La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Droghe con attività antiipertensiva Allium sativum Crataegus monogyna e crataegus laevigata Fumaria herba Graminis rhizoma Olea europea Allii ursini herba.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Droghe con attività antiipertensiva Allium sativum Crataegus monogyna e crataegus laevigata Fumaria herba Graminis rhizoma Olea europea Allii ursini herba."— Transcript della presentazione:

1 Droghe con attività antiipertensiva Allium sativum Crataegus monogyna e crataegus laevigata Fumaria herba Graminis rhizoma Olea europea Allii ursini herba Betula alba Equisetum arvense Ortosiphon spicatus Urtica dioica Solidago virgaurea

2 Precauzioni generali che devono essere considerate in pazienti con affezioni cardiovascolari Somministrazione di piante contenenti principi attivi glicosidi cardioattivi o a struttura simile che potrebbero avere un effetto additivo a quello della terapia digitalica già in atto Glicosidi cardioattivi hanno basso indice terapeutico Elevato rischio di tossicità (Helleborus niger, digitalis lanata e purpurea, convallaria majalis, nerium oleander, adonis vernalis, urginea marittima, strophantus kombe ed hispidus, eleutherococcus senticosus, crataegus )

3 ………. Continua Piante che hanno attività tale da aumentare la tossicità dei glicosidi cardioattivi perché ad esempio aumentano la perdita di potassio Tale perdita può essere indotta da: Lassativi Droghe ad antrachinoni Ricinus comunis Garcinia Fraxinus ornus Podophyllum peltatum ecc Diuretici che agiscono aumentando lescrezione di potassio Droghe a metilxantine Equiseto Glycyrrhiza glabra Ecc.

4 Allium sativum Droga: bulbi Denominazione:garlic Commissione E: permesso luso orale BAnz. 122 del p.a.: alliina da cui per azione enziamtica si formano allicina, diallildisolfuro (da cui il caratteristico odore) e ajoene

5 1.Antipertensiva (rilasciamento della muscolatura liscia vasale) 2.Ipolipemizzante, ipoglicemizzante (un recente studio non ha dimostrato questa attività) 3.Antisettico, espettorante e balsamico delle vie respiratorie (olio essenziale) 4.Antitrombotico (ajoene) 5.Antiossidante 6.Protettivo intestinale 7.Protettivo vascolare (endotelio) 8.Antibatterico, antivirale (allicina) 9.Immunostimolante 10.Antitumorale 11.Epatoprotettore 12.Antimalarica 13.Repellente contro le punture degli insetti(un recente studio non ha dimostrato questa attività) 14.Modulatore dellattività tiroidea (basse dosi stimolante, alte dosi deprimente) Farmacologia

6

7 Controindicazioni: Infiammazione gastrica acuta e cronica, disulfide volatile può causare gastroenteriti 1 (empirico) Prime fasi della gravidanza per la sua azione stimolante uterina 2 (in vitro su animali) Diminuita funzionalità tiroidea; ad alte concentrazioni se assunte per lungo tempo può ridurre lassunzione di iodina nella tiroide 1 (speculativo) Interventi chirurgici 3 ; alle alte dosi può verificarsi un allungamento del tempo di coagulazione con emorragie spontanee (case report). Allicina, ajoene, trisulfidi e adenosina aumentano lattività fibrinolitica e diminuiscono laggergazione piastrinica (in vitro). 1. Brinker F (1996) The toxicology of botanical medicines. Eclectic Medical Publ., Sandy, Ore. 2. Farnsworth et al. (1975) Potential value of plants as sources of new antifertility agents I. J.Pharm.Sci. 64: Burnham BE (1995) Garlic as a possible risk for postoperative bleeding. Plantic Recon.Surg. 95:213. Tossicologia

8 Effetti collaterali Dermatiti da contatto 1 Orticaria ed allergia da contatto 2 Asma e rinite allergica 2 Alitosi 1. Eming SA, et al. (1999) Severe toxic contact dermatitis caused by garlic. Br J Dermatol Aug;141: Jappe U et al. (1999) Garlic-related dermatoses: case report and review of the literature. Am J Contact Dermat 10:37-9 Tossicologia

