La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Compenetrazione di solidi con facce genericamente inclinate: piramide prisma Prof. Giorgio Garuti Metodo del piano sezionatore ausiliario.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Compenetrazione di solidi con facce genericamente inclinate: piramide prisma Prof. Giorgio Garuti Metodo del piano sezionatore ausiliario."— Transcript della presentazione:

1

2 Compenetrazione di solidi con facce genericamente inclinate: piramide prisma Prof. Giorgio Garuti Metodo del piano sezionatore ausiliario

3 Compenetrazione di solidi con facce genericamente inclinate: piramide prisma Si prendano in considerazione i seguenti solidi: Piramide a base triangolare scalena // PO, Prisma a base triangolare scalena avente asse longitudinale genericamente inclinato

4 Compenetrazione di solidi con facce inclinate Si procede alla rappresentazione mediante le proiezioni ortogonali dei due solidi disposti, come previsto, nellortotriedro: si rappresenta la piramide retta con base // PO

5 Compenetrazione di solidi con facce inclinate si rappresenta poi il prisma con lasse genericamente inclinato

6 Compenetrazione di solidi con facce inclinate La rappresentazione deve avvenire, ovviamente, nel medesimo triedro.

7 Compenetrazione di solidi con facce inclinate Da nessuna delle viste è possibile stabilire quali spigoli di un solido incontrino le superfici dellaltro. Si inizia lo studio, mediante luso di piani sezionatori ausiliari, partendo dagli spigoli presumibilmente coinvolti.

8 Compenetrazione di solidi con facce inclinate Per studiare ciascun spigolo laterale del prisma, si esegue una sezione ausiliaria della piramide con un piano contenente lo spigolo stesso: I punti in comune tra sezione della piramide e spigolo del prisma apparterranno alla linea di intersezione.

9 Compenetrazione di solidi con facce inclinate Viceversa per studiare ogni spigolo laterale della piramide si seziona il prisma con un piano che lo contiene. I punti in comune tra sezione del prisma ed il corrispondente spigolo della piramide apparterranno alla linea di intersezione.

10 Compenetrazione di solidi con facce inclinate Se si verifica che una sezione non ha punti in comune con il corrispondente spigolo, ciò significa che lo spigolo stesso non è coinvolto dalla compenetrazione. NB Analizziamo la situazione sotto ipotizzata

11 Compenetrazione di solidi con facce inclinate Inizio dello studio: Si inserisce un piano sezionatore PV contenente lo spigolo 1 e con esso si seziona la piramide I punti A e B in comune a sezione e spigolo appartengono alla linea di intersezione

12 Compenetrazione di solidi con facce inclinate Si analizza analogamente lo spigolo 2: Si inserisce un piano sezionatore PV contenente lo spigolo 2 e con esso si seziona la piramide NB Sezione e spigolo 2 non hanno punti in comune: ciò significa che questi non è coinvolto nella linea di intersezione. (Lo sarà invece lo spigolo posteriore della piramide)

13 Compenetrazione di solidi con facce inclinate Si analizza infine lo spigolo 3: Si inserisce un piano sezionatore PV contenente lo spigolo 3 e con esso si seziona la piramide Lo spigolo 3 è coinvolto nella linea di intersezione con i punti C e D, che ha in comune con la sezione. Si passa poi a studiare i tre spigoli laterali della piramide.

14 Compenetrazione di solidi con facce inclinate Si potrebbero studiare tutti e tre gli spigoli della piramide; Si considera prima la posizione dei punti sino ad ora trovati, osservando la vista dallalto Gli spigoli 5 e 6 saranno certamente coinvolti non essendolo il 2. Lo spigolo 4, se anche lo studiassimo, risulterebbe invece non avere punti in comune con la propria sezione ausiliaria: è estraneo alla linea di intersezione.

15 Compenetrazione di solidi con facce inclinate Si studiano quindi gli spigoli 5 e 6. Ricordiamo che i piani ausiliari devono contenere il corrispondente spigolo, ma possono essere scelti ad uno qualsiasi dei piani di proiezione Consideriamo per primo lo spigolo 6

16 Compenetrazione di solidi con facce inclinate Si inserisce un piano contenente 6 e PV; da PV si proiettano verso PO i punti in cui si intercettano gli spigoli del prisma determinando così la sezione ausiliaria sul prisma stesso. Si individuano in tal modo i punti P e Q con cui lo spigolo 6 è coinvolto nella linea di intersezione

17 Compenetrazione di solidi con facce inclinate Si inserisce ora un piano contenente 5 e PL; da PL si proiettano verso PV i punti in cui si intercettano gli spigoli del prisma determinando così la sezione ausiliaria sul prisma stesso. Si individuano in tal modo i punti R e S con cui lo spigolo 5 è coinvolto nella linea di intersezione

18 Compenetrazione di solidi con facce inclinate Sono stati così individuati tutti i vertici della linea di intersezione; Si procede a tracciare ad unirne i vertici Risultando non interessato lo spigolo 2 del prisma si determina una intersezione costituita da una unica linea spezzata

19 Compenetrazione di solidi con facce inclinate Si procede infine ad individuare gli elementi in vista e nascosti

20 Compenetrazione di solidi con facce inclinate Limmagine delle sole parti in vista può rendere più efficace la comprensione del risultato della compenetrazione


Scaricare ppt "Compenetrazione di solidi con facce genericamente inclinate: piramide prisma Prof. Giorgio Garuti Metodo del piano sezionatore ausiliario."

Presentazioni simili


Annunci Google