La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I problemi gastrointestinali: la dimensione del problema per la Medicina di Famiglia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I problemi gastrointestinali: la dimensione del problema per la Medicina di Famiglia."— Transcript della presentazione:

1 I problemi gastrointestinali: la dimensione del problema per la Medicina di Famiglia

2

3 I problemi gastrointestinali rappresentano in tutto il mondo una delle maggiori cause di morbilità e di mortalità

4 I pazienti si presentano con sintomi molto spesso aspecifici raramente associabili a disturbi organici Sintomi sistemici Sintomi non specifici Sintomi esofagei Sintomi gastroduodenali Sintomi dellintestino tenue Sintomi dellintestino crasso

5 I pazienti si presentano con sintomi molto spesso aspecifici raramente associabili a disturbi organici Sintomi sistemici Sintomi non specifici Sintomi esofagei Sintomi gastroduodenali Sintomi dellintestino tenue Sintomi dellintestino crasso

6 Sintomi sistemici Anoressia Perdita di peso Nausea Vomito Letargia Malessere non ben definito

7 I pazienti si presentano con sintomi molto spesso aspecifici raramente associabili a disturbi organici Sintomi sistemici Sintomi non specifici Sintomi esofagei Sintomi gastroduodenali Sintomi dellintestino tenue Sintomi dellintestino crasso

8 Sintomi non specifici Flatulenza Gonfiore addominale Dolore addominale non ben localizzato

9 I pazienti si presentano con sintomi molto spesso aspecifici raramente associabili a disturbi organici Sintomi sistemici Sintomi non specifici Sintomi esofagei Sintomi gastroduodenali Sintomi dellintestino tenue Sintomi dellintestino crasso

10 Sintomi dellintestino tenue Sintomi dellanemia Feci liquide – Steatorroiche – Acquose Dolore addominale Distensione addominale

11 I pazienti si presentano con sintomi molto spesso aspecifici raramente associabili a disturbi organici Sintomi sistemici Sintomi non specifici Sintomi esofagei Sintomi gastroduodenali Sintomi dellintestino tenue Sintomi dellintestino crasso

12 Sintomi di anemia Stipsi Colica addominale Tenesmo Proctalgia Incontinenza

13 Segni Generali Orali Gastroduodenali Dellintestino tenue Del colon Del retto

14 Segni Generali Malnutrizione Disidratazione Anemia Edema Dolorabilità ossea S. di Chevostek S. di Trouseau Unghia a bastoncello Leuconichia Coilonichia

15 Segni Orali Ulcera aftoide Altre ulcere orali Cheilite angolare Stomatite Glossite Telengectasia

16 Ulcera aftoide ricorrenti Frequenza 10% Nella adolescenza o tarda infanzia La maggiore incidenza nel sesso femminile Una percentuale di pazienti li manifesta come primo sintomo di Malattia Celiaca

17 Altre ulcere del cavo orale Possono essere lunica espressione del morbo di Crohn

18 Segni dellintestino tenue Diarrea – Osmotica – Secretoria – Accellerato transito Steatorrea Massa addominale Distensione addominale Meteorismo Ostruzione intestinale Anemia Deficit di crescita Osteopenia Poliabortività

19 Malattia Celiaca Conclamata Silente 7-10% (parenti 1° grado) Atipica Prevalenza per diagnosi clinica Italia 1:1000 Finlandia: 1:1000 Svezia 1:330 (bambini) Paesi Bassi 1:4.500(bambini)

20 Malattia Celiaca Silente 7-10% Gi screening sono in grado di svelare una grande quantità di pazienti asintomatici

21 Diarrea acuta/cronica Osmotica – Deficit di lattasi (incidenza 20%) – Abuso di lassativi Secretoria – Infezioni – infestazioni – Abuso lassativi – Ormonale VI Poma Sindrome Carcinoide Carcinoma midollare tiroide Gastrinoma – Malassorbimento Sali biliari Accellerato transito – SII

22 Tumori del tenue <1% dei tumori maligni <5% delle neoplasie gastrointestinali Le forme maligne del tenue sono piu frequenti nella malattia Celiaca nel morbo di Crohn e sindrome di Gardner

23 Segni del colon Masse addominali Ostruzione Distensione

24 Segni del retto Emorroidi Massa Ostruzione Distensione Rettorragia Proctite Ragadi Polipi Melanosi

25 Colonpatie Neurologiche Morbo di Hirschsprung – 1:4500 Megaretto M. di Chagas

26 Tumori del colon retto Poliposi (lesione precancerosa) – S. Petruzzi Jager – S.Gardner Carcinomi del crasso :Causa di morte seconda solo al Ca bronchiale

27

28

29

30

31 Sangue occulto 1. Neoplasie colon 2. Ulcera duodenale 3. Esofagite da reflusso 4. Ulcera gastrica 5. Uso di fans 6. Carcinoma gastrico 7. Diverticolo di Meckel 8. Angiodisplasia

32 Malattie Diverticolari Sono rari prima dei 30 aa Colpiscono il 50% della popolazione che ha compiuto 70aa.

33 Malattie infiammatorie intestinali Rettocolite ulcerosa Morbo di Crohn Forme indeterminate(10%) Frequenza : incidenza in razza bianca 10: prevalenza maggiore perla rettocolite ulcerosa Età : lincidenza è maggiore nelle prime decadi di vita È descritta come familiare 10% di rischio in parente di primo grado Il Crohn ha un rischio maggiore nei gemelli omozigoti.

34 Malattia di Crohn e colite ulcerosa Comune nei paesi occidentali ma rara nei paesi sottosviluppati. Incidenza annuale è in aumento Attualmente è di 6: ab.

35 Coliti ischemiche E un evento acuto: – Diarrea sanguinolenta – Dolore addominale – Colpisce pazienti anziani

36 I disturbi funzionali dellintestino I sintomi sono presenti nel 14-50% della popolazione Alta ospedalizzazione Alta autocura Consulto del MMG è motivato dalla paura di essere portatore di una patologia organica Richieste frequenti di consultazione specialistica

37 I disturbi funzionali dellintestino Sintomi variabili e con comparsa in tempi diversi caratterizzano la SINDROME INTESTINO IRRITABILE fattori di rischio <45 anni >50


Scaricare ppt "I problemi gastrointestinali: la dimensione del problema per la Medicina di Famiglia."

Presentazioni simili


Annunci Google