9 Interazione con le droghe: Insulina, il dosaggio deve essere rivisto a causa delle proprietà ipoglicemizzanti dellaglio in toto (PO nei ratti) 1 e dellallicina in particolare (PO nei conigli) 2 Warfarina, lattività anticoagulante è aumentata (PO nelluomo case report) 3 a causa dellattività fibrinolitica 4 e diminuita aggregazione piastrinica 5 1. Chang MLW et al. (1980) Effect of garlic on carbohydrate Metabolism and lipid synthesis in rats. J.Nutr., 110: Augusti KT (1975) Studies on the effect of allicin on alloxan diabetes. Experientia 31: Stockley IH (1996) Drug interactions 4th ed., Pharmaceutical Press, London 4. Bordia AK et al. (1977) Effect of essential oil of garlic on serum fibrinolitic activity in patients with coronary artery disease. Atherosclerosis 28: Oshiba S et al. (1990) Inhibitory effect of orally administered inclusion complex of garlic oil on platelet aggregation in man. Igaku no Ayuma 155: Tossicologia

10 Allii ursini herba (aglio orsino) Droga: parti aeree Denominazione: ramson Commissione E: non considerata p.a.: vedi allium sativum

11 Droga secca

12 Betula alba Droga: foglie Denominazione: birch Commisssione E: permesso luso orale delle foglie BAnz. N.50 del

13 Diuretica Affezioni e flogosi delle vie urinarie Renella Coadiuvante nel trattamento di disturbi reumatici e cellulite NB non esistono studi clinici controllati che ne dimostrino lefficacia nelle suddette disfunzioni Principali indicazioni duso

14 Controindicazioni Edema da scompenso cardiaco o da insufficienza renale, ciò potrebbe derivare da una inadeguata escrezione di sali, sulleffetto diuretico (speculativo) 1 Interazione con le droghe Nessuna nota Reazioni avverse Potenziale riposta allergica ai salicilati contenuti 2 : rischio di dermatite da contatto Avvertenze Consultare il medico in gravidanza ed allattamento (non esistono studi che ne dimostrino linnocuità nelle due condizioni) 1. De Smet PAGM et al. (1993) Adverse effects of herb drugs 2. Spinger Verlag, Berlin. 2. Brinker F (1998) Herb contraindications and drug interactions 2 ed. EMP Sandy O. Tossicologia

15 Crataegus monogyna e crataegus laevigata (biancospino) Droga: foglie e fiori Denominazione: hawthorn Commissione E: permesso luso orale della droga costituita da foglie e fiori. Lutilizzo del frutto e foglie o fiori separatamente sono catalogati nella lista negativa perché non è stata dimostrata lefficacia terapeutica. BAnz. n. 1 del e 85 del e 133 del

16 Forme lievi di ridotta funzionalità cardiaca Cardiopatie senili che non necessitano di trattamento con digitalici Lievi forme di bradicardia Sedativo SNC (medicina popolare) Principali indicazioni duso

17 Controindicazioni Nessuna nota Effetti collaterali Diversi effetti collaterali sono stati evidenziati per preparati di miscele di erbe contenenti anche crataegus 3 Interazione con le droghe Glucosidi cardioattivi contenuti nella digitale, convallaria majalis, stofanto e adonis, la loro attività viene aumentata per la presenza delle procianidine (in vitro 1 e nelluomo 2 ), mentre è diminuita la loro tossicità per leffetto coronaro-dilatatore ed antiaritmico della droga. 1. Trunzler G et al (1962) Comparative studies on the effects of a crataegus estract, digitoxin, digoxin and g-strophanthin in the isolated heart of homoiothermals. Arzneim. Forsch 12: Srimal RC et al (1973) Pharmacology of of diferuloyl mathane (curcumin) a non steroideal anti-inflammatory agent. J.Pharm.Pharmacol 25: (estrazione del 14/01/00) Tossicologia

18 Equisetum arvense Droga: pianta Denominazione: horsetail Commissione E: permesso luso orale BAnz. n. 173 del

19 Diuretico senza modificare lequilibrio degli elettroliti plasmatici Affezioni batteriche e flogistiche delle vie urinarie Renella Edemi post-traumatici e statici Re-mineralizzazione (medicina popolare) Rachitismo Fratture Lesioni ossee Emostatico (medicina popolare) Uso esterno Ferite di difficile cicatrizzazione Principali indicazioni duso

