarda la definizione della strategia operativa che si intende adottare per raggiungere l’obiettivo desiderato nell’orizzonte temporale di riferimento. Deve essere coerente con le possibilità attuali dell’azienda definite dall’analisi AS-IS Piano economico-finanziario dell’iniziativa, costituisce la traduzione in termini quantitativi e finanziari della strategia e concerne principalmente la determinazione dei ricavi e dei costi aggiuntivi legati alla stessa

18 B USINESS P LAN | R IPARTIZIONE SLIDE ~ 5 slide OBIETTIVO/OPPORTUNITÀ DI SVILUPPO 2 2 Identificazione delle opportunità di mercato Selezione dell’opportunità strategicamente più rilevante Motivazioni e obiettivi della scelta … Identificazione delle opportunità di mercato Selezione dell’opportunità strategicamente più rilevante Motivazioni e obiettivi della scelta … ANALISI SITUAZIONE ATTUALE 1 1 STRATEGIA 3 3 IMPATTO ECONOMICO INIZIATIVA 4 4 Individuazione dei driver di successo dell’iniziativa Definizione dell’approccio strategico all’iniziativa Definizione delle attività da porre in essere Tempistiche … Individuazione dei driver di successo dell’iniziativa Definizione dell’approccio strategico all’iniziativa Definizione delle attività da porre in essere Tempistiche … Impatto dell’iniziativa sui costi Risultati attesi nei futuri 5 anni in termini di ricavi, ritorno di immagine, market share… Raggiungimento break even point … Impatto dell’iniziativa sui costi Risultati attesi nei futuri 5 anni in termini di ricavi, ritorno di immagine, market share… Raggiungimento break even point … Storia, mission e organizzazione aziendale Struttura di costi e ricavi Offerta e mercato target Rete di relazioni e Competitor … Storia, mission e organizzazione aziendale Struttura di costi e ricavi Offerta e mercato target Rete di relazioni e Competitor … ~ 2 slide ~ 3 slide ~ 5 slide

19 P ROJECTWORK | C ONSIGLI UTILI Evitare l’eccessiva animazione della presentazione: appesantisce e rende difficoltosa l’esposizione Provare le tempistiche e la suddivisione degli spazi tra membri del team prima dell’esposizione in aula Cercare di essere sintetici ed utilizzare rappresentazioni grafiche invece di testo Prepararsi alle possibili domande fatte dagli «spettatori» e dal docente a valle dell’esposizione

20 A LLEGATI

21 E SEMPIO DI C ONTO E CONOMICO P REVISIONALE


Scaricare ppt "L EZIONE 10: Introduzione al projectwork Ing. Renato Giacobbo Scavo FACOLTA’ DI ECONOMIA CdLM in Marketing Bari a.a. 2011/2012."

Presentazioni simili


Annunci Google