La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Metodologia clinica e strumentale per la comprensione fisiopatologica del paziente con insufficienza aortica. E. Congedo Dipartimento di scienze cardio-toraciche.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Metodologia clinica e strumentale per la comprensione fisiopatologica del paziente con insufficienza aortica. E. Congedo Dipartimento di scienze cardio-toraciche."— Transcript della presentazione:

1 Metodologia clinica e strumentale per la comprensione fisiopatologica del paziente con insufficienza aortica. E. Congedo Dipartimento di scienze cardio-toraciche e vascolari Clinica Cardiologica Università degli Studi di Padova

2 Metodo clinico strumentale Il metodo clinico può essere definito come una successione ordinata di attività pratiche (raccolta dei dati anamnestici, fisici e di laboratorio) e intellettuali (ragionamento clinico), che hanno lo scopo di percepire (formulare lipotesi) e definire (formulare la diagnosi) il problema sottostante. R. Russo, S. Dalla Volta: riflessioni sulla formazione medica in malattie del cuore e dei vasi; S. Dalla Volta, R. Razzolini, L. Daliento; III edizione Mc Graw Hill pg

3 Corrigan: The quantity of blood that regurgitates will be largely in proportion To the degree of inadequacy of the valves and to the lenght of The pause between contractions of the ventricle during which Blood can be pouring back. Edin Med Surg 1832; 37:

4 Fisiopatologia -Le dimensioni dellarea rigurgitante -Il gradiente pressorio diastolico aorta – ventricolo sinistro -La durata della diastole Influenzano lentità del volume di rigurgito E. Congedo, M. Bressan, P. Stritoni In malattie del cuore e dei vasi. S. Dalla Volta Cardiopatie Valvolari; insufficienza aortica, cap III edizione Mc Graw Hill 2005

5 La completa comprensione della fisiopatologia richiede considerazioni delle tre maggiori componenti del processo di malattia: Il ventricolo sinistro La valvola aortica La vascolarizzazione sistemica Altri fattori: anatomia e flusso coronarico cambiamenti con lesercizio fisico differenze nella presentazione clinica tra rigurgito aortico cronico ed acuto. C. Otto: Aortic regurgitation, Valvular Heart Desease ; II ed Saunders 2004

6 Metodo clinico strumentale Fattori fisiopatologici che influenzano laccoppiamento ventricolo sx – aorta nellinsufficienza aortica: VENTRICOLO Precarico (volume ventricolare/ritorno venoso) Postcarico (stress circonferenziale di parete telesistolico) Gradiente pressorio sistolico transvalvolare aortico Contrattilità Frequenza cardiaca Geometria del ventricolo Pressione di perfusione coronarica VALVOLA Area di rigurgito aortico Volume di rigurgito Gradiente di pressione diastolico aortico Volume sistolico anterogrado VASCOLARIZZAZIONE SISTEMICA Resistenze vascolari Compliance vascolare Visco elasticità Inerzia del sangue Onde di pressione riflesse C. Otto: Aortic regurgitation, Valvular Heart Desease 303 ; II ed Saunders 2004

7

8

9

10 Metodologia clinica I A cronica compensata I A cronica in scompenso I A acuta Eziologia Anomalia valvolare e/o dellaorta ascendente Dissezione aortica endocardite Presentazione clinica Asintomatica Graduale inizio dei Sintomi, tipicamente da sforzo Inizio acuto, Edema polmonare Ipotensione, shock Esame obiettivo Soffio diastolico Alta frequenza In decrescendo olodiastolico Alta frequenza In decrescendo olodiastolico bassa frequenza protodiastolico Pressione arteriosa Aumento PA Sist/diastolica Aumento PA Sist/diastolica normale Itto apicale Vn. Sx. Ingrandito Iperdinamico lateralizzato Ingrandito Iperdinamico lateralizzato normale Rullio mesodiastolico puntale (Austin-Flint) presente Breve diastolico Chiusura precoce mitrale Segni periferici presenti assenti

11 Presentazione clinica Durata malattia ; età ; sesso. Asintomatica Sintomatica: Dispnea da sforzo Dispnea a riposo Dispnea parossistica notturna Edema polmonare Angina da sforzo o notturna Severa riduzione della riserva coronarica Episodi di ischemia miocardica da stress Progressivo deterioramento della funzione ventricolare sinistra