20 Controindicazioni Edemi da insufficienza cardiaca o renale per possibile perdita di K 1 Bambini, potenziale tossicità dellalto contenuto di silicio inorganico 2 Uso prolungato, potenziale tossicità dellalto contenuto di silicio inorganico Effetti collaterali Nessuno noto Interazione con le droghe Digitale e glicosidi cardioattivi, può risultare tossico per lattività diuretica e conseguente perdita di K 1 1. Gutierrez RMP et al (1985) Diuretic activity of mexican equisetum. J.Ethnopharmacol 14: McGuffin M et al (1997) Bothanical safety handbook CRC Press, Boca Raton. Tossicologia

21 Droga: parti aeree Denominazione: fumitory herb Commissione E: permesso luso orale Fumariae herba (fumaria officinalis) Pianta erbacea annuale alta 30 cm Foglie di colore verde-blu pennate Fiori disposti in racemi con corolla rosa e cime rosso scuro Descrizione pianta

22 Componenti 1% circa di alcaloidi: Derivati benzilisochinolinici: protopina (fumarina), fumarilina, sinactina Flavonoidi Acido fumarico Mucillagini

23 Proprietà Colagoghe, azione spasmolitica su apparato digerente superiore (protopina stimola la secrezione gastrica Medicina popolare Diuretiche Affezioni cutanee (acido fumarico)

24 Controindicazioni Interazione con le droghe Reazioni avverse Avvertenze Nessuna nota Tossicologia

25 Droga: rizoma Denominazione: quick grass root Commissione E: permesso luso orale BAnz. N 22° del 01/02/1990 Graminis rhizoma Pianta erbacea perenne Si propaga tramite lunghi stoloni sotterranei Alta fino a 1,5 m Spiga lunga 15 cm con numerose spighette su due file Descrizione pianta

26 Componenti Triticina (polisaccaride simile allinulina) Mucillagine Saponine Polialcoli (mannitolo, inositolo) Olio essenziale (agropirene con attività antibiotica Acido silicico

27 Proprietà Diuretico Antitussigeno sedativo nei catarri bronchiali Medicina popolare Gotta Disturbi reumatici Affezioni cutanee croniche

28 Controindicazioni Interazione con le droghe Reazioni avverse Avvertenze Non sono disponibili studi farmacologici e clinici Nessuna nota Tossicologia

29 Droga: foglia fresca o disseccata Denominazione: olive Commissione E: permesso luso orale BAnz n 11 del 17/01/1991 Oleae europaea

30 Componenti Composti triterpenici Flavonoidi Glucosidi amari

31 Proprietà Diuretiche-ipotensive Ipoglicemizzanti Coronarodilatatrici Antiaritmiche Antipiretiche Broncodilatatrici

32 Controindicazioni Interazione con le droghe Reazioni avverse Avvertenze Non sono disponibili studi farmacologici e clinici Nessuna nota Tossicologia

33 Droga: foglie Denominazione: java tea Commissione E: permesso luso orale BAnz. n. 50 del e n. 50 del Ortosiphon spicatus

34 Diuretico nelle infiammazioni di natura batterica ed infiammatoria a carico delle vie urinarie Renella Spasmolitico (blando) Ipocolesterolemizzante (blando) Per le sue proprietà diuretiche è spesso utilizzata nelle diete dimagranti Principali indicazioni duso

35

36 Controindicazioni Insufficienza cardiaca Insufficienza renale Effetti collaterali Nessuno noto Interazione con le droghe 1 Salvia officinale (antibatterico), orthosiphon dà luogo ad azione antagonista Antagonismo anche verso, adrenalina, estratti ipofisari, estratti epatici. Avvertenze Compensare gli effetti diuretici assumendo molta acqua Non sono stati effettuati studi in gravidanza ed allattamento e quindi è bene evitarne luso in queste condizioni 1. Repertorio fitoterapeutico (1996) 2 ed. Refit OEMF, Milano Tossicologia

37 Droga: Parti aeree, radice Denominazione: stinging nettle Commissione E: permesso luso orale BAnz. 76 del (parti aeree) e BAnz. 43 del e 11 del (radice) Urtica dioica

38 Parti aeree Infiammazione delle vie urinarie per indurre diuresi forzata Prevenzione e trattamento della renella Coadiuvante nel trattamento dei disturbi reumatici Emostatico Antidiabetico Emopoietico Galattagoga Radice Disturbi della minzione anche associati ad iperplasie benigne prostatiche nelle prime fasi Blando diuretico Astringente Principali indicazioni duso

39 Controindicazioni Gravidanza, luso eccessivo deve essere evitato per lattività stimolante uterina della serotonina 1 Edemi da insufficienza cardiaca e renale 2 Reazioni avverse 2 Allergie cutanee Edemi Irritazioni gastriche Interazione con i farmaci Diclofenac, viene aumentato leffetto anti- infiammatorio (PO trial clinico), in parte dovuto allinibizione della cicloossigenasi 3 1. Brinker F (1998) Herb contraindictions and drug interactions. Sandy, Ore. 2. Dalla Loggia R. (1993) Piante officinali per infusi e tisane OEMF Milano 3. Chrubasik S et al (1997) Evidence for antirheumatic effectiveness of herba uricae dioicae in acute arthritis: a pilot study. Phytomedicine 4: Tossicologia

40 Droga: parti aeree della pianta Denominazione: goldenrod Commissione E: permesso luso orale BAnz. 193a del e 50 del (la commissione E ha previsto una sola monografia per la verga doro e verga doro maggiore, per questultima introdotta prima come sofisticazione è necessaria una verifica delle proprietà terapeutiche) Solidago virgaurea

41 Diuretico non irritativo Infiammazioni della vescica e reni Renella e calcoli renali Antiflogistico ed analgesico (leiocarposide) Antimicotico Depurativo del sangue Gotta Reumatismi Artriti Eczemi Uso esterno Infiammazioni oro-faringee Ferite Principali indicazioni duso

42 Controindicazioni Disturbi renali cronici è necessario consultare un medico Edema da insufficienza cardiaca e renale Effetti collaterali Irritazione gastrointestinale a causa delle proprietà irritanti delle saponine (speculativo) Reazioni allergiche Interazione con le droghe Nessuna nota Tossicologia

43 Miscele antipertensive

44 Droghe con attività cadiaca Arctium lappa Ammi visnaga Melilotus officinalis Ginkgo biloba Aesculus hippocastanum Vaccinum myrtillus Acidi grassi insaturi

45 ………. Continua Piante che modificano la coagulazione del sangue. La vitamina K è essenziale per la produzione di protrombina, fattore necessario per la coagulazione. Qualsiasi agente che modifichi lattività o la concentrazione della vitamina K è in grado di accelerare o diminuire la velocità di coagulazione sanguigna. La conseguenza di ciò è che si incorre nel rischio di emorragie o di aumentare problemi cardiovascolari. Si può avere aumento dellattività anticoagulante per somministrazione di piante contenenti strutture cumariniche o simili: Aesculus hippocastanum Melilotus Ecc. Inibizione dellaggregazione piastrinica Capsicum frutescens Ananas comosus Scutellaria baicalensis Salvia miltiorrhiza Allium sativum Zingiber officinale Ginkgo biloba Aumento dellattività coagulante per somministrazione di droghe conteneti vitamina K Medicago sativa Brassica spp Plantago major Capsella bursa-pastoris

46 Precauzioni generali che devono essere considerate in pazienti prima di interventi chirurgici Principali rischi possono derivare con droghe che: Alterano la coagulazione del sangue Alterano la funzionalità cardiaca Potenziano leffetto sedativo degli anestetici Aumentano il metabolismo dei farmaci utilizzati negli interventi chirurgici Aglio, ginkgo, ginseng: possono aumentare il rischio di emorragie (devono essere sospesi almeno 7 giorni prima dellintervento) Efedra: ha attività cronotropa + ed aumenta la P sanguigna Rischio di ischemia miocardica Aritmia ventricolare Instabilità emodinamica intraoperatoria Iperico: aumenta lattività dellenzima p450 con conseguente aumento del metabolismo dei farmaci Kava kava, valeriana: possono aumentare leffetto sedativo degli anestetici Echinacea : ha azione immuno-stimolante per brevi periodi ed immuno-deprimente per utilizzo prolungato (più di 2 mesi) Evitare la somministrazione in pazienti trapiantati Rischio di infezioni opportunistiche per attività immuno-dep

47 Ginkgo biloba Droga: foglie Denominazione: maidenhair Commissione E: lista negativa, non è stata dimostrata la sua efficacia BAnz. n. 133 del