12

13

14

15 Metodo strumentale ecocardiografico -Determinazione delleziologia anomalie dei lembi valvola aortica bicuspide malattia valvolare calcifica malattia valvolare reumatica valvola aortica mixomatosa endocardite valvolare prolasso di cuspide anomalie della radice aortica dilatazione della radice aortica ipertensiva medionecrosi cistica sindrome di Marfan dissezione aortica -Valutazione del rigurgito aortico -Effetti della lesione rigurgitante sulle dimensioni e funzione del ventricolo sinistro

16 Metodo ecocardiografico: parametri quantitativi di valutazione del rigurgito Rapporto altezza jet di rigurgito / diametro tratto efflusso VS Misura del PHT (tempo dimezzamento gradiente) (ms) Valutazione del flusso retrogrado in aorta toracica Misura dellorifizio rigurgitante ( vena contratta ) ( cm ) Misura del flusso di convergenza al di sopra dellorifizio (PISA) Calcolo del volume di rigurgito (ml/battito) Area orificio rigurgitante (cm2) Frazione di rigurgito

17

18

19

20

21

22 Metodologia strumentale ecocardiografica : fisiopatologia I A cronica compensata I A cronica in scompenso I A acuta Volume VS Aumentato DTS < 55 mm O < 25 mm/m2 O VTS 85 ml/m2 normale FE Normale > 50% Ridotta < 50 % Normale o ridotta Pressione Telediastolica VS NormaleNormale o aumentata Diametro Telediastolico VS > 70 mm Normale o Poco aumentato Dilatazione aorta ascendente > mm > 50 mm Aumentato DTS > 55 mm O >25 mm/m2

23 Insufficienza aortica Ventricolo sinistro: dimensione telediastolica < 65 mm frazione di eiezione > 55% normale performance ventricolare sinistra Ventricolo sinistro: dimensione telesistolica > 50 mm frazione di eiezione < 50 % Disfunzione ventricolare sinistra A B

24 Indicazioni alla chirurgia nel paziente con insufficienza aortica -Severa cronica IA senza aneurisma dellaorta ascendente sintomatologia funzionale diametro telesistolico > 25 mm/m2 e/o diametro telediastolico > 70 mm FE < 55% a riposo severo rigurgito aortico cronico -IA con dilatazione dellaorta ascendente diametro dllaorta ascendente > mm indipendentemente dalla severità del rigurgito -rischio operatorio comorbilità età del paziente C. Tribouilloy et al. : Impact of echocardiography on indication for Surgery in chronic mitral and aortic regurgitation. Clinical cardiology 27; , 2004

25

26 Top, Survival of patients with chronic severe AR by symptoms (NYHA class). Survival in asymptomatic patients (class I) is no different than expected (P0.38). However, patients with class II symptoms have a significantly worse survival (P0.02), and patients with class II to IV symptoms have a markedly worse survival (P0.001). Bottom, Survival for patients stratified by LV endsystolic dimension (LVESD). Patients with LV end-systolic dimension 25 mm/m2 have a markedly worse survival (P0.001). Adapted from Dujardin et al.23

27 Data from Chaliki et al72 show survival in patients after aortic valve replacement as a function of preoperative LVEF. LoEF indicates markedly reduced LV function; MedEF, moderately reduced LV function; and Nl EF, normal LV function. Reprinted with permission.

28 Conclusioni -Il metodo clinico strumentale è fondamentale per la comprensione del processo fisiopatologico nei pazienti con insufficienza aortica. -Le misure della performance ventricolare sinistra (dimensione e/o volume telesistolico e frazione deiezione) sono eccellenti predittori del trattamento medico (unloading treatment with vasodilatator) e specialmente provvidenziali guide per il timing ottimale dellintervento chirurgico di sostituzione valvolare.


Scaricare ppt "Metodologia clinica e strumentale per la comprensione fisiopatologica del paziente con insufficienza aortica. E. Congedo Dipartimento di scienze cardio-toraciche."

Presentazioni simili


Annunci Google