48 Disturbi della circolazione sanguigna del SNC Tinnito (un recente studio non ne ha evidenziato questa attività) Calo dellattività sessuale Affaticamento psichico e fisico Regolante le funzioni gastrointestinali Disturbi cardiovascolari Arteriosclerosi Principali indicazioni duso

49

50 Tossicologia Controindicazioni 1 Pazienti che presentano alterazione della coagulazione (emofilici) Gravidanza ed allattamento Pazienti epilettici (ginkgo può ridurre lefficacia degli anticonvulsivanti) 2 Effetti collaterali (la droga è considerata sicura ai normali dosaggi e solo per somministrazioni più elevate ne sono stati descritti) 3 Cefalea Palpitazioni Vertigine e nausea Allergie da ipersensibilizzazione a livello cutaneo e gastrintestinale Emorragia Convulsioni, perdita di coscienza e morte sono stati osservati per ingestione elevata di semi e frutti maturi (particolarmente vulnerabili sono i bambini) per la presenza di 4-O- metilpiridossina ed acidi ginkgolici, ma anche con estratti di foglie. Alternative medicine – Ginkgo biloba ( ) 1. Miller GL (1998) Selected clinical considerations focusing on known or potential drug-herb interactions Arch.Intern.med 158; De Smet PAMG et al (1997) Adverse effects of herbal Drugs vol 3 Springer-Veròag, Berlin

51 Tossicologia Interazione con le droghe Inibitori MAO possono essere potenziati per aumento del reuptake della serotonina nei sinaptosomi 1 Aspirina, warfarina, ticlopidina ed eparina, aumento dellattività anticoagulante per uso cronico di ginkgo 2,3. Limpotenza indotta dagli inibitori selettivi del reuptake della serotonina è in parte risolta per leffetto vasodilatante del G. biloba 4 Protezione dai danni epatici indotti da ciclosporina 5 1. Rmassamy C et al (1992) The gonkgo biloba extract increases synaptosomal uptake of 5- hydroxytryptamine:in vitro and ex-vivo studies J.Pharm.Pharmacol. 44: Chung KF et al (1987) Effects of a ginkgolide mixture in antagonism skin and platelet responses to platelet activating factor in man. Lancet 31: Mathews MK (1998) Association of ginkgo boloba with intracerebral hemorrhage. Neurology 50: Sohn M et al (1991) Ginkgo biloba extract in the therapy of erectile dysfunction. J.Sex.Educ.Ther. 17: Barth SA et al (1991) Influences of ginkgo biloba on cyclosporine. Biochem.Pharmacol 41:

52

53 Ammi visnaga Droga: frutti Denoninazione: khella Commissione E: lista negativa.il suo impiego non è raccomandabile per non dimostrata efficacia e per gli effetti indesiderati. BAnz. 50 del , 71 del , 134 del

54 La droga ha essenzialmente unazione spasmolitica sulla muscolatura liscia Coronarodilatatore (derivati cumarinici) ed inotropo positivo Broncodilatatore nelle tossi a componente spastica Antispastico gastrointestinale Litiasi urinaria facilita leliminazione dei calcoli Indicazioni di utilizzo

55 Controindicazioni Prime fasi della gravidanza per il suo effetto emmenagogo 1 e per lattività stimolante uterina della kellina 2 1. Brinker F (1995) Botanical medicine research summaries. Vol II Eclectic Medical Pub, Sandy Ore. 2. Farsworth NR et al. (1975) Potential value of plants as source of new antifertility agents. J.Pharm.Sci 64; Tossicologia Interazione con le droghe Diminuisce la tossicità dei glicosidi digitalici per lattività vasodilatatoria e leffetto antiaritmico (topolini) 1 Sinergismo di potenziamento tra kellina e papaverina e kellina e barbiturici. 1. Varonos et al. (1962) Digitoxin antagonism by visnadin, J.Parmacol.Sci. 51:

56 Effetti collaterali sono stati evidenziati per uso prolungato o sovradosaggio 1 e scompaiono sospendendo la somministrazione : Nausea Vertigini Stipsi Inappetenza Cefalee Fenomeni allergici Insonnia Fototossicità 1. Kandil et al. (1975) J.drug res. 7:109. Tossicologia

57 Aesculus hippocastanum Droga: semi Denominazione: horse chestnut Commissione E: permesso luso orale (semi) BAnz. n. 228 del Lista negativa per mancanza di efficacia ed effetti collaterali per foglie e fiori BAnz n. 128 del e 221 del Avvertenza: pianta vendibile dal farmacista in farmacia

58 Insufficienza venosa –Edemi –Pesantezza alle gambe –Varici –Flebiti –Sindromi post-trombotiche Astringente Tosse (foglie) Uso esterno Emorroidi Lenitivo, schiarente, anticellulite Principali indicazioni duso

59

60 Controindicazioni Alterazioni della coagulazione, per lattività antitrombinica dellesculina con aumento del tempo di sanguinamento Insufficienza renale (escina potrebbe causare danni renali) Effetti collaterali Dermatiti da contatto Irritazioni del tratto GI per la presenza di saponine Avvelenamento: stanchezza, vomito, dilatazione della pupilla, gastroenteriti, depressione, diarrea, paralisi, morte. Interazione con le droghe Aspirina o anticoagulanti, attività antitrombinica dellesculina. 1. Brinker F(1998) Herb contraindications and drug interactions. 2 ed EMP Sandy, Ore. 2. Repertorio fitoterapeutico (1996) Refit, 2 ed. OEMF, Milano. 3. Aesculus hyppocastanum poisoning (2000) Tossicologia

61 Melilotus officinalis Droga: pianta Denominazione: sweet clover Commissione E: permesso luso orale BAnz. n. 50 del e n. 50 del

62 Uso interno Insufficienza venosa cronica con dolori senso di pesantezza, crampi ai polpacci, prurito e gonfiore Tromboflebiti Emorroidi Insonnia Disturbi digestivi di origine nervosa Uso esterno Contusioni Distorsioni Ematomi superficiali Principali indicazioni duso

63 Controindicazioni Pazienti con problemi di coagulazione Effetti collaterali 1 Cefalee (rare) Alterazioni della coagulazione (alte dosi). Il melilotoside viene metabolizzato a cumarina e quindi a dicumarolo, interrompendo quindi lutilizzo della vitamina K Anemie Emorragie Interazione con le droghe Salicilati ed anticoagulanti, potenziamento delle emorragie per la presenza dei composti cumarinici (case report uomo) 2 1. Brinker F (1998) Herb contarindications and drug interactions. EMP Sandy, Ore. 2. Hogan RP (1983) hemorrhagic diathesis caused by drinking an herbal tea. JAMA 249: Tossicologia

64 Vaccinum myrtillus Droga: foglie, frutti Denominazione:bilberry Commissione E: lista negativa (foglie), lutilizzo a fini terapeutici non è consigliato non essendone stata dimostrata lefficacia BAnz. n. 76 del Permesso luso orale (frutti) BAnz. n. 76 del e n. 50 del

65 Foglie Uso esterno Blando astringente Ipoglicemizzante Disturbi gastrointestinali Disturbi renali Reumatismi gotta Disturbi circolatori e cardiaci Depurante del sangue Frutti Retinopatie diabetiche e non Protettivi delle pareti vascolari Protettivo della parete gastrica Fragilità ed alterata permeabiltà capillare Antiossidante Blando antidiarroico Infezioni urinarie Principali indicazioni duso

66

67 Controindicazioni 1 Uso prolungato (foglie) possono indurre intossicazioni Anemia può interferire con lassorbimento del ferro Effetti collaterali 1 Dosi elevate (foglie) Cachessia Anemia Ittero Agitazione Interazione con le droghe Insulina, effetto ipoglicemizzante (foglie), bisogna riconsiderare il dosaggio. Avvertenze: è bene consultare il medico prima di iniziare il trattamento nelle seguenti condizioni Gravidanza o se si sta programmando Età pediatrica 1. Dalla Loggia R (1993) Piante officinali per infusi e tisane. OEMF, Milano. Tossicologia

68 Arctium lappa (bardana) Droga: radice Denominazione: burdock Commissione E: non permesso luso terapeutico per insufficiente documentazione. Non si evidenziano tuttavia rischi particolari. BAnz. 22a Vedi terapie alternative del cancro

69 Acidi grassi insaturi

70

71


Scaricare ppt "Droghe con attività antiipertensiva Allium sativum Crataegus monogyna e crataegus laevigata Fumaria herba Graminis rhizoma Olea europea Allii ursini herba."

Presentazioni simili


Annunci